Lara Gut lascia il vuoto dietro di sè

  • /
  • 21/10/2016
  • 3031

La Coppa del Mondo femminile riparte da dove l'avevamo lasciata a marzo con la vittoria di Lara Gut, detentrice della Coppa Generale.

Dopo la prima gara della stagione si evidenziano subito gli enormi distacchi della prima in classifica, la svizzera Gut lascia un distacco dietro di sè di ben 1' e 44".

Al termine della prima manche l'elvetica aveva spiazzato le sue avversarie con un distacco considerevole seguita dall'americana Shiffrin che si conferma sempre più competitiva in gigante.

 

Grande delusione in campo austriaco dove, oltre all'assenza di Anna Feith, la detentrice della coppetta di specialità Eva-Maria Brem scivola in 26esima posizione; nonostante, secondo il parere dei tecnici, la campionessa non fosse ancora competitiva come nella scorsa stagione, nessuno si aspettava un piazzamento così lontano dal podio.

Buona prestazione per la slovena Petra Vlhova che con il pettorale 55 conquista il 21° posto e risale nella seconda manche all'8° con +3.23 da Lara Gut.

Tra le italiane grande attesa per Federica Brignone, che nel 2015 aveva vinto proprio sul Rettenbach, e Marta Bassino da cui in molti si aspettavano un riscatto dopo la deludente stagione dello scorso anno; alla fine della prima manche l'obbiettivo sembrava centrato con, rispettivamente, la 4a e la 3a posizione a meno di 2 secondi dal podio.

Nella seconda grande risultato per Marta Bassino che conquista il suo primo podio della carriera sul gradino più basso (terza), la ventenne di Cuneo  ha acquisito più sicurezza in gara e la maturità per gestire la tensione. Sorpresa anche per Sofia Goggia che grazie alla sua scorrevolezza nel piano finale balza in testa e conclude con un bel 5° posto scalando 10 posizioni rispetto alla prima manche.

Discorso differente per la Brignone che non ha trovato il giusto feeling con il tracciato della seconda e perdendo costantemente conclude la gara con il 9° piazzamento e oltre 3 secondi dall'elvetica.

Podio GS femminile Sölden - foto fb Skiweltcup Sölden

 

Idee chiare sui prossimi giganti femminili? Non proprio, al di là dei pronostici e delle conferme non sono passate inosservate le defezioni di diverse atlete di un certo livello chi per infortunio e chi per completare al meglio la preparazione.

Grande assente la regina austriaca Anna Veith che, stando alle dichiarazioni ufficiali, non è ancora tornata ai livelli prima dell'infortunio di un anno fa e vuole avere un altro mese a disposizione per completare l'allenamento. In realtà alcune indiscrezioni, né confermate né smentite, darebbero la Veith incinta, notizia da prendere con le pinze in attesa di ulteriori conferme.

Serve un altro mese di allenamento anche per la Vonn che rientrerà proprio alle prime gare americane, mentre sono 6 le settimane di stop imposte a Viktoria Rebensburg dopo la frattura al piatto tibiale procuratasi in allenamento a Pitztal.

 

 1  2  GUT Lara  SUI  2:23.02
 2  16  SHIFFRIN Mikaela  USA  +1.44
 3  10  BASSINO Marta  ITA  +1.93
 4  20  BRUNNER Stephanie  AUT  +2.28
 5  21  GOGGIA Sofia  ITA  +2.77
         
 9  16  BRIGNONE Federica  ITA  +3.24
 20  15  MOELGG Manuela  ITA  +4.14
 25  22  MARSAGLIA Francesca  ITA  +5.12

 

Classica completa  →  LINK

 

Il prossimo appuntamento è per domani a Sölden con il primo gigante maschile mentre per le donne si va direttamente al 12 novembre con il primo slalom speciale di stagione dove, non ci sono dubbi, sarà dura strappare lo stradominio di Mikaela Shiffrin.

 

Commenta la gara sul forum  →  LINK

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 3 foto