10 facili fuoripista in Dolomiti ideali per iniziare con il freeride (con cartina e foto)

  • /
  • 26/09/2019
  • 5914

Lo sci fuoripista si può considerare una delle massime espressioni delle attività "outdoor" invernali. Abbina al piacere della discesa (simile a quello che si prova nello sci su piste battute) la soddisfazione di muoversi in un ambiente intonso, selvaggio a volte con panorami e ambienti che difficilmente si possono ammirare dalle piste. 

Ovviamente essendo una attività lontana dalle piste battute e dai percorsi "bonificati" è necessario essere consapevoli dei rischi che si corrono, primo tra tutti quello della stabilità del manto nevoso, leggasi pericolo valanghe. Chi si avventura fuoripista deve conoscere bene la montagna ed essere accompagnato da persone esperte e coscienziose.

Ribadendo ancora la premessa ovvero che chi si avventura fuoripista deve avere consapevolezza di quello che sta facendo, ecco una lista di facili itinerari fuoripista "a portata di impianto" caratterizzati da un avvicinamento a "fatica zero" e da un rientro in pista altrettanto semplice. La lista non è esaustiva, nel Dolomiti Superski ce ne sono molti altri, ma desidera proporre alcune idee da mettere in pratica da parte di chi si sente attratto dal freeride ed è alla ricerca "zone" in cui praticarlo nel contesto del Dolomiti Superski.

Freeride facile in Dolomiti
10 idee (e più) per facili fuoripista in Dolomiti serviti dagli impianti di risalita.

Cortina d'Ampezzo

Sono svariati i pendii che si prestano bene al "freeride di prossimità" nelle skiarea di Cortina d'Ampezzo. Ecco alcune idee per lasciare la traccia sulle nevi ampezzane.

Boschetti Bigontina

Nella skiarea del Cristallo - Faloria i boschetti attorno all'impianto Pian de Ra Bigontina sono piuttosto radi e con pendenze non proibitive.

Fuoripista in Faloria
In viaggio sulla seggiovia Pian de Ra Bigontina di Cortina d'Ampezzo.

La zona a ovest della seggiovia presenta pendenza minori e più costanti, la zona a est invece va sciata con attenzione soprattutto nella parte alta poichè vi sono alcuni salti di roccia. In zona vi sono anche i pendii della zona Vitelli alta ma quelli sono pericolosi e non si prestano per le prime esperienze.

Sotto l'Avevau

Altra bella zona con pendenze non eccessive, ben esposta e solitamente con tanta neve si trova sotto il monte Averau nella skiarea delle 5 Torri. I pendii che si vedono sulla destra e sotto la seggiovia Alpe Potor - Nuvolau permettono di fare qualche bella discesa in neve fresca passando in un favoloso ambiente dolomitico.

Fuoripista Averau
Freeride nei pressi delle Cinque Torri e del Monte Averau.

Plan de Corones: boschetti Ruis

Anche a Plan de Corones considerato il tempio dello sci in pista, quando ci sono belle nevicate ci si può divertire fuoripista. Uno dei boschetti più interessanti si trova sotto il veloce impianto Ruis. Purtroppo l'esposizione è verso sud e quindi il sole "mangia" velocemente la neve e deteriora in pochi giorni la qualità della neve: da fare mentre nevica!

Freeride Plan de Corones
Fuoripista nei boschetti della cabinovia Ruis a Plan de Corones.

Alta Badia

Ci sono un'infinità di pendii che si prestano al "fuoripista di prossimità". Alcuni dei più facili e con un rientro in pista immediato sono i facili pendii attorno all'impianto Capanna Nera, Pralongia e Arlara.

Freeride Alta Badia
Fuoripista in Alta Badia tra la zona Arlara e Capanna Nera.

Altra bella zona con dei panorami strepitosi sul Gruppo del Sella e con facili e "movimentati" pendii si trova nella parte alta di Passo Gardena attorno alla seggiovia veloce Cir. Qui si può fare fuoripista in relativa sicurezza.

Val Di Fassa: Forcella Pordoi

Questo in realtà non è un fuoripista facile ma lo abbiamo inserito nella lista perchè è tra i più frequentati e famosi delle Dolomiti. I tratti difficili sono 2: la cornice di neve prima della Forcella Pordoi ed il primo pendio dopo la forcella, ovvero il canalone vero e proprio. Spesso viene affrontato anche da chi non ha una tecnica sciistica perfetta... ma evidentemente dotato di coraggio e grinta da vendere.

Il fuoripista della Forcella Pordoi è servito dalla moderna funivia del Sass Pordoi. Chi non se la sentisse di scendere con gli sci può scendere con la funivia. Obbligatorio avere con se artva, pala e sonda e conoscere bene l'itinerario. Altre informazioni: recensione freeride Forcella Pordoi.

Arabba Monte Cherz

I fuoripista tra Arabba, Marmolada e Sella sono molto impegnativi, lunghi e adrenalinici. Ci sono però anche "fuoripista di prossimità" in zona Monte Cherz. Si parte da Passo Campolongo e con una delle due seggiovie si giunge nei pressi del Rifugio Cherz. Dalla sommità del Monte Cherz ci si sposta verso Nord, ovvero in direzione di Corvara in Badia. Dopo un po' si noterà una grande cornice di neve: sotto ci sono dei magnifici pendii aperti su neve spesso ancora polverosa dopo giorni dall'ultima nevicata. Si rientra facilmente in pista all'ultimo curvone della pista rossa Cherz 2.

Monte Cherz
Panoramica sul Monte Cherz di Passo Campolongo.

San Martino di Castrozza e Passo Rolle

La località trentina di San Martino di Castrozza offre molto per il fuoripista di prossimità, sia in zona Alpe Tognola che nel vicino Passo Rolle.

In Alpe Tognola tutti i pendii attorno agli impianti Scandola e Conca (Tognazza) si prestano bene per muovere i primi passi in neve non battuta... ed infatti sono sempre trifolati e macinati già nel giorno della nevicata. Per i più avventurosi esiste una discesa stupenda, molto facile e lontana dagli impianti che parte a pochi metri dall'arrivo dell'impianto Conca. Scesi dalla seggiovia si sale sci in spalla ala vicina forcella e si scende per il grande vallone che rimane a Sud-Ovest degli impianti di risalita. Attenzione nella parte finale a "tagliare" nel "momento giusto" per rientrare senza dover far fatica alla seggiovia Scandola.

Freeride facile a San Martino di Castrozza
Fuoripista facile a San Martino di Castrozza.

Plose

Plose è famosa per la sua lunghissima pista nera Trametsch che dalla Plose in circa 9 km porta a Sant'Andrea con vista Bressanone. Per il fuoripista la zona più interessante però è quella che dà verso le Odle dal Monte Fana. I pendii che stanno a a Est della cabinovia veloce Pfannspitze si prestano a bellissime e facili discese fuoripista. In inverno bisogna trovare il momento in cui la neve è bella farinosa e non ancora lavorata dal vento. In primavera la zona prendendo molto sole ben si presta ad entusiasmanti discese su neve firn.

Freeride La Plose
Fuoripista facili del Monte Fana di La Plose.

Per maggiori informazioni sul piccolo "paradiso freeride" de La Plose ecco un paio di recensioni: fuoripista alto Pfannspitze, per i più esperti fuoripista Monte Fana.

Falcade - Passo San Pellegrino

Nel comprensorio di Falcade - Passo San Pellegrino c'è una delle zone più amate dagli skifosi alla ricerca di tranquille ma divertenti sciate fuoripista: i pendii del Laresei verso Passo Valles. Si tratta di una zona con pochi alberi, spesso ricca di neve e con un sublime panorama sulle Pale di San Martino. Ne abbiamo parlato molto sia sul forum che in questo articolo: fuoripista Laresei di Passo Valles.

Bellamonte - Alpe Lusia

La seggiovia Lastè è un comodo e veloce impianto di risalita che dai 1855 m della zona Campo sale a ben 2340 m. Il pendio che serve questo impianto oltre ad avere due magnifiche piste da fare a tutta velocità si presta per facili fuoripista su pendenze mai eccessive. Si può partire seguendo la linea della seggiovia per prendere confidenza con il terreno e poi allargarsi in tutta la zona a mano a mano che si prende confidenza.

Fuoripista Alpe Lusia - Bellamonte
Seggiovia Lastè di Alpe Lusia - Bellamonte.

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 9 foto