Congresso FIS: nuove regole in gigante e discesa, combinata all'Italia

  • /
  • 06/06/2016
  • 5535

Congresso FIS: nuove regole e combinata maschile all'Italia

Si sta svolgendo in questi giorni il 50° congresso della FIS a Cancun (in Messico), tanti gli argomenti da affrontare tra i quali l'assegnazione dei mondiali.

Oggi alle 21:30 (ora italiana) sarà presentata la candidatura di Cortina per i mondiali di sci alpino del 2021, venerdì alle 1:30 (CET) saranno ufficilmente assegnati i mondiali di sci alpino e delle altre discipline, l'evento sarà possibile seguirlo in live streaming.

Raggio di curvatura in Gigante

Prime novità anche sul fronte regolamento: secondo il direttore di gara Makus Waldner, intervistato dalla federazione, sarebbe ormai certo un ritorno al passato per i raggi di curvatura del gigante (passati nella stagione 2012-13 da 27 a 35 m per gli uomini e da 23 a 30 m per le donne), si arriverebbe ad una via di mezzo con un raggio di 30 metri per gli uomini.

Gli sci da 35 metri in questi anni non avrebbero soddisfatto le aspettative non funzionando soprattuto per i cicuiti FIS, si sono raccolti i dati dal centro studi di Salisburgo e dal centro traumatologico in Norvegia. I principali produttori di sci e il 90% degli atleti sarebbero favorevoli al nuovo cambio di materiali. 

La discussione sembra quindi ridursi al periodo del cambio di materiali: c'è chi vorrebbe farlo già a partire da Sölden 2017 mentre chi sostiene che sia opportuno partire dopo le Olimpiadi del 2018 (dunque dalla stagione 2018-19).

Ordine di partenza per la Discesa

Secondo tema dibatutto negli ultimi mesi è l'ordine di partenza della discesa, sarebbero quattro le proposte in campo volte ad ampliare gli ascolti televisivi.

La proposta austriaca sembrerebbe al momento essere favorita: gli atleti posizionati nella WCSL (classifica di partenza della Coppa del Mondo) dalla 1° alla 10° posizione pescherebbero un pettorale dall'1 al 20, solo numeri pari o dispari in base al numero estratto dal primo atleta, gli atleti piazzati tra l'11° e la 20° invece pescherebbero i numeri dall'1 al 20 rimanenti (o tutti i pari o i dispari). Infine quelli tra la 21° e la 30° sarebbero sorteggiati nella medesima fascia di pettorali. Da evidenziare che nella prima poposta austriaca il piazzamento degli atleti sarebbe determinato non dalla WCSL ma bensì dalla prova cronometrata che si svolge prima di ogni discesa.

Una decisione definitiva sarà presa mercoledì 8 giugno 2016.

Cancellata la combinata di Kitzbühel

Un altro punto chiesto a Waldner è la cancellazione della combinata di Kiztbühel, il problema sarebbe il programma di gare troppo fitto dal venerdì alla domenica che non consente agli atleti di riposarsi a sufficienza in vista della discesa del sabato, la più difficile del circuito. A seguito degli incidenti nell'ultima edizione e sentito il parere di tecnici e atleti si è cercata una soluzione e si è deciso di cancellare la combinata del venerdì lasciando al sabato solo il superG.

La combinata maschile sarà invece recuperata da Santa Caterina Valfurva (Lombardia) dove già da due anni si svolge la discesa maschile in sostituzione di Bormio, dunque nel programma della località italiana si aggiunge superG e uno slalom.

Mantenendo due combinate maschile nel calendario sarà quindi possibile assegnare la coppa di specialità.

Calendario Coppa del Mondo e Mondiali di St. Moritz

Grazie alle finali a St. Moritz dello scorso anno si è potuto testare la località in vista dei mondiali del 2017, nel team event saranno innalzati i cancelletti di partenza e sarà migliorata la viabilità. Waldner assicurà che la località Svizzera è pronta e ci aspetta un gran mondiale.

Altri piccoli aggiustamenti al calendario riguarderanno principalmente il settore femminile che vede l'ingresso di alcune nuove località: Killington e Squaw Valley negli Stati Uniti al posto di Aspen che ospiterà le finali di Coppa del Mondo 2017. C'è poi da confermare dove andrà il gigante femminile assegnato a Cortina dal momento che la pista necessiterebbe di alcuni lavori che non saranno svolti entro la prossima stagione, la favorita sembrerebbe essere Plan de Corones con la pista Erta (già sede in più occasioni di slalom di Coppa Europa). Infine è confermata la trasferta sudcoreana a Jeongseon per provare la pista Olimpica analogamente a quanto fatto dagli uomini lo scorso anno.

Pista Erta a San Vigilio di Marebbe, Plan de Corones

 

Da definire anche il City Event del 1° gennaio 2017 che attualmente sulla bozza di calendario non risulta assegnato a nessuno e le gare di apertura di Sölden 2016 che la località vorrebbe farsi assegnare al 21-23 ottobre per avere il tutto esaurito fino al weekend successivo (ponte ognissanti) mentre la federazione spingerebbe per il periodo 28-30 ottobre con lo scopo di avere maggiori garanzie sulla neve.

 

Entro sabato 11 giugno, conclusione del congresso, saranno sciolti tutti i nodi.

 

 

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 5 foto