San Martino: i fondi per la cabinovia sono insufficienti

  • /
  • 10/05/2017
  • 3978

Non è stata raggiunta la somma di 2 milioni di euro per dare il via alla seconda fase di rinnovo della skiarea del Ces a San Martino di Castrozza.

Messa da parte l'idea della funicolare tra San Martino e il passo Rolle, la provincia si era impegnata a reinvestire i soldi nel rinnovo della skiarea e nella messa in sicurezza del passo mentre solo in un secondo momento si sarebbe tornati sul collegamento: un totale di 47 milioni (42 dalla provincia e 5 dal comune del Primiero) a patto che fosse messo un milione dei privati.

 

Lo scorso anno con la prima fase, che riguardava la realizzazione del nuovo impianto di innevamento nella skiarea Ces, erano stati raccolti un milione di euro tra imprenditori, operatori turistici e gente comune a cui si sono sommati i fondi provinciali e i lavori sono stati ultimati in tempo per la stagione sciistica.

Quest'anno era il turno della sostituzione delle due seggiovie Ces (la triposto di arroccamento) e la Valbonetta con una cabinovia automatica Bellaria-Pian delle Cartucce per modernizzare la parte più vecchia del comprensorio sciistico e, allo stesso tempo, adeguare gli impianti per il futuro collegamento verso il Rolle. Un impianto che garantirebbe la risalita in soli 5,5 minuti e con una portata di 2000 p/h espandibile a 2400.

 

Inaspettatamente è stata richiesta una seconda raccolta fondi da 2 milioni di euro per realizzare la cabinovia con sole 3 settimane di tempo per ottenere i soldi, il termine ultimo è stato poi spostato da fine aprile all'8 maggio ma è stato reso noto che la somma non è stata raggiunta.

Mentre in valle tutti si domandano che fine hanno fatto quei 5 milioni previsti dal comune e non ancora utilizzati (e nemmeno messi a bilancio) che sarebbero dovuti essere inseriti nel protocollo d'intesa, i pessimisti danno per certo l'annullamento del nuovo impianto mentre altri ipotizzano l'utilizzo dei fondi del comune o quelli della provincia.

Futuro incerto anche su quale saranno i prossimi passi e le tempistiche per la terza fase (il collegamento) e se saranno chiesti ulteriori fondi ai privati.

Non rimane dunque che attendere nuovi aggiornamenti sul tema.

 

Segui gli aggiornamenti e commenta → sul forum

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 3 foto