Bocciato il collegamento tra Castelrotto e l'Alpe di Siusi

  • /
  • 06/10/2016
  • 9434

La Giunta provinciale ha respinto la proposta di collegamento tra la skiarea di Castelrotto e quella dell’Alpe di Siusi.

L’idea, in campo da diversi anni, era stata inizialmente bocciata dal comune stesso salvo poi essere stata ripresentata una seconda volta leggermente modificata. L’obbiettivo era quello di collegare la skiarea Marinzen  con Bullaccia  sull’Alpe di Siusi consentendo al paese di Castelrotto di avere un collegamento diretto con un ampio comprensorio sciistico.

 

Il progetto prevedeva la sostituzione dell’attuale seggiovia biposto con una cabinovia, l’attuale stazione a monte sarebbe diventata intermedia per poi continuare a salire fino al rifugio Arnika (con una probabile seconda stazione intermedia), per il rientro si sarebbe realizzata una pista tecnica fino al Marinzen  dove ci si ricollegherebbe con la skiarea attuale. Tra le varie ipotesi c’era anche quella di uno skiweg di rientro con partenza poco sopra l’intermedia e arrivo direttamente a Siusi, alla partenza dell’attuale cabinovia.

Una delle ipotesi di collegamento tra Castelrotto e l'Alpe di Siusi

 

La bocciatura, sia da parte della commissione ambientale che dall’ufficio provinciale pianificazione territoriale, sarebbe stata dettata dal mancato rispetto dei vincoli ambientali e paesaggistici dal momento che si andrebbe ad intaccare una zona incontaminata, inoltre il progetto sarebbe carente sul fronte socioeconomico e della viabilità.

Determinante per la decisione anche una norma del piano di settore del 1994 che consentiva la realizzazione di un solo accesso tra Siusi e Castelrotto.

 

Rimane quindi incerto il futuro delle piste di Castelrotto (dotate anche di impianto di illuminazione notturna), infatti sono già alcuni anni che la seggiovia apre solo in estate. Non è chiaro se il progetto verrà riproposto in una forma più leggera.

 

Commenta la notizia sul forum  →  LINK

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 3 foto