A Pejo la nuova seggiovia Saroden-Cima Vioz

  • /
  • 20/09/2016
  • 16111

Da dicembre, dopo 7 anni di chiusura, si ritorna a sciare sulla zona del Saroden di Pejo.

La zona interessata dal nuovo impianto si trova a destra della pista Doss dei Gembri, si va quindi a recuperare la skiarea del vecchio skilift ma con un allungamento a monte (circa il doppio della lunghezza) andando ad aggiungere due piste alla piccola skiarea della Val di Sole.

La seggiovia sarà una 4 posti ad ammorsamento fisso con una lunghezza di circa 1 km e altitudine compresa tra i 2200 m della partenza e i 2500 m dell'arrivo a Cima Vioz, la portata sarà di 1200 p/h e servirà le piste “Saroden” e “Beverina”, quest'ultima partirà da metà tracciato della Saroden, saranno entrambe rosse e in una zona molto panoramica.

Inoltre sulla pista "Beverina" è stato individuato il posto per la realizzazione di un nuovo Snowpark.

La nuova Saroden con il nuovo tratto di pista a monte

 

Nuovo innevamento in Val della Mite

Si lavora anche sul fronte dell'innevamento artificiale, la scorsa settimana la società ha iniziato i lavori per la posa delle nuove tubature sulla pista Val della Mite. Sebbene la pista parta dai 3000 metri (raggiungibili con il funifor Pejo 3000), il fondo pietroso necessita di copiose nevicate prima che venga adeguatamente coperto, la scorsa stagione l'assenza di innevamento programmato ha ritardato l'apertura.

Il nuovo impianto sarà pronto per buona parte già a partire dalla prossima stagione sciistica 2016-17.

Muro centrale della pista Val della Mite

 

Per quanto riguarda l'acqua ci sorgenti e laghetti sufficienti per garantire i 170 mila metri cubi d’acqua che serviranno per creare un fondo di circa 40 centimetri di neve artificiale.

Con questo intervento si segna un nuovo record: sarà l'impianto di innevamento programmato con la quota più elevata superando anche quello della Marmolada che parte sotto i 3000 metri.

 

Segui gli aggiornamenti sul forum >> LINK

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 5 foto