Quando le fake news arrivano sulle piste...

  • /
  • 20/02/2019
  • 3979

Le fake news hanno raggiunto anche i nostri comprensori sciistici? Si direbbe proprio di sì a giudicare dalla prima pagina di oggi del quotidiano "Alto Adige", una delle testate più importanti nella provincia di Bolzano.

Tutto è nato da uno dei tanti video che girano sui social network che riprendeva una pista da sci piena di sciatori che avevano serie difficoltà nello scendere a valle per via dell'affollamento eccezionale. Un video che è stato girato su una pista della località austriaca dell'Hochzillertal e che per via dell'eccezionalità della situazione è diventato subito virale con migliaia di visualizzazioni e condivisioni.

 

Come capita spesso in questi casi il video è stato scaricato e ricaricato su più pagine e social network perdendo quindi l'origine e i riferimenti alla località tirolese, ma stavolta la novità è stata che proprio il quotidiano "Alto Adige" lo ha ripreso credendo fosse stato girato sulla pista Saslong in Val Gardena e riportando anche le dichiarazioni del CAI che lamenta un turismo insostenibile portando come prova il video stesso.

La fake news del quotidiano "Alto Adige"

Dopo una valanga di commenti negativi sulla pagina facebook e un comunicato ufficiale del consorzio turistico della Val Gardena, il quotidiano altoatesino ha verificato che la vicenda non riguardasse la Saslong ed ha rimosso l'articolo dal quotidiano online... peccato che ormai su quello cartaceo sia stampata in prima pagina la Fake News danneggiando l'immagine della località sciistica e di tutta la regione.

Nell'era dei social network e delle fake news sarebbe forse il caso che si prestasse più attenzione alle fonti prima di pubblicare una notizia.

 

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 2 foto