GardenaRonda SkiTour: il giro sugli sci in Val Gardena

  • /
  • 09/11/2016
  • 4492

Sciare in Alto Adige va ben oltre il semplice “salire con una funivia e scendere per una pista da sci”: soprattutto nei comprensori delle Dolomiti centrali si possono fare dei veri e propri “tour sugli sci”. La rete degli impianti di risalita in simbiosi con le piste da sci permettono di sciare un giorno intero (o anche di più) senza mai ripetere una pista e scoprendo panorami nuovi, sarà un continuo “ohhhhhh” ogni volta che dobbiamo alzare la barra per scendere dalla seggiovia.

GardenaRonda SkiTour

Il giro sciistico per antonomasia delle Dolomiti è il Sellaronda, conosciuto anche come “il giro dei 4 passi”. In Val Gardena esiste un altrettanto valido ski-safari chiamato GardenaRonda che tocca alcune delle piste migliori della Valle e permette di scoprire l’idilliaco mondo dell’Alpe di Siusi.

Panoramica sulla Val Gardena

 

Ecco una mini-guida per il GardenaRonda, per ogni dubbio, commento, richiesta di informazioni, dettagli o altro chiedete pure nello SkiForum. Oppure contattate gli uffici turistici della zona.

gardenaRonda Mappa

 

Partiamo dal centro di Ortisei il maggior centro abitato della Val Gardena. Con il veloce impianto del Mont de Seuc saliamo in Alpe di Siusi. All’uscita della cabinovia ci attende subito uno dei panorami più famosi delle Dolomiti. Una magnifica cartolina con i dolci alpeggi dell’Alpe di Siusi e il gruppo del Sassolungo e Sassopiatto innevati si presenta improvvisamente davanti a noi!

sassopiatto e sassolungo

 

Si inizia a sciare e con una serie di semplici piste ci spostiamo verso la Bullaccia e la zona Compaccio. Qui troviamo un comodo telemix che serve alcune piste in grado di soddisfare anche gli sciatori più evoluti.

seiser alm

 

Il tour prosegue prendendo la seggiovia Panorama seguendo una deviazione verso un’area dell’Alpe di Siusi che è un’autentica perla, la seggiovia Spitzbuehel. Questo impianto oltre a servire alcune belle piste di media difficoltà offre un panorama indescrivibile sullo Sciliar. Qui troviamo la quintessenza dell’Alpe di Siusi: tranquillità, pace, isolamento, silenzio e ambiente.

rifugio alto adige sciliar

 

Con la seggiovia Laurin si torna nel carosello degli impianti dell’Alpe di Siusi e si sale verso la zona panoramica della Punta d’Oro. Da qui ci attende una lunghissima e rilassante discesa di diversi chilometri verso la zona Floralpina fino ad arrivare a Saltria.

Se non siete in ritardo da non perdere il giro per il Rifugio Zallinger: si prendono i tapis roulant e poi l’impianto Florian. Una volta scesi dalla seggiovia basta seguire la pista da slittino e dopo poche curve vi apparirà il rifugio con la caratteristica chiesetta.

La pista che torna a Saltria è una rilassante e panoramica passeggiata sugli sci. Ammirando da vicino le pareti del Sassolugno attendiamo lo skibus a pagamento che ci porterà al Monte Pana. Il tragitto da fare con lo skibus è a dir poco emozionante: si attraversa una foresta innevata tramite una stretta stradina che con un susseguirsi di dolci sali e scendi si immerge in una delle zone più intatte e selvagge delle Dolomiti. Consiglio, prendete un posto a sedere sul lato destro così avrete la fortuna di ammirare il Vallone delle Sassolungo e magari intercettare le discese di qualche scialpinista. Per chi è interessato allo sviluppo degli impianti, da anni si parla di collegare tramite impianti il Monte Pana con Saltria.

sullo skibus

 

Dalla skiarea del Monte Pana con un veloce e comodo impianto saliamo al Mont de Seura, letteralmente ai piedi del Sassolungo! Scegliere quale sia la zona più panoramica del GardenaRonda è molto difficile, sicuramente questa si trova nella parte alta della classifica.

panorama da monte pana

 

Con un paio di impianti si arriva in vetta al famigerato Monte Ciampinoi. Ci aspetta la pista più famosa di tutto il GardenaRonda, ci attende uno dei tracciati più belli di tutto il Circo Bianco: la Saslong! Una pista in grado di regalare enormi soddisfazioni.

Si arriva a Santa Cristina in Val Gardena e con una comoda funicolare sotterranea si attraversa la valle. Due  ulteriori impianti, una cabinovia e una seggiovia, e comodamente si arriva al Fermeda ad oltre 2500 m circa. Siamo sul balcone panoramico sulla Val Gardena: Odle-Puez, Sella, Sassolungo, Catinaccio e Alpe di Siusi in un unico colpo d’occhio.

panoramica dolomiti val gardena

 

Ci attende l’ultima pista del GardenaRonda, ultima per percorrenza ma prima per la lunghezza: oltre 10 km! Non a caso viene chiamata “La Longia”. La parte alta è sempre con bellissima neve e in campo aperto: qui si possono tirare le curve più veloci e ampie della giornata in tutta sicurezza. Con una decisa svolta verso destra la pista cambia decisamente carattere: si percorre uno stradino che sbuca su un bel pendio tappezzato di magnifiche baite di montagna. La pista prosegue con due magnifici curvoni seguiti da un tratto di scorrimento fino a incontrare a Furnes gli impianti che salgono da Ortisei.

Ci si immette nella scenografica Val d’Anna e passando accanto ad alte cascate di ghiaccio si torna comodamente a Ortisei (il centro abitato del paese si raggiunge con comode scale mobili).

Ti piacerebbe fare questa gita sugli sci (o altri skiTour) ma hai il timore di non sciare le migliori piste, non sai dove fermarti per pranzo o hai paura di perderti e non riuscire a chiudere il giro prima della chiusura impianti? Chiedi nello SkiForum e troverai risposta a tutti i tuoi dubbi! Altre informazioni e foto: presentazione GardenaRonda.

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 8 foto