Sulla Forcella Staunies arriva il progetto del funifor

  • /
  • 01/02/2018
  • 11772

La Forcella Staunies potrebbe tornare presto in funzione grazie al nuovo progetto che prevede un funifor da 9 milioni di euro.

Cortina Cube, la società che gestisce gli impianti di Cristallo e Faloria, depositerà a metà febbraio un progetto per la sostituzione del vecchio impianto chiuso dall'estate 2016 dall'Ustif per il non rispetto di alcune normative. Enrico Ghezze, a.d. della società, da qualche anticipazione sul nuovo impianto che sarà un funifor (probabilmente monocabina) del tutto simile a quelli già installati ad Arabba, Sella Nevea o sul Monterosa Ski.

I vantaggi di questa soluzione, rispetto ad una normale funivia, sono la forte resistenza al vento e la possibilità di avere una sola cabina che riduce gli ingombri e i costi di funzionamento, inoltre sarà presente un solo pilone lasciando quindi il canalone Staunies libero ed evitando di andare ad intaccare il delicato ghiaione che negli anni ha creato non pochi problemi ai piloni del vecchio impianto.

Canalone Staunies

Ma la vera novità è l'assenza della stazione intermedia che non consentirà più di percorrere la parte bassa della pista, caratterizzata da una pendenza minore dal tratto alto; Ghezze afferma che sarà possibile battere regolarmente tutta la pista tramite un battipista con il verricello, tratto che fino a due anni fa era lasciato freeride con possibilità di salita solo quando la neve si era compattata. Nonostante la pendenza massima del 67% non sia tra le più proibitive, uno tra i principali problemi era la "prima risalita" del battipista che andava effettuata senza verricello creando non pochi problemi agli addetti specialmente con molta neve fresca.

L'impianto è tuttavia molto importante anche per la stagione estiva dando accesso al rifugio Lorenzi situato in un contesto unico e con l'attacco di importanti ferrate come la Bianchi e Dibona.

Rimane tuttavia aperto il nodo dei finanziamenti che è sempre stato l'ostacolo più grande al rinnovo dell'impianto; negli anni si sono moltiplicate i progetti e le idee da una nuova seggiovia biposto al telemix, si spera che con i mondiali in arrivo si riesca a riaprire uno dei tracciati più belli e unici di Cortina.

 

Segui gli aggiornamenti e commenta  →  sul forum

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 3 foto