• /
  • skifocus /
  • località /
  • forni di sopra: la conca che collega la carnia ed il cadore

Sciare a Forni di Sopra circondati dalle Dolomiti Friulane

  • /
  • 22/01/2019
  • 1846

Forni di Sopra - ponte di collegamento tra la Carnia ed il Cadore -  è una località sciistica del Friuli Venezia Giulia. Forni deve parte del suo fascino al fatto di essere completamente circondata dalle Dolomiti riconosciute Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

A differenza di altri paesi montani Forni resta abitata tutto l’anno e questo le consente di preservare le proprie tradizioni. A partire da quelle gastronomiche, la cucina fornese può contare su vari piatti a base di erbe selvatiche, capaci di soddisfare nella loro semplicità anche i palati più esigenti.

 

Il comprensorio sciistico di Forni di Sopra sorge lungo le rive del Tagliamento, in un ambiente incontaminato tra i 900 e i 2500 metri. Le piste sono ubicate in due diverse località: Davost e Varmost.

Le piste di Davost, più semplici e a quote più basse (tra gli 800 e i 1100 metri) sono maggiormente adatte a sciatori principianti; mentre le piste di Varmost, più lunghe e tecniche (varie piste rosse ed una pista nera) sono adatte a sciatori più esperti. 

Le piste di Varmost, le più alte della regione, si sviluppano tutte su campi ben assolati, anche in pieno inverno. In particolare la pista che parte dalla cima del Crusicalas, ad oltre 2000 metri di altitudine, è - con i suoi 6 km - la più lunga di tutto il Friuli Venezia Giulia. Sciare su queste piste, mentre lo sguardo spazia dall’Antelao alle Tre Cime del Lavaredo, è un’emozione difficilmente descrivibile.

Le due aree sciistiche sono collegate fra loro da un efficientissimo servizio di navetta bus. Mentre un sistema di innevamento artificiale assicura la presenza di neve su tutto il comprensorio fino a tarda primavera.

Il comprensorio dispone inoltre di scuole sci per impararne i rudimenti, e offre anche il servizio di  noleggio sci e di tutto il materiale occorrente alle varie attività sportive.

I numeri di questo comprensorio sciistico sono:

  • - 12 km di piste di sci alpino (di cui 0,50 km di piste verdi, 4,00 km di piste blu; 6,00 km di piste rosse; e 1,50 km di piste nere);
  • - 13 km di piste di sci di fondo;
  • - 3 Seggiovie quadriposto (ski-area Varmost);
  • - 1 Seggiovia triposto (Ski-area Davost);
  • - 1 Sciovia (Ski-area Davost);
  • - 1 Campo Scuola con 3 Tapis Roulant (ski-area Davost);
  • - 1 Pista per slittini e 1 Bob Pista per discesa con gommoni sulla neve (Fantasy Snow Park).

panorama dolomiti friulane

13 km di piste consentono invece di praticare lo sci di fondo.  L’anello “Tagliamento” è inserito nel Dolomiti Nordic Ski, il circuito di piste da fondo più grande d'Europa. L’anello è lungo 15 Km e con le sue numerose varianti è adatto sia ai principianti, sia agli sciatori più esperti. La pista è gestita dalla Società Sportiva Fornese in collaborazione con il Comune e Promotur.

Per i più piccoli vi è il Fantasy Snow Park, un parco divertimenti con slittini e gommoni per scivolare sulla neve. Il Parco è collegato con le piste del Campo Scuola tramite un tappeto mobile. Chi ama invece il pattinaggio può usufruire di un’area all’aperto illuminata.

Allo sci d'alpinismo sono dedicati decine di itinerari: la zona delle malghe consente le escursioni più semplici su piste forestali, adatte anche agli amanti delle ciaspole. Più impegnativi – in questa zona - sono invece il Giro del Crodon di Tiarfin attraverso il passo di Forca Rossa e la salita al massiccio del Clap Savon - Bivera. Mentre sul versante dolomitico si sviluppano salite più tecniche come Scodavacca, Pecoli, Urtisiel, Lavinal e Passo Suola.

Sulla pista Cimacuta è possibile sciare anche durante i mesi estivi poiché le piste sono attrezzate per lo sci d'erba. Tanto che Forni ha ospitato numerose gare di livello nazionale e internazionale e persino la Coppa del Mondo di sci d'erba. Adatte agli amanti dell'estremo sono invece i pendii difficili della Tacca del Cridola e la Forcella Cason.

Mentre due pareti da arrampicata offrono la possibilità di imparare questa disciplina e praticarla in completa sicurezza, grazie ad un’attrezzatura professionale e alla presenza di istruttori qualificati. Infine l’area wellness mette a disposizione una sauna da 10 posti, una vasca idromassaggio, un bagnoturco, percorsi Kneipp e docce emozionali.

Forni è inoltre  una delle porte di accesso al Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, dove nell' Area Faunistica è possibile vedere da vicino cervi, volpi, linci e gufi reali nel loro ambiente naturale. Anche chi ama il parapendio a Forni ha modo di praticare questo sport.

articolo scritto da per SkiForum


Galleria 4 foto