Pagina 13 di 15 PrimoPrimo ... 3456789101112131415 UltimoUltimo
Mostra risultati da 181 a 195 di 212

Discussione: Lazio : situazione neve, aperture impianti, piste, strade...

  1. #181

    Predefinito

    L'innevamento artificiale ritengo potrà essere di importanza fondamentale soprattutto per la pista di rientro, in anni di magra.

    http://www.monteterminillo.net/index...JlPMPXvIotp_mI

    Max nel tuo video che ho appena riguardato, si distinguono bene le piste in alto servite dalla seggiovia Rubbio fino al rifugio mentre non mi sembra di aver visto quando e se avete fatto, la pista di rientro, fino alla partenza della seggiovia Foglia.

    E' così o mi sbaglio io?

    Comunque complimenti anche per la qualità del video e per come viene giù tranquilla la tua pargoletta.


  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  3. #182
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Miri Vedi messaggio

    Max nel tuo video che ho appena riguardato, si distinguono bene le piste in alto, fino al rifugio mentre non mi sembra di aver visto quando e se avete fatto, la pista di rientro, fino alla partenza della seggiovia Foglia.

    E' così o mi sbaglio io?
    Non sbagli
    La pista in basso l'abbiamo fatta a fine giornata... ufficialmente era ancora chiusa, ma ufficiosamente era praticamente pronta fino a 100 metri dalla stazione di arrivo ... dove era ancora scoperta ed abbiamo tolto gli sci. Immagino l'abbiano ricoperta del tutto al mattino dopo, perchè ormai ne avevano annunciato l'apertura.
    Quando l'ho fatta, però, la batteria della action cam era ormai morta, quindi niente riprese.


    Citazione Originariamente scritto da Miri Vedi messaggio
    Comunque complimenti anche per la qualità del video e per come viene giù tranquilla la tua pargoletta.
    La piccola era al secondo giorno di sci in stagione... quest'anno siamo partiti al rallentatore... ed era molto guardinga perchè non conosceva le piste (lei, a differenza del fratello che è uno scavezzacollo, è prudente per natura).
    Quanto al video.. mi sono pure dimenticato di pulire l'obiettivo (infatti all'inizio è sgranato)

  4. Skife per MAXINMARE:


  5. #183

    Predefinito

    Terminillo Stazione Montana...


    Sulle piste di Campo Stella +60% di presenze e arriva l'innevamento artificiale
    Riassegnato l’incarico per la variante al progetto “Terminillo stazione montana” secondo le indicazioni giunte dalla Regione, che non ha concesso la valutazione di incidenza ambientale ritenendo il progetto troppo impattante, i tecnici dei Comuni avranno tempi strettissimi per correggere e riconsegnare i progetti. “Entro febbraio è il termine indicato per la consegna dei lavori, dopodiché speriamo che a maggio la Regione valuti e ci dia l’autorizzazione che aspettiamo per procedere con ‘Termillo stazione montana’ per l’ammodernamento degli impianti della montagna”, dice il presidente della Provincia, Mariano Calisse.

    Nel frattempo, la stazione sciistica di Campo Stella di Leonessa -l’unico Comune dei cinque (Rieti, Cittaducale, Cantalice e Micigliano) del comprensorio montano ad aver speso la propria quota parte di sei milioni e mezzo dei 20 previsti per l’intero progetto -, allunga il passo e dopo aver inaugurato, due settimane fa, il tappeto coperto a servizio della “scuola di sci”, pista in cui si impara a praticare questo sport, si appresta a dare il via libera ai lavori per realizzare gli impianti di innevamento artificiale. “A stagione invernale chiusa - dice il vice sindaco leonessano, Vito Paciucci - partiremo con gli interventi per garantire neve nei primi 300/400 metri di piste, la parte più bassa. Si tratta di un primo appalto, dopodiché proseguiremo a quote più alte”. E’ un nuovo, importante passo quello che si appresta a compiere l’amministrazione leonessa, forte di un più 60 per cento di presenze turistiche sulla neve nelle ultime settimane rispetto alla passata stagione. “Le nostre piste, per complessivi 15 km, sono adatte a tutti, sciatori professionisti e chi debba imparare o sia un principiante. In più abbiamo quattro km di pista per lo sci di fondo a Fonte Nova, a quota 1.500 metri”. Altra carta, quella dei prezzi praticati: 20 euro lo ski pass giornaliero festivo e prefestivo,15 euro feriale e cinque euro, sempre, per i bambini fino a dieci anni. “Prezzi - aggiunge Paciucci - per avvicinare le famiglie alla nostra montagna”. Leonessa, dicevamo, è stato l’unico Comune del comprensorio montano ad avviare i lavori entro ottobre 2013, termine oltre il quale si sarebbero persi i finanziamenti legati a Terminillo stazione montana. “Inizialmente - ricorda il vice sindaco - con quei soldi abbiamo realizzato la quadriposto Rubbio, poi acquistato due battipista, inaugurato di recente il tappeto al coperto a servizio della ‘scuola di sci’ (pista con pendenza di 450 metri per il fondo, ndr) e presto partiremo con l’innevamento artificiale. Gli altri Comuni - conclude scherzando - ci girassero i soldi che spendiamo anche i loro”. Negli impianti leonessani lavorano 20 persone.
    Monica Puliti

    (www.terminillo.net)

  6. Skife per Miri:


  7. #184

    Predefinito

    Stavo pensando di andare con i ragazzi in settimana a Monte Livata per una sciata di "ripasso" in via della partenza per la settimana bianca. Non ho capito se la stazione è aperta tutti i giorni della settimana in quanto dall'unica web cam sembra che sia tutto chiuso o, quanto meno, non vedo mai scendere nessuno ............

  8. #185

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da faina77 Vedi messaggio
    Stavo pensando di andare con i ragazzi in settimana a Monte Livata per una sciata di "ripasso" in via della partenza per la settimana bianca. Non ho capito se la stazione è aperta tutti i giorni della settimana in quanto dall'unica web cam sembra che sia tutto chiuso o, quanto meno, non vedo mai scendere nessuno ............
    Ciao,
    impianto aperto tutta la settimana dalle 9.00 alle 16.00.

  9. #186

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da roby751 Vedi messaggio
    Concordo su quanto hai scritto, anche se, almeno nel caso di Livata che conosco frequentandola spesso, qualche passo negli ultimo anni è stato fatto.
    Vedi nuova seggiovia, rinnovo anello - centro sportivo, Family Park, forte impegno di piccoli privati con escursioni, negozi che puntano molto sul territorio, etc... c'è impegno e si vede.
    Rispetto a quello che scrivi sui vincoli, parlando con la 2001, so che si stanno muovendo proprio in questo senso in Regione Lazio, speriamo bene sul serio.
    Questo comprensorio ha veramente grandi potenzialitÃ*, anche nel massimo rispetto dell'ambiente, è suddiviso su tre livelli che permettono di diversificare molto le attivitÃ* da poter svolgere sia in inverno che in estate, devo dire per quello che ho girato, è abbastanza unica come offerta a 360 gradi.
    Un paese molto bello Subiaco (non vicinissimo, ma 20 min alla fine non sono molti) da visitare, ma anche Jenne vale una visita, Livata per svago (soprattutto in estate) con negozi, slittinovia, centro sportivo, Campo dell'Osso con Family Park e piste di Fondo e ristoranti, e la Monna per le piste, oltre a panorami veramente notevoli con faggete meravigliose e panorami incantevoli.
    Spero capiscano, come al nord hanno capito da tempo, che si possono valorizzare localitÃ* senza devastare l'ambiente, oltre che a ragionare concretamente, almeno per adesso, che un comprensorio sciistico ad oggi senza innevamento artificiale e rifugio non ha molte speranze di andare avanti.
    Per adesso complimenti ai piccoli privati che stanno smuovendo le acque e ci mettono tantissimo impegno!
    Roby, ho vissuto spesso di prima persona l'impegno che si respira a livata, come i limiti tecnici e ambientali (di abbandono) che sono altrettanto evidenti..putroppo la localizzazione isolata e la mancanza di un centro abitato e di una comunità residente sono un elemento che ha contribuito molto al ridimensionamento e alle difficoltà della stazione.
    Tanti anni fa Monte livata con i suoi skilif era una stazione di tutto rispetto, un comprensorio principale di belle piste al sole, una mini staizioen vicino al fondo a campo dell'osso e una stazione "di alta quota" a monna. Ora che l'evidente innalzamento della quota neve ha definitivamento "ucciso" la stazione di monte livata (che era l piu grande e importante) i 3 "livelli" di cui parli hanno poco senso nel turismo invernale, anzi è evidente la necessità di valorizzare il baricentro invernale su campo dell'osso e monna, essendoci un grande parcheggio e alcune strutture (putropo anche troppi fabricati abbandonati e fatiscenti). Il punto di partenza degli sport invernali deve essere assolutamente li, creando un collegamento "fisso" con monna (ci dovrebbe essere un comodo pulmino navetta nel weekend) che consenta non solo di evitare casini sulla strada innevata per monna e macchie mal parcheggiate (restitutendo silenzio e aria pulita a chi cammina, ciaspola o fa fondo sulla stradina adiacente) ma anche di avere un punto "Multi task" dove una famiglia o un gruppo si puo suddividere nella giornata tra sci alpino, fondo e family park e magari pranzare insieme...
    sicuramente la 2001 è l'unica realta privata che si da fare nelle stazioni invernali dell'appennino, ma per quanto si impegnino (e me si potrebbe fare motlo di piu semplicemente facendo politiche di prezzo family friendly come fa campo stella, spingendo sui bambini, mettendo feriali a prezzi irrisori, visto che tanto gl iimpianti girnao vuoti in settimana) se non cambia il contesto normativo difficilmente ci sarà lo sviluppo che ci auspichiamo..Il cambimento della nromativa sul parco è tanto fondamentale quanto difficile da realizzare, e seppure con grande entusiasmo e speranza lo scetticimo verso le istituzioni e le realta locali, visot lo scempio creato non solo a livata nelgi ultimi deceni è quantomeno fondato...

    Maxinmare il report su campo stella molto ben fatto ed esaustivo, putroppo quest'anno l'innevamento è veramente scarso (siamo a meta febbraio e vedo quasi assenza di neve in basso e piuttosto poca in alto), complice una stagione avversa come precipitazioni sia per le poche nevose che per le troppe piogge, il rientro con i cannoni da molto valore alla stazione, ma come questa sagione nefasta ci ha insegnago il vero passo lo segna un impianto "totale"
    la grande qualità delle piste che evidenzi oltre che dall'ovvio fattore di quanto sono "utilzzate" (a cf e roccaraso battono molto bene ma in una giornata ci sono centinaia di migliaia di passaggi,a campo stella poche decine) anche ada un esposizione nord molto bella e con bosco. Questo fattore la renderebbe stazione perfetta per la gestione delle piste con neve artificiale, rendendo molto "efficace" la spesa per l'innvamento, lo stesso vale per monna a livata...
    per me il turismo invernale dal lazio riparte proprio dai "cannoni", e non siamo in giamaica....

  10. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  11. #187

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da turbodream Vedi messaggio
    Roby, ho vissuto spesso di prima persona l'impegno che si respira a livata, come i limiti tecnici e ambientali (di abbandono) che sono altrettanto evidenti..putroppo la localizzazione isolata e la mancanza di un centro abitato e di una comunità residente sono un elemento che ha contribuito molto al ridimensionamento e alle difficoltà della stazione.
    Tanti anni fa Monte livata con i suoi skilif era una stazione di tutto rispetto, un comprensorio principale di belle piste al sole, una mini staizioen vicino al fondo a campo dell'osso e una stazione "di alta quota" a monna. Ora che l'evidente innalzamento della quota neve ha definitivamento "ucciso" la stazione di monte livata (che era l piu grande e importante) i 3 "livelli" di cui parli hanno poco senso nel turismo invernale, anzi è evidente la necessità di valorizzare il baricentro invernale su campo dell'osso e monna, essendoci un grande parcheggio e alcune strutture (putropo anche troppi fabricati abbandonati e fatiscenti). Il punto di partenza degli sport invernali deve essere assolutamente li, creando un collegamento "fisso" con monna (ci dovrebbe essere un comodo pulmino navetta nel weekend) che consenta non solo di evitare casini sulla strada innevata per monna e macchie mal parcheggiate (restitutendo silenzio e aria pulita a chi cammina, ciaspola o fa fondo sulla stradina adiacente) ma anche di avere un punto "Multi task" dove una famiglia o un gruppo si puo suddividere nella giornata tra sci alpino, fondo e family park e magari pranzare insieme...
    sicuramente la 2001 è l'unica realta privata che si da fare nelle stazioni invernali dell'appennino, ma per quanto si impegnino (e me si potrebbe fare motlo di piu semplicemente facendo politiche di prezzo family friendly come fa campo stella, spingendo sui bambini, mettendo feriali a prezzi irrisori, visto che tanto gl iimpianti girnao vuoti in settimana) se non cambia il contesto normativo difficilmente ci sarà lo sviluppo che ci auspichiamo..Il cambimento della nromativa sul parco è tanto fondamentale quanto difficile da realizzare, e seppure con grande entusiasmo e speranza lo scetticimo verso le istituzioni e le realta locali, visot lo scempio creato non solo a livata nelgi ultimi deceni è quantomeno fondato...

    Maxinmare il report su campo stella molto ben fatto ed esaustivo, putroppo quest'anno l'innevamento è veramente scarso (siamo a meta febbraio e vedo quasi assenza di neve in basso e piuttosto poca in alto), complice una stagione avversa come precipitazioni sia per le poche nevose che per le troppe piogge, il rientro con i cannoni da molto valore alla stazione, ma come questa sagione nefasta ci ha insegnago il vero passo lo segna un impianto "totale"
    la grande qualità delle piste che evidenzi oltre che dall'ovvio fattore di quanto sono "utilzzate" (a cf e roccaraso battono molto bene ma in una giornata ci sono centinaia di migliaia di passaggi,a campo stella poche decine) anche ada un esposizione nord molto bella e con bosco. Questo fattore la renderebbe stazione perfetta per la gestione delle piste con neve artificiale, rendendo molto "efficace" la spesa per l'innvamento, lo stesso vale per monna a livata...
    per me il turismo invernale dal lazio riparte proprio dai "cannoni", e non siamo in giamaica....
    Ciao Turbodream, intanto grazie per la risposta , il quadro che esponi è assolutamente chiaro e realistico ed espone i problemi storici della località.
    Forse sarò io un ottimista patentato :P , ma a me sembra che in questa fase ci sia un movimento propositivo più forte di anni passati, forse anche perché i privati in questa modalità non erano mai entrati in gioco, compresa anche la creazione di una pro loco che in effetti ha favorito un aumento non trascurabile di turisti negli ultimissimi anni.
    Certo sono assolutamente cosciente che i problemi ci sono e sono grandi, a partire da quello che riguarda il pubblico e il rilascio di permessi vari! Però, frequentando Livata sin da piccolo (quindi molti anni ), non posso non notare che dei passi in avanti e secondo me non da poco sono stati fatti, vedi seggiovia, il fantomatico acquedotto che almeno alla piana di Livata è arrivato e visto che se ne parla da almeno 40 anni, non è poi cosi trascurabile come fatto, più piccoli rinnovi ed adeguamenti dai privati, nuovo albergo e nuovo rifugio con inizio lavori a primavera, etc... insomma c'è un piccolo fermento che va segnalato e aiutato, e parlarne secondo me fa bene ed aiuta a tenere un pò di tensione verso chi in questa fase fa promesse. Secondo me una svolta ci sarà solo se pubblico (Comune) e privato riusciranno a lavorare allineati.
    Per quanto riguarda la poca sfruttabilità di Livata nel periodo invernale concordo in pieno, in effetti mi sono espresso male io nel post precedente, intendevo dire che un fattore che rende un pò unico questo comprensorio è quello di avere località inversamente proporzionali alle stagioni e cioè più peso a Monna dell'Orso nel periodo invernale e a scendere verso Livata passando per Campo dell'Osso, e più peso a Livata nel periodo estivo a "scendere" verso Monna. Insomma una sfruttabilità a 360 gradi per praticamente tutto l'anno, che mi pare non sia una cosa comunissima nelle zone vicino Roma.
    Giusto per proseguire nella speranza che qualcosa si sblocchi allego un estratto di un documento pubblicato nel sito del comune di Subiaco.

    Name:  Livata-1.jpg
Visite: 141
Dimensione:  129.4 KB

  12. #188
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Campocatino informa che ogni martedì lo skipass costerà 15 euro (grandi e piccini)


    Vediamo se entro fine stagione riesco ad approfittarne per fare un giro anche li.

  13. #189

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da MAXINMARE Vedi messaggio
    Campocatino informa che ogni martedì lo skipass costerà 15 euro (grandi e piccini)


    Vediamo se entro fine stagione riesco ad approfittarne per fare un giro anche li.
    A me tra le 2 stazioni del frusinate, dalle foto e video visti sul web, incuriosisce di più Campo Staffi anche se so che la strada da Filettino è più impegnativa rispetto a quella che cè da Guarcino per Campocatino.

  14. #190

    Predefinito

    Una richiesta info tecnica,
    qualcuno potrebbe confermare che a campo stella questo weekend sia aperto il rietnro sci ai peidi alla partenza impianti (quadriposto), mi sembrerebbe di capire dalle info riperibili in giro che dovrebbe essere aperto

    grazie

  15. #191
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da turbodream Vedi messaggio
    Una richiesta info tecnica,
    qualcuno potrebbe confermare che a campo stella questo weekend sia aperto il rietnro sci ai peidi alla partenza impianti (quadriposto), mi sembrerebbe di capire dalle info riperibili in giro che dovrebbe essere aperto
    Sino ad oggi è aperto.... certo non ti aspettare granchè perchè è stato aperto con la neve riportata dai camion.
    Comunque giovedì scorso la pista di rientro era ottimamente innevata per due terzi ... il terzo finale era per metà sciabile con attenzione e per altra metà ancora da finire.
    So che l'hanno finito il giorno dopo.
    E' pur vero che lunedì ci ha nevicato un pochino, ma saranno stati 10 cm... poi basta.

    Insomma, tornare a valle ci torni, ma se pensi di tagliare nel bosco in basso no, direi di no.

  16. Lo skifoso MAXINMARE ha 2 Skife:


  17. #192
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Aggiungo che in alto, invece, la situazione mi pare più che buona.
    E le temperature, almeno fino a venerdì, sono state e saranno favorevoli alla conservazione del manto esistente.

    P.S. Livata o Campo Stella, al sabato, non sono mai una scelta sbagliata rispetto alle varie Ovo, Rocca o CF, anzi.

  18. #193

    Predefinito

    Grazie Maxinmare

    sempre molto preciso e puntuale, mi interessava la situazione per fattibilità rientro in caso di giornata coi bambini...la pista lunga fino a sotto era molto apprezzata.
    il bosco in freeride sotto penso che sia fattibile veramente in condizioni epiche, perchè è comunque molto basso

  19. #194

  20. #195

    Predefinito

    mi permetto di fare un po' di chiarezza, da profondo conoscitore di campo staffi :) (ho casa a Filettino, paese dei miei nonni).

    La Direttissima e la Primavera non sono fuoripista ma sono piste a tutti gli effetti che con le condizioni giuste vengono regolarmente battute.
    La Direttissima non è un sottoseggiovia ma è alla destra degli alberi (subito a destra). Come è facile vedere anche dalla webcam, purtroppo il fondo è terribile e per aprirla serve tantaaaaa neve. Discorso simile per la primavera, serve tanta neve. Purtroppo bisognerebbe sistemare in estate facendo un po' di livellamento del fondo, ma da queste parti è tutto difficile...
    Sono due piste belline, la Direttissima la "sentono" nelle gambe anche gli sciatori più esperti, la Primavera invece ha un bellissimo panorama sul monte Viglio.

    L'anno scorso che c'era tantissima neve erano entrambe aperte, ho sciato su entrambe anche il giorno di Pasquetta (Aprile!).




    Citazione Originariamente scritto da fla5 Vedi messaggio
    La Direttissima è di fatto un sottoseggiovia mentre la Primavera credo non sia aperta da anni ed erano ricresciuti cespugli. Si possono comunque fare in freeride.


  21. Lo skifoso lelis ha 3 Skife:


Pagina 13 di 15 PrimoPrimo ... 3456789101112131415 UltimoUltimo



Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •