Pagina 10 di 43 PrimoPrimo 1234567891011121314151617181920 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 136 a 150 di 643

Discussione: Sul nuovo progetto "Avvicinare le Montagne"

  1. #136

    Predefinito Rassegna stampa digitale

    La Stampa: http://www.lastampa.it/2018/04/16/ed...AM/pagina.html

    Ossola24: http://www.ossola24.it/index.php/141...enico-e-devero
    http://www.ossola24.it/index.php/141...e-san-domenico

    AzzurraTV: http://www.vcoazzurratv.it/notizie/c...o-a-ciamporino


    In sintesi, poche ma considerevoli novità:
    - Entra nel vivo la fase di VAS (Valutazione Ambientale Strategica): a giorni la Provincia del VCO, ente preposto per la promozione e la valutazione dell'Accordo Territoriale, avvierà la conferenza dei servizi.
    - Resta in sospeso il collegamento Bondolero-Devero: secondo la normativa vigente (Piano Paesaggistico Regionale) è irrealizzabile a causa dell'attraversamento del crinale montano. Ma resta aperta la possibilità, come fa intendere il Vice Presidente, il caso va analizzato nello specifico per trovare il giusto equilibrio tra salvaguardia e sviluppo (la legge sui crinali è troppo restrittiva, basti pensare che con essa le seggiovie CD4 Ciamporino-Dosso e SBK6 Bondolero non avrebbero potuto avere la stazione di monte dove è adesso).
    - Stanziati i primi 2 milioni per il rifacimento della strada Varzo-San Domenico. Leggendo il Quadro degli Interventi dell'Accordo Territoriale, si deduce che questi 2 milioni finanziano il lotto 1 dell'intervento, ovvero la sistemazione di 3,6 km critici per quanto riguarda l'incrocio di 2 veicoli dei due sensi di marcia. Il lotto 2 (10 milioni) renderà tutta la strada provinciale a doppio senso di marcia.
    - Confermato l'investimento da 170 milioni di euro: 42 milioni da parte del pubblico, e 130 milioni da parte del privato (che si sommano ai circa 100 milioni spesi negli ultimi 9 anni)

  2. Lo skifoso Runass ha 2 Skife:


  3. #137

    Predefinito

    ottimo!!!

    chissà che fra 3-4 anni alcuni giovani potranno rimanere a lavorare sul posto anziché fare i pendolari in Svizzera.....

    ma questo ovviamente ai vari comitati "contro" non interessa, tanto loro hanno i figli che studiano e lavorano a Milano.....

  4. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  5. #138

    Predefinito

    Come non interessa il fatto che noi dobbiamo andare fuori dalla provincia in genere per lavorare e per studiare......anzi no.....interessa molto gli visti gli affitti di tuguri a Milano a prezzi folli.....

  6. #139

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Runass Vedi messaggio
    Costruiranno un altro hotel di categoria diversa lì accanto (quello diffuso di cui parlava Malagoni probabilmente), quello penso sarà il loro valore aggiunto. Secondo me destineranno il Cervandone a una categoria più economica, mentre il loro più lussuoso.
    cambio di rotta sull'hotel Cervandone... le schede della zona, come preparate prima, sono state stralciate dalla VAS;
    l'hotel rimarra' un corpo unico, nessuna nuova costruzione accanto; una nuova costruzione pluri-servizi sara' costruita tra la partenza della seggiovia e il campeggio

  7. #140

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ranger Vedi messaggio
    cambio di rotta sull'hotel Cervandone... le schede della zona, come preparate prima, sono state stralciate dalla VAS;
    l'hotel rimarra' un corpo unico, nessuna nuova costruzione accanto; una nuova costruzione pluri-servizi sara' costruita tra la partenza della seggiovia e il campeggio
    Strano, ma ci sta... Dico strano perchè si trattava semplicemente di demolire e rimpiazzare l'aggiunta alla costruzione storica. Qual'è la fonte? Si sa già qualcosa di come troveranno promotore della ricostruzione e gestore, dato che è di competenza del pubblico? (SDS propone il suo albergo diffuso nel lotto affianco)

  8. #141

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Runass Vedi messaggio
    Strano, ma ci sta... Dico strano perchè si trattava semplicemente di demolire e rimpiazzare l'aggiunta alla costruzione storica. Qual'è la fonte? Si sa già qualcosa di come troveranno promotore della ricostruzione e gestore, dato che è di competenza del pubblico? (SDS propone il suo albergo diffuso nel lotto affianco)
    non mi sono spiegato bene... e' proprio il lotto a fianco con un nuovo albergo che e' stato cancellato, rimane fattibile esclusivamente la ristrutturazione dell'hotel Cervandone come corpo unico, non so se per mano pubblica o se si intenda trasferire quello alla societa' privata...

    fonte: post ufficiale su FB da parte del comune di Baceno
    Ultima modifica di Ranger; 01-05-2018 alle 11:43 PM.

  9. #142

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ranger Vedi messaggio
    non mi sono spiegato bene... e' proprio il lotto a fianco con un nuovo albergo che e' stato cancellato, rimane fattibile esclusivamente la ristrutturazione dell'hotel Cervandone come corpo unico, non so se per mano pubblica o se si intenda trasferire quello alla societa' privata...

    fonte: post ufficiale su FB da parte del comune di Baceno
    Ah ok grazie per le info! Pensavo che ti riferissi all'ampliamento dell'Albergo Cervandone, scheda BA02!

  10. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  11. #143

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Runass Vedi messaggio
    Ah ok grazie per le info! Pensavo che ti riferissi all'ampliamento dell'Albergo Cervandone, scheda BA02!
    hanno stralciato la scheda BA04, la BA02 resta valida

  12. #144
    Prealpino Skifoso
    Attrezzatura
    Sci: Fischer rc4 Progressor; Rossignol Zenith 1 - Scarponi: Rossignol Radical Sensor 3

    Predefinito

    Novità in vista per gli alberghi http://www.ossola24.it/index.php/148...amministratori

  13. Skife per davide f 3:


  14. #145

    Predefinito

    Dalla newsletter del CAI mi arriv questo bollettino. Non conosco la zona e nemmeno il progetto ma sono sorpreso che il CAI prenda una posizione.

    ALPE DEVERO, IL CLUB ALPINO ITALIANO
    ESPRIME PREOCCUPAZIONE E DISAPPUNTO
    PER IL PROGETTO "AVVICINARE LE MONTAGNE"
    Appare evidente l’impatto ambientale causato dalla costruzione

    di nuovi impianti a fune nelle Valli Divedro e Antigorio,
    previsti da un progetto che confligge con alcuni target della
    Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile.



    Milano, 25 giugno 2018

    Il Club alpino italiano esprime preoccupazione e disappunto relativamente al progetto "Avvicinare le montagne, proposta di accordo territoriale", presentata dalla società San Domenico per la riqualificazione e razionalizzazione del sistema delle Valli Divedro e Antigorio, all’Alpe Devero (VCO). E’ questo il contenuto della mozione approvata all’unanimità dal Comitato Centrale dell’associazione.

    Si tratta di un progetto che, come sottolinea la Commissione Interregionale Tutela Ambiente MontanoPiemonte Valle D’Aosta del CAI, prevede una profonda infrastrutturazione dell’area, attraverso lacostruzione di nuovi impianti a fune, che interesserebbe buona parte dell’Area SIC Veglia-Devero-Monte Giove e causerebbe un diffuso impatto ambientale, frammentando habitat già di per sé in equilibrio precario.

    Nonostante la dichiarata volontà di perseguire la "ecosostenibilità", il Club alpino italiano sottolinea come, allo stato attuale della documentazione resa pubblica, il progetto "Avvicinare le montagne" confligga in maniera evidente con alcuni target della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, approvata dal Governo il 2 ottobre 2017 in ottemperanza della Agenda 2030 sottoscritta dallo Stato Italiano. In particolare il 15.1 (Entro il 2020, garantire la conservazione, il ripristino e l’utilizzo sostenibile degli ecosistemi di acqua dolce terrestri e dell’entroterra nonché dei loro servizi, in modo particolare delle foreste, delle paludi, delle montagne e delle zone aride, in linea con gli obblighi derivanti dagli accordi internazionali)e il 15.4 (Entro il 2030, garantire la conservazione degli ecosistemi montuosi, incluse le loro biodiversità, al fine di migliorarne la capacità di produrre benefici essenziali per uno sviluppo sostenibile).

    "Il CAI è impegnato a contrastare la realizzazione di nuove opere a fune e a impedire la realizzazione di nuove stazioni sciistiche sotto i 2000 metri (e a ridurre l’impatto sino a prevederne la crescita zero sopra i 2000 metri)", ricorda il Vicepresidente generale Erminio Quartiani. "Appoggiamo e appoggeremo tutte le iniziative di sostituzione dell’attività sciistica con il turismo dolce e ambientalmente orientato alla sostenibilità. Così come sosterremo ogni forma di collaborazione tra istituzioni, enti pubblici e privati che intendano mettersi in rete per valorizzare le specificità locali, la tipicità ambientale e le tradizioni dell’accoglienza, potenziando così anche servizi tra loro complementari all’offerta sciistica".
    Il CAI ribadisce dunque la piena disponibilità all’approfondimento dell’analisi progettuale, congiuntamente all’auspicio di poter verificare altrettanta disponibilità all’ascolto e alla eventuale accettazione delle aspirazioni provenienti dal variegato e rappresentativo corpo sociale degli oltre 316.000 Soci.



  15. #146

    Predefinito

    Lo stesso CAI che gli scorsi anni chiedeva la chiusura della ferrovia in Valle d'Aosta per farci una ciclabile...i treni non girano più, la ciclabile è lungi dall'essere realizzata, ci sarà giusto in giro qualche auto e qualche bus in più…

    Ma una frase come questa qui sotto , se detta in altre zone (AA senza far nomi) non provoca un, seppur metaforico, calcio nel didietro a chi la pensa da parte di buona parte degli altri cittadini??


    "Il CAI è impegnato a contrastare la realizzazione di nuove opere a fune e a impedire la realizzazione di nuove stazioni sciistiche sotto i 2000 metri (e a ridurre l’impatto sino a prevederne la crescita zero sopra i 2000 metri)"




  16. Lo skifoso Larice ha 2 Skife:


  17. #147

    Predefinito

    per fortuna abito al confine con la Francia è posso andare a sciare lì senza questi no tutto

  18. #148

    Predefinito

    CAI ridicolo.

    Vietiamo lo sci allora.

    Senza parole.
    Fossero dentro la società anche all’1% farebbero piste e impianti da sci pure davanti al Duomo di Milano.
    Rosiconi.

  19. #149

  20. #150

    Predefinito

    Andate sulla pagina facebook di Gianpaolo Andrissi e sentite il video....

Pagina 10 di 43 PrimoPrimo 1234567891011121314151617181920 ... UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •