Trekking 2022

Te lo consiglio vivamente, è proprio un bel posto.
Ti consiglio di parcheggiare nei pressi del Porto Dusano, scendi verso il porto sulla strada asfaltata e poco prima di arrivarci sulla sinistra partono i sentieri.
Al primo bivio prendi il sentiero panoramico e non quello interno.
Poi dopo un po' c'è un cartello un po' nascosto che indica "spiaggia" che ti permette di scendere alla base e camminare per un po' sotto la scogliera riva lago.
Ritorni sui tuoi passi, risali e continui il sentiero che ti porta prima al Casello "Reparto Alta Velocità", poi a punta Sasso e infine con una ripida ma breve salita alla Rocca Di Manerba.
Riscendi dalla rocca e per fare un anello puoi scegliere di tornare all'auto facendo uno dei sentieri interni alla piana.
Fatto oggi, in una giornata fotonica, il punto di partenza è ad una 40ina di minuti da casa mia,


20221120_121216.jpg

La Rocca di Manerba
La storia di questo fortilizio, per come lo conosciamo risale a quest’epoca ma, in realtà, un sistema difensivo a Manerba era probabilmente presente in epoca longobarda. La Rocca secondo alcuni storici, diventò l’ultimo baluardo di resistenza dei Longobardi ai Franchi di Carlo Magno; con il suo “salto” di 150 metri, riuscì a resistere fin quando nel 776, capitolò.
Circa un secolo dopo (878) Carlo Magno donò i terreni circostanti ai monaci della chiesa di San Zeno a Verona – e pare risalgano a quest’epoca i resti della prima torre, emersi dagli scavi recenti. Superata questa fase, la Rocca di Manerba divenne un possedimento degli Scaligeri di Verona, come molte fortezze sul Garda, e poi passò ai Visconti e alla Repubblica Veneta nel rinascimento. La struttura pian pian decadde e venne abbandonata, resistette fino al 1574, anno in cui venne distrutta dalla Serenissima stessa: era diventata un rifugio di banditi, considerato inattaccabile e quindi pericoloso. Oggi ne vediamo i resti, in un suggestivo ambiente naturale e con una scenografia d’eccezione, la sua posizione che ancora oggi domina il lago.



20221120_121223.jpg
20221120_111114.jpg
20221120_114234.jpg
20221120_111056.jpg
20221120_105708.jpg
20221120_115211.jpg
 
Ultima modifica:
Che giro hai fatto dal Soreli??
Bar sot le mont, osservatorio, cresta o quel che è, passo maleet, ricovero franz, bar sot la mont.

Non è proprio il giro family, soprattutto con foglie che nascondono tanto.
molto molto bello

Avevi fatto il tratto col cavetto?


un po' di foto del giro del monte Soreli (monte sole in italiano)

partiti poco dopo l'alba e arrivati al tramonto:oops:

confluenza fiume fella e fiume tagliamento

DSC05507.JPG


monte amaraiana con le prime luci

DSC05509.JPG


Verso i primi rilievi carnici
DSC05516.JPG


autostrade
DSC05539.JPG


DSC05542.JPG


fiume tagliamento e piana friulana

DSC05545.JPG


gruppo del Montasio
DSC05554.JPG

gruppo del Coglians
DSC05555.JPG


Grifoni in cerca di cadaveri, li abbiamo delusi
DSC05565.JPG



DSC05574.JPG


DSC05591.JPG

ricovero Franz
DSC05597.JPG


DSC05600.JPG


Monte Grauzaria attorno le golden hour
DSC05609.JPG


primule d'autunno...e la paura aumenta
DSC05614.JPG


Monte Sernio e Grauzaria con le ultime luci
DSC05623.JPG

ritorno alla base
DSC05631.JPG


monte amariana con le prime luci
 

Allegati

  • Screenshot_20221121_092103.jpg
    Screenshot_20221121_092103.jpg
    689.1 KB · Visualizzazioni: 92
Ultima modifica:
Si sì, il tratto col cavetto/spago l’ho fatto😬
Noi avevamo fatto sto tragitto con poi discesa per l’osservatorio
31C3D3C1-E747-4B74-9F2A-41166C889EB7.jpeg


A527AF20-80A1-410B-8691-D55CEDB55D08.jpeg
 
WoW girone Coco!!! :OOO:OOO:CC:CC:CC Mi manca ancora il tratto Soreli-cima Larici...prima o poi ci torno!
devo dir che mi è piciuto, il tratto dopo il soreli è anche molto godibile
dalla cima piu alta, dopo cima larice verso est, si può chiamare cima mughi, ed il sentiero è segnato fino maleet
 
Top