Rete Radio Montana, che ne pensate?

Albertino66

New member
Ho recentemente aderito al progetto RRM ( https://www.reteradiomontana.it ), per farlo è necessario inviare una richiesta di adesione, frequentare con una certa regolarità la montagna e possedere una radio PMR446 sintonizzata sul canale 8/16. Il progetto intende aumentare la sicurezza in montagna e collabora con il soccorso alpino.
Lo conoscete? Che ne pensate? Vi pare possa essere utile per le nostre attività?

Fatemi sapere, grazie!

Albertino
 
M

Matteo Harlock

Guest
Ho due pmr446 in casa per attivitá personale. Mi sono iscritto, incuriosito, e sono scappato a gambe levate.

Un gruppo di disagiati che nel gruppo di Fb si fa la foto con la radio in mano, la faccia contrita di chi é pronto all'azione e sullo sfondo la passeggiata del parchetto con le giostrine.

Son riuscito a fare una volta sola un collegamento durante una skialp. Con uno che stava sciando.... sulle piste. "Oh dai, che poi metto sul sito che ci siamo connessi, tu lo confermi, poi magari facciamo un post su Fb..."

Sembra quasi che si dispiacciano che succedano pochi incidenti e che la rete cellulare arrivi ormai ovunque.

L'idea sarebbe buona, ma é in mano a un gruppo di radioamatori interessati piú ad usare la radio che ad andare per monti.
Di alpinisti... zero. Il referente per il Trentino Alto Adige non va oltre le ciaspole.
 
M

Matteo Harlock

Guest
Ah, e gustati le polemiche su Fb con chi "trucca" le radio oltre i 500mW o con chi dalla pianura, da casa, si installa apparecchiature per coprire tutto il Nord Italia e rompere le palle a tutti.

Il disagio.
 

delta2

Active member
Confermo quanto detto da Matteo Harlock...
L'idea in sè sarebbe pure ottima, ma purtroppo la cosa è gestita in modo autoreferenziale.
Soprattutto: l'uso delle radio PMR per Legge E' LIBERO, per cui chiunque può captare una richiesta di aiuto e allertare i soccorsi.
La rete radio montana, in sostanza, non offre in concreto alcun valore aggiunto, in quanto gli apparati radio utlizzati sono quelli normalmente in commercio (quindi non vi sono miglioramenti della copertura o della potenza), sfrutta canali di frequenza liberi (che chiunque può utilizzare), per cui, alla fine, si tratta di una "creatura" che via via è diventata sempre più elaborata (e non in senso positivo) e "burocratizzata".
Ultimamente, inoltre, "obbliga" gli utenti ad attivare la geolocalizzazione tramite il proprio cellulare per mostrarne la posizione sul portale internet. Bah...!
Il "sollazzo" del farne parte consiste nell'avere "l'Identificativo" rilasciato da un "Responsabile", costituito da una lettera dell'alfabetico fonetico (alfa, bravo, charlie, ecc.) corrispondente alla Regione, e un numero progressivo.
Il tutto, chiaramente, senza alcun valore ufficiale (NON E' assolutamente il patentino di radioamatore rilasciato dal Ministero).
Ripeto, una buona idea per un'attività di volontariato, ma gestita da un personaggio in modo un pò troppo presuntuoso. Molti utenti, infatti, se ne sono andati "a gambe levate"...
Alla fine, per chi volesse, basta avere una radio PMR e in caso di necessità chiamare il 118 (col cellulare), per fare la stessa cosa di rete radio montana...
 
Ultima modifica:

gressoney

Well-known member
Iscritto fra i primi, continuo a rimanere registrato perchè non si sa mai. Pochissimi contatti nelle zone che frequento io (VdA) anche i periodi di vacanza.

Anche io ho avuto l'impressione che ci siano troppi personaggi "scaldati".
 

Albertino66

New member
Iscritto fra i primi, continuo a rimanere registrato perchè non si sa mai. Pochissimi contatti nelle zone che frequento io (VdA) anche i periodi di vacanza.

Anche io ho avuto l'impressione che ci siano troppi personaggi "scaldati".


Boh, anch'io proverò a rimanere iscritto perché mi pare utile... fra l'altro nella mia zona (alta Toscana) ci sono molti partecipanti che dichiarano di fare trekking, alpinismo, scialpinismo. Stiamo a vedere se è vero! L'ultima volta che sono uscito con le pelli (prima della zona rossa natalizia) ho beccato uno che faceva alpinismo: io sull'Appennino, lui sulle Apuane. Solo un breve saluto per poi lasciare libero il canale.

Grazie a tutti per aver risposto, se qualcun altro vuole esprimersi resto in ascolto... passo.
 

delta2

Active member
Boh, anch'io proverò a rimanere iscritto perché mi pare utile... fra l'altro nella mia zona (alta Toscana) ci sono molti partecipanti che dichiarano di fare trekking, alpinismo, scialpinismo. Stiamo a vedere se è vero! L'ultima volta che sono uscito con le pelli (prima della zona rossa natalizia) ho beccato uno che faceva alpinismo: io sull'Appennino, lui sulle Apuane. Solo un breve saluto per poi lasciare libero il canale.
Grazie a tutti per aver risposto, se qualcun altro vuole esprimersi resto in ascolto... passo.

...Infatti, lo abbiamo detto, l'iniziativa è senza dubbio utile, ma è il "contorno" che è un pò discutibile...
A mio modesto parere, viene fatto apparire un ruolo particolare per un'attività assolutamente normale, senza che tutto l'ambaradan costituito dal portale, dalle registrazioni, dai nominativi radio, ecc., possa aggiungere alcunchè di utile... Potrei capire se si utilizzassero apparati radio dedicati, o frequenze appositamente riservate, o finanziamenti specifici... Ma in questo caso, non è così.
Tieni presente che, lo ripeto, per prestare soccorso o, più precisamente, per RICHIEDERE un soccorso, non è assolutamente necessario essere iscritti a rete radio montana, lo può fare chiunque senza bisogno di tanta burocrazia...
 

Albertino66

New member
...Infatti, lo abbiamo detto, l'iniziativa è senza dubbio utile, ma è il "contorno" che è un pò discutibile...
A mio modesto parere, viene fatto apparire un ruolo particolare per un'attività assolutamente normale, senza che tutto l'ambaradan costituito dal portale, dalle registrazioni, dai nominativi radio, ecc., possa aggiungere alcunchè di utile... Potrei capire se si utilizzassero apparati radio dedicati, o frequenze appositamente riservate, o finanziamenti specifici... Ma in questo caso, non è così.
Tieni presente che, lo ripeto, per prestare soccorso o, più precisamente, per RICHIEDERE un soccorso, non è assolutamente necessario essere iscritti a rete radio montana, lo può fare chiunque senza bisogno di tanta burocrazia...

Hai ragione, ma se chiedessi aiuto sul canale 8/16 senza che sotto ci fosse la RRM probabilmente non mi risponderebbe nessuno. Se non ho capito male, il senso della rete è proprio questo: se mi trovo in difficoltà in montagna e non prende il cellulare, posso provare a chiamare su quel canale. La probabilità che qualcuno mi risponda è direttamente proporzionale al numero di persone sintonizzate, cioè presumibilmente aderenti al progetto. Prima di esso io manco sapevo dell'esistenza dei sottotoni (CTCSSS)
 

siluc

New member
RRM: facciamo chiarezza!

Buongiorno a tutti,
mi stavano fischiando le orecchie, ho visto nelle statistiche delle visite giungere da questo forum, e allora eccomi qui!

Sono il Responsabile Nazionale della RRM, nonché volontario del Soccorso Alpino, e pratico principalmente sci-alpinismo nel Lazio e in Abruzzo, dopo alcuni anni vissuti in zona Dolomiti Bellunesi.

Arrivo al dunque per non annoiarvi...

Non mi considero un disagiato, come probabilmente non lo sono neanche la grande maggioranza degli oltre 3000 aderenti (da Marzo 2020). Pensate un po', anche il CNSAS (alcuni Servizi Regionali) hanno aderito, con la sottoscrizione di un accordo di cooperazione ufficiale, e stiamo già lavorando per estenderlo ad altri Servizi Regionali del CNSAS e ad alcune Centrali Operative del 118.

La nostra Pagina Facebook non è il fulcro della nostra attività, ma serve a fare attività di promozione, proprio perché (come già detto da qualcuno) più siamo e più funziona. Se infatti non facessimo "pubblicità", non ci sarebbe nessuno su un canale radio "dedicato" (ovvio, non è necessario essere iscritti per utilizzare quel canale... Ma quel canale è usato proprio perché negli anni abbiamo sensibilizzato chi va in montagna).

No, l'iniziativa non è gestita da radioamatori. Io non sono un radioamatore.

Il Responsabile Regionale TAA, che io conosco di persona, fa sci alpinismo e le ciaspole non le indossa proprio. Tu lo conosci di persona Matteo Harlock?

Vi spiego quale sarebbe il valore aggiunto:

Aver accesso al portale significa poter dare al Soccorso Alpino diverse informazioni che vi riguardano, utili ad una vostra ricerca o soccorso. Possono infatti interrogare il database (partendo dal tuo identificativo radio, dal tuo numero di telefono, dal tuo cognome, etc.), e vedere ad esempio da dove sei partito (così sanno da dove iniziarti a cercare) e dove probabilmente eri diretto. Possono accedere ai numeri I.C.E. da te inseriti (per sapere se sei allergico a qualche farmaco ad esempio, oppure per conoscere le tue abitudini). E possono tentare di contattarti via radio, se il telefono ti si è scaricato o se non hai segnale telefonico. E altre cose.

Non obblighiamo nessuno ad attivare la geolocalizzazione. Se vuoi e hai segnale accedi, e di tanto in tanto puoi inviare la tua posizione. Oppure puoi comunicare in anticipo il punto di partenza... La funzione principe è quindi quella di agevolare le operazioni di soccorso (penso che avere informazioni in più puo' essere utile se non sei rintracciabile).

Quindi il personaggio presuntuoso (io) vuole semplicemente diffondere questa iniziativa, per dare questi valori aggiunti e per far convogliare sempre più escursionisti/alpinisti su questa frequenza (perché arrivi a un canale unico solo se qualcuno lo diffonde... Altrimenti su queste frequenze rischi di dover chiedere aiuto a un bambino di 8 anni che ti risponde con una pernacchia).

Se sei un "Delta" sei della Liguria: la Liguria è una delle regioni con meno iscritti. Per chi scrive dalla VdA, penso sia l'ultima regioni... Li c'è il Canale E (rete ufficiale della Protezione Civile Regionale), e pertanto non si è mai espansa la RRM (anche se potrebbe coesistere benissimo). Per chi vuole, da questa pagina https://www.reteradiomontana.it/zone-piu-attive potete consultare la mappa delle zone più attive, generata grazie agli estremi delle attività pubblicate dagli utenti (l'algoritmo è in fase sperimentale, ma già si comprende quale siano le zone in cui la RRM è più utilizzata).

Torno a ripetere: per usare l'8-16 non è assolutamente necessario essere iscritti. Ma se mai ci fosse stata quest'iniziativa (che ricordo è semplicemente un "di più", che in alcune circostanze può fare la differenza), dove riuscivi a contattare altri utenti della montagna che sa quali sono le difficoltà che potresti avere? Su quale canale (anzi, combinazione canale+CTCSS) chiederesti aiuto?

Molte strategie operative sono state inoltre allineate alle richieste del Soccorso Alpino (qui https://www.reteradiomontana.it/accordo-cooperazione-cnsas trovate l'elenco dei Servizi Regionali che attualmente hanno aderito).

Qui trovate invece alcuni interventi di soccorso (non tutti), effettuati con il contributo della RRM: https://www.reteradiomontana.it/emergenze-gestite

Prima di criticare, offendere, e fare i leoni da tastiera... Sarebbe opportuno approfondire l'argomento (magari scrivendo anche ai diretti interessati per discuterne insieme), senza parlare a vanvera, con imprecisioni e informazioni non veritiere. Noi continuiamo ad andare avanti.... E non è affatto vero che tutti scappano a gambe levate... Per fortuna per uno che ne esce, ci sono 50 che entrano (negli ultimi 2 mesi hanno abbandonato 2 persone... E se ne sono iscritti circa 300).

PS: chi fa escursioni e non alpinismo, potrebbe essere colui che via radio riceve la richiesta di aiuto da uno skialper infortunato che non ha segnale dati. Come già avvenuto in Piemonte qualche tempo fa. Quindi un pizzico di umità non fa mai male... E non serve dire a noi (me) che facciamo i ca*z*z*oni, quando si è ca*z*z*oni in primis. (chiedo scusa ai moderatori).

Per qualsiasi info o chiarimento sono qui :PPINK
 
Ultima modifica:
M

Matteo Harlock

Guest
Grazie per aver confermato le mie impressioni.

:))))
 

enricobok

Active member
Buongiorno a tutti,
mi stavano fischiando le orecchie, ho visto nelle statistiche delle visite giungere da questo forum, e allora eccomi qui!

Sono il Responsabile Nazionale della RRM,
Per qualsiasi info o chiarimento sono qui :PPINK
ti ringrazio delle info. molto interessante! vorrei sapere:
a) se per la G9 pro (che possiedo) si sono risolti i problemi di 'eccessiva selettività ' in ricezione.
b) vorrei sapere qualche dato tipo numero aderenti per regioni, numero chiamate di rescue, numero interventi effettuati in modo da chiarirmi un poco la portata generale.
grazie anticipate!
 

Sperem

Mare,montagna, campo da tennis
Grazie per aver confermato le mie impressioni. :))))

:shock::shock: Stranamente per una volta siamo d’accordo.
 

Rebel77

New member
Io mi porto sempre un VHF Baofeng con memorizzate le frequenze di Soccorso Alpino, nucleo elicotteri e rifugi della zona.
 

siluc

New member
ti ringrazio delle info. molto interessante! vorrei sapere:
a) se per la G9 pro (che possiedo) si sono risolti i problemi di 'eccessiva selettività ' in ricezione.
b) vorrei sapere qualche dato tipo numero aderenti per regioni, numero chiamate di rescue, numero interventi effettuati in modo da chiarirmi un poco la portata generale.
grazie anticipate!

Midland, a qualche nostro iscritto, ha detto di sì, da un certo numero seriale in poi... Ma non saprei dirti di più. Ultimamente stiamo consigliando il nuovissimo Midland G13:
- chassis in alluminio
- impermeabile agli spruzzi
- batterie al litio
- antenna performante
- tasto di accesso rapido al CANALE 8-16 (compare "RRM" sul display)

Per quanto riguarda i numeri, dimmi le regioni che ti interessano e ti faccio gli screenshot alle pagine nel portale.

Relativamente alle emergenze trovi qualcosa qui: https://www.reteradiomontana.it/emergenze-gestite

Mentre qui si parla di un intervento recente: https://www.modenatoday.it/cronaca/infortunio-soccorso-alpino-lago-santo-14-novembre-2020.html

- - - Updated - - -

Io mi porto sempre un VHF Baofeng con memorizzate le frequenze di Soccorso Alpino, nucleo elicotteri e rifugi della zona.
Ovvio, in caso di emergenza seria nessuno ti dirà mai nulla. Ma legalmente non potresti girare con quella in tasca... Parliamo di multe a 3 zeri, sequestro dell'apparato e c'è anche il rischio che si vada sul penale.
 

Albertino66

New member
"Prima di criticare, offendere, e fare i leoni da tastiera... Sarebbe opportuno approfondire l'argomento (magari scrivendo anche ai diretti interessati per discuterne insieme), senza parlare a vanvera, con imprecisioni e informazioni non veritiere. Noi continuiamo ad andare avanti.... E non è affatto vero che tutti scappano a gambe levate... Per fortuna per uno che ne esce, ci sono 50 che entrano (negli ultimi 2 mesi hanno abbandonato 2 persone... E se ne sono iscritti circa 300)."

Non pensavo di sollevare 'sto polverone! Comunque, nel frattempo, ho potuto testare la validitÃ* del servizio nella mia zona coordinandomi con altri utenti sulla situazione locale del rischio valanghe sulle Alpi Apuane. In montagna la portata delle Radio PMR446 è addirittura sorprendente (ho parlato con uno a più di 30 km!). Quindi non serve spendere cifre esorbitanti per attrezzarsi (con meno di 100 euri si prende un ottimo apparato.
 
Top