[TREKKING] Menù del giorno: Agnello - Val di Fiemme (TN)

cappello di paglia

Active member
La vigilia di ferragosto 2016 organizzo un trekking family day in un'area poco battuta del Latemar nonostante siamo in uno dei periodi più affollati dell'anno. Il menu del giorno prevede quindi il giro ad anello del Monte Agnello aiutandosi con la seggiovia Agnello da Pampeago (5 euro solo andata mi pare). Non saliremo in cima all'Agnello per non sforzare troppo i miei anche se dalla cima il colpo d'occhio deve essere FOTONICO :skiamo:...poco male le varie cime invece che vederle tutte dalla cima in una volta sola le abbiamo viste "spalmate" lungo tutto il percorso. L'anello è panoramicamente bellissimo...il sentiero è sempre facile, mai troppo esposto, segnalato ed evidente. Abbiamo trovato un po' di gente soprattutto sulla croce del Cornon per il resto del giro gente poca e per lo più concentrata nelle baite o nei rifugi.

Mappa del giro percorso in senso antiorario
174652-agnello.jpg




La seggiovia del monte Agnello porta da Pampeago ai 2180 metri del rifugio Agnello. Dalla sella sottostante denominata "la Portela" seguiamo il sentiero 509 in cresta al plateau erboso (i Censi) fino alla sella "la Bassa" sul lato opposto dove compare la baita la Bassa.
L'attraversamento dei Censi avviene su panoramicissimo e comodissimo sentiero con vedute mozzafiato su Latemar, Pala di Santa, Oclini, Lagorai, val di Fiemme :sbavsbav:

Segnaletica
174589-agnello-20160814100955.jpg




Il Latemar si erge come un castello
174590-agnello-20160814101255.jpg




Valle del rio Bianco e Lagorai
174591-agnello-20160814101549.jpg




Corno Bianco, Corno Nero e dietro Brenta, Cevedale e gran parte delle cime del Trentino occidentale
174592-agnello-20160814101939.jpg




Sopra Oclini una nuvoletta che sembra un'astronave
174594-agnello-20160814102836.jpg




Baito la Bassa
174596-agnello-20160814103404.jpg




Dal baito la Bassa proseguiamo con il sentiero 523 lungo la fpresta di mughi in cresta al Doss dei Branchi direzione croce del Cornon (50 minuti).

Segnaletica loc la Bassa
174595-agnello-20160814103214.jpg



Dietro di noi il Latemar, sempre lui
174597-agnello-20160814104340.jpg




Sguardo indietro sul percorso fatto: Censi, baito la bassa e dietro il monte Agnello che circumnavigheremo
174598-agnello-20160814104345.jpg




Doss dei Branchi
174599-agnello-20160814104920.jpg




Latemar dalla salita del col dei Branchi
174600-agnello-20160814105706.jpg




L'Agnello con il sentiero in costa che faremo dopo
174601-agnello-20160814105716.jpg




Cavalese.....e l'infinito
174602-agnello-20160814110622.jpg




Col dei Branchi e dietro lo spigolo del Cornon
174603-agnello-20160814111146.jpg




Almeno c'è un po' d'ombra....
174604-agnello-20160814112321.jpg




In discesa dai Branchi verso il pian di Armentagiola
174619-agnello-20160814112518.jpg




Lagorai
174620-agnello-20160814114200.jpg




Arriviamo alla croce del Cornon (o Cornacci) e il panorama è a dir poco esaltante! Siamo sull'ultimo baluardo prima del vuoto sopra Tesero, non si hanno ostacoli fino a che non si arriva al Brenta e Cevedale. Verso l'infinito e oltre.. :xaaa

Panoramica bassa val di Fiemme
174648-agnello-20160814114759.jpg




Bassa val di Fiemme
174621-agnello-20160814115044.jpg




Cresta orientale del Pizancae e Lagorai
174622-agnello-20160814115100.jpg




Stelle alpine, tante lungo il giro, occhio a non calpestarle!
174623-agnello-20160814115246.jpg




Verso Tesero (la tipa imbucata in foto è sintomo dell'affollamento che c'era in vetta) :skifrusta:
174624-agnello-20160814115328.jpg




Dopo il dovuto set fotografico dalla croce :fotografo: torniamo sui nostri passi fino al prato dove scendiamo all'omonima baita per il pranzo. é possibile entrare dentro in caso di pioggia è carina ed ottimamente arredata con tanto di letti e cucinino, noi visto il caldo ci siamo piazzati nel tavolo fuori... :skipasta: vicino c'è anche una fontana d'acqua fresca con rubinetto...davvero un bel posto! sono rimasto sorpreso dalla qualità dei ricoveri e delle baitine trovate....tutte nuove restaurate e graziosissime :love:
Dopo aver mangiato riprendiamo il cammino non per la strada dell'andata ma per il sentiero 523 che passa sotto al doss dei Branchi e riporta al baito la Bassa. Il sentiero non è particolarmente interessante perchè passa in mezzo al bosco e quindi il panorama è limitato.
Raggiunto nuovamente la sella della Bassa invece che salire lai cresta dei Censi abbiamo (anzi ho :YIGO:) deciso di prendere una traccia non ufficiale (chiarissima e facilissima fra l'altro) che gira in costa il colle e porta sotto il passo della Portela (dove arriva la seggiovia da Pampeago) e in particolare si unisce al sentiero 509 che circumnaviga il monte Agnello direzione baito Valbona. Inutile dire che in questo tratto non si è incrociata anima viva :pERF


Baita Armentagiola
174625-agnello-20160814120609.jpg

174626-agnello-20160814120704.jpg




Latemar dal baito la Bassa. Il nostro sentiero è sulla destra
174627-agnello-20160814133755.jpg




Valle del Rio Bianco e Lagorai
174628-agnello-20160814134715.jpg




Traccia nel verde
174629-agnello-20160814135814.jpg




Guardando indietro dal 509 per baito Valbona
174630-agnello-20160814135826.jpg




Anche lui ha caldo
174631-agnello-20160814141255.jpg




Fontana presso il baito Valbona
174632-agnello-20160814142441.jpg




Il baito Valbona si trova sotto il monte Agnello su una "propaggine" (monte Pizancae) che si "allunga" verso la val di Fiemme e separa le due vallette che scendono dall'Agnello, rio Bianco e val Bonetta.... Avendo tempo deve essere molto interessante percorrerne la costa al pari della costa gemella sul lato settentrionale della val Bonetta della Cima Palanzana. Consiglio, sono punti panoramici veramente d'eccezione e zero frequentati! :toxic:

Bellissima fra l'altro la val Bonetta che arriva a Ziano, la parte alta e pratosa è il bucolico regno delle marmotte ;)

Le padrone di casa
174633-agnello-20160814143330.jpg



Palanzana e Lagorai
174634-agnello-20160814143458.jpg




Palanzana, val Bonetta, Pizancae
174635-agnello-20160814143538.jpg




Il sentiero per raggiungere la costa della Palanzana
174637-agnello-20160814143634.jpg




Val Bonetta
174638-agnello-20160814144344.jpg

174639-agnello-20160814144756.jpg




Cresta della Palanzana verso il Lagorai....
174640-agnello-20160814144954.jpg

174641-agnello-20160814145029.jpg

174642-agnello-20160814145349.jpg




...verso la val Travignolo
174643-agnello-20160814145404.jpg

174644-agnello-20160814145729.jpg




Panoramica dalla cresta della Palanzana
174649-agnello-20160814145329.jpg




Dopo questa scorpacciata di cime prendiamo il sentiero 515 che circumnaviga il versante NW dell'Agnello e porta all'arrivo della seggiovia Tresca da dove poi si prende una strada bianca per riportarsi all'arrivo della seggiovia Agnello. Finalmente si vede anche la mia val di Fassa! bellissima vista da qui, si estende in tutto il suo splendore....peccato il tempo si sia annuvolato e i giochi di luce e ombra non siano ben resi in fotografia. :MM
Il sentiero è tranquillo, in costa su pendio un pelo ripido ma bello e moooooolto suggestivo :tuttook:

Back to Palanzana
174645-agnello-20160814150143.jpg




Panoramic route over Fassa Valley
174646-agnello-20160814150220.jpg




Il Feudo del Latemar
174647-agnello-20160814150414.jpg




Panoramica
174650-agnello-20160814150642.jpg




Agnello e Feudo
174651-agnello-20160814151250.jpg

174605-agnello-20160814151137.jpg




Tresca e Doss Capel
174606-agnello-20160814151230.jpg

174607-agnello-20160814153627.jpg




Verso il rifugio Agnello
174608-agnello-20160814153902.jpg




Dopo essere ritornati al punto di partenza all'arrivo della seggiovia, scendiamo alla macchina seguendo il percorso Latemar Art, in pratica lungo il sentiero fino a malga Pampeago ci sono installazioni artistiche più o meno belle comunque è da apprezzare come idea, un rientro un po' diverso dal solito ;)

Latemar Art
174609-agnello-20160814154555.jpg

174610-agnello-20160814160952.jpg

174611-agnello-20160814161346.jpg

174618-agnello-20160814163149.jpg

174617-agnello-20160814161513.jpg

174612-agnello-20160814161448.jpg

174613-agnello-20160814161453.jpg

174614-agnello-20160814161457.jpg

174615-agnello-20160814161501.jpg

174616-agnello-20160814161505.jpg




RIASSUMENDO

Il giro è formato famiglia, si svolge su comodi sentieri in sali e scendi in questo montagna secondaria ma eccezionalmente panoramica. Siamo sull'ultimo baluardo dolomitico prima del "nulla" fino al Brenta e alle montagne serie della destra Adige quindi il colpo d'occhio è veramente spazioso. Siamo a quota over 2000 su praterie verdissime e bucoliche in quasi totale assenza di alberi il che rende il percorso ancora più arioso e spazioso.
Per essere la vigilia di ferragosto poca gente a parte l'affollamento alla croce del Cornon e nelle baite lungo il percorso ma per il resto poche o zero persone.

Avendo tempo voglia e fiato consigliatissimo 3 deviazioni

  • la cresta larga e pratosa del Pizancae (propaggine di mezzo)
  • in cresta della Palanzana (propaggine settentrionale)
  • in vetta al monte Agnello
Consigliato prendere l'impianto per superare agevolmente gran parte del dislivello. A tal proposito decisamente meglio preferire Pampeago a Predazzo sia per un discorso di costi (la seggiovia Agnello costa meno della metà, 5/6 euro) sia perchè a Pampeago è possibile scendere comodamente a piedi attraverso il percorso Latemar Art piuttosto che girando largo per sentiero geologico e Zischgalm mentre a Predazzo occorre prendere seggiovia + cabinovia in discesa.

Il giro percorso ha registrato 14.5 km 480 metri di dislivello positivo e 900 metri di dislivello negativo....una nota sul dislivello che è "diluito" su tutto il giro e non ci sono mai strappi cattivi o salite troppo lunghe. Sentieri ottimi, segnaletica eccellente, baitine carine con fontanini vicino tanto verde, bei paesaggi e giro bucolico, ottimo per una sgambata in famiglia! ;)

Alla prossima! :MUCCA:
 
Ultima modifica:

Blitz_81

Ravanatore seriale
[/COLOR]RIASSUMENDO
Coming soon


[/FONT][/SIZE]

Dí la verità che ti ho contagiato: io non ho maroni di far le cartine, tu non hai piú maroni di fare il "riassumendo" HIHIHI HIHIHI HIHIHI

Scherzi a parte, bellissimo giro panoramico e dagli ambienti parecchio rilassanti, molto belli i colpi d' occhio sul Latemar, e... el parón de le vache dentro in fontana, il massimo HIHIHI
 

marcolski

Well-known member
super giro collinare!
APPENA HO LETTO TESERO mi è venuta in mente.,.....lago di tesero dove ho dormito e ampiamente scoreggiato.:TTTT
 

cappello di paglia

Active member
Dí la verità che ti ho contagiato: io non ho maroni di far le cartine, tu non hai piú maroni di fare il "riassumendo" HIHIHI HIHIHI HIHIHI
super giro collinare!
APPENA HO LETTO TESERO mi è venuta in mente.,.....lago di tesero dove ho dormito e ampiamente scoreggiato.:TTTT
Siete due mongolini [emoji57]

@blitz non è che non ho voja (e la cartina ci sarà SEMPRE! [emoji16]) semplicemente adesso non arrivo a buttarlo giù... Anzi se ho fatto errori e strafalcioni perdonate è la prima battitura..

@Marcol nelle Dolomiti c'è la PERFEZIONE DELLE PICCOLE COSE, dal prato tagliato bene, alla baita in legno alla patata pelata come si deve servita nei ristoranti [emoji12]
 

Blitz_81

Ravanatore seriale
cappello di paglia ha detto:
alla patata pelata come si deve servita nei ristoranti [emoji12]
Ma... è in un "menú" a parte o viene là diretta? HIHIHI
 

enricock

New member
Bello questo giro, mai fatto, tanto verde e orizzonti rilassanti!
 

alfpaip

Well-known member
Varda che bel giretto bucolico!!!

Bello... L'anno prossimo ci portò la prole [emoji2]
 

Fabio

Member
Staff Forum
Che belle foto! :CC
Giro con molto verde nonostante si sia "dentro" le Dolomiti!
Il Latemar visto da questa zona è simile al Sassolungo (simile... mi ha ricorda un po' il SLungo).
 

cappello di paglia

Active member
Ho sistemato e completato il report :tuttook:
 

cappello di paglia

Active member
Ma... è in un "menú" a parte o viene là diretta? HIHIHI
"Se tu non vai dalla patata sarà la patata che vien da te" :old:
 

Blitz_81

Ravanatore seriale
[emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23] va in mona [emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji23]
 

emi70

New member
AAAAAAAHHHGGGGHHHH!!!!! casaaaaaaaaaaa!!!!

quante volte ci sono salito quest'estate!!
al baito Valbona lavora il mio padrone di casa (Diego detto P9) che fa il pastore li col suo cucciolone Bill e 130 mucche!!

Posti favolosi e panorami mozzafiato!!
forse la domenica incroci 3-4 persone, tutti locali. Per il resto rimane il regno delle marmotte e delle stelle alpine!!
:HIP
 

cappello di paglia

Active member
al baito Valbona lavora il mio padrone di casa (Diego detto P9) che fa il pastore li col suo cucciolone Bill e 130 mucche!!
Sono quelle che ho fotografato! :D

Posti favolosi e panorami mozzafiato!!
forse la domenica incroci 3-4 persone, tutti locali. Per il resto rimane il regno delle marmotte e delle stelle alpine!!
vero, posti molto belli panoramici e semisconosciuti, un po' il genere che piace a me HIHIHI

Hai mai salito la valle del rio Bianco? in teoria ci dovrebbe essere una specie di gola e potrebbe essere interessante....avessi fatto il giro da solo sarei partito direttamente da Panchià o Tesero salendo proprio per questa valle qui... :think:
 
Top