Pompe Bianche

lukkinenski

New member
Una pompa bianca nel torinese appena aperta ha provocato danni al motore a numerose vetture per la presenza di acqua nelle cisterne.
Conosco il gestore di un impianto "di marca" e mi ha assicurato che loro hanno una sonda che appena rileva acqua nella cisterna blocca la distribuzione.
Boh..

Più o meno lo avevo già scritto.....é la cura del venduto che é diversa non il carico iniziale...e avevo anche scritto che la cura dipende dall'onestà del singoli gestore....non importa se bianco o colorato!
 

stefano pasca

Active member
Ho gestito un distributore di benzina per 12 anni poi purtroppo ho dovuto chiudere l'attività nel 2010...fino ad allora vi posso garantire che la benzina ed il gasolio erano identici per tutti i marchi...o almeno lo erano per quanto concerne la stessa reffineria-deposito che pur avendo una proprietà rifornisce tutte le pompe bianche e non...

riguardo l'acqua nel prodotto so che stavano installando dei rilevatori (io gestivo un distributore grossetto e nel 2010 ancora non le avevo)

posso garantirvi che nella mio deposito di riferimento caricavano spesso anche cisterne austriache e slovene...io stesso in 12 anni ho cambiato 3 marchie e mi rifornivo sempre nello stesso deposito

il prodotto è lo stesso...

discorso benzine e gasoli speciali la differenza la si può sentire, ma solo se il prodotto viene usato per lunghi periodi (min 5000 km) e soprattutto se il prodotto speciale è usato da subito dopo l'acquisto della macchina nuova...

non certo dopo un pieno...

quello che fa la differenza sono le tarature delle pompe , ovvero i "10" litri che compriamo possono essere 10 litri +/- 2,5 / 3 per mille...questa è la tolleranza ammessa per legge (nel 2010)vi posso anche dire che le pompe si starano quasi sempre a favore del cliente...

poi dipende se vengono pulite con regolarità le cisterne...di solito quelle della benzina non creano grossi problemi mentre il gasolio di solito tende a depositare maggiori quantità di morchie ed acqua...che vanno appunto pulite più spesso...

comunque per certi versi forse meglio preferire le pompe bianche (grazie alle quali sono stato costretto a chiudere) in quanto non essendoci la presenza del gestore , teoricamente dovrebbero essere meno soggette a taroccamenti vari, a meno che non ci sia proprio un'associazione a delinquere alle spalle...
 
D

DavidOnSnow

Guest
Un po come con il latte, tanti marchi ma i centri dove lo lavorano sono i soliti noti

Come il latte? no per gli idrocarburi la produzione mooooolto più accentrata! I costi degli impianti sono molto più alti. Il latte lo posso anche lavorare se sono una piccola azienda, l'idrocarburo no anche per la questione dell'approvvigionamento... Per fare il latte bastano anche un numero ridotto di capi, per gli idrocarburi il discorso è molto più complicato..
 

Ema93

Well-known member
Ho gestito un distributore di benzina per 12 anni poi purtroppo ho dovuto chiudere l'attività nel 2010...fino ad allora vi posso garantire che la benzina ed il gasolio erano identici per tutti i marchi...o almeno lo erano per quanto concerne la stessa reffineria-deposito che pur avendo una proprietà rifornisce tutte le pompe bianche e non...

riguardo l'acqua nel prodotto so che stavano installando dei rilevatori (io gestivo un distributore grossetto e nel 2010 ancora non le avevo)

posso garantirvi che nella mio deposito di riferimento caricavano spesso anche cisterne austriache e slovene...io stesso in 12 anni ho cambiato 3 marchie e mi rifornivo sempre nello stesso deposito

il prodotto è lo stesso...

discorso benzine e gasoli speciali la differenza la si può sentire, ma solo se il prodotto viene usato per lunghi periodi (min 5000 km) e soprattutto se il prodotto speciale è usato da subito dopo l'acquisto della macchina nuova...

non certo dopo un pieno...

quello che fa la differenza sono le tarature delle pompe , ovvero i "10" litri che compriamo possono essere 10 litri +/- 2,5 / 3 per mille...questa è la tolleranza ammessa per legge (nel 2010)vi posso anche dire che le pompe si starano quasi sempre a favore del cliente...

poi dipende se vengono pulite con regolarità le cisterne...di solito quelle della benzina non creano grossi problemi mentre il gasolio di solito tende a depositare maggiori quantità di morchie ed acqua...che vanno appunto pulite più spesso...

comunque per certi versi forse meglio preferire le pompe bianche (grazie alle quali sono stato costretto a chiudere) in quanto non essendoci la presenza del gestore , teoricamente dovrebbero essere meno soggette a taroccamenti vari, a meno che non ci sia proprio un'associazione a delinquere alle spalle...
Ma se il carburante è lo stesso, per quale ragione hai cambiato marchio? Per quale motivo sceglierne uno piuttosto che un altro?
 

stefano pasca

Active member
in realtà sono abbastanza normali i cambi di colore...non ero io a decidere ma la proprietà del diatributore che si convenzionava con marchi diversi...
 

derrick

New member
Come il latte? no per gli idrocarburi la produzione mooooolto più accentrata! I costi degli impianti sono molto più alti. Il latte lo posso anche lavorare se sono una piccola azienda, l'idrocarburo no anche per la questione dell'approvvigionamento... Per fare il latte bastano anche un numero ridotto di capi, per gli idrocarburi il discorso è molto più complicato..

E' chiaro che sono due cose diverse :D. Ma se guardi il latte marchiato dalle grandi catene tipo auchan ecc. ecc. vedrai che lo producono nelle medesime centrali dove vengono prodotti gli altri tipo Parmalat ecc. ecc....

Tutto per fare un semplice esempio che ogni marchio non ha la sua raffineria :D

Ciao
 
D

DavidOnSnow

Guest
Sisi ho capito cosa intendi. Tipo corradini che ha il carrefour, é Parmalat ad esempio.. ;)
 

picMac

New member
C'è anche da tenere a mente che un processo produttivo per quanto in un unico stabilimento darà prodotti con qualità non necessariamente sempre uguale. Inoltre, anche se lo stabilimento è uno, non è detto che il carburante sia esattamente lo stesso. Si potrebbe dare a qualcuno un tipo con qualità minore e viceversa.
Ovviamente, le auto continuano a funzionare senza che nessuno si accorga della differenza, che si può vedere effettivamente solo a lungo termine. Quindi, se questa cosa della qualità si facesse a rotazione, si avrebbe una rotazione dei prezzi dei vari distributori nella zona, nonché una quasi nulla influenza sul uso di quel tipo di carburante con "minore qualità"... Comunque, secondo me, la differenza è molto bassa e alla fine nessuno se ne accorge, al punto tale che potrebbe essere la raffineria stessa a decidere come far girare il tutto.

Tutto questo per dire che è vero che c'è una sola raffineria ma questo non porta necessariamente a dire che tutti i carburanti distribuiti sono esattamente della stessa qualità. Diciamo che sono ragionevolmente della stessa qualità... mmh...
 

marco10

Active member
C'è anche da tenere a mente che un processo produttivo per quanto in un unico stabilimento darà prodotti con qualità non necessariamente sempre uguale. Inoltre, anche se lo stabilimento è uno, non è detto che il carburante sia esattamente lo stesso. Si potrebbe dare a qualcuno un tipo con qualità minore e viceversa.
Ovviamente, le auto continuano a funzionare senza che nessuno si accorga della differenza, che si può vedere effettivamente solo a lungo termine. Quindi, se questa cosa della qualità si facesse a rotazione, si avrebbe una rotazione dei prezzi dei vari distributori nella zona, nonché una quasi nulla influenza sul uso di quel tipo di carburante con "minore qualità"... Comunque, secondo me, la differenza è molto bassa e alla fine nessuno se ne accorge, al punto tale che potrebbe essere la raffineria stessa a decidere come far girare il tutto.

Tutto questo per dire che è vero che c'è una sola raffineria ma questo non porta necessariamente a dire che tutti i carburanti distribuiti sono esattamente della stessa qualità. Diciamo che sono ragionevolmente della stessa qualità... mmh...
mmmm... ciclo continuo di produzione senza stop, decine di cisterne da miliardi di litri ognuna, distribuiscono con gli stessi camion e riescono a tirar fuori "qualità diverse" dallo stesso impianto? :shock:
poi perchè farlo?
 
D

DavidOnSnow

Guest
C'è anche da tenere a mente che un processo produttivo per quanto in un unico stabilimento darà prodotti con qualità non necessariamente sempre uguale. Inoltre, anche se lo stabilimento è uno, non è detto che il carburante sia esattamente lo stesso. Si potrebbe dare a qualcuno un tipo con qualità minore e viceversa.
Ovviamente, le auto continuano a funzionare senza che nessuno si accorga della differenza, che si può vedere effettivamente solo a lungo termine. Quindi, se questa cosa della qualità si facesse a rotazione, si avrebbe una rotazione dei prezzi dei vari distributori nella zona, nonché una quasi nulla influenza sul uso di quel tipo di carburante con "minore qualità"... Comunque, secondo me, la differenza è molto bassa e alla fine nessuno se ne accorge, al punto tale che potrebbe essere la raffineria stessa a decidere come far girare il tutto.

Tutto questo per dire che è vero che c'è una sola raffineria ma questo non porta necessariamente a dire che tutti i carburanti distribuiti sono esattamente della stessa qualità. Diciamo che sono ragionevolmente della stessa qualità... mmh...

Guarda che il carburante non è come un pomodoro che per me può essere bello e buono e per te no. Il carburante deve sottostare a determinati parametri di legge che in Italia per fortuna sono abbastanza restrittivi. Da noi non trovi la robaccia che trovi in america con basso numero di ottani ma il livello di ottani richiesto per legge è uguale per tutti e i motori sono ottimizzati per lavorare con quei tipi di carburante come da legislazione. E' per questo che dato che vengono effettuati test chimici mirati, se 2 carburanti soddisfano i requisiti di legge possiamo dire che sono entrambi della medesima qualità e che i motori non avranno una vita diversa a seconda che si utilizzi l'uno o l'altro.

Il pasticcio succede dopo semmai con le pompe tarate in modo fraudolento oppure con gli additivi aggiunti al carburante.. :MONKEY
 

marcolski

Well-known member
I PROBLEMI...acqua nel gasolio a parte...sono sopratutto nostri...che tiriamo fine a fine serbatoio i nostri diesel...che dal serbatoio stesso tiri su tutto lo sporco che si depoisita...e poi gli inniettori(più sensibili di una volta)SI INTASANO E SI ROMPONO CON GRAVI danni...
Addirittura..il gasolio agricolo è lo stesso nostro...solamente prodotto con una profumazione diversa apposta per essere distinto...dal normale...
 
D

DavidOnSnow

Guest
I PROBLEMI...acqua nel gasolio a parte...sono sopratutto nostri...che tiriamo fine a fine serbatoio i nostri diesel...che dal serbatoio stesso tiri su tutto lo sporco che si depoisita...e poi gli inniettori(più sensibili di una volta)SI INTASANO E SI ROMPONO CON GRAVI danni...Addirittura..il gasolio agricolo è lo stesso nostro...solamente prodotto con una profumazione diversa apposta per essere distinto...dal normale...
Questa è bella, perchè tu il gasolio lo peschi dall'alto e prendi prima il migliore e poi quando non ne hai più prendi quello con i residui? HIHIHIPosto il serbatoio della Ghibli che ho sottomano giusto per far capire com'è fatto!

18986_t142.jpg
 

marcolski

Well-known member
Questa è bella, perchè tu il gasolio lo peschi dall'alto e prendi prima il migliore e poi quando non ne hai più prendi quello con i residui? HIHIHIPosto il serbatoio della Ghibli che ho sottomano giusto per far capire com'è fatto!

Visualizza allegato 58393

scusa ma quando hai pochi litri tiri su tutto o sbaglio?
 
D

DavidOnSnow

Guest
scusa ma quando hai pochi litri tiri su tutto o sbaglio?

Sai qual'è il punto? é che non tiri su, ma tiri giù (ma non sei solo tu a pensarla così, perchè dicendo tirare su uno immagina che la pompa peschi dall'alto HIHIHI).

Immaginati di prendere una bottiglia con acqua e qualche impurità. Girala con il tappo verso il basso e lasciala decantare. Questa è la situazione del serbatoio di un'auto ferma. Ora pratica un foro di 5mm sul tappo immaginando di tenere la bottiglia sempre capovolta, l'acqua inizierà a fuoriuscire questa è un'auto ferma ma che viene messa in moto. Adesso pensa di scuoterla leggermente mantenendola con il tappo verso il basso. L'acqua continuerà ad uscire dal tappo e il deposito andrà in sospensione. Questa è un'auto in movimento.

L'unico problema di girare con poco carburante è di rischiare di bruciare la pompa aspiratrice.

Per il resto se ci sono residui nel carburante (cosa difficile visto il numero di filtri da cui deve passare prima di uscire dalla pompa, ma non impossibile) te ne accorgi perchè va tutto in blocco :PAAU
 

picMac

New member
mmmm... ciclo continuo di produzione senza stop, decine di cisterne da miliardi di litri ognuna, distribuiscono con gli stessi camion e riescono a tirar fuori "qualità diverse" dallo stesso impianto? :shock:
poi perchè farlo?

Beh, anche le fonderie sono in produzione continua e fanno tonnellate di di prodotto però il fuso in base a tutta una serie di cause non è omogeneo nel suo volume. Infatti, si prende il fuso di peggiore qualità e lo si vende per certi scopi, se ne prende altro e lo si vende per altri, si prende lo scarto e lo si rimette a fondere. Da questa cosa mi è venuto in mente che non è detto che tutto il carburante che esce da un'unica raffineria sia della stessa identica qualità.
Il motivo del perché farlo è semplicemente per i costi. Lo smaltimento ha dei costi, la rilavorazione ha dei costi, il magazzino ha dei costi. Se quindi eviti proprio tutto questo, mettendolo in giro anche ad un prezzo leggermente minore, risparmi.

Guarda che il carburante non è come un pomodoro che per me può essere bello e buono e per te no. Il carburante deve sottostare a determinati parametri di legge che in Italia per fortuna sono abbastanza restrittivi. Da noi non trovi la robaccia che trovi in america con basso numero di ottani ma il livello di ottani richiesto per legge è uguale per tutti e i motori sono ottimizzati per lavorare con quei tipi di carburante come da legislazione. E' per questo che dato che vengono effettuati test chimici mirati, se 2 carburanti soddisfano i requisiti di legge possiamo dire che sono entrambi della medesima qualità e che i motori non avranno una vita diversa a seconda che si utilizzi l'uno o l'altro.

Il pasticcio succede dopo semmai con le pompe tarate in modo fraudolento oppure con gli additivi aggiunti al carburante.. :MONKEY

Spero di aver spiegato meglio quello che volevo dire con le due righe scritte sopra. È vero che ci sono i test, è vero che ci sono parametri, è anche vero che la matematica non è un'opinione. Però le approssimazioni sono ovunque, quindi certi tipi di giochi si possono fare riuscendo a rimanere comunque nei parametri. Inoltre, questi test io non li conosco, mi sai dire come sono fatti e quanta accuratezza c'è? Uno potrebbe dire "vabbè ma se rimango nei parametri che cambia?", a livello pratico credo nulla, però da un punto di vista della vendita ci potrebbero essere dei prezzi diversi. Credi che non sia possibile?

È indubbio che poi la pompa di benzina faccia la sue zozzate.

Per quanto riguarda la cosa del pescaggio del carburante dal serbatoio, a me pare di ricordare, ma non ne sono sicuro, che lo "sporco" abbia una densità minore del carburante stesso, che quindi si depositi in cima e non in fondo al serbatoio, quindi quando arrivi a finire il pieno inizi ad aspirare anche quel che è a galla.
 
Top