Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
Mostra risultati da 31 a 36 di 36

Discussione: Acquisto scarponi race e buon bootfitter

  1. #31

    Predefinito

    Grazie a tutti per i consigli.
    Può essere una buona idea indossare qualche volta lo scarpone a casa prima di usarlo sulla neve?
    Di solito ci vogliono tante sedute di bootfitting per avere un buon assetto?

  2. #32

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da matyt Vedi messaggio

    ma dai comunque informazioni errate o imprecise, che non fanno altro che confondere qualcuno che ha bisogno invece di chiarezza e precisione.
    quoto, anche nella sezione materiali freeride. Senza andare in OT mi associo alla critica

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #33

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Carlo84 Vedi messaggio
    Grazie a tutti per i consigli.
    Può essere una buona idea indossare qualche volta lo scarpone a casa prima di usarlo sulla neve?
    Di solito ci vogliono tante sedute di bootfitting per avere un buon assetto?
    Allora purtroppo non dipende da te ,o meglio dipende dal tuo piede.provarlo a casa aiuta sicuramente per prenderci confidenza
    Io sono stato fortunato che con l'adolesceza il piede si è si allungato ,ma anche assottigliato e quindi entra in tutto.
    Generalmente le sedute sono due :
    -prima ,la più lunga in cui si provano i modelli ( se non si è diciamo indirizzati su una marca)
    e si sceglie la misura, si fa il plantare su una macchina , si fa il canting, fatto ciò si da una prima formatura allo scafo dopo averli provati e tenuti un 15 minuti vedendo dove fa male il bootfitter fresa o(se il problema interessa il malleolo o è molto grave) bomba ,non freserÃ* o bomberÃ* più di tanto perchè anche se in quel momento fa ancora male è meglio sciarlo per far cedere la scarpetta interna che è ancora rigida ,considerando che è nuova, montera poi i lifter dopo aver spianato lo scarpone.
    -seconda seduta si limano i punti emersi dopo un tre quattro giorni di sci
    -terza se ti cambia il piede (se sei ancora in crescita ,ma ne dubito) oppure se lo scarpone è finito ,ma ci sei affezionato allora inietti la scarpetta per dargli un altro annetto di vita
    -Quarta cambio scarpone e si ricomincia...........

    Questo è generalmente l'iter di uno scarpone gara usato tanto ,magari da un atleta o da un maestro che vuole uno scarpone gara, per un turista il primo appuntamento è più lungo perchè c'è anche il dialogo con il bootfitter che vuole inquadrarti come sciatore (con i gara di solito arrivi lì e gli dici voglio il 130 mettiamo fischer poi ti dirÃ* ,se ti conosce,il 130 troppo leggero meglio 150 ,ma comunque poca roba).

  5. Skife per andreski0:


  6. #34

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Carlo84 Vedi messaggio
    Grazie a tutti per i consigli.
    Può essere una buona idea indossare qualche volta lo scarpone a casa prima di usarlo sulla neve?
    Di solito ci vogliono tante sedute di bootfitting per avere un buon assetto?
    I gara non hanno scarpetta automodellante per cui conta poco o nulla se non abituarsi alla sensazione di scarpa stretta.
    Quante sedute ci vogliono? E' imprevedibile, dipende da tanti fattori ma in genere sono due o tre.
    La prima è quando lo compri e lo adatti al piede, se vuoi fai il sottopiede anatomico (consigliato), metti i tacchetti, insomma fai la "sgrossatura".
    Se ti dice bene, ma assai bene, puoi non dover fare altro, altrimenti dopo le prime sciate possono uscirti dolorini quà e là che possono volere una sbombatina o un fresatina o tutte e due (sbombatina e poi leggera fresata per rompere la plastica che così non rientra).
    Nuova sciata (2-3 uscite) e verifichi se è tutto a posto o meno.
    Come accorgerti dei punti dove intervenire?
    Questa è una cosa più difficile da fare assieme al bootfitter, perchè spesso il dolore che senti in un punto è per una parte da lavorare più distante. Es: sento una pressione sul lato esterno del piede, più o meno a metà. Pensi che sia la pianta da allargere e invece può essere l'alloggiamento del tallone da fresare perche il piede non alloggia bene. In questo aiuta molto il test del martelletto, si batte con il martello sulla plastica e si individua il punto che da dolore.
    Oppure, dopo aver calzato/sciato controlla il piede dove mostra punti di arrossamento: quella è la zona dove c'è da lavorare ancora un pò.
    Vuoi dare una mano al bootfitter? Bene, o con un pezzo di scotch oppure con del rossetto (tanto lo pulisci) segna sullo scafo i punti in cui hai dolore e si lavore partendo da quelli.
    Vedi? Sono tante le cose ed allora un professionista esperto e bravo che lavora tante scarpe all'anno sa più o meno dove sono le magagne per quello scafo (atomic ne ha alcune che sono diverse da quelle dei lange, a loro volta diverse dagli head o dai dalbello, etc) e riesce a intervenire in maniera più mirata.
    Le scarpette, poi, sono molto più sottili di quelle degli scarponi gara/negozio, perchè altrimenti in quei volumi stretti non ci entrano.
    Non spaventarti, alla fine si arriva alla quadratura del cerchio, ma non devi partire dall'idea che, per es., in due volte ce la devo fare.
    E tieni presente che le temperature hanno la loro importanza, in genere il momento migliore per provare la scarpa nuova è sempre l'inizio dell'inverno.
    Se per es. te la fai adesso per poi sciarci in ghiacciaio d'estate, il consiglio è di portarti anche la scarpa vecchia casomai non riuscissi ad usarla.

  7. #35

    Predefinito

    Comunque se sei così preoccupato di dover fare tante sedute ,allora ti conviene andare su fischer che ha la vacumizzazione (io non la ho fatta perche non mi convince).È praticamente una modellazione totale dello scafo mediante riscaldamento e poi modellazione a pressione.Funziona? alcuni dicono che cambia la vita altri che non funziona.Sta di fatto che si può fare tre volte.
    A molti turisti che conosco a cui è stato fatto lo scarpone è risultato comodo anche il mio allenatore lo ha provato e si è trovato meglio.Poi però vedi perchè se senti che non ti servono lavori farlo può risultare controproducente. Un maestro che conosco ha dovuto cambiare scarpone . Da sensazioni contrastanti.Se funziona però è fatta non fa male da nessuna parte.

    Nel bootfitting comunque devi considerare costi aggiuntivi come lifter e plantare (80 euro,assolutamente ben spesi però).

  8. #36

Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •