Mostra risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Metà dicembre in Valsesia, Alpe di Mera 15-12-2019

  1. #1

    Predefinito Metà dicembre in Valsesia, Alpe di Mera 15-12-2019

    Tranquilla giornata nella piccola stazione della media Valsesia, sulle montagne che guardano verso sud la pianura e con vista verso nord sul massiccio del Monterosa,
    inizio in tarda mattinata, anche perchè da casa sembrava che le nuvole arrivassero ben oltre le prime montagne, invece imboccata la valle dopo Varallo
    il cielo si apriva e le nuvole rimanevano confinate, tranne qualche piccolo banco, prima delle creste.

    Partenza dal paese, dove c'è neve nel versante in ombra e poca in quello al sole, con la vecchietta che in venti minuti abbondanti porta da 700 a oltre 1500 merti dell'Alpe,
    tranquillo viaggio nel bosco fino a spuntare accanto all'impianto e relativa pista che scendono nella parte più bassa, prima dell'arrivo si ha un colpo d'occhio su praticamente
    tutta la zona, la neve lasciata dalle ultime perturbazioni è molta, come non se ne vedeva da qualche anno in questo periodo.










    Attraversata la zona abitata si va all'impianto "principale", la seggiovia Camparient, oltre alle orami classiche palazzine a cui si passa accnto risalendo,
    si vede la pista sotto la seggiovia occupata da gare, che dureranno fino a metà pomeriggio, peccato perchè la pista è interessante ma si possono usare le altre,
    tra cui la "rinata pista "degli Azzurri" che come detto dai locals non veniva battuta da anni, unica pecca, finisce nel campo scuola.
    Devo dire che, prima volta per me, la gestione Monterosa2000 sembra aver migliorato nettamente la manutenzione delle piste e la loro apertura
    (piste molto spesso non facili da battere essendo tutte movimentate)














    Più a ovest la seggiovia Bimella, ora aperta tutti i giorni al contrario degli anni passati, serve altre due tre piste, tra cui la "Autostrada" ,
    l'altra pista che per vari anni non era più stata battuta, e la zona più interessante per il fuoripista,
    dove però la neve è ormai piuttosto trasformata, tranne in alcune zone meglio esposte,
    probabilmente era migliore scendendo in zona Roticcia, ma non conoscendo bene il rientro non ho provato.














    Nel pomeriggio viene finalmente liberata dai pali la pista Primavera




    L'unica pista con neve più dura è la parte bassa della Capricorno, bella però come andamento nel tratto con tutti i dossi,
    purtroppo scoraggia un poco la lentezza (più delle altre) della omonim a seggiovia,
    risalendo una foto alla vecchietta che sale dal paese.




    Un pò di panorami verso il Monterosa e verso la pianura dove incombono le nubi prima di scendere










    La pista di rientro è chiusa, la neve per buona parte non manca anche se è piuttosto crostosa, verso la parte bassa però, dove diventa più stretta,
    in alcuni punti non è sufficiente per passare e bisogna levarsi gli sci per qualche metro…










    Da notare che qui, al di là dell'unica foto purtroppo sfuocata, quasi alla fine , qundi a quasi 700 mslm c'è neve polverosa!!





    Sulla via del rientro giretto a Varallo, in stazione dove sta per ripartire verso Milano un treno storico a vapore
    e in centro dove c'è un piccolo mercatino






  2. Lo skifoso Larice ha 12 Skife:


  3. #2
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Scarponi FISCHER VACUUM RC4 130 - Sci Fischer RC4 The Curv CB 178

    Predefinito

    prima della fine della stagione devo assolutamente provare l'Alpe di Mera.
    Magari sperando faccia una nuova bella nevicata fino in fondovalle così utilizzo il rientro.
    Secondo voi una sostituzione della seggiovia con innevamento sul rientro è pura utopia?

  4. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  5. #3

    Predefinito

    La seggiovia parte da Scopello, un paese con altitudine di 659 metri slm...

  6. #4

    Predefinito

    Il problema vero del rientro è la pioggia.
    Essendo in ombra perenne e con ottime inversioni termiche non sarebbe un problema innevare artificialmente eanche le pendenze non sono mai elevate solo che quando ci sono precipitazioni a quelle quote 700-1000m spesso è pioggia anche in pieno inverno e bisognerebbe ricominciare il lavoro da capo ogni volta

  7. Skife per tiuz13:

    sci

  8. #5
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Scarponi FISCHER VACUUM RC4 130 - Sci Fischer RC4 The Curv CB 178

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Childerique Vedi messaggio
    La seggiovia parte da Scopello, un paese con altitudine di 659 metri slm...
    lo so bene, ma ho imparato a conoscere anche il microclima di quelle zone e non mi sembrerebbe una questione così utopica.

  9. #6

    Predefinito

    La seggiovia invece è un problema solo nei giorni di grande affluenza o quando piove/nevica, certo un bell ovetto sarebbe il top ma a quel punto devi anche creare qualche attrattiva in piu e aumentare i posti letto per sfruttare il potenziale dell impianto. Certo qualche migliaio di sciatori in piu li attrarresti ma poi dove li metti? Le piste sono quelle che sono e grosse possibilità di espansione del comprensorio a mera non ce ne sono...insomma per me, seben gestito, quello che c'è va anche bene.

  10. Skife per tiuz13:

    sci

  11. #7

    Predefinito

    Diciamo che quella zona in basso con neve polverosa mi ha lasciato stupito, un paio di giorni prima aveva piovuto un po' (non molto , dovrebbe aver piovuto di più i giorni successivi)
    e difatti sia in paese che più a monte sembrava aver preso acqua la neve, ma in quel tratto no!
    Ovviamente il pensiero è andato ad un innevamento artificiale per poterla percorrere molto più spesso, non so quanto danno avrebbe fatto la pioggia dei giorni successivi;
    di sicuro nella parte medio bassa della pista servirebbero dei lavori per allargarla almeno di qualche metro, ma nella zona dei due tornanti non si può fare tagliando solo qualche pianta.
    Una cabinovia sarebbe un grosso investimento e un costo maggiore ogni anno in manutenzione, però potrebbe attirare più persone (anche senza sci), dipende quante ne servirebbero per andare in pari...

  12. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  13. #8

    Predefinito

    Forse un buon compromesso per sfruttare un po piu spesso il rientro (solo per sciatori medi-esperti e solo a fine giornata) sarebbe creare quattro pozzetti nella zona critica dei tornanti dove poter attaccare un paio di cannoni mobili quando ne vale la pena cioé quando a Scopello ci sono almeno 30/40cm di neve naturale compatta...per intenderci quest'anno tali condizioni ad oggi ancora non ci sarebbero.




Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •