Tris valtellinese, Bormio-Livigno-Oga, 7-8-9 gennaio 2022

Larice

Well-known member
Sul finire delle ferie qualcosa andava fatto, il casino dei giorni festivi, le scaldate (e altro dovuto a sto periodo pandemico...) mi avevano fatto aspettare (ma sostanzialmente l'avevo già previsto prima di Natale) gli ultimi giorni e dopo aver anche trovato una stanza molto più ad est un amico mi da la disponibilità della loro casa dalle parti di Bormio (che loro intanto son quarantenati...), la seconda volta che me lo ripete...accetto.
Il venerdì arrivo a Bormio, salendo direttamente al 2000, a metà mattina e complice un "inghippo" con lo skipass comprato online e caricato su una loro vecchia(2013) skidata inizio a sciare abbastanza tardi, ma fa niente mi è sempre capitato di iniziare anche verso mezzogiorno, l'importante è sciare.
Non sto a spiegare la località visto che è abbastanza conosciuta ai più, giro sostanzialmente con le tre seggiovie veloci, Cimino , Valbella e 3000, la neve è molto meglio di quel che mi aspettavo, non eccelsa ma non male, ci sono in giro sassolini in alcuni punti , qualche tratto un poco spelato (Praimon e Bimbi al sole in basso) ma niente di problematico, qualche tratto chiuso, tra cui il muro di S.Pietro, quindi sceso al Ciuck evito di scendere fino in paese, non possono mancare anche un paio di giri su Nevada ovest e Rocca est:MONKEY
C'è in giro un bel pò di gente ma niente file, poi dall'ora di pranzo molta meno, soprattutto dopo le 14 quando si annuvola e inizia a farsi sentire di più il freddo.

20220107_112640.jpg
20220107_131139.jpg
20220107_132236.jpg
20220107_132936.jpg
20220107_133555.jpg
20220107_134611.jpg
20220107_140703.jpg
20220107_154504.jpg
P1070002.JPG
P1070003.JPG
P1070008.JPG

Tratto chiuso con preparazione per discesa libera (da fine anno)
P1070009.JPG



Il giorno dopo Livigno, da Arnoga in poi nevischia, con conseguente traffico molto a rilento (anche se in strada c'è pochissima neve...), a Trepalle è piuttosto brutto (e freddo), un poco titubante (avrei comunque sciato, erano alcuni anni che non ci venivo) aspetto ma nel giro di mezz'ora si apre e quindi via ( qui carico online lo skipass su un'altra skidata VdA-MRSki d'antan, 2009 se ricordo bene, e fila tutto liscio, mah...), prima discesa con il sole, neve veramente bella, anche qui meglio delle aspettative, ma poi si ricopre e continuerà per tutto il giorno ad alternarsi bello e brutto (con vento freddo) a ritmo di mezz'ora alla volta.
Rimango tutto il giorno sul lato del Mottolino, la neve è bella ovunque, anche scendendo in paese (dove solo al pomeriggio uscirà un poco di fondo duro), gente proprio poca, il pomeriggio, dopo aver girato abbondantemente un pò tutto, dopo mangiato ho fatto un'ora abbondante sul "nuovo" skilift Planon (che a molti sembrerà inutile),credo una decina di giri , alternando due discese sulla pista (ottima, dopo tutto questo tempo, per riprendere confidenza con le curve "carvate") e due sul lato opposto, non battuto (ma sarà una pista?), con un "trifolato" ma abbastanza morbido.

20220108_085527.jpg
20220108_094821.jpg
20220108_104443.jpg
20220108_115526.jpg
20220108_124254.jpg
20220108_124711.jpg
20220108_125113.jpg
20220108_125736.jpg
20220108_130018.jpg
20220108_143645.jpg
20220108_144606.jpg


Terzo giorno, domenica, meteo sempre non tanto bello, decido di tornare, dopo credo oltre dieci anni, nel più piccolo e soprattutto più museale comprensorio di Isolaccia-Oga, fra l'altro molto vicino a dove dormivo, aspettando giusto un poco per capire se evolveva al meglio ( o almeno con l'alternanza del giorno prima) ma intanto sono lì, quindi tanto vale andare.
Parto da Le Motte, salendo con la (lenta) quadriposto noto che è aperta una sola pista (dei Cervi mi pare) mentre le altre due sono in preparazione, vista la quota (si parte da 1400) non c'è neve naturale e anche se la pista aperta è tutta innevata la neve è, diciamo, piuttosto dura.
Proseguiamo con la solita "giostra" seggiovia-tratto di pista-seggiovia-tratto di pista -seggiovia fino ad arrivare al'alpe San Colombano dove, ancora prima di sbarcare dalla, diciamo , attempata MEB fa gli onori di casa un bel vento gelido da nord, che rimarrà più o meno intenso per tutta la giornata, in lontananza si notano, tra le nuvole, i due skilift chiusi (diciamo pure dismessi) che permettevano di salire al Dosso le Pone;
ultimo skilift e siamo in cima al Monte Masucco

20220109_101830.jpg

20220109_102249.jpg

20220109_103633.jpg
20220109_104311.jpg
20220109_104741.jpg
20220109_133739.jpg
20220109_133420.jpg


Dalla cima si scende verso Isolaccia e qui arriva la sorpresa che vale la giornata, le tre piste fino a Pian della Motta (quelle servite da ancora e skilift) hanno una neve veramente bella, oltretutto due non le ricordavo così larghe,
fra l'altro solamente nella zona del rifugio, dove arriva la cabinovia, sull'ancora Palancana e nella pista accanto c'è in giro qualcuno, nel resto del comprensorio pensavo di essere da solo:MONKEY
20220109_111959.jpg
20220109_115453.jpg
20220109_120625.jpg
20220109_120944.jpg
20220109_130244.jpg
20220109_130256.jpg
20220109_131926.jpg


Scendendo verso Isolaccia la pista rimane ancora bella nella prima parte dove è anche più larga poi man mano la neve si fa più dura (tranne dove stavano sparando) fina ad arrivare alla cabinovia dove c'è neve solo in pista
20220109_122720.jpg
20220109_122725.jpg
20220109_122913.jpg
20220109_123512.jpg


Qualche foto dalla cima del Masucco, dove continua a tirare un bel vento
20220109_120335.jpg
20220109_120328.jpg
20220109_120420.jpg
20220109_133211.jpg


L'ultima discesa verso Le Motte, bella pista, discreta la neve, almeno fino ad una certa quota, e nessuno in giro (a dire il vero due o tre persone la ho incrociate)


20220109_134615.jpg
20220109_135513.jpg
20220109_144757.jpg


E' tutto,
un ringraziamento agli amici che mi han prestato la casa
e
Ciao Susy
 

Allegati

  • 20220108_144814.jpg
    20220108_144814.jpg
    267.3 KB · Visualizzazioni: 95

marcolski

Well-known member
Bel giretto bravo !!!!!!
 

merlino

Well-known member
In quei giorni le condizioni di neve erano in generale buon a Livigno, così così a oga e pessime a Bormio.
Comunque sempre bello fare tripletta
 

boiazza

Member
gran report!

Isolaccia-Oga gira in perdita economica perenne, non mi speigo come facciano.
 

Ema93

Well-known member
Quindi quest'anno la neve di Bormio è cattiva. Non vale tre ore di macchina.
Mentre ad Oga, se ho capito bene, mancano solo due piste il resto è aperto.
 

alessio90

Well-known member
gran report!

Isolaccia-Oga gira in perdita economica perenne, non mi speigo come facciano
una parte delle perdite le ripiana il mottolino...
 

merlino

Well-known member
Quindi quest'anno la neve di Bormio è cattiva. Non vale tre ore di macchina.
Mentre ad Oga, se ho capito bene, mancano solo due piste il resto è aperto.
bormio ha sofferto tanto nella seconda parte delle vacanze di natale, quando ci sono stati comunque tanti passaggi, la stelvio era preparata da coppa del mondo, e c'è stata l'alternanza prima di una mega scaldata a capodanno e subito dopo di molto freddo.
Ora è meglio.
Oga è tutto aperto tranne una pista di rientro a le motte (si fa l'altra) che è comunque spesso chiusa per allenamenti, e purtroppo i due skilift bellissimi che ti facevano arrivare a dosso le pone, che credo ormai dismessi. ci ho fatto skialp settimana scorsa. Gira in perdita e viene ripianata da mottolino. Vale sempre una giornata di sci per i suoi panorami, le piste nel bosco, l'affollamento inesistente.
 

boiazza

Member
scusate una curiositá: cosa c'entra Oga con il Mottolino? non fa parte del sistema Bormio?
 

furio

Active member
la società che gestisce il versante del mottolino a livigno gestisce anche una parte degli impianti di cima piazzi
 

ste1258

Well-known member
Ma la famosa sostituzione di Palancana+Masucco con una seggiovia? Finita nel dimenticatojo suppongo...
 
Top