La Via Lattea che vorrei

kaunitz

Active member
Il comprensorio della Via Lattea è abbastanza bistrattato nel forum, ma seppur con evidenti limiti io continuo a ritenere che sia un ottimo posto per sciare, con piste e dislivelli di tutto rispetto.
Quindi dopo le vacanze di Natale passate a Sauze ho provato ad immaginarmi come si potrebbe migliorare l’esistente (quindi rinnovamenti e riposizionamenti qua e là senza l’aspirazione di trasformare il comprensorio in versione dolomitica).
Mi sono concentrato sulle singole aree, partendo da Sauze, poi Sansicario e Sestriere (al momento ho lasciato i monti della luna da parte)
In rosso ho indicato gli impianti, mentre in verde le eventuali “nuove” piste
Per favore prendete questo post per quello che è, cioè un puro esercizio di divertimento del sottoscritto
E non ho volutamente parlato di innevamento perchè è ovvio che servirebbe migliorarlo ovunque, creando nuovi bacini ed innevando almeno tutte le piste che garantiscono i collegamenti

SAUZE
Adjustments.jpg

Secondo me Sauze come piste è messa già bene, si tratta solo di sistemare un pò il parco impianti.
IMPIANTI
1 - TC8 Sauze-Capanna Mollino (con intermedia a Clotes) - Impianto nuovo che vedrebbe anche lavori di movimento terra nella zona della partenza per sistemare un pò il delirio di coda che si forma spesso ed aiuterebbe anche le scuole sci che avrebbero meno difficoltà a far salire i bimbi con una telecabina.
2 - SGA4 Sportinia - Impianto esistente
3 - SGA4 Jouvenceaux-Sportinia - Impianto esistente
4 - SGA6 Rocce Nere - Impianto nuovo sulla stessa linea della precedente
5 - SGA4 Chamonier - Riposizionamento SGA4 Rocce Nere con partenza invariata ed arrivo vicino alla SG3 Triplex
6 - SGA4 Colò - Riposizionamento SGA4 Lago Nero su stessa linea (sicuramente ci sarebbe da lavorare per la zona d’arrivo)
7 - SK Bourget - Impianto esistente (fondamentalmente serve gli sci club quindi per me può rimanere una sciovia)
8 - SG3 Cote Faure - Impianto esistente (ok qui forse si potrebbe intervenire ma non esageriamo e magari si lascia una zona “slow ski” verso il Tuassieres)
9 - SG2 Tuassieres - Riposizionamento SG2 Colò con arrivo invariato e partenza abbassata più o meno dove partiva lo SK Moncrons in modo da poter riprendere la seggiovia quando si percorre la 33
10 - SG3 Triplex - Impianto esistente (da tenere al solito come Back-up)
11 - SG4 Basset - Riposizionamento SG4 Chamonier sulla vecchia linea della seggiovia, con arrivo dove arrivava la vecchia seggiovia e partenza più in alto sul pianoro dove si incontrano le piste 47 e 48

PISTE
Come già detto secondo me Sauze è messa bene come piste quindi servirebbe solo un nuovo raccordo per la seggiovia del Tuassieres (indicato con il numero 12) riattivando il primo pezzo della 35 che scendeva dalla partenza dello SK Tuassieres oggi chiusa

In questo modo si migliorerebbe la portata impianti, si avrebbe la possibilità di scendere a Sauze anche quando in fondo a Clotes non c’è più neve, semplicemente prendendo in discesa il primo tronco della telecabina, potendo ripercorrere la 33 senza dover scendere sempre a Clotes si migliorerebbe anche la fruibilità dell’area Moncrons e con l’impianto sul col basset si avrebbe la possibilità di fare ricircolo nel vallone, oltre a creare un secondo svalico su sestriere tramite la stradina del basset che poi si immetterebbe nella Ciclabile

Resta “disponibile” la SG4 Clotes, che andrà riposizionata a Sansicario mentre si possono dismettere gli SK Tuassieres e Rio Nero
 

kaunitz

Active member
SANSICARIO

Adjustments.jpg


IMPIANTI
Gli attuali impianti di Sansicario rimangono così come sono con due aggiunte
1 - SG4 Baby - Impianto esistente
2 - SGA4 Sellette - Impianto esistente
3 - SGA6 Roccia Rotonda - Impianto nuovo con partenza invariata ed arrivo qualche metro più in alto per permettere lo svalico verso Sestriere
4 - SK Fraiteve - Impianto esistente
5 - TC8 Cesana - Ski-Lodge - Impianto esistente dove bisognerebbe alzare di un pò di metri l’arrivo per evitare la salita a piedi verso la seggiovia sellette
6 - SGA4 Colombiere - Riposizionamento SGA4 Roccia rotonda con partenza sotto Soleil Boeuf ed arrivo in cima alla pista 21 (dove arriva lo SK rio nero)
7 - SG4 Rogies - Riposizionamento SG4 Clotes più o meno sulla linea del vecchio ski-lift, con partenza abbassata dove si congiungono la 79 e la variante della 71 che da Monte rotta permette di rientrare su Ski-Lodge)

Piste
8 - Riattivazione della vecchia pista 18 che partiva subito sotto la partenza dello SK Fraiteve e si congiungeva alla 19
9 - Riattivazione pista di destra dello SK Rogies compreso il pezzo che si riesce a prendere dalla stradina subito prima di immettersi sulla pista del monte rotta

In questo modo Sansicario avrebbe migliori collegamenti con Sauze e Sestriere, un impianto che permetterebbe di ripetere facilmente 21 ed olimpica fino a Soleil Boeuf, e una zona slow ski come era un tempo Monte Rotta
 

Vettore2480

VETTORE
Per come la penso io, posti come corvara, plan e company, possono inventarsi anche le seggiovie riscaldate con home theatre le massaggiatrici, e le luonge vip business class in caso di vento. Possono millerigare quanto vogliono... ma la varietà di piste difficili della vialattea, e la quantità di neve naturale che gli cade, se la sognano. Pertanto la Vialattea a me va bene anche così.
Poi se accade che una biposto della grande guerra mi dà una legnata su un polpaccio da togliermi il fiato, oppure uno skilift ad agganciamento mi “spezza la colonna”... la prendo con filosofia, poiché sono io che ho scelto di venirci.
Se sbaglio gli orari e becco una fila... pazienza, quando hai sciato 4 ore con queste pendenze e dislivelli, basta ed avanza, per fare la stessa attività fisica al sellaronda ne devi fare 33 orari + 12 antiorari.... HIHIHI
Insomma, a me la lattea può piacere anche così, e se ho paura delle file ci vado in bassa...
 

kaunitz

Active member
Concordo, infatti non penso che servano stravolgimenti per rendere ancora più godibile un posto già bello
 

kaunitz

Active member
SESTRIERE

Adjustments.jpg


IMPIANTI
1 - SGA6 Cit Roc - Impianto con partenza invariata ed arrivo al capottino di partenza del Gigante maschile a metà Sises
2 - SGA4 Garnel - Riposizionamento SGA4 Cit Roc su linea invariata, servendo talvolta come collegamento per chi arriva da Sauze/Sansicario non può esserci un impianto lento come l’attuale
3 - TP Principi - Impianto Esistente
4 - TC Fraiteve - Impianto esistente
5 - SK Jolly - Impianto esistente
6 - SGA4 Trebials - Impianto esistente
7 - SK Motta - Impianto esistente
8 - TC8 Nube - Impianto nuovo su stessa linea della seggiovia
9 - SGA4 Anfiteatro - Riposizionamento della SGA4 Nuova Nube più o meno sulla linea della vecchia seggiovia con arrivo che permetta di scendere a prendere il Motta
10 - SG4 Nube - Impianto esistente
11 - SGA4 Clos dei Fiori - Riposizionamento SGA4 Chisonetto su vecchia linea Ski-lift
12 - FU Pattemouche - Impianto Esistente
13 - SG4 Carpet - Impianto Esistente

Piste
14 - Recupero delle piste del clos e creazione skiweg che permetta di rientrare sul Garnel
15 - Recupero parte alta della 32

Si dismettono SK orsiera e Sk sises (tanto è sempre chiuso) e si recupera un pò di sciabilità sul colle, quando sono chiuse per gli sci club le piste delle gare.
 

testataecassa

Grande Galaxie addict
kaunitz, ma sei serio quando proponi di riposizionare dei catorci di 30 anni? :shock:
 

kaunitz

Active member
Chiaro che tutti impianti nuovi sarebbe meglio, ma non volendo esagerare [emoji12]
 

testataecassa

Grande Galaxie addict
ma in vialattea non serve cambiare 20 impianti come stai proponendo, basta cambiare mentalità alla gestione

e con gestione non intendo solo la proprietà, attenzione... perché certe storture le vedo diffuse un po' a tutti i livelli

e non ultimo va cambiata soprattutto la clientela, perché ultimamente la trovo più insopportabile della gestione stessa

quando vedo che a roccia rotonda c'è mezz'ora di coda e le seggiole salgono mezze vuote, mi convinco che il vero male del comprensorio sono i suoi clienti, che sono per lo più dei minus habens che non sono neanche in grado di fare una coda

perché una sga4 che sale con occupazione media di 2.5 persone è ovvio che genera code assurde, ma nel resto del mondo la gente non è così rin*******ita
 

Fede_Cavs

Member
Concordo con Vettore.. ancora ieri sono andato per la prima volta nel Monterosa Ski ma niente, non si è avvicinato minimamente alle emozioni che mi da la VL, così come non me le diede Val Thorens con la sua 3V e i suoi impianti da fantascienza. . mi basterebbe solo che mi rimettessero la zona dei 2 Clos e del Genevris e mi aprissero la Croce ed il Sises, evitando ovviamente di abbandonare ogni anno qualche pista 😄
 

pierr

Well-known member
In Engadina c'è la corsia per i single, che salgono quando una seggiola non parte piena. Mi è capitato di superare file di 100 persone, attendendo 10 secondi. Grandissima invenzione, e costa zero
 

Alberto 2

Well-known member
Per come la penso io, posti come corvara, plan e company, possono inventarsi anche le seggiovie riscaldate con home theatre le massaggiatrici, e le luonge vip business class in caso di vento. Possono millerigare quanto vogliono... ma la varietà di piste difficili della vialattea, e la quantità di neve naturale che gli cade, se la sognano. Pertanto la Vialattea a me va bene anche così.
Poi se accade che una biposto della grande guerra mi dà una legnata su un polpaccio da togliermi il fiato, oppure uno skilift ad agganciamento mi “spezza la colonna”... la prendo con filosofia, poiché sono io che ho scelto di venirci.
Se sbaglio gli orari e becco una fila... pazienza, quando hai sciato 4 ore con queste pendenze e dislivelli, basta ed avanza, per fare la stessa attività fisica al sellaronda ne devi fare 33 orari + 12 antiorari.... HIHIHI
Insomma, a me la lattea può piacere anche così, e se ho paura delle file ci vado in bassa...
Credo che tu ti immagini un Sellaronda inventato da te.
Fai le piste di Arabba e poi dimmi cosa c'è che manca, piste belle, ripide, con neve sempre bella e impianti veloci. In via Lattea ci ho sciato una vita , belle piste ma il DS non ha nulla da invidiare, per gli impianti lasciamo perdere.
 

testataecassa

Grande Galaxie addict
In Engadina c'è la corsia per i single, che salgono quando una seggiola non parte piena. Mi è capitato di superare file di 100 persone, attendendo 10 secondi. Grandissima invenzione, e costa zero

molto interessante, ma come funziona nel dettaglio?

nella ressa in prossimità della partenza, come da ad infilarsi al volo il singolo quando un posto viene lasciato libero all'ultimo?
 

kaunitz

Active member
Io la corsia da single l’ho trovata anche al Latemar
 

pat

Well-known member
molto interessante, ma come funziona nel dettaglio?

nella ressa in prossimità della partenza, come da ad infilarsi al volo il singolo quando un posto viene lasciato libero all'ultimo?

Ha un passaggio ad hoc che sfocia poco prima della partenza. Forse...
 

pierr

Well-known member
Esatto. Comincia a una ventina di metri dall'ingresso, dove parte l'imbuto per gli sciatori 'normali', quelli solitamente in gruppo e che puntano ad arrivare insieme alla seggiola.

Una volta all'imbarco chi è nella corsia dei single guarda quanti si muovono verso la seggiola e se c'è un posto libero si infila. A volte è lo stesso operatore di imbarco che dice a chi è nella fila dei single di entrare
 
Top