Miglior Libro Montagna

Pablok2

Active member
Se lo dici tu.....a me piaciuto poco.
Letto perché conosco bene i posti e, indirettamente, qualche retroscena.
Per il resto mi è sembrato un po' il solito libro del classico "sinistroide" che fa molto figo parlare di filosofia e dei lavori faticosi e pesanti... bah, parere personale c'è di molto meglio...poi, de gustibus[emoji2]
 

cleon

Well-known member
Un romanzo senza pretese di Guerra sì, ma principalmente di montagna che ho adorato è "Il ghiacciaio di nessuno" di Preti, io lo consiglierei davvero.

Poi qualsiasi cosa di Bonatti, il meglio per me sono i suoi primi due "Le mie montagne" e "I giorni grandi", si trovano solo nelle biblioteche (facilmente) o nell'usato ma a prezzi da capogiro. Bello anche il suo "In terre lontane".

Bellissimo il trittico "Scalate nelle alpi" di Gervasutti, "Capocordata" di Cassin e "Alpinismo eroico" di Comici, che da una visione a tuttotondo dell'alpinismo dell'epoca.

Bellissimo "La salita del Cervino" di Whymper, un libro di montagna ma anche di una onestà disarmante nel descrivere il classismo e la società dell'epoca, essendo ciò una cosa non voluta ma a contorno delle imprese è espressa senza i filtri del pensiero filosofico, è una cosa che ho apprezzato tantissimo.

Belli tutti quelli di Messner, scritti molto bene, in particolare quelli sulla traversata del K2 e il quasi storiografico "La seconda morte di Mallory"

Un po' a parte quelli di Corona, che dipingono la povertà economica e sociale di vallate che nel '50 erano ancora ferme al medioevo, in particolare "I fantasmi di pietra", non di montagna ma sempre suo, molto bello e che fa pensare "La fine del mondo storto"

Il già consigliato "Aria sottile", scritto mooolto bene come ci si può aspettare da uno del mestiere e di Hermann Buhl "è buio sul ghiacciaio", uno dei miei libri preferiti.

Inoltre per me eccezionali ed unici i libri tratti dai diari di Viazzi e Robbiati della Mursia sulla guerra tra Ortles e Adamello. Quasi dei romanzi su una parte di storia sempre tralasciata. i miei preferiti "Guerra Bianca", "Guerra d'Aquile" e "I diavoli dell'Adamello".

Per ora non mi viene in mente altro :HIP
Ma in caso basta chiedere
 

ericach

Member
Ops, visto adesso che era un doppione (Le otto montagne). Sorry.
 

Tooyalaket

/dev/rotfl
Cognetti vince (a parer mio meritatamente) lo Strega 2017.

Ciao
 

Il Pordenonese

Well-known member
Cognetti vince (a parer mio meritatamente) lo Strega 2017.

Ciao

volevo proprio prenderlo, anche dopo l'intervista su montagne 360 di qualche mese fa. merita?

invece ho finito di leggere l'ultimo libro di Corona e Maieron, alcuni spunti molto belli e commoventi, ma a tratti e' ripetitivo e secondo me c'e' stato un pessimo lavoro di editing. Anzi, diciamo che sembra proprio mancare.

saluti
 

Tooyalaket

/dev/rotfl
L'ho preso, ho letto qualche pagina e promette bene.
Al momento sono impegnato in un altro libro.
Dopo quello che è successo in questo thread http://www.skiforum.it/forum/showthread.php?t=87754 non potevo esimermi HIHIHI

Ciao
 

cleon

Well-known member
Voglio consigliare "Una vita tra le montagne" di Goretta Casarotto.
Un libro particolare sulle imprese alpinistiche (per lo più solitarie invernali) di Renato Casarotto narrate dal punto di vista della moglie che lo ha accompagnato per tutta la vita attendendolo alla base delle pareti. Il tutto inframmezzato dagli scritti di prima persona.
Scritto molto bene e diverso dalle solite cronache di scalate.
Imperdibile per gli appassionati del genere, potrebbe far piacere anche ad un pubblico più ampio.

Se prendete un'edizione più recente troverete anche le cronache (questa volta in prima persona) degli inizi di Renato tra le rocce delle Dolomiti
 

4 Dolomiti

Well-known member
ho letto di recente il libro di Ueli Steck "Il passo successivo".

Veramente un gran bel libro! Scritto bene e piacevole da leggere... a differenza del libro di Kilian Jornet Burgada che personalmente l'ho trovato un pò "pesante" da leggere..

Io sono sempre stato un grande fan di Ueli e anche quando lo vidi a Bressanone ad una conferenza mi aveva fatto una buonissima impressione! Inutile stare a parlare delle sue imprese alpinistiche perchè bisognerebbe avere un forum dedicato!
 

SCICO

Well-known member
un giorno da leone di john porter, la storia del gruppo di alpinisti inglesi che negli anni 70 ruotava attorno a Alex Mc Intire, molto bello

Questo secondo me fa un po' addormentare...

Lionel Terray "I conquistatori dell'inutile" e Harvè Barmasse "La montagna dentro".
Senza dimenticare "Freney 1961" di Marco Ferrari.

+1 per Freney 1961

Il libro che forse mi ha più colpito...è
"K2 il nodo infinito" di Diemberger...veramente impressionante cosa sia successo la nel 86

+1 per Diemberger


Non è propriamente un 'libro di montagna'

ho letto di recente il libro di Ueli Steck "Il passo successivo".

Veramente un gran bel libro! Scritto bene e piacevole da leggere... a differenza del libro di Kilian Jornet Burgada che personalmente l'ho trovato un pò "pesante" da leggere..

Io sono sempre stato un grande fan di Ueli e anche quando lo vidi a Bressanone ad una conferenza mi aveva fatto una buonissima impressione! Inutile stare a parlare delle sue imprese alpinistiche perchè bisognerebbe avere un forum dedicato!

Concordo. Bel libro 'Il passo successivo'

Non italiani consiglio:
Aria sottile
R.Desmaison - 342 ore sulle Grandes Jorasses - La montagna a mani nude
J.Simpson - La morte sospesa
J.Simpson - Questo gioco di fantasmi

Italiani:
W.Bonatti - I giorni grandi
M.A.Ferrari - Il vuoto alle spalle
R.Messner - Razzo rosso sul Nanga Parbat
H.Barmasse - La montagna dentro
L. M. Beltrami - Zanzara e Labbradoro
 

4 Dolomiti

Well-known member
......

Italiani:
W.Bonatti - I giorni grandi
M.A.Ferrari - Il vuoto alle spalle
R.Messner - Razzo rosso sul Nanga Parbat
H.Barmasse - La montagna dentro
L. M. Beltrami - Zanzara e Labbradoro

Letto anche questo!
Concordo, bello anche il libro di Hervè! Di piacevole lettura..
 

enricobok

Active member
U

Poi qualsiasi cosa di Bonatti, il meglio per me sono i suoi primi due "Le mie montagne" e "I giorni grandi", si trovano solo nelle biblioteche (facilmente) o nell'usato ma a prezzi da capogiro. Bello anche il suo "In terre lontane".

prezzi da capogiro non mi sembra....https://www.ebay.it/itm/Walter-Bona...894372?hash=item3d4653aea4:g:bvUAAOSwGNdZpD8~
 

PaoloB3

Well-known member
Mi permetto di sollecitare la lettura di Alpinismo Invernale, di Marcel Kurz.
Dove tutto comincia e ... per ricordarci come non sia la attrezzatura ma la nostra "forza interiore" a portarci là.
:D
 

arslonga

Well-known member
ovviamente "Polvere profonda", Dolores la Chapelle
il classico romanzo di formazione che ti cambia la vita


203837-doloresml.jpg
 
Ciao ragazzi,
ci permettiamo di segnalare a chi fosse interessato, l'uscita di 'Sulle tracce di Coomba', la versione italiana di Tracking The Wild Coomba. Racconta la storia del grande Doug Coombs.
Edizione italiana curata da Emilio Previtali.
Da gennaio è in libreria, per ora si può ordinare qui... https://mulatero.it/prodotto/coombs/

Grazie
 

Zam

il Fù Zam il Bello
Ciao ragazzi,
ci permettiamo di segnalare a chi fosse interessato, l'uscita di 'Sulle tracce di Coomba', la versione italiana di Tracking The Wild Coomba. Racconta la storia del grande Doug Coombs.
Edizione italiana curata da Emilio Previtali.
Da gennaio è in libreria, per ora si può ordinare qui... https://mulatero.it/prodotto/coombs/

Grazie

Grazie mille per l'info, personalmente non vedo l'ora di leggerlo
 
Top