Mostra risultati da 1 a 13 di 13

Discussione: Aiuto scarpone DONNA gambetto e polpaccio grande

  1. #1

    Predefinito Aiuto scarpone DONNA gambetto e polpaccio grande

    Salve, sto facendo (io e mia moglie) il giro dei negozi qua intorno alla mia zona (Ancona), perchè dopo anni di noleggio volevo finalmente prendergli un paio di scarponi decenti, ma la sua conformazione del polpaccio (grande) sta ostacolando l'acquisto in quanto non riesco a trovarne uno che non gli procuri fastidio in quella zona. Purtroppo qua sono pochi forniti.

    Le misure del suo piede sono 24.5 MP e 100mm di last

    Come termine di paragone ha provato SALOMON X-PRO 80 W (di cui si era innamorata) e sul piede lo scarpone risultava PERFETTO, il problema sorge sul gambetto in quanto lei ha una conformazione del polpaccio molto grande.

    Infatti nonostante abbia provato a spostare i ganci, dopo un pò prova veramente fastidio e formicolio (circolazione del sangue), tra la zona sopra la caviglia e l'inizio del polpaccio, che poi si trasmette anche al piede.

    Ha anche provato dei HEAD NEXT EDGE, ma non aveva lamisura corretta (25/25.5) per cui non siamo andati avanti con le prove.

    Il suo livello è intermedio (sciata tranquilla) e non ha ambizioni, avevo pensato ad un flex massimo da 70 a 80/85.

    Secondo voi su quali modelli di scarponi mi dovrei orientare ?

    LAST 100mm - INSTEP medium - CALF high/large

    Mi hanno detto che ATOMIC e DALBELLO hanno un volume del gambetto più ampio, è vero ? quali modelli ?

    Avendo un po di marche e modelli potrei andare alla ricerca di qualche negozio diretto (anche facendo un po di km) in modo da non fare il giro delle sette chiese.

    Grazie in anticpo a tutti quanti mi vogliano aiutare

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  3. #2

    Predefinito

    Ciao, anche io polpaccio enorme. Ho appena comprato degli Head Vector che trovo molto comodi (io ho preso flex 110 ma dovrebbero esserci anche con flex 90). Altri scarponi che avevo provato e che non mi stringevano erano, come dicevi tu, degli Atomic (Hawx Prime 90 e 100). Avevo provato degli all-mountain con flex 80 molto comodi ma che ho scartato perchè troppo morbidi, ma potrebbero fare per tue moglie: Salomon Quest Pro W (flex 80).

    Per esperienza direi anche di stare alla larga da Rossignol e dagli scarponi col pelo dentro, che portano via spazio prezioso, e orintarsi più sulla categoria all-mountain.


  4. #3

    Predefinito

    @kendi grazie !

    Lei più che altro ha dolore non proprio sul polpaccio, ma nella zona davanti alla tibia (sulla linguetta) sopra la caviglia......

    Si anche lei mi ha detto che preferisce a questo punto senza pelo, perchè porta via spazio....


    Ho alcune misure in più (circonferenza) :
    zona sopra la caviglia circonferenza 24cm
    nella zona del polpaccio punto più grande 39cm

    Non mi rendo conto se sono nella norma o grandi o grandissime

  5. #4

    Predefinito

    Io più che dolore ho la circolazione che mi si ferma, e anche per quello ho smesso di sciare per 20 anni. Poi ho preso scarponi un po' più grandi come compromesso, e adesso che li ho cambiati di nuovo e ho girato un po' di negozi mi sono accorta che la situazione non è così tragica (e il mio polpaccio è 42 cm). Bisogna solo avere pazienza e magari andare in negozi che hanno molti modelli da poter porvare (forse meglio le catene di articoli sportivi che i negozi di nicchia che hanno prodotti più "pro"), tra cui possibilmente degli Atomic.

  6. #5

    Predefinito

    La mia ragazza ha lo stesso problema. Ha noleggiato 2 volte gli scarponi e si è ritrovata con lividi e dolori ai polpacci per giorni, così abbiamo deciso di comprarli... dopo qualche giro abbiamo trovato un negozio ben fornito e ne ha trovati 3 modelli che le stavano comodi.
    Head advant edge
    Tecnica ten 2
    E salomon x acces

    Provati tutti postando i ganci nella posizione più ampia, alla fine il salomon le calzava perfettamente anche dopo averlo tenuto ai piedi per mezz’ora in negozio.

    Il salomon è il modello inferiore di quello che ha provato la tua ragazza, probabilmente salendo di rigidezza e livello di scarpone il confort va a diminuire, potresti valutare uno scarpone di livello inferiore.

  7. #6

    Predefinito

    Sicuramente la scelta dovrà ricadere su un modello da donna perché sono progettati per adattarsi alla morfologia femminile in special modo alla naturale conformazione proprio della zona caviglia-polpaccio. Ti consiglio, se le piace Salomon di valutare X-Pro 90 w in quanto a differenza del 80 ha la possibilità di termoformare lo shell dello scarpone anche in zona gambetto e dovrebbe adattarsi tranquillamente alla conformazione del polpaccio di tua moglie. La versione con Flex 80 non é dotata di tecnologia 360 custom shell.

  8. #7

    Predefinito

    Aggiornamento:

    Allora ieri dopo aver fatto altri giri per negozi e dopo una lunga prova abbiamo acquistato questi :

    dalbello_avanti_ax_85_w

    Per quello che deve fare lei vanno più che bene e cosa importante non sente dolore ed ha il piede e tallone bloccato. Inoltre ha anche diverso margine di manovra con i ganci (con che con i salomon xpro non aveva)

    Costo in negozio 219€ (penso sia un buon prezzo, dato che su internet su alcuni siti è dato a 224€)

    Ormai l'acquisto è fatto, voi cosa ne pensate ?

    Grazie a tutti

  9. #8

    Predefinito

    Per mia figlia abbiamo risolto con il SALOMON QST Access 80 W

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	4a27ce0c8fbffa538ae5a044e9422cc1--ski-boots-snow-skiing.jpg
Visite:	13
Dimensione:	54.5 KB
ID:	63418
    Anteprime allegati Anteprime allegati Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	_d191_salomon_qst_access_80_w_2108964_365444.jpg
Visite:	12
Dimensione:	7.3 KB
ID:	63417  

  10. #9

    Predefinito

    Per quanto riguarda il fatto di rimenere su modelli "da donna" credo sia un'osservazione ovvia, non perchè "più adatti alla gamba da donna" (al massimo è il contrario: gli scarponi donna sono nella maggior parte dei casi più stretti al polpaccio dei modelli da uomo) ma semplicemente perchè fino al 25 i modelli da uomo credo non esistono nemmeno (o comunque sono di difficile reperibilità).

    Ma al di là dei claim commerciali, in cosa consiste in pratica il custom scell? A quanto mi risulta è possibile intervenire solo a livello di piede e non di gambetto. E se si può intervenire sul gambetto, stiamo parlando di aggiustamenti di centimetri, e non di millimetri, e non credo possa essere fattibile senza alterare completamente la fisionomia di uno scarpone. Sbaglio?

  11. #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da kendi Vedi messaggio
    Per quanto riguarda il fatto di rimenere su modelli "da donna" credo sia un'osservazione ovvia, non perchè "più adatti alla gamba da donna" (al massimo è il contrario: gli scarponi donna sono nella maggior parte dei casi più stretti al polpaccio dei modelli da uomo) ma semplicemente perchè fino al 25 i modelli da uomo credo non esistono nemmeno (o comunque sono di difficile reperibilità).
    Esatto, oltre che ad essere più stretti sono anche più imbottiti

  12. #11

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da kendi Vedi messaggio
    Per quanto riguarda il fatto di rimenere su modelli "da donna" credo sia un'osservazione ovvia, non perchè "più adatti alla gamba da donna" (al massimo è il contrario: gli scarponi donna sono nella maggior parte dei casi più stretti al polpaccio dei modelli da uomo) ma semplicemente perchè fino al 25 i modelli da uomo credo non esistono nemmeno (o comunque sono di difficile reperibilità).

    Ma al di là dei claim commerciali, in cosa consiste in pratica il custom scell? A quanto mi risulta è possibile intervenire solo a livello di piede e non di gambetto. E se si può intervenire sul gambetto, stiamo parlando di aggiustamenti di centimetri, e non di millimetri, e non credo possa essere fattibile senza alterare completamente la fisionomia di uno scarpone. Sbaglio?
    Adesso ti spiego...

    Gli scarponi da donna sono progettati per adattarsi alla morfologia femminile, che è diversa da quella maschile. Nello specifico:

    1. Le donne hanno un polpaccio più basso rispetto all'uomo, questo fattore influisce in particolare modo all'interno dello scarpone, se il polpaccio di una donna è più basso di quello di un uomo, va da se che che la donna riscontra maggiori difficoltà nella calzata dello scarpone. Questo è il motivo per cui i gambetti degli scarponi da donna sono più bassi in proporzione a quelli da uomo ed hanno diversi sistemi per l'adattamento del polpaccio (Spoiler, meccanismi vari, etc...)

    2. Non mi sembra che io abbia scritto che lo scarpone da donna è più largo di quello da uomo, ho semplicemente detto che (copia-incolla) "la scelta dovrà ricadere su un modello da donna perché sono progettati per adattarsi alla morfologia femminile in special modo alla naturale conformazione proprio della zona caviglia-polpaccio" Dove hai nelle mie frasi letto che è più stretto rimane un mistero....

    3. Rispetto all'uomo, sempre in proporzione, la conformazione del piede è diversa, il tallone è più stretto e la zona del collo del piede è più ampia (aumento del volume interno). Alcuni scarponi Woman di categorie tipo AllMountain hanno dei volumi maggiorati per favorire addirittura la calzata.

    4. Non le dico io queste cose, le dicono i produttori.

    Quindi, onestamente, di ovvio nella mia osservazione c'era poco...

    Passiamo al Custom Shell. Tecnologia di Salomon che la sviluppa da diversi anni, prima solo sui lati dello scafo poi con l'avvento del 360° Custom Shell progressivamente sulla parte posteriore del gambetto, in zona spoiler (dove le donne hanno maggiori problematiche, ad esempio). Per la procedura di termoformatura, si scaldano gli scafi in un apposito forno per 10 minuti a 100°, si infilano le scarpette (anche esse termoformabili) all'interno dello scarpone caldo (il core della plastica deve raggiungere gli 80°) e si calzano per 4 minuti e successivamente si raffreddando con appositi cold pack per 6 minuti. La pressione del piede e della gamba all'interno dello scarpone deformano (limitatamente alla pressione stessa e soprattutto in un range massimo di 4-6 millimetri) la plastica dello scarpone.
    Questa fase in realtà ha diverse scuole di pensiero c'è chi sostiene che sia meglio in temperatura ambiente allungando i tempi di calzata, c'è che sostiene sia meglio applicare i cold pack.
    Ovviamente gli adattamenti sono relativi ai range di millimetri previsti dall'espansione delle plastiche e si parla di millimetri NON di centimetri e NON VA ASSOLUTAMENTE ad alterare l'assetto della scarpa.

    Altri sistemi con altre tecnologie sono in uso attualmente da altri produttori.

    Ah dimenticavo, il 25 lo fanno anche da uomo, esiste e fanno anche il 24...

  13. Skife per broadarrow:


  14. #12

    Predefinito

    Infatti io che sono un uomo e porto il 39 di scarpe ho il 24,5 di scarponi da uomo...non si trovano facilmente in tutti i negozi ma si trovano

  15. #13

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da broadarrow Vedi messaggio
    Adesso ti spiego...

    Gli scarponi da donna sono progettati per adattarsi alla morfologia femminile, che è diversa da quella maschile. Nello specifico:

    1. Le donne hanno un polpaccio più basso rispetto all'uomo, questo fattore influisce in particolare modo all'interno dello scarpone, se il polpaccio di una donna è più basso di quello di un uomo, va da se che che la donna riscontra maggiori difficoltà nella calzata dello scarpone. Questo è il motivo per cui i gambetti degli scarponi da donna sono più bassi in proporzione a quelli da uomo ed hanno diversi sistemi per l'adattamento del polpaccio (Spoiler, meccanismi vari, etc...)

    2. Non mi sembra che io abbia scritto che lo scarpone da donna è più largo di quello da uomo, ho semplicemente detto che (copia-incolla) "la scelta dovrà ricadere su un modello da donna perché sono progettati per adattarsi alla morfologia femminile in special modo alla naturale conformazione proprio della zona caviglia-polpaccio" Dove hai nelle mie frasi letto che è più stretto rimane un mistero....

    3. Rispetto all'uomo, sempre in proporzione, la conformazione del piede è diversa, il tallone è più stretto e la zona del collo del piede è più ampia (aumento del volume interno). Alcuni scarponi Woman di categorie tipo AllMountain hanno dei volumi maggiorati per favorire addirittura la calzata.

    4. Non le dico io queste cose, le dicono i produttori.

    Quindi, onestamente, di ovvio nella mia osservazione c'era poco...

    Passiamo al Custom Shell. Tecnologia di Salomon che la sviluppa da diversi anni, prima solo sui lati dello scafo poi con l'avvento del 360° Custom Shell progressivamente sulla parte posteriore del gambetto, in zona spoiler (dove le donne hanno maggiori problematiche, ad esempio). Per la procedura di termoformatura, si scaldano gli scafi in un apposito forno per 10 minuti a 100°, si infilano le scarpette (anche esse termoformabili) all'interno dello scarpone caldo (il core della plastica deve raggiungere gli 80°) e si calzano per 4 minuti e successivamente si raffreddando con appositi cold pack per 6 minuti. La pressione del piede e della gamba all'interno dello scarpone deformano (limitatamente alla pressione stessa e soprattutto in un range massimo di 4-6 millimetri) la plastica dello scarpone.
    Questa fase in realtà ha diverse scuole di pensiero c'è chi sostiene che sia meglio in temperatura ambiente allungando i tempi di calzata, c'è che sostiene sia meglio applicare i cold pack.
    Ovviamente gli adattamenti sono relativi ai range di millimetri previsti dall'espansione delle plastiche e si parla di millimetri NON di centimetri e NON VA ASSOLUTAMENTE ad alterare l'assetto della scarpa.

    Altri sistemi con altre tecnologie sono in uso attualmente da altri produttori.

    Ah dimenticavo, il 25 lo fanno anche da uomo, esiste e fanno anche il 24...

    1. Ma il problema in fatti è proprio che evidentemente non tutte le donne hanno un polpaccio più basso e più sottile di quello di un uomo.

    2. Infatti: gli scarponi da uomo sarebbero più adatti nel mio caso perchè generalmente più ampi ma sono di difficile reperibilità, se non impossibile (io porto il 23).

    3. Sugli all-mountain siamo d'accordo.

    4. Ma io sto parlando proprio di CENTIMETRI. A me, rispetto al 90% degli scarponi in commercio, mancano 3-4 CENTIMETRI di circonferenza polpaccio, per evitare che mi si blocchi la circolazione. La termoformatura, come hai detto anche tu, non può fare NULLA in questi casi.




Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •