Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 31

Discussione: 10 nuove piste ad Asiago, dalle Melette alla Val Maron per Marcesina

  1. #1
    Member
    Attrezzatura
    Sci amphibio 88 scarponi magnifici Lange XT130
    Skife
    1279
    601 Skife in 248 post
    Blog Entries
    72

    Predefinito 10 nuove piste ad Asiago, dalle Melette alla Val Maron per Marcesina

    Il rilancio delle Melette di Gallio - Asiago


    Ecco il nuovo maxi progetto "alla Folgaria":
    Gallio - Melette - Val Maron - Marcesina


    Il Giornale di Vicenza.it - Provincia

    Il rilancio del turismo invernale sull'Altopiano è affidato a un progetto da 45 milioni di euro per collegare la stazione delle Melette a Gallio a quella eneghese di Val Maron.

    Oltre alla riqualificazione delle stazioni esistenti, alle quali fa capo una dozzina di piste, si prevede la realizzazione di una decina di nuove piste (12 chilometri in tutto) e di 7 impianti di risalita.

    Un carosello con una portata di 19 mila persone l'ora, un ricavo di oltre 5 milioni di euro l'anno, 20 milioni di euro in più all'anno per l'economia locale.

    Il nuovo carosello era già previsto, a grandi linee, nel "Piano neve" regionale per l'Altopiano. Ora è stato precisato nei dettagli e presentato ufficialmente alla Regione: l'idea è quella di accedere ai fondi previsti per i Comuni transfrontalieri, quelli cioè che confinano con il Trentino.

    Attualmente la ski area "Melette 2000" occupa i versanti del monte Meletta di Gallio, del Longara, del Cucco e del Coston di Meletta davanti. L'estensione del carosello interessa i versanti orientali del Meletta fino alla Valle Sbarbental. Nel territorio di Foza si prevede una seggiovia quadriposto sul Castelgomberto e il Tondarecar verso malga Ronchetto. La parte terminale del collegamento prevede lo scavalco del monte Brustolae per raggiungere le piste esistenti di Val Maron. Il rientro avverrà attraverso un collegamento tra la Val Segantini e il Tondarecar, e da lì con una pista fino a Pian della Futa. In più, visto che l'area è molto frequentata da famiglie con bambini, l'intervento creerà nuovi spazi per l'avviamento allo sci.

    I due stralci prevedono sia impianti di risalita più veloci e confortevoli, sia l'elettrificazione di tutta la zona, sia nuovi bacini di raccolta per l'innevamento artificiale per oltre 130 mila metri cubi di acqua. Il progetto è completo, quindi, a fronte di un primo impegno finanziario, i lavori potrebbero iniziare già nel 2012.

    I Comuni coinvolti come territorio sono Gallio, Enego e Foza; Asiago fa da capofila, perché le ricadute economiche, in senso positivo, interesserebbero soprattutto gli operatori asiaghesi. Oltre a creare posti di lavoro, il nuovo carosello rivoluzionerebbe il turismo invernale altopianese, oramai costituito dal "mordi e fuggi": aumenterebbero le richieste di soggiorni, infatti il progetto è accompagnato da una nuova concezione di "pacchetto vacanza" che miri a portare sull'Altopiano la coppia o famiglia che cerchi 3-4 giorni "full optional".

    In proiezione, ma si parla di tempi lunghi, il nuovo carosello potrebbe essere completato con due nuove cabinovie, una dal centro di Gallio fino alla sommità del monte Longara, e una dal centro di Enego fino al forte Lisser.

    L'ipotesi richiede un impegno molto consistente, 50 milioni di euro: le amministrazioni hanno voluto inserirla nel contesto dell'intervento principale.
    Due cabinovie? Penso sia un ottimo esercizio sulla carta ma se non cambiano idee in altopiano la vedo dura.

    Il Giornale dell'Altopiano di Asiago
    E’ già stata ribattezzata “la madre di tutti i rilanci turistici”. Si tratta del progetto di collegamento tra la stazione delle Melette e quella eneghese di Val Maron.
    Un progetto da 45 milioni di euro che prevede la riqualificazione delle due stazioni esistenti e la realizzazione ex novo di una decina di piste e di 7 impianti di risalita, quasi tutte seggiovie da 6 o 8 posti.

    Seggiovie da 8 posti? Alle Melette? Dove adesso su 6 impianti ne funzionano 3 e di cui una seggiovia lunga 40 metri ed una seggiovia biposto da museo?

    Clicca l'immagine per ingrandirla

Nome:	melette.jpg
Visite:	2965
Dimensione:	272.6 KB
ID:	27540

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su localit? e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sar? pi? veloce (non apparir? pi? questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  3. #2

    Predefinito

    mah, ogni intervento suscita interesse, vedremo fin dove arriveranno veramente. Certo che ora come ora se devo sciare in valsugana preferisco il brocon

  4. #3
    Member
    Attrezzatura
    Sci amphibio 88 scarponi magnifici Lange XT130
    Skife
    1279
    601 Skife in 248 post
    Blog Entries
    72

    Predefinito

    Anche io invece di pensare a questi progetti faraonici a dir poco proverei a mettere due quadriposto veloci, una alle melette ed una al verena ed osserverei se la cosa viene premiata.
    Melette 2000, nell'unica volta che ci sono andato mi è parsa una località nomn in grado di attirare molti sciatori pensolari... chi ha casa in asiago ci va ma uno della pianura difficilmente se vuole sciare tanto ci torna, considerando che li vicino c'è smdc e broccon.

    Certo se fanno tutto il progetto il discorso cambia.

  5. #4

    Predefinito

    Logicamente Asiago mi incuriosisce ma giusto come dice Fabio andrebbe bene una volta o due, per togliersi la curiosità.....
    non mi piace che adesso si debba costruire e magari tagliuzzare alberi e terreni...........

  6. #5
    Member
    Attrezzatura
    Sci amphibio 88 scarponi magnifici Lange XT130
    Skife
    1279
    601 Skife in 248 post
    Blog Entries
    72

    Predefinito

    Progetti così grandi andrebbero bene per località grandi. Secondo me Asiago deve puntare su mini località DI QUALITA'.
    Per esempio un Verena con impainto veloce sarebbe perfetto. Un Melette con impianti aperti pure.

    Realizzare una ragnatela di impianti lunghi 40 metri o con dislivelli minimi è azzardato e trovo azzardato proporre pure le cabinovie di arroccamento... quelle ci starebbero bene al Verena al posto della bi-biposto eterna.

    Se fanno qualcosa di smart la gente di sicuro non manca avendo la pianura proprio a 2 passi. Però bisogna fare in modo che non solo lo sciatore che scia 2 volte l'anno venga a sciare, bisognerebbe puntare anche sull'appassionato che ogni we va a sciare.

  7. #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Progetti così grandi andrebbero bene per località grandi. Secondo me Asiago deve puntare su mini località DI QUALITA'.
    Per esempio un Verena con impainto veloce sarebbe perfetto. Un Melette con impianti aperti pure.

    Realizzare una ragnatela di impianti lunghi 40 metri o con dislivelli minimi è azzardato e trovo azzardato proporre pure le cabinovie di arroccamento... quelle ci starebbero bene al Verena al posto della bi-biposto eterna.

    Se fanno qualcosa di smart la gente di sicuro non manca avendo la pianura proprio a 2 passi. Però bisogna fare in modo che non solo lo sciatore che scia 2 volte l'anno venga a sciare, bisognerebbe puntare anche sull'appassionato che ogni we va a sciare.

    Mai contenti!
    Porteve casa i pessi così sarè più contenti, anca cuando i farà umidità su pa i muri de casa.
    Ma va là!!!!!!

  8. #7

    Predefinito

    Ecco i punti salienti del rilancio delle Melette ed il collegamento con Enego. Questo il primo stralcio :
    ...considerato che il progetto sopra menzionato acquisito agli atti, prot. n. 3106 del 24/06/2011, prevede un primo stralcio relativo alla progettazione definitiva degli impianti, delle opere e delle strutture da realizzare nel territorio comunale di Gallio, che sinteticamente vengono di seguito descritte.
    1. Nuovo impianto esaposto ad ammorsamento temporaneo dei veicoli tipo “Telemix” denominato “Busa Fonda – Melette di Mezzo”; si tratta di nuovo impianto in sostituzione della seggiovia “Busa Fonda – Meletta di Mezzo” che prevede il possibile impiego contestuale di veicoli aperti a sei posti e veicoli chiusi da otto posti; il tracciato dell’impianto esistente viene modificato e pertano sia la stazione di partenza che quella di arrivo vengono spostati; il costo dell’impianto, comprese le opere accessorie, è stato quantificato in € 7.100.000,00, oltre all’IVA.
    2. Nuova seggiovia quadriposto ad ammorsamento permanente dei veicoli denominata “Busa Fonda Monte Longara”; si tratta di un nuovo impianto che dalla zona di Busafonda raggiunge la sommità del Monte Longara; il costo dell’impianto, comprese le opere accessorie, è stato quantificato in € 2.750.000,00, oltre all’IVA;
    3. Nuova sciovia a fune alta monoposto denominata “Buson”; si tratta di un nuovo impianto in sostituzione dell’omonima sciovia esistente; il tracciato del nuovo impianto viene leggermente modificato; il costo dell’impianto, comprese le opere accessorie, è stato quantificato in € 670.000,00, oltre all’IVA;
    4. Nuova pista da scii denominata “Krauslava”; la pista da scii collega la sommità del Monte Longara con la zona dei parcheggi e della stazione di partenza lungo al strada di Campomulo, in località Busafonda; si tratta di un tracciato parzialmente nuovo che sostituisce le due piste esistenti denominate “Krauslava” e “Kust”; il costo delle opere ammonta complessivamente ad € 990.900,00, oltre all’IVA.
    5. Nuovo Camposcuola.
    6. Potenziamento dell’impianto di innevamento; il costo delle opere è stato quantificato in € 3.755.900,00, oltre all’IVA.
    7. Bacino e stazione di pompaggio; ; il nuovo bacino di accumulo, posizionato in prossimità della pista di discesa denominata “Valon” (versante sud del Monte Meletta), è stato dimensionato per 30.000 mc , il relativo costo è stato quantificato in € 913.900,00, oltre all’IVA; per la stazione di pompaggio a servizio dell’impianto di innevamento è stato quantificato un costo di € 290.000,00, oltre all’IVA.
    8. Fornitura elettrica ski area “Melette 2000”; si tratta di una serie di opere per l’elettrificazione degli impianti del costo complessivo di € 222.000,00, oltre all’IVA.
    9. Modifica della viabilità e realizzazione di nuovi parcheggi; gli interventi riguardano la zona di Busafonda centro del comprensorio sciistico delle Melette e stazione di partenza per i sciatori; sono previste una serie di opere finalizzate a migliorare la funzionalità del comprensorio nel suo complesso, in particolare lo spostamento della strada, la realizzazione ex-novo di una zona a parcheggi, la creazione di un ponte sulla strada a servizio dei sciatori che collega le strutture sciistiche poste sui due lati della strada di Campomulo; il costo delle opere è quantificato in € 204.500,00 per i parcheggi, € 463.500,00 per i sovrappasso (oltre all’IVA).
    preso atto, con riferimento all’elaborato denominato “quadro economico”, che la spesa complessiva generale per la realizzazione dei lavori sopra descritti è stabilita in € 22.832.905,20 di cui € 17.707.914,00 per lavori...
    fonte : Delibera della giunta del comune di Gallio n. 80/2011

  9. #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Pioggiasultetto Vedi messaggio
    Ecco i punti salienti del rilancio delle Melette ed il collegamento con Enego. Questo il primo stralcio :


    fonte : Delibera della giunta del comune di Gallio n. 80/2011
    guarda.. bravo per il topic ma neanche lo leggo.
    ma che due balle cosa voi che facciano quei 4 montanari-agricoli.

    meritano di fare la fine di recoaro.sparire
    è da 50 anni che c'è turismo di massa dall'estate all'inverno e neancora in grado di fare una vergognosa seggiovia veloce.
    sono una vergogna.
    meritano di andar a lavorare in fabbrica a 500 euro al mese.. con quel cavolo di mentalità di prendi e metti via,costruisci case e metti via.

    ti pare possibile che in 5 comuni che han sbocco diretto sul verena e sulle melette in 50 anni non sono riusciti a spender 10 milioni di euro per far 2 seggiovie con le contro balle!??!
    TI PARE POSSIBILE!?!?!?!?
    Per recoaro son stati spesi 3.5 milioni di euro per una seggiovia da 650 metri di dislivello... alle melette ne basterebbe una da 350..pensa te.
    I miei genitori han la seconda casa a Treschè conca ma sconsiglio e sconsigliano pure loro a tutti l'altopiano.
    giusto cosi,non meritano niente.
    e basta una volta per tutte con la scusa che il TRENTINO è REGIONE AUTONOMA.BASTA!!!!

  10. #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Progetti così grandi andrebbero bene per località grandi. Secondo me Asiago deve puntare su mini località DI QUALITA'.
    Per esempio un Verena con impainto veloce sarebbe perfetto. Un Melette con impianti aperti pure.

    Realizzare una ragnatela di impianti lunghi 40 metri o con dislivelli minimi è azzardato e trovo azzardato proporre pure le cabinovie di arroccamento... quelle ci starebbero bene al Verena al posto della bi-biposto eterna.

    Se fanno qualcosa di smart la gente di sicuro non manca avendo la pianura proprio a 2 passi. Però bisogna fare in modo che non solo lo sciatore che scia 2 volte l'anno venga a sciare, bisognerebbe puntare anche sull'appassionato che ogni we va a sciare.
    Citazione Originariamente scritto da boss!! Vedi messaggio
    guarda.. bravo per il topic ma neanche lo leggo.
    ma che due balle cosa voi che facciano quei 4 montanari-agricoli.

    meritano di fare la fine di recoaro.sparire
    è da 50 anni che c'è turismo di massa dall'estate all'inverno e neancora in grado di fare una vergognosa seggiovia veloce.
    sono una vergogna.
    meritano di andar a lavorare in fabbrica a 500 euro al mese.. con quel cavolo di mentalità di prendi e metti via,costruisci case e metti via.

    ti pare possibile che in 5 comuni che han sbocco diretto sul verena e sulle melette in 50 anni non sono riusciti a spender 10 milioni di euro per far 2 seggiovie con le contro balle!??!
    TI PARE POSSIBILE!?!?!?!?
    Per recoaro son stati spesi 3.5 milioni di euro per una seggiovia da 650 metri di dislivello... alle melette ne basterebbe una da 350..pensa te.
    I miei genitori han la seconda casa a Treschè conca ma sconsiglio e sconsigliano pure loro a tutti l'altopiano.
    giusto cosi,non meritano niente.
    e basta una volta per tutte con la scusa che il TRENTINO è REGIONE AUTONOMA.BASTA!!!!
    Sono entrambi due interventi con cui sono completamente d'accordo. il primo completo ed esauriente il secondo un po accanito ma ha ben delineato come il problema non sono solo i soldi ma anche (e sopratutto) la mentalità di chi li gestisce. conosco Recoaro come le mie tasche e la mentalità retrograda e chiusa dei recoaresi. soldi ora ne hanno accumulati un pò grazie alla tanto agoniata seggiovia ed affluenza c'e ne anche ora che è estate. eppure non si è fatto più niente per migliorare i piccoli punti di debolezza (nessuno chiede progetti faraonici) come la strada stretta e tortuosa e il pezzo di sterrato in essa, o la cabinovia che sale da recoaro mille che è quasi completamente inutilizzata o un minimo di accoglienza in più piste meglio tirate. anni fa vennero battipista da folgaria ad insegnare ai recoaresi come battere bene le piste e per qualche tempo così fu poi tutto tornò come prima con sassi in mezzo ,buche e saltini non proprio congeniali alla sciata carving. mi rincresce molto sapere che tale mentalità esista anche in altopiano.
    per quanto riguarda questo nuovo progetto dubito nella sua effettiva realizzazione , come già detto da fabio punterei sulla valorizzazzione delle piccole località come verena e melette , non servono tanti impianti con poco dislivello (cabinovie e seggiovie 6-8 posti ahahahahaha che simpatici) basterebbero un paio di quadriposto veloci (onde evitare le mani viola nella lentissima biposto del verena, successomi 2 inverni fa) alle melette e una al verena e un buon mantenimento delle piste magari ripristinandone alcune storiche. serve un cambio di rotta insomma , non bisogna tener chiusa la località quando ci si trova impreparati per un metro di neve (ben venga!). ora che i soldi sembrano esserci vanno gestiti bene. e un piccolo passo è già stato fatto con la realizzazzione della nuova biposto in sostituzione del lungo skilift al verena

  11. #10

    Predefinito

    Il problema è che manca una visione d'insieme, tutti guardano solo alla propria parrocchietta, questo sembrerebbe un progetto che coinvolge 4 comuni...credo che sia il primo caso in cui 4 comuni si impegnano a lavorare assieme in Altopiano ! Alle Melette si dovrebbe cominciare sostituendo la bisposto con una quadriposto A.A. e sostituire il buson con un nuovo skilift ! Poi si dovrebbe pensare all'innevamento su TUTTE le piste. Ma pensare ad espansioni è prematuro. Il progetto prevede come step iniziale quello del restauro di quello che c'è alle Melette, se veramente fosse fatto anche solo la metà di quanto scritto, sarebbe un grande successo. Recoaro è un caso diverso, in quanto parliamo di una stazione al di fuori di un contesto montano come Asiago, a Recoaro Mille cosa c'è ? Quattro case, un bar ed un ristorante ! Io Recoaro lo paragonerei di più a Malga San Giorgio !

  12. #11

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Pioggiasultetto Vedi messaggio
    Il problema è che manca una visione d'insieme, tutti guardano solo alla propria parrocchietta, questo sembrerebbe un progetto che coinvolge 4 comuni...credo che sia il primo caso in cui 4 comuni si impegnano a lavorare assieme in Altopiano ! Alle Melette si dovrebbe cominciare sostituendo la bisposto con una quadriposto A.A. e sostituire il buson con un nuovo skilift ! Poi si dovrebbe pensare all'innevamento su TUTTE le piste. Ma pensare ad espansioni è prematuro. Il progetto prevede come step iniziale quello del restauro di quello che c'è alle Melette, se veramente fosse fatto anche solo la metà di quanto scritto, sarebbe un grande successo. Recoaro è un caso diverso, in quanto parliamo di una stazione al di fuori di un contesto montano come Asiago, a Recoaro Mille cosa c'è ? Quattro case, un bar ed un ristorante ! Io Recoaro lo paragonerei di più a Malga San Giorgio !
    esatto , ma non per questo recoaro non andrebbe valorizzata...non dico che deve essere una località top , ma almeno tenuta bene per gli sciatori giornalieri che non devono trovarsi di fronte un contesto "trasandato"....certamente l'altopiano ha potenzialità molto più grandi !

  13. #12

  14. #13

    Predefinito

    Ciao ragazzi.
    questo è uno dei miei primi interventi ma ho delle buone notizie da darvi finalmente al verena 2000 (comprensorio vicino ad Asiago) hanno costruito una nuova seggiovia che affianchera la vecchia e lenta biposto!!! Però non arriverà fino in cima al forte, ma meglio di niente. mi è stato confermato via e-mail dall'ufficio turistico di asiago

  15. #14

    Predefinito


    Citazione Originariamente scritto da pantpunt Vedi messaggio
    Ciao ragazzi.
    questo è uno dei miei primi interventi ma ho delle buone notizie da darvi finalmente al verena 2000 (comprensorio vicino ad Asiago) hanno costruito una nuova seggiovia che affianchera la vecchia e lenta biposto!!! Però non arriverà fino in cima al forte, ma meglio di niente. mi è stato confermato via e-mail dall'ufficio turistico di asiago
    c'era già un altro post su questa notizia , comunque ottima

  16. #15

    Predefinito

    Sembra che abbiano/stiano installando la nuova seggiovia iniziale delle Melette.

    La nuova seggiovia del Verena si vede dalla webcam
    WEBCAM ASIAGO - Monte Verena

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Registrati allo skiforum per accedere a tutti i servizi del sito e per poter partecipare alla community italiana degli appassionati di sport invernali. forum sport invernali e turismo
sportivo invernaleRegistrandoti la navigazione sarà più veloce e immediata e potrai conoscere altri appassionati di montagna come te.

Tags per questo thread

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •