Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 17

Discussione: Vela da albero Hard Top armata con Constant Curve

  1. #1

    Predefinito Vela da albero Hard Top armata con Constant Curve

    Come da titolo, parliamo di una vela Gaastra Savage 7.8 del 2015 che forse sono in procinto di comprare per sfruttare i venti marginali estivi.
    Il problema qual è...Gaastra fino al 2016 ha fatto vele che richiedevano alberi Hard Top, poi dal 2017 è passata ai Constant Curve.
    Io infatti ho vele Gaastra dal 2017 in poi e quindi alberi Costant.
    La Gaastra Savage 7.8 del 2015 richiederebbe dunque un Hard Top 460, io ho un White Reef Constant 75% carbon, secondo voi potrebbe andare bene lo stesso? o la vela lavorerebbe male?
    Ultima modifica di phil; 16-06-2021 alle 06:17 AM.

  2. #2

    Predefinito

    Ogni vele deve avere l'albero sul quale è stata costruita altrimenti non lavora bene. Faresti fatica anche ad armarla.
    Purtroppo è così.

  3. Skife per marchèn:


  4. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  5. #3

    Predefinito

    Se la vela la avevi già potevi anche provare, ma comprare una vela già sapendo che l'albero non va bene... comprarne un'altra.
    Inoltre comprare oggi una vela non constant è una fregatura, le stanno tutti abbandonando, anche Severne.

  6. Skife per Vettore2480:


  7. #4

    Predefinito

    Grazie dei consigli...diciamo che avrei la possibilità di provare ad armarla prima di acquistarla, però volevo appunto sapere un parere preventivo.
    I vostri due interventi mi hanno già fatto cambiare idea sul fatto di provarci, perché comunque il risultato non sarebbe soddisfacente a prescindere...

  8. #5

    Predefinito

    Tieni conto che le vele sono tagliate e viene dato loro il “giro d’albero” proprio sul quell’albero utilizzato dal velaio.
    Utilizzando un albero sbagliato con più è grande la vela più emergono i difetti.
    Vedi un pó tu.

  9. Skife per marchèn:


  10. #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da phil Vedi messaggio
    Come da titolo, parliamo di una vela Gaastra Savage 7.8 del 2015 che forse sono in procinto di comprare per sfruttare i venti marginali estivi.
    Il problema qual è...Gaastra fino al 2016 ha fatto vele che richiedevano alberi Hard Top, poi dal 2017 è passata ai Costant Curve.
    Io infatti ho vele Gaastra dal 2017 in poi e quindi alberi Costant.
    La Gaastra Savage 7.8 del 2015 richiederebbe dunque un Hard Top 460, io ho un White Reef Costant 75% carbon, secondo voi potrebbe andare bene lo stesso? o la vela lavorerebbe male?
    Sei sicuro ?
    Da questa tabella sembra che il passaggio (hard-constant) sia avvenuto nel 2015.
    https://www.unifiber.net/en/masts-selector

  11. #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da PaoloL Vedi messaggio
    Sei sicuro ?
    Da questa tabella sembra che il passaggio (hard-constant) sia avvenuto nel 2015.
    https://www.unifiber.net/en/masts-selector
    Credo che l'articolo di Unifiber sia errato, almeno per quanto riguarda quella tabella...
    Leggendo vari altri articoli in rete, ma anche contattando direttamente Gaastra mi è stato risposto da loro che hanno iniziato coi Constant Curve dal 2017.

  12. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  13. #8

    Predefinito

    Pane pane e vino al vino, io un albero white reef su una vela da 7.8 non lo monterei a prescindere perchè è un albero economico fatto in Cina che non lavora bene comunque.
    Provato su una 7,5 di un amico
    Comunque qui trovi le specs del 2015.
    .https://ga-windsurfing.com/sails/201...ide-15/savage/

  14. Skife per marchèn:


  15. #9

    Predefinito

    Ormai gran parte degli alberi sono cinesi.
    Tranne maverx, un'altra italiana di cui non ricordo il nome , la nolimtz e qualcosa di australiano
    . Ovviamente i vari Goya Ezzy severne hanno linee top presso questi fornitori e linee economiche cinesi.

  16. #10

    Predefinito

    AL360 fa alberi (oltre a boma e piedini) in Italia... per il resto, si , la scelta di acquistare un albero White Reef è stata puramente per motivi "economici"...ho speso gran parte del budget per una Gaastra Hybrid 7.2 nuova del 2018 (comprata lo scorso anno) dunque per l'albero ho optato per quella scelta.
    Sinceramente dovrei ora prendere un albero Gaastra per fare il paragone però non è il primo che mi dice che White Reef sono "cineserie" da poco...

  17. #11

    Predefinito

    Per quanto riguarda la curva dell'albero sono d'accordo che sia importante rispettare la specifica della vela.
    Per quanto riguarda la nostra capacità di giudicare la performance di un marchio rispetto ad un altro, a pari caratteristiche, ho i miei dubbi. Anche perché io in vita mia non sono mai uscito due volte in condizioni identiche...
    In passato investivo pochissimo sugli alberi, ora molto di più, se vi devo dire che si sente, forse un po' sì... ma se dovessi dirvi che è stata una svolta.... mah....

  18. #12

    Predefinito

    L'albero nella mia esperienza fa più della vela. Anni fa sono passato da un fibra di vetro a un C85% maverx, stessa vela andava il doppio. Poi se mi chiedi di indovinare provandoli in acqua la % di carbonio 85 e 100 e 65, forse, ma dico forse forse mi accorgo tra 65 e 100, ma tra 85 e 100... mah, mi sa che è come distinguere 87° e 88° di angolo lamina in neve fresca...

    Leggo che hai una vela nuova sulla quale hai investito molto. Immagina questa scena e poi decidi: armi la tua vela con un albero "cinese", è una vela grossa quindi esci con poco vento, sicuramente pompi o ti arriva una raffica e crack ti si apre l'albero, riducendo a brandelli la tasca della tua vela...può avvenire anche con alberi premium eh e penso che sia raro anche con gli alberi "cinesi", ma può sempre capitare... come ti sentiresti ad aver risparmiato qualche euro? Tipo ti comperi una Ferrari non puoi gommarla con una sottomarca...

    Il mio consiglio è di comperare un albero degno della vela, dopo due bordi i soldi spesi te li dimenticherai...

    Buon vento.

  19. #13

    Predefinito

    Comperare una vela come la gaastra in discorso e usarla con un albero economico come il tuo withe reef, ovunque sia costruito, è come sciare con un paio di race carve più o meno top di gamma con degli scarponi da principante.
    Così ci capiamo.
    Poi tornando agli alberi i migliori sono quelli made in Italy Reglass/mavex che li produce per tutti i brand più importanti e Italica a Pordenone che serve o serviva un paio di velerie importanti (ezzy), Italica fa poi produrre alberi da prezzo in Cina anche lei.
    Come in tutte le cose parlare della Cina vuol dire tutto e nulla. Se prendi powerex sono alberi cinesi e i top di gamma li garantiscono 5 anni.

  20. #14

    Predefinito

    Armi la vela e vedi il profilo, di solito se non va bene resta molto molle in alto e piatta sulla stecca in basso dove invece dovrebbe fare un profilo corretto. Non è detto che il feeling sia negativo, la performance è una cosa il feeling è un altra cosa.

  21. #15

    Predefinito

    Più che il rischio che un albero "made in china" si rompa e mi distrugga la vela, direi che il problema è che la prestazione di un albero che NON sia top di gamma non sia ottimale.
    Credo che l'albero, di qualunque marca sia, scoppi più facilmente dopo un po' di anni di uso e anche a chi fa molte manovre radicali tipo freestyle o wave dove prende diverse frullate.
    Personalmente dopo 4 anni di windsurf freeride (anche se abbastanza intensi) non so se "ad occhi chiusi" sentirei subito un feeling migliore o peggiore a seconda dell'albero infilato nella mia vela (economico o top di gamma), tuttavia una certa curiosità di fare un salto di qualità nella mia prossima spesa c'è.
    Quello che mi premeva sapere era l'abbinamento vela che richiede albero hard top con albero constant, e credo di aver capito che rimane un abbinamento "forzato" che non val la pena di provare, visto che stiamo parlando di una 7.8

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •