Pagina 2 di 42 PrimoPrimo 123456789101112 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 16 a 30 di 617

Discussione: Chi di voi ha fatto o farà il vaccino per il Covid e chi invece non lo farà?

  1. #16

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da apo Vedi messaggio
    Fatto faizer pure io prima dose ma nessun problema, anzi: quel giorno in bici andavo a mille tanto che mi chiedo che cosa mi abbiano iniettato in vena....
    La trivalente invece, fatta l'anno scorso, mi ha cappottato per vari giorni, con febbre, dolori e fastidi vari.
    bene, mi rincuora sta cosa

    nella prima dose ti sarà finito dentro un po' di pastiglia blu

  2. #17

    Predefinito

    Io ho la prenotazione per domani, non so cosa mi faranno perché non è possibile saperlo in anticipo. Dalla mia mi auguro il JJ almeno per non avere le rotture di scatole del richiamo, anche perché da quanto ho capito le problematiche per AZ e JJ sono soprattutto per le donne sotto i 50 (anche se mia sorella che di anni ne ha 40, ha disdetto la prenotazione che aveva fatto per fine giogno ed ha approfittato attorno al 20 Maggio di un AZ day). Domani vi saprò dire.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #18
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Io sono prenotato per 4 luglio, non so cosa ma spero per mia moglie (36) non ci sia AZ o JJ... poi oh quel che viene viene

  5. #19

    Predefinito

    Noto che il numero di fiduciosi e tranquilli si equivale con quello di un po' preoccupati o scettici. Probabilmente dipende proprio dall'abitudine o meno di fare vaccini, io non ne facevo uno credo da 30 anni quando ero bambino e per me è stata una cosa completamente nuova.

  6. #20

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Albert 85 Vedi messaggio
    Noto che il numero di fiduciosi e tranquilli si equivale con quello di un po' preoccupati o scettici. Probabilmente dipende proprio dall'abitudine o meno di fare vaccini, io non ne facevo uno credo da 30 anni quando ero bambino e per me è stata una cosa completamente nuova.
    Nei primi anni 80 viaggiavo sempre e ogni sei mesi faceva l'anticolera, avevo il libretto giallo delle vaccinazioni pieno, e un braccio che era un colabrodo, poi febbre gialla, richiami tetano, negli ultimi anni antinfluenzale, il vaccino non è mai stato un problema, anzi sempre una protezione

  7. #21

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Albert 85 Vedi messaggio
    Noto che il numero di fiduciosi e tranquilli si equivale con quello di un po' preoccupati o scettici. Probabilmente dipende proprio dall'abitudine o meno di fare vaccini, io non ne facevo uno credo da 30 anni quando ero bambino e per me è stata una cosa completamente nuova.
    Non c'entra l'abitudine a fare vaccini,è fidarsi o non fidarsi di vaccini di fatto non collaudati
    Un conto è fare l'antitetanica,un vaccino consolidato da tanti anni,un conto è iniettarsi un vaccino per il covid creato e testato in un amen di cui si ignorano gli effetti di medio-lungo termine a parte eventuali rischi di breve termine
    Se un domani i vaccini di oggi si rivelassero dannosi si sarebbe danneggiata una grande fetta della popolazione mondiale per 2 generazioni,,,sinceramente ci si è presi un rischio enorme con una vaccinazione così diffusa,sarebbe per me bastato vaccinare le fasce a rischio,sotto i 60 anni il rapporto rischio-beneficio va a farsi benedire
    Davvero non so come facciate a farvi iniettare se siete fuori da quella classe di età sta roba di cui non si conoscono eventuali effetti futuri con tanta tranquillità.

  8. #22

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    Non c'entra l'abitudine a fare vaccini,è fidarsi o non fidarsi di vaccini di fatto non collaudati
    Un conto è fare l'antitetanica,un vaccino consolidato da tanti anni,un conto è iniettarsi un vaccino per il covid creato e testato in un amen di cui si ignorano gli effetti di medio-lungo termine a parte eventuali rischi di breve termine
    Se un domani i vaccini di oggi si rivelassero dannosi si sarebbe danneggiata una grande fetta della popolazione mondiale per 2 generazioni,,,sinceramente ci si è presi un rischio enorme con una vaccinazione così diffusa,sarebbe per me bastato vaccinare le fasce a rischio,sotto i 60 anni il rapporto rischio-beneficio va a farsi benedire
    Sul discorso sperimentazione ci sono tante versioni diverse. Molti biologi e medici hanno spiegato che i vaccini di tipo mRNA esistono da almeno 15 anni, parliamo comunque di un vaccino anti influenzale (anche questo esiste da molto) e ogni anno viene modificato/aggiornato in base al virus stagionale. Altro aspetto secondo me da considerare è che è vero che i vaccini per il Covid sono stati creati in 9 mesi mentre normalmente si impiegano 2 anni ma è altrettanto vero che sono state impiegate risorse in termini di fondi e personale senza precedenti data l'emergenza. Se ci pensi il nuovo ponte di Genova è stato costruito in pochissimo tempo grazie alle stesse condizioni "straordinarie". Se si fosse trattato di un qualsiasi viadotto non crollato e sconosciuto ci sarebbero voluti almeno 5-6 anni, forse...

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #23

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Albert 85 Vedi messaggio
    Sul discorso sperimentazione ci sono tante versioni diverse. Molti biologi e medici hanno spiegato che i vaccini di tipo mRNA esistono da almeno 15 anni, parliamo comunque di un vaccino anti influenzale (anche questo esiste da molto) e ogni anno viene modificato/aggiornato in base al virus stagionale. Altro aspetto secondo me da considerare è che è vero che i vaccini per il Covid sono stati creati in 9 mesi mentre normalmente si impiegano 2 anni ma è altrettanto vero che sono state impiegate risorse in termini di fondi e personale senza precedenti data l'emergenza. Se ci pensi il nuovo ponte di Genova è stato costruito in pochissimo tempo grazie alle stesse condizioni "straordinarie". Se si fosse trattato di un qualsiasi viadotto non crollato e sconosciuto ci sarebbero voluti almeno 5-6 anni, forse...
    ripeto...non bastava vaccinare la fascia di popolazione sensibile? fragili e over 60.
    Perchè il resto della popolazione deve prendersi un rischio? fuori da certe fasce il rischio del vaccino (noto di breve termine e ignoto di medio lungo) rischia di superare il rischio di contrarre una forma di covid grave
    All'asilo di mia moglie le maestre che hanno preso il covid al 99% se la sono cavata con una leggera influenza,solo quella più vecchia (62 anni) ha lamentato sintomi più gravi
    Da un punto di vista rischio beneficio il vaccino per molte persone non ha senso,si ricuce a un puro discorso di convenienza economica generale
    Per l'influenza che hai riportato si vaccinano in genere le persone sensibili,non tutta la popolazione
    Permettimi di pensare che siamo caduti in una vaccinazione di massa non motivata,non siamo di fronte alla peste nera o consimili che colpiscono senza differenziazione
    Una persona sana,non in età di rischio,non particolarmente esposta per lavoro corre con il covid lo stesso rischio che corre di contrarre qualsiasi altra malattia soggetta a complicanze
    Protette le fasce esposte al virus non c'era alcun bisogno di sta vaccinazione isterica di tutte le classi di età al buio e prescindendo dalla loro effettiva esposizione
    Sicuro le case farmaceutiche ringraziano mentre qualcuno che non ne avrebbe alcun bisogno si prende rischi ben superiori a quelli che avrebbe corso se avesse preso il covid...
    Morta la ragazza ligure vaccinata con AstraZeneca il 25 maggio durante un Open day..probabilmente nella circostanza di malattia se la sarebbe cavata con 2 giorni di tosse e 37 di febbre..non so se valeva la pena scambiarlo per il rischio di trombosi associato al vccino salvo che non fosse una persona particolarmente fragile al covid o molto esposta allo stesso per lavoro (operatore sanitario) ma non credo che questi vadano agli open day,in genere hanno percorsi vaccinali appositi
    Ultima modifica di missouri; 10-06-2021 alle 10:37 PM.

  11. #24

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    ripeto...non bastava vaccinare la fascia di popolazione sensibile? fragili e over 60.
    Perchè il resto della popolazione deve prendersi un rischio? fuori da certe fasce il rischio del vaccino (noto di breve termine e ignoto di medio lungo) rischia di superare il rischio di contrarre una forma di covid grave
    All'asilo di mia moglie le maestre che hanno preso il covid al 99% se la sono cavata con una leggera influenza,solo quella più vecchia (62 anni) ha lamentato sintomi più gravi
    Da un punto di vista rischio beneficio il vaccino per molte persone non ha senso,si ricuce a un puro discorso di convenienza economica generale
    Per l'influenza che hai riportato si vaccinano in genere le persone sensibili,non tutta la popolazione
    Permettimi di pensare che siamo caduti in una vaccinazione di massa non motivata,non siamo di fronte alla peste nera o consimili che colpiscono senza differenziazione
    Una persona sana,non in età di rischio,non particolarmente esposta per lavoro corre con il covid lo stesso rischio che corre di contrarre qualsiasi altra malattia soggetta a complicanze
    Protette le fasce esposte al virus non c'era alcun bisogno di sta vaccinazione isterica di tutte le classi di età al buio e prescindendo dalla loro effettiva esposizione
    Sicuro le case farmaceutiche ringraziano mentre qualcuno che non ne avrebbe alcun bisogno si prende rischi ben superiori a quelli che avrebbe corso se avesse preso il covid...
    Morta la ragazza ligure vaccinata con AstraZeneca il 25 maggio durante un Open day..probabilmente nella circostanza di malattia se la sarebbe cavata con 2 giorni di tosse e 37 di febbre..non so se valeva la pena scambiarlo per il rischio di trombosi associato al vccino salvo che non fosse una persona particolarmente fragile al covid o molto esposta allo stesso per lavoro (operatore sanitario) ma non credo che questi vadano agli open day,in genere hanno percorsi vaccinali appositi
    Però devi pensare alle conseguenze a lungo termine del Covid. Se è vero che è stato creato in laboratorio potrebbe dare effetti collaterali a distanza di anni anche a chi l'ha avuto e l'ha superato, in fondo è un virus "nuovo" e sconosciuto, sulla base di cosa il vaccino può essere più pericoloso del virus stesso? La vaccinazione di massa alla quale stiamo assistendo secondo me viene fatta proprio perchè la copertura del vaccino potrebbe non superare i 6-9 mesi e se il virus continua a circolare al termine di questo periodo i più giovani non vaccinati potrebbero nuovamente contagiare le categorie a rischio che si ritroverebbero senza copertura. In più considera che a causa dell'emergenza Covid molti ospedali sono diventati praticamente inagibili per chi ha altre problematiche magari anche ben più gravi. Un anno fa di questi tempi pensavamo che tutto fosse finito e che con l'estate il virus sarebbe sparito del tutto ma poi è andata diversamente.
    Per la ragazza di Genova morta prematuramente mi si stringe il cuore, questa è davvero negligenza, ti fanno firmare un foglio dove c'è scritto che determinati vaccini sono sconsigliati sotti i 60 anni e poi organizzano gli Astra day per tutti! Assurdo.

  12. #25

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    ripeto...non bastava vaccinare la fascia di popolazione sensibile? fragili e over 60.
    Perchè il resto della popolazione deve prendersi un rischio? fuori da certe fasce il rischio del vaccino (noto di breve termine e ignoto di medio lungo) rischia di superare il rischio di contrarre una forma di covid grave
    All'asilo di mia moglie le maestre che hanno preso il covid al 99% se la sono cavata con una leggera influenza,solo quella più vecchia (62 anni) ha lamentato sintomi più gravi
    Da un punto di vista rischio beneficio il vaccino per molte persone non ha senso,si ricuce a un puro discorso di convenienza economica generale
    Per l'influenza che hai riportato si vaccinano in genere le persone sensibili,non tutta la popolazione
    Permettimi di pensare che siamo caduti in una vaccinazione di massa non motivata,non siamo di fronte alla peste nera o consimili che colpiscono senza differenziazione
    Una persona sana,non in età di rischio,non particolarmente esposta per lavoro corre con il covid lo stesso rischio che corre di contrarre qualsiasi altra malattia soggetta a complicanze
    Protette le fasce esposte al virus non c'era alcun bisogno di sta vaccinazione isterica di tutte le classi di età al buio e prescindendo dalla loro effettiva esposizione
    Sicuro le case farmaceutiche ringraziano mentre qualcuno che non ne avrebbe alcun bisogno si prende rischi ben superiori a quelli che avrebbe corso se avesse preso il covid...
    Morta la ragazza ligure vaccinata con AstraZeneca il 25 maggio durante un Open day..probabilmente nella circostanza di malattia se la sarebbe cavata con 2 giorni di tosse e 37 di febbre..non so se valeva la pena scambiarlo per il rischio di trombosi associato al vccino salvo che non fosse una persona particolarmente fragile al covid o molto esposta allo stesso per lavoro (operatore sanitario) ma non credo che questi vadano agli open day,in genere hanno percorsi vaccinali appositi
    Ma se è un anno che rompete le palle "ai giovani" e alle "scuole" e gli asili? uuuhhh gli asili!!!!

    Poi vi sorprendete se c'è spinta a vaccinare tutte le fasce della popolazione?

    Non vi serve un vaccino ma un bravo psicologo.

    Volete una classe politica responsabile poi sempre a gettare il sasso e a nascondere la mano...per paura.

  13. #26

    Predefinito

    Fatta la prima dose di AstraZeneca il 01 giugno, classe 1965, richiamo il 3 agosto..... un po' di malessere generale nei gg successi, ma nulla di particolarmente fastidioso, vedremo la seconda...

  14. #27

    Predefinito

    Visto la vostra propensione alla sperimentazione, siete precisi e per la scienza riportate e segnalate le reazioni avverse? Siano esse leggere (prurito irritazione zona iniezione) o lievemente superiori (mal di testa, malessere/spossatezza , febbre, ecc)?

    https://www.aifa.gov.it/content/segn...azioni-avverse


    Gli inglesi hanno un buon db dove riportano dal prurito alle reazioni gravi così da avere dati https://www.gov.uk/guidance/coronavi...s-and-analysis.

  15. #28

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Albert 85 Vedi messaggio
    Però devi pensare alle conseguenze a lungo termine del Covid. Se è vero che è stato creato in laboratorio potrebbe dare effetti collaterali a distanza di anni anche a chi l'ha avuto e l'ha superato, in fondo è un virus "nuovo" e sconosciuto, sulla base di cosa il vaccino può essere più pericoloso del virus stesso? La vaccinazione di massa alla quale stiamo assistendo secondo me viene fatta proprio perchè la copertura del vaccino potrebbe non superare i 6-9 mesi e se il virus continua a circolare al termine di questo periodo i più giovani non vaccinati potrebbero nuovamente contagiare le categorie a rischio che si ritroverebbero senza copertura. In più considera che a causa dell'emergenza Covid molti ospedali sono diventati praticamente inagibili per chi ha altre problematiche magari anche ben più gravi. Un anno fa di questi tempi pensavamo che tutto fosse finito e che con l'estate il virus sarebbe sparito del tutto ma poi è andata diversamente.
    Per la ragazza di Genova morta prematuramente mi si stringe il cuore, questa è davvero negligenza, ti fanno firmare un foglio dove c'è scritto che determinati vaccini sono sconsigliati sotti i 60 anni e poi organizzano gli Astra day per tutti! Assurdo.
    la copertura del vaccino potrebbe non superare i 6-9 mesi e se il virus continua a circolare al termine di questo periodo i più giovani non vaccinati potrebbero nuovamente contagiare le categorie a rischio che si ritroverebbero senza copertura...

    non capisco il perchè..se hai gli under 60 e le persone fragili costantemente vaccinate cosa importa che la popolazione poco sensibile non lo sia e possa trasmetterlo? quanto agli ospedali se togli i ricoveri delle categorie a rischio (che andrebbero tenute sempre vaccinate come per l'influenza) la pressione sarebbe poca e gestibilissima..i ricoveri tra le categorie più giovani non sono certo un problema
    Quanto alla pericolosità del vaccino il premio nobel per l'aids non li ritiene proprio innocui,sopratutto da un punto di vista di rischio tumorale per quanto riguarda i vaccini a mRna che coinvolgono l'attivazione delle proteine
    Davvero continuo a non capire che senso abbia vaccinare tutte le fasce di popolazione..alcune di esse hanno un rapporto rischio-beneficio per me nettamente sfavorevole
    A me pare solo una vaccinazione di massa incontrollata sulla spinta della paura emotiva..fossi una persona anziana o una persona con problematiche di salute che mi rendessero fragile al covid mi vaccinerei subito senza pensarci 2 volte..fossi negli altri ci penserei tre volte

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da AsioOtus Vedi messaggio
    Ma se è un anno che rompete le palle "ai giovani" e alle "scuole" e gli asili? uuuhhh gli asili!!!!

    Poi vi sorprendete se c'è spinta a vaccinare tutte le fasce della popolazione?

    Non vi serve un vaccino ma un bravo psicologo.

    Volete una classe politica responsabile poi sempre a gettare il sasso e a nascondere la mano...per paura.
    Io ho sempre sostenuto che si dovessero comportare in modo responsabile (leggasi protezione con dispositivi e distanziamento) fino a che la popolazione debole fosse vaccinata..non che si dovessero vaccinare tutti
    Vaccinati i sensibili possono fare come gli pare..mia moglie ovvio facendo un lavoro esposto e di stretto contatto con i bambini (asilo) si vaccinerà avendo un rapporto rischio-beneficio sensato..non tanto per i rischi di complicanze dalla malattia (è abbastanza giovane) quanto per il rischio di contrarre il virus ogni anno con conseguente noioso isolamento
    Francamente un giovane di 18 anni non capisco che cosa si vaccina a fare se non per andare in vacanza senza che gli rompano le balle con i tamponi..che sono poi solo una forma di pressione indebita e isterica al vaccino una volta che tutti i sensibili saranno vaccinati in tutta l'unione europea
    Di fatto si vaccina sotto il ricatto di non poter viaggiare senza pensieri burocratici,un'assurdità insensata e che non corrisponde a nessuna concreta logica di rischio concreto,specie con le fasce a rischio già vaccinate
    Oggi ho letto 2000 nuovi casi..chi si vaccina per l'estate ha maggiori probabilità di cadere in un fosso che di prendere il covid..è diventato solo vaccino in cambio del libero movimento senza i tamponi
    Secondo questa logica si fa il vaccino del tetano anche a chi per lavoro tinge le unghie invece che a chi rischia concretamente ferite...le vaccinazioni devono avere un target sensato..e quella per il covid non dovrebbe fare eccezione ed essere rivolta a chi corre molti più rischi ammalandosi che facendo un vaccino improvvisato in poco tempo e senza tempi di studio adeguato..il vaccino va fatto quando serve e a chi serve

  16. #29

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    l


    Io ho sempre sostenuto che si dovessero comportare in modo responsabile (leggasi protezione con dispositivi e distanziamento) fino a che la popolazione debole fosse vaccinata..non che si dovessero vaccinare tutti
    Vaccinati i sensibili possono fare come gli pare..mia moglie ovvio facendo un lavoro esposto (asilo) si vaccinerò avendo un rapporto rischio-beneficio sensato..non tanto per i rischi di complicanze (è abbastanza giovane) quanto per il rischio di contrarre il virus ogni anno con conseguente noioso isolamento
    Mi dispiace. L'approccio chiudiamo tutto quello che c'è (e della sicurezza a ogni costo) si porta come conseguenza l'approccio "vaccinazione universale".

    Tanto andiamo pure a rileggere la tua personale epopea e poi vediamo se la paura allora era "l'isolamento".
    O i continui dileggi sugli approcci "svizzeri".

    Capisco però che scrivendo ampiamente di tutto e il contrario di tutto e pure copiosamente, mantenere un minimo di coerenza sia complicato.

    In ogni caso fai bene a fare come ti pare.

    Semmai il mio consiglio è di smettere di lasciare tracce scritte dei continui giramenti di fronte.

  17. #30

    Predefinito

    [QUOTE=missouri;2303279]la copertura del vaccino potrebbe non superare i 6-9 mesi e se il virus continua a circolare al termine di questo periodo i più giovani non vaccinati potrebbero nuovamente contagiare le categorie a rischio che si ritroverebbero senza copertura...

    non capisco il perchè..se hai gli under 60 e le persone fragili costantemente vaccinate cosa importa che la popolazione poco sensibile non lo sia e possa trasmetterlo? quanto agli ospedali se togli i ricoveri delle categorie a rischio (che andrebbero tenute sempre vaccinate come per l'influenza) la pressione sarebbe poca e gestibilissima..i ricoveri tra le categorie più giovani non sono certo un problema
    Quanto alla pericolosità del vaccino il premio nobel per l'aids non li ritiene proprio innocui,sopratutto da un punto di vista di rischio tumorale per quanto riguarda i vaccini a mRna che coinvolgono l'attivazione delle proteine
    Davvero continuo a non capire che senso abbia vaccinare tutte le fasce di popolazione..alcune di esse hanno un rapporto rischio-beneficio per me nettamente sfavorevole
    A me pare solo una vaccinazione di massa incontrollata sulla spinta della paura emotiva..fossi una persona anziana o una persona con problematiche di salute che mi rendessero fragile al covid mi vaccinerei subito senza pensarci 2 volte..fossi negli altri ci penserei tre volte

    - - - Updated - - -


    Sul premio nobel in questione tempo fa avevo letto questo articolo.
    https://www.osservatoriomalattierare...n-premio-nobel.

    Poi ripeto io non sono certo che i vaccini per il Covid siano esenti da ogni rischio ma non sono nemmeno sicuro al 100% che se dovessi prendere il virus lo affronterei senza complicazioni o che dopo anni potrei avere strascichi.

    Sempre sui vaccini mRNA c'è chi sostiene che potrebbero essere usati anche per curare il cancro.
    https://fondazionehumanitasricerca.i...tta-al-cancro/

    In ogni caso è difficile avere certezze dato che le versioni di medici e ricercatori sono fin troppe.

Pagina 2 di 42 PrimoPrimo 123456789101112 ... UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •