Posizione classifica anno 2021: 52/63 | Posizione in classifica generale: 2906/3517.
Mostra risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Obersaxen (CH-GR), 3/03/2021

  1. #1

    Predefinito Obersaxen (CH-GR), 3/03/2021

    Aprendo la finestra al mattino, pur essendo la giornata prevista soleggiata, mi accoglie purtroppo un cielo plumbeo e poco invitante. Non avendo pianificato dove andare a sciare, con tutta calma faccio colazione e mi preparo e poi guardo una mappa per capire il da farsi.

    Alla fine, escludendo località grandi e più costose, che non avrebbero meritato senza una giornata pienamente soleggiata, decido di mettermi alla guida per raggiungere questo luogo che non avevo mai sentito nominare prima che poco tempo addietro un eccellente utente del forum me lo suggerisse:





    Dopo un'ora e poco più di viaggio arrivo e parcheggio vicino al primo impianto che incontro lungo la strada. Ci sono quattro macchine ed una tranquillità assoluta; il cielo purtroppo non si è aperto per nulla ma è diventato ancora più coperto che al mattino presto (presto più o meno), ma per non sprecare la giornata decido di sciare lo stesso perché non avrei altrimenti saputo come fare arrivare la sera senza annoiarmi, anche se a me sciare in questa condizione e con una scarsissima visibilità in pista (sì che non c'è la nebbia, ma quando gli ostacoli non si vedono perché si percepisce tutto uniforme e bianco è a parer mio anche abbastanza pericoloso) non piace.

    Una seggiovia triposto, della quale non conosco il nome così come non lo indicherò per gli altri impianti fotografati sicché non sono indicati con chiarezza sulla skimap, è il primo impianto che mi porta in altitudine:











    Successivamente una seggiovia a sei posti mi porta al Piz Mundaun, che sebbene sia il meno elevato dei quattro rilievi sui quali arrivano gli impianti in altitudine di questa skiarea, le dà metà del nome sicché questo comprensorio sciistico è spesso indicato graficamente appunto come Obersaxen-Mundaun:







    Per scendere come prima pista c'è subito una pista nera, la numero 21:











    Decido subito di andare a fare un giro nella parte più esterna e defilata della skiarea, alla quale si accede tramite uno skilift:







    Qua si trova una pista blu che porta alla partenza di un altro skilift che permette di risalire allo stesso punto. Avevo letto essere una pista molto panoramica ma purtroppo con questa situazione atmosferica tutto è appiattito e reso un uguale; andrebbe probabilmente testata in un'altra situazione. La pista rossa che scende alla sinistra (salendo) dello skilift che sembra un po' più ripida di questa invece è chiusa:









    Risalita con lo skilift:









    E nuovamente con la seggiovia fino al Piz Mundaun:





    Gli impianti, tranne due seggiovie, si sviluppano tutti sullo stesso lato della montagna; le piste sarebbero anche belle ed abbastanza lunghe, ma purtroppo come dicevo la visibilità è quella che è e non mi permette di apprezzarle appieno:







    Scendendo ancora più in basso si raggiunge la località di Misanenga, che sarebbe un altro accesso alle piste, dove parte una seggiovia anch'essa dall'aspetto di costruzione molto recente:







    La seggiovia a sei posti Untermatt-Stein è forse l'impianto più recente del comprensorio e permette di raggiungere la seconda delle quattro cime succitate di questa skiarea:











    Anche dalla cima di questa seggiovia si può scendere con una pista abbastanza ripida, e decido di proseguire compiendo circa novecento metri di dislivello verso la terza partenza in basso, in località Meierhof:













    Fortunatamente le piste sono servite da seggiovie veloci:









    Un'altra pista nera da questo punto mi permette di arrivare alla seggiovia che porta in vetta alla skiarea, pista un po' poco innevata ma tutto sommato piacevole:









    La seggiovia a sei posti che porta al Piz Sezner serve tre o quattro piste di varie difficoltà che ripeto un po' di volte:

























    Prima di percorrere la pista blu 47 che permette di raggiungere l'altro versante della skiarea e di completare il giro. La pista è piuttosto piatta ma scende per oltre mille metri dalla cima del Piz Sezner a 2310 metri fino al villaggio di Vella situato ad un'altitudine di 1244 metri:



    La pista a destra non battuta invece condurrebbe in un luogo dove per ritornare agli impianti bisogna prendere lo skibus; non ho tempo e voglia per provarla e quindi continuo dritto lungo l'itinerario principale:











    Villaggio dal quale si risale con una serie di due seggiovie automatiche quadriposto alla quarta vetta della skiarea, denominata Hitzeggen:





















    Prima di rientrare alla macchina, percorro ancora la pista rossa che ritorna alla partenza della seconda seggiovia:















    Una volta risalito, prima di terminare il pomeriggio di sci percorro ancora qualche volta le piste, o nuovamente come preferisco fare qualora fosse possibile, le varianti di esse, percorse in precedenza fino all'orario di chiusura degli impianti:

















    Una bandiera che non ho ben capito come mai si trovi in questo luogo.....



    Rientro al parcheggio:











    Ed a Chur:



















    Dove mi tratterrò per l'ultima notte e dove faccio una passeggiatina serale prima di rientrare in camera e dopo essere passato al supermercato (motivo per il quale è calata la notte così improvvisamente):



















































































    Fine della giornata e della fotocronaca.

    Conclusione: una skiarea poco nota e con delle belle piste servite da ottimi impianti; purtroppo il giudizio, soprattutto a livello paesaggistico devo sospenderlo perché la nuvolosità non mi ha fatto apprezzare magari al meglio l'ambiente circostante, ma valuterei senza problemi la possibilità di ritornarci in futuro.



  2. #2

    Predefinito

    In caso di una prossima visita, potresti pernottare a Ilanz ("cittadina" molto carina) e far passare Obersaxen, Brigls, Vals e Flims.
    Un paio di curiosità su Obersaxen: è l'unico comune del Surselva, assieme a Vals, dove non si ha mai avuta come lingua ufficiale il romancio
    Carlo Janka è cresciuto qui, Obersaxen è il nome dell gruppo di villaggi, non il villaggio vero e proprio... così come anche qui a Sedrun, il quale fa parte del comune di Tujetsch che è giusto un toponimo.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #3

    Predefinito

    In caso di una prossima gita verrò da te no?

    Fortunatamente ho già sciato anni fa a Laax perché è diventato troppo caro per me, a Brigels invece ho sciato mezza giornata nella nebbia quest'anno, seguirà torbida fotocronaca ma questa valle mi porta un po' di sfiga.....

  5. #4

    Predefinito

    ohhh si a okkio peccato....per la visibilità...solo impianti aperti....e grandi spazi per me bel posto!!!!!!!

    ma alla sera anche se tutto chiuso....cè una vita in quei paesi...o è tutto morto?

  6. Skife per marcolski:

    Edo

  7. #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da marcolski Vedi messaggio
    ma alla sera anche se tutto chiuso....cè una vita in quei paesi...o è tutto morto?
    Sinceramente dopo una certa ora (più o meno le sei di sera) in Svizzera, ma così come in Austria (al di fuori degli Après Ski) e in Germania (a meno che non sia tempo di feste come ad esempio in tempo di mercatini di natale) ho sempre trovato il mortorio in giro e quindi non ho percepito una grande differenza tra tempo di Covid e non.....

  8. Lo skifoso Edo ha 2 Skife:


  9. #6

    Predefinito

    Immancabile il supermercato Coop, ne ho trovato uno anche a Bettmeralp tra le casette di legno.

  10. #7

    Predefinito

    Obersaxen è davvero molto bella...una specie di Plan de Corones nature imho...mi ricordo dei bei fuoripistini .......
    Ma edo sei passato per la VIA MALA? per fare due foto ho rischiato il volo.....strada terribile e, dicono, poco cambiata da quando fu fatta nell'800...https://it.wikipedia.org/wiki/Via_Mala


  11. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  12. #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da enricobok Vedi messaggio
    Obersaxen è davvero molto bella...una specie di Plan de Corones nature imho...mi ricordo dei bei fuoripistini .......
    Ma edo sei passato per la VIA MALA? per fare due foto ho rischiato il volo.....strada terribile e, dicono, poco cambiata da quando fu fatta nell'800...https://it.wikipedia.org/wiki/Via_Mala
    Questa dovrebbe essere solamente una stradina da Obersaxen a Thusis che passa sul fianco della montagna: l'itinerario che hai descritto è interessante ma è oramai un percorso turistico lungo l'asse del San Bernardino da ciò che ho letto. Ci sono passato vicino decine di volte ma non mi sono mai fermato per una visita.....

  13. Skife per Edo:


-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •