Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 19

Discussione: Consigli su possibile acquisto di nuovi sci da freeride

  1. #1

    Predefinito Consigli su possibile acquisto di nuovi sci da freeride

    Ciao a tutti. Sto valutando se acquistare degli sci da freeride.
    Alto 1 e 80 peso poco più di 70 Kg. Ogni tanto faccio fuori pista un po’ impacciato con sci da archi, (175 e raggio 18).

    Sto valutando se prendere uno sci da freeride per fare anche un po’ di alpinismo senza farmi aspettare troppo: i miei compagni di gite hanno la splitboard che dovrebbe essere un po’ più pesantina degli sci.
    Magari farei anche qualche giro in Tonale a fine stagione.

    Volevo chiedere se sono adatti i seguenti sci:

    • salomon summit
    • blizzard zero G e backland che ho torvato da78 e da 95
    • K2 Wayback
    • Blizzard Kabookie.

    Come attacchi da freeride ho trovato Atomic Shift e Marker Tour F10.

    In particolare ho trovato un’offerta di Wayback con attacco a 600 euro e poi di seconda mano Blzzard Kabookie da 98 mm al centro con attacco Marker Tour F10 intorno a 350 Euro. Ho paura però che quando si deve fare inversione in salita diventi complicato.
    Mi attira la seconda mano perché quest’anno dovrei anche comprare degli sci da discesa e quindi ho paura di spendere troppo. Guardando lo stato di soletta e lamine dovrebbe bastare comprare buoni scii o sbaglio?
    Ho sentito dire che in alcuni corsi si consiglia di risparmiare sull’acquisto degli sci da alpinismo perché è acile che si rompano o si rovinino magari prendendo un sasso. Non so se è un cosiglio magari di qualcuno che privilegia la velocità in salita al divertimento in discesa oppure è una considerazione che vale anche in altri casi.

  2. #2

    Predefinito

    Devi stare attento a cosa cerchi prima di tutto
    Vuoi sci da freeride, freetouring o touring(alpinismo)?

    Le differenze sono semplici, quasi 1. solo impianti con brevi risalite, 2. Prevalentemente senza impianti con dislivelli non esagerati per godere più della discesa , 3. Quasi solo senza impianti con un certo equilibrio in goduria tra salita e discesa
    In base a questo scegli scarponi , sci e attacchi

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #3

    Predefinito

    A pensarci bene freeride forse è un po' esagerato, più alpinismo orientato un po' più alla discesa che alla salita.
    Non credo di usarli molto con gli impianti perché faccio anche molto sci alpino. Eventualmente quando nevica molto posso usarli con gli impianti.
    Volevo qualcosa di un po' più performante in discesa, ma che non mi faccia aspettare troppo dagli amici con lo splitboard che comunque dovrebbe pesare un po' più di uno sci da alpinsmo.

    Non so bene come orientarmi con la lunghezza e la larghezza. Lungo galleggia meglio, ma è meno agile e non so quanto influisca sulla precisione delle traiettorie.

  5. #4

    Predefinito

    Si, ma se non ci dici con che scarponi vuoi sciarli, si fa fatica a dare un consiglio...

    Prima gli scarponi, poi il resto.

  6. Lo skifoso Matteo Harlock ha 4 Skife:


  7. #5

    Predefinito

    Ok scusate.
    Di scarponi ne so poco purtroppo perché per ora mi sono informato solo sulla discesa inizio da zero o quasi.
    Vorrei qualcosa di un po' più performante in discesa che in salita.
    L'idea era quella di avere attacchi performanti per la discesa però è anche vero che farei molto più alpinismo che freeride e quindi pesano di più. I shift ad esempio penalizzazno molto in salita? Non credo di fare dislivelli molto sopra i 1000 metri, ma non si sa mai.

    Ero partito con l'idea di usare scarponi e attacchi da freeride, ma forse non sono adatti se userò gli sci soprattutto con le pelli e solo in caso di qualche bella nevicata con gli impianti di risalita. Forse avrei dovutoo postare nell'area "Primi passi fuori pista".

  8. #6

    Predefinito

    Io andrei sul classico scontatissimo ma sul sicuro.
    Dici che farai molto più scialp che freeride?
    Wayback 88, o meglio 96, con un qualunque attacchino tosto, tipo ARK raider 12 o 14...

    Se invece sei più freeride oriented, nel senso che cerchi il fat, allora a salire o il blizzard zero-g o meglio il bentchetler 120

  9. #7

    Predefinito

    Ciao! L’unica cosa che mi sento di dirti é che non hai esperienza di risalita con le pelli.. nn mi allargherei troppo.. per il resto uno sci intorno ad 1,5 kg montato high tech va bene un po’ per tutto.. tra quelli da te citati per un utilizzo di skialp medio andrei sul wayback

  10. Skife per free:


  11. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  12. #8

    Predefinito

    Anche io mi sento di consigliarti il "generico" Wayback.

  13. #9

    Predefinito

    Azz cera una discussione sugli scarponi abbastanza recente, ma non la trovo

    Per lo sci, prendi uno a caso lungo come tua altezza e largo al centro 90-95 e con rocker almeno davanti, attacco un qualsiasi pin in base a tuo budget

    Ma prima scegli uno scarpone, oltretutto senza scarpone non sai dove montare attacco, che ha un range più ristretto rispetto attacco da pista

  14. #10

    Predefinito

    Vedo molti dubbi...

    Dici di voler utilizzare prevalentemente gli sci con le pelli, prediligendo la discesa alla salita (e qui sarebbe facile consigliarti) MA ANCHE con gli impianti in caso di una bella nevicata (ovvero per fare freeride).

    Un set polivalente per entrambe le situazioni é possibile, sia chiaro, ma ne verrebbe fuori un attrezzo un po' impegnativo per un neofita, sia in salita (peso, lunghezza per le inversioni), sia in discesa (per non esagerare col peso sarebbe comunque uno sci rigido, reattivo e impegnativo).

    Allora viene un'altra domanda: che livello sciistico hai e quanto sei allenato allo sforzo "aerobico" (mtb, corsa, ... )?

  15. #11

    Predefinito

    L’altro giorno ho noleggiato un atomic backland 95, attacco shift e scarponi atomic hawx xtd 120; premetto che sono un neofita delle pelli ed ho noleggio solo qualche altra volta degli sci d’alpinismo (dynafit e atomic 78 al centro) con attacchino, però devo dire che con i 95 con lo shift mi sono trovato molto bene. Sciando solitamente in pista mi dava molta più sicurezza come attacco, ed il peso extra non l’ho percepito più di tanto (probabilmente perché non sono esperto). Ho fatto circa entrambe le volte 700 metri di D+ e mi sono piaciuti di più i backland 95.

  16. #12

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Matteo Harlock Vedi messaggio
    Vedo molti dubbi...

    Dici di voler utilizzare prevalentemente gli sci con le pelli, prediligendo la discesa alla salita (e qui sarebbe facile consigliarti) MA ANCHE con gli impianti in caso di una bella nevicata (ovvero per fare freeride).

    Un set polivalente per entrambe le situazioni é possibile, sia chiaro, ma ne verrebbe fuori un attrezzo un po' impegnativo per un neofita, sia in salita (peso, lunghezza per le inversioni), sia in discesa (per non esagerare col peso sarebbe comunque uno sci rigido, reattivo e impegnativo).

    Allora viene un'altra domanda: che livello sciistico hai e quanto sei allenato allo sforzo "aerobico" (mtb, corsa, ... )?
    Per quanto riguarda l'allenamento aerobico e non ero preparato prima delle varie chiusure. Poi verso ottobre ho iniziato a fare poco, in alcuni periodi mi sono allenato un po' di più, ma non molto. Anzi, volevo chiedere se è possibile usarli anche per l'allenamento aerobico al posto delle escursioni in salita?

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da gabryp Vedi messaggio
    L’altro giorno ho noleggiato un atomic backland 95, attacco shift e scarponi atomic hawx xtd 120; premetto che sono un neofita delle pelli ed ho noleggio solo qualche altra volta degli sci d’alpinismo (dynafit e atomic 78 al centro) con attacchino, però devo dire che con i 95 con lo shift mi sono trovato molto bene. Sciando solitamente in pista mi dava molta più sicurezza come attacco, ed il peso extra non l’ho percepito più di tanto (probabilmente perché non sono esperto). Ho fatto circa entrambe le volte 700 metri di D+ e mi sono piaciuti di più i backland 95.
    Si trova facilmente il noleggio per una giornata singola? La mia paura è di arrivare nella località magari con amici e non trovare niente da noleggiare. Penso di andare sul Bondone o in Paganella, inn quest'ultimo posto ci sono numerosi noleggi e magari trovo anche il bacland o il wayback.
    L'idea principale sarebbe quella del noleggio provando varie opzioni e conbinazioni di scarponi, attacchi, ecc.

    Come scarponi il maestrale è indicato per qualcuno che fa alpinismo, ma vuole divertirsi in discesa?

    Altra domanda: sono molto difficili le inverisioni in salita con sci larghi e lunghi? Ho provato con sci da discesa lunghi 175 e non era proprio facilissimo. Dovrei sbloccare un po' le articolazioni.

  17. #13

    Predefinito

    Le inversioni con gli sci da discesa non fanno testo. Con gambetto (dello scarpone) e tallone (attacco) bloccati, diventa tutto piú complicato.

    Beh insomma, un po' di informazioni in piú le hai date... Tranne il livello sciistico, ma se giri con dei 175 R18, qualcosa ne capisci.

    Secondo me il tuo set ideale é il classico "freetouring".

    Scarpone Maestrale RS, Dynafit Hoji Free, Tecnica ZeroG (quello che veste meglio il TUO piede, sono tutti validissimi).
    Lascerei stare gli scarponi da alpino travestiti da alpinismo come il Lange XT130 o il Nordica Strider. Danno realmente qualcosa in piú solo su aste molto strutturate e con sciate molto aggressive e per contro "camminano" peggio.

    Attacco a pin ovvero ATK Rider12, Marker Alpinist, Salomon MTN, Dynafit Radical, ... Rigorosamente con ski-stop.
    Lascerei perdere il kingpin o il tecton, non guadagni poi cosí tanto in precisione e controllo rispetto agli altri, soprattutto su aste sotto i canonici 95mm.
    Lascerei perdere anche lo Shift. Io lo uso con soddisfazione su QST106 e ci faccio gite fino 1000-1200m. Ma pesano 850g contro i 350 di un Rider12 e spostano in avanti il punto "di camminata" di un buon 15mm allungando la coda (ovvero, le inversioni sono un po' piú impegnative).

    Sci:
    Facile. 90-95mm al centro, lunghi 180cm, con la possibilitá di scendere a -5cm se poco rokerati, o salire a +5m se piú "freeride" come profilo. Peso attorno 1.5kg.

    Quindi i papabili sono i soliti noti: Salomon MTN95, Black Crows Camox freebird, Kaestle TX93, Scott Scrapper 95, tra quelli con vocazione piú free, Blizzard ZeroG 95, Atomic Backland 95 ,K2 WB96, Scott Superguide 95 i piú alpinistici.

    Inizia col comprare lo scarpone. Senza quello non puoi nemmeno noleggiare.

  18. Lo skifoso Matteo Harlock ha 2 Skife:


  19. #14

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Matteo Harlock Vedi messaggio
    Le inversioni con gli sci da discesa non fanno testo. Con gambetto (dello scarpone) e tallone (attacco) bloccati, diventa tutto piú complicato.

    Beh insomma, un po' di informazioni in piú le hai date... Tranne il livello sciistico, ma se giri con dei 175 R18, qualcosa ne capisci.

    Secondo me il tuo set ideale é il classico "freetouring".

    Scarpone Maestrale RS, Dynafit Hoji Free, Tecnica ZeroG (quello che veste meglio il TUO piede, sono tutti validissimi).
    Lascerei stare gli scarponi da alpino travestiti da alpinismo come il Lange XT130 o il Nordica Strider. Danno realmente qualcosa in piú solo su aste molto strutturate e con sciate molto aggressive e per contro "camminano" peggio.

    Attacco a pin ovvero ATK Rider12, Marker Alpinist, Salomon MTN, Dynafit Radical, ... Rigorosamente con ski-stop.
    Lascerei perdere il kingpin o il tecton, non guadagni poi cosí tanto in precisione e controllo rispetto agli altri, soprattutto su aste sotto i canonici 95mm.
    Lascerei perdere anche lo Shift. Io lo uso con soddisfazione su QST106 e ci faccio gite fino 1000-1200m. Ma pesano 850g contro i 350 di un Rider12 e spostano in avanti il punto "di camminata" di un buon 15mm allungando la coda (ovvero, le inversioni sono un po' piú impegnative).

    Sci:
    Facile. 90-95mm al centro, lunghi 180cm, con la possibilitá di scendere a -5cm se poco rokerati, o salire a +5m se piú "freeride" come profilo. Peso attorno 1.5kg.

    Quindi i papabili sono i soliti noti: Salomon MTN95, Black Crows Camox freebird, Kaestle TX93, Scott Scrapper 95, tra quelli con vocazione piú free, Blizzard ZeroG 95, Atomic Backland 95 ,K2 WB96, Scott Superguide 95 i piú alpinistici.

    Inizia col comprare lo scarpone. Senza quello non puoi nemmeno noleggiare.
    Da profano ti chiedo. che livello di sicurezza hanno gli attichi pin?

  20. #15

    Predefinito

    Scarso.
    Inutile girarci intorno, la qualitá dello sgancio di un attacco da pista é un'altra cosa. Fanno eccezione il dynafit radical turn (col puntale rotante), lo shift (ma praticamente é un attacco da pista), il tecton (che ha lo sgancio laterale sul puntale).

    Tutti gli altri attacchi a pin, con la torretta girevole, hanno uno sgancio meno efficace.
    Ma installandoli correttamente e regolandoli correttamente, la situazione non é cosí terribile.

    Un attacco a pin soffre particolarmente in caso di cadute a bassa velocitá e con nevi pesanti o, peggio, la classica crosta infame con neve pesante sotto. In quel caso lo sgancio é problematico.

    Un principiante, dato che tenderá a viaggiare a bassa andatura, dovrebbe avere l'accortezza di regolare gli attacchi "morbidi" e chiuderli progressivamente se incorre in sganci indesiderati. Tanto, un principiante, non andrá mai a cacciarsi in quelle "esposizioni" in cui "se perdo uno sci muoio".

    E se avete un amico "in discesa la levetta va tirata su", toglieteli il saluto.


    Una cosa interessante:
    uno studio dell'Universitá di Monaco ha confrontato lo schema "attacco alpino" (sgancio laterale sul puntale, sgancio frontale sulla talloniera) e lo schema "a pin" (sgancio laterale con torretta girevole, frontale in talloniera).

    Risultato: con lo schema "alpino" l'infortunio piú probabile é il legamento crociato,con lo schema "skialp" la frattura di tibia e perone.

  21. Lo skifoso Matteo Harlock ha 8 Skife:


Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •