Pagina 157 di 167 PrimoPrimo ... 57107147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167 UltimoUltimo
Mostra risultati da 2341 a 2355 di 2492

Discussione: I responsabili

  1. #2341

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    ottimo..quindi tutti i capi europei,i ministri europei che hanno optato per le chiusure sono stalinisti.
    Non mi risulta però che ci siano governi marxisti-stalinisti in tutta europa ma governi perlopiù centristi o di centodestra
    Ma li avrà infettati di stalinismo speranza
    La retorica della mancata paga con me non attacca..io fossi alla fame la prima persona che bastonerei non è il ministro (o meglio il governo) che chiude ma il primo che vedo assembrato con la maschera al collo che diffonde il virus ed obbliga alle chiusure
    E se mi risponde che le regole non servono se è il primo a disapplicarle lo bastonerei 2 volte.
    In cina 3 mesi di chiusura,regole rispettate prima e dopo,ora vita normale da un pezzo e 2 casi di covid di importazione..speranza è la scusa del fallimento di popolo, se una certa parte (perché parte l'ha fatto) del popolo italiano si fosse comportato con maturità speranza sarebbe disocupato al ministero a giocare a freccette da un bel po' di mesi e i membri del cts sarebbe a divertirsi alla bocciofila già da un pezzo
    Per me ci sono tanti italiani fessi e menefreghisti con la maschera di furbi che poi se la prendono con chi deve purtroppo disciplinare indistintamente per tutti le conseguenze dei loro comportamenti
    qualcosa da leggere sull'inefficacia delle chiusure:

    https://www.who.int/bulletin/volumes...-265892-ab/en/




    https://academic.oup.com/cesifo/adva...fab003/6199605




    https://inproportion2.talkigy.com/do...021-01-15.html

    https://www.jclinepi.com/article/S08...087-1/fulltext

    https://www.bmj.com/content/373/bmj.n861/rr

    https://www.quotidiano.net/cronaca/c...ario-1.5565251

    sui tamponi niente da dire?

    - - - Updated - - -

    Nelle decisioni oltre a Speranza, ricordiamo qualcosa dal suo libro ritirato:

    .. oltre al fatto che "questa pandemia sarà occasione per cambiare la società [cit.Speranza lo stalinista]

    Nel dare indicazioni a Speranza ci sono il CTS e la cabina di regia formata da questi:

  2. #2342

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierpa Vedi messaggio
    qualcosa da leggere sull'inefficacia delle chiusure:

    https://www.who.int/bulletin/volumes...-265892-ab/en/




    https://academic.oup.com/cesifo/adva...fab003/6199605




    https://inproportion2.talkigy.com/do...021-01-15.html

    https://www.jclinepi.com/article/S08...087-1/fulltext

    https://www.bmj.com/content/373/bmj.n861/rr

    https://www.quotidiano.net/cronaca/c...ario-1.5565251

    sui tamponi niente da dire?

    - - - Updated - - -

    Nelle decisioni oltre a Speranza, ricordiamo qualcosa dal suo libro ritirato:

    .. oltre al fatto che "questa pandemia sarà occasione per cambiare la società [cit.Speranza lo stalinista]

    Nel dare indicazioni a Speranza ci sono il CTS e la cabina di regia formata da questi:
    mi fornisci gentilmente i curriculum di tutti i partecipanti al cts? così verifichiamo l'appartenenza a partiti stalinisti e in che percentuale..quanto a speranza se personalmente soffre gli assembramenti ma saranno caxxi suoi..ti dirò anche io ma non c'entra..che la pandemia fosse una occasione per cambiare la società nel senso di responsabilizzarla un minimo al bene comune si sarebbe stato bello ma purtroppo molti si sono mostrati per quello che sono,,interessati solo a far di testa mia con la conseguenza che il virus continua da un anno e passa..quanto all'inefficacia delle misure io sono sempre per appliacarle in un regime che le fa rispettare sul serio..la cina mostra i risultati del distanziamento fatto senza se e senza ma e con il popolo che si attiene alle misure chi più,chi meno volontariamente..è un sistema sbagliato per il mondo individualista e menefreghista occidentale o è il covid che ha messo a nudo come diceva speranza quanto sia sbagliato l'approccio individualista e menefreghista di fronte ad una minaccia per la collettività?
    Invece che dai nostri comportamenti abbiamo rimesso la soluzione del problema unicamente alla realizzazione di un vaccino..senza il quale avremmo avuto la scelta tra chiudere ancora o sacrificare una generazione perché le altre non sono in grado di tenere comportamenti respsonsabili rispetto alle forme classiche del divertimento e del movimento,,vedi un po' tu se il problema è speranza.
    I governi (e non speranza) chiudono in base ai dati..gran parte di quei dati riflettono i nostri comportamenti..se la famigliola di fronte a casa mia fa festicciole private illegali senza mascherine quei dati salgono e con esse le chiusure intese come restrizioni alla vita sociale anzitutto..per poi estendersi alle restrizioni economiche..perché se il capofamiglia di quella bella famigliola è un ristoratore domani al suo ristorante ci sarà un bel focolaio..lo dovranno chiudere..e se i suoi figli vanno in un altro ristorante dovranno chiudere anche quello per un altro focolaio..e poi arriverà la chiusura dei ristoranti come ambienti contagiosi,,vedi tutto torna..comportamento causa e chiusura effetto..e l'effetto poi dato che deve essere rapido non può fare prigionieri e vagliare cosa è 100% giusto o sbagliato per ogni caso e attività.
    Il comportamento causa è generale e generico oltre che difficilmente distinguibile ,la chiusura effetto sarà pure altrettanto generale e generica e poco selettiva..la quantià e la qualità dei comportamenti influenza quantità e qualità di restrizione e chiusure..più comportamenti quantitativamente sbagliati poni in essere e più indiscriminate saranno le chiusure..non è difficile capirlo..finchè devi pescare un pesce puoi usare una canna,se ne devi catturare tanti cominci con la pesca a strascico indiscriminata e relativi danni collaterali anche per le specie che potresti lasciare in acqua
    Vedevo che certa stampa ora addossa a speranza anche le lentezze del piano vaccinale odierno..io mi ricordavo che la responsabilità del piano è stata rimessa al generalissimo ma chissà,forse mi sbaglio..l'altro giorno mi è caduta la forchetta per terra..piove speranza ladro.
    Ultima modifica di missouri; 13-04-2021 alle 05:56 PM.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #2343

    Predefinito

    Era il 2 marzo e qualcuno diceva:

    Citazione Originariamente scritto da Gabrielectric Vedi messaggio
    la fai un pò facile...mi domando cosa voti (facile da capire)
    https://www.ilpost.it/2020/07/25/att...a-coronavirus/

    per la cronaca, Arcuri sarà un imbecille ma NON è indagato (è parte lesa)
    Arcuri non è un imbecille ed è indagato. È passato da parte lesa a parte lessa in poco tempo! L'unica cosa che gli è riuscita velocemente, a quanto pare...

  5. #2344

    Predefinito

    Missouri, mi dispiace ma non sono la tua segretaria :, quindi i cv cercateli.
    Invece mi chiedo come mai hai preso il COVID nonostante tutta questa tua propensione alle chiusure e il rispetto delle regole.
    Poi dici che sono 40 giorni circa che sei in clausura e non ti poni neanche una domanda sull’efficacia dei tamponi?

  6. #2345

  7. #2346

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierpa Vedi messaggio
    Missouri, mi dispiace ma non sono la tua segretaria :, quindi i cv cercateli.
    Invece mi chiedo come mai hai preso il COVID nonostante tutta questa tua propensione alle chiusure e il rispetto delle regole.
    Poi dici che sono 40 giorni circa che sei in clausura e non ti poni neanche una domanda sull’efficacia dei tamponi?
    L'hai tirato tu in ballo il cts non so perché..se non hai documentazione che conforti le tue tesi staliniste circa le fonti delle restrizioni lascia perdere la prossima volta
    Io non ho preso il covid..me l'ha portato in casa mia moglie perché c'è stato un focolaio all'asilo portato da un paio di simpatiche colleghe che non hanno resistito all'idea di fare karaoke e pranzi senza protezioni in piena variante inglese..purtroppo all'asilo a mangiare li hanno costretti in un unico ambiente per mancanza di spazi e dato che a mangiare non hanno la maschera ecco i risultati..le colleghe asintomatiche lo hanno passato a tutti...poi ci s chiede perché tengono chiusi i ristoranti
    Quanto ai 50 giorni di chiusura non c'entra l'efficacia dei tamponi..si tratta del famoso caso dei positivi di lungo termine,soggetti il cui sistema immunitario impiega molto tempo nell'eliminare il virus

    - - - Updated - - -

    bloccato johnson e johnson in america per 6 cause di coaguli in donne,una è morta..rinvio delle dosi in europa.ferme a pratica di mare le dosi italiane..
    Figliuolo aveva detto punto tutto su johnson e johnson per la velocizzazione del piano vaccinale..detto fatto..se l'è tirata

    Andrea Crisanti dell'Università di Padova a Fanpage.it su vaccini e riaperture: “È inevitabile che l’uso delle dosi di Johnson&Johnson verranno limitate a determinate fasce d’età, come AstraZeneca, ma il governo deve rimodulare subito il piano vaccinale. Riaperture? Chi ne parla non si rende conto della situazione. Bisogna guardare al numero di vaccinati e delle persone infette. Qualsiasi altra valutazione è dettata dall’ignoranza”.

    Se draghi a rimodulare il piano ci mette il tempo che ci ha messo per rimodulare l'uso di atrazeneca buonanotte ai suonatori..con AstraZeneca abbiamo scontato un mese di ritardi,vediamo quanto ci mettiamo a capire come usare il suo gemello che da gli stessi problemi e intanto valutare se puntare anche su altro..perché se sarà anch'esso solo over 60 ci ritroveremo facilmente con dosi di Pfizer e Moderna insufficienti per coprire le altre categorie dato che parte le dovremo usare per richiamare i giovani che abbiamo vaccinato inizialmente con AstraZeneca..abbiamo fatto un vero capolavoro vaccinale,immagino già il nuovo casino a livello regionale


    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Edo Vedi messaggio
    Per rispondere a missouri necessito della tastiera fisica del computer.....
    te ne vendo una tranquillo..ne ho 2...non dirmi che ti serve la tastiera per dirmi che hai deciso di venire a sciare in polonia con me il prox anno..

    - - - Updated - - -

    Intanto altro extradeficit per coprire 2 mesi..30 miliarid prima,40 adesso siamo a 70 miliardi di scostamento

    https://www.ansa.it/sito/notizie/eco...d3376caf4.html

    Verso scostamento da circa 40 miliardi, ristori per altri 2 mesi da distribuire sempre a pioggia a tutti per cercare un po' di consenso..fortuna che si è invocato draghi per evitare che il m5s disperdesse le risorse qua e là...anche questi distribuiti un po' a tutti chissà che impatto che avranno
    Ultima modifica di missouri; 13-04-2021 alle 09:47 PM.

  8. #2347

    Predefinito

    Ma non è che il governo Draghi sarebbe il frutto di un golpe ordito dai poteri occulti per punire Conte?

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #2348

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da picchio Vedi messaggio
    Ma non è che il governo Draghi sarebbe il frutto di un golpe ordito dai poteri occulti per punire Conte?
    Mica tanto occulti,i mandanti e i sicari sono noti
    Ora però visto che mi accusano di dare troppo addosso a draghi ( ma che dicerie...) per qualche giorno in attesa di nuove inefficienze e nuova linfa mi dedicherò a 2 grossi impegni che mi aspettano
    -devo mettere su disco le foto degli ultimi diciamo 3 anni...un malloppo misto estate/inverno/mare anche se poi con il freddo io non è che in inverno fotografi poi tanto se non ci sono panorami particolari
    E questo mi prenderà almeno qualche giorno da ingannare la quarantena
    -devo sistemare dei protettivi anticane alla recinzione in legno del giardino
    Nel frattempo tenetemi in caldo il migliore mentre tra un lavoro e l'altro cercherò per farvi felici materiale infamante su conte per ..pare che sui pantaloni avesse una grossa macchia di sugo non presente nella dichiarazione dei redditi
    Ho pronto anche un dossier segreto contro speranza..pare che da piccolo la mamma lo rinchiudesse nello stanzino e da allora abbia per vendetta il piacere delle chiusure
    Su arcuri invece non c'è niente da aggiungere perché ha fatto tutto da solo facendosi gabbare e comprando un bel po' di maschere cinesi contraffatte nell'idoneità a caro prezzo..preso atto che per me è un pirla se poi le indagini dovessero dimostrare che è un furfante non sarò certo io a spargere lacrime
    Ps.. aspetto che il generalissimo arrivi alle 500000 mila vaccinazioni giornaliere che ha promesso (..non so come farà visto che aveva puntato tutto sul monodose che ora si trova bloccato e sarà come AstraZeneca dato solo a certe fasce)...ma anche in condizioni normali non ce l'avrebbe mai fatta comunque dato che oggi gira ancora alla metà...il temine sarebbe scaduto a giorni (
    AGI - "L'obiettivo è di arrivare a 500mila vaccini al giorno dalla terza settimana di aprile",,citazione del geberalissimo) e quidni anche il monodose nulla avrebbe potuto per rispettare la promessa
    A me ricorda tanto il spezzeremo le reni alla grecia tra un mese,,anzi no tra 2...se avremo abbastanza cannoni...se no è colpa della pioggia e del fango dell'epiro
    Mandatemi un segnale sonoro quando ci arriviamo che così capisco che sto governo di mediocr..pardon di migliori..finalmente si è svegliato..gli daremo una medaglia tutta nuova fiammante da aggiungere alle mille che ha già sul petto per essere arrivato a quella quota un mese dopo i giri veloci di francia e germania e per essere arriivato sempre in quel gran premio dopo la prima metà di corsa doppiato a due giri dalla gb
    Edo l'offerta della tastiera è sempre valida..... aggiungo in offerta il manuale cinese sul lockdown e le restrizioni che da loro funzionano eccome semplicemente perché fanno sul serio e tutti vi sia attengono pena calci in culo al primo le regole non servono..il covid di fatto non c'è più da un pezzo se non come virus non circolante a smentire tutte le caxxate di discorsi che girano in italia
    Ultima modifica di missouri; 14-04-2021 alle 12:09 AM.

  11. #2349

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    te ne vendo una tranquillo..ne ho 2...non dirmi che ti serve la tastiera per dirmi che hai deciso di venire a sciare in polonia con me il prox anno..
    Il grosso non era in Repubblica Ceca? Vedremo se sono avanzati soldi e non li ho spesi tutti in Svizzera; altrimenti andiamo a scrocco dell'Eccellenza: lo ritengo il giusto scambio per rinunciare alla mia sacra riservatezza

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    i temi complessi non sono sintetizzabili in slogan
    Su questo aspetto hai perfettamente ragione, capita lo stesso per le mie fotocronache (e per i miei deliri ossessivi, ovviamente).

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    e non parlo di edo..la tecnica dell'ignora, dello sminuimento e del puntiglio con me non attacca..specie in politica
    Devo innanzitutto premettere, visto che mi hai chiamato in causa, che io sono quanto di più lontano ci sia dall'idolatria di qualsivoglia personaggio. Posso assicurare, ma non dimostrare, che in vita mia non ho mai avuto idoli di sorta, né quando andavo alle elementari con il cantante o l'attore preferito né tantomeno in politica, argomento che non è assolutamente una mia ossessione. Ritengo tra l'altro che la politica italiana sia un disastro su tutti i fronti e la pressoché totalità dei politici (perlomeno di quelli noti, ma sospetto che nel sistema italiano uno serio, posato, coerente, sobrio, con poco ego e con i piedi per terra, consapevole di sé e degli altri, che rifiuta gli slogan e le soluzioni facili ai problemi complessi, molto difficilmente riesce ad emergere perché per farlo il sistema stesso obbliga a diventare un "buffone", ruolo che uno con le caratteristiche succitate non può impersonare proprio perché non gli appartengono) li ritengo impresentabili, o perlomeno non mi ispirano nessuna fiducia. Ma d'altronde sono lo specchio di un popolo nel quale non mi rifletto e di un paese nel quale non mi trovo particolarmente a mio agio a vivere (sebbene la mia percezione, da alcuni definita pessimistica non mi faccia percepire nessun luogo al mondo come quello per me ideale per trasferirmici, tanto più se non ci sono nato e se ci andassi da ospite).

    Per quanto riguarda i punti salienti che hai citato in precedenza, ritengo la gestione della pandemia italiana un totale disastro su tutti i fronti sicché non vedo risultati di rilievo che si possano portare come esempio virtuoso: non sono migliori a livello di contagi rispetto a paesi simili, la salute mentale (e per me uno che gira con la mascherina FPP2 da solo sulla pista ciclabile qualche problema ce l'ha) è stata gravemente per una buona parte della popolazione ed il sistema legislativo, assieme ad una babele di regole, talvolta assurde, talvolta contradditorie, talvolta solo sulla carta e talvolta irrispettabili, mette a dura prova la tenuta di chi tenta di essere razionale, ma soprattutto di chi si informa su come vengono gestite le cose dalle altre parti (ed in merito a questo, ho sempre affermato che a mio avviso non c'è assolutamente nessuno senza macchia e che si è comportato in modo virtuoso; certi paesi inizialmente sono partiti meglio a livello di coerenza legislativa ma poi si sono persi per strada, altri come i paesi scandinavi ad esempio - ad esclusione della Svezia che ha sempre seguito coerentemente il suo contestato modo di procedere - hanno avuto un andamento schizofrenico, verificabile da me personalmente la scorsa estate quando da un giorno all'altro non si capiva nemmeno se si poteva accederci o no perché le regole cambiavano in continuazione).

    Il signor Mario Draghi non ispira in me alcun sentimento né di adulazione né di repulsione. Non so se sia in grado di ricoprire questo ruolo in questo momento, se sia competente. Lo reputo però molto più presentabile rispetto alla quasi totalità degli altri personaggi che potrebbero in questo momento sedere al suo posto, si dice che nel suo ruolo precedente sia stato un "gigante" e che abbia tra l'altro salvato il culo al paese in più situazioni critiche; io nella mia ignoranza in materia non ho modo di verificare se ciò sia veritiero o no, ma prendo per buono ciò che ho letto e che mi convince di più, cercando di non cadere nella trappola del bias di conferma, che è sempre in agguato ed è molto difficile da evitare. Penso ad esempio che uno di tale "caratura" abbia dovuto assumere una certa quantità di cannabis prima di poter leggere in pubblico, nel momento che si è insediato, la conferma di persone come Giggino, Brunetta, Gelmini e non ultimo l'innominabile portatore di dispeazione (verso il quale mi sono fatto l'idea che non nutra una particolare simpatia) a ministri della Repubblica, quale che sia la sua reale competenza per svolgere il suo attuale ruolo, che è parzialmente inedito viste le circostanze straordinarie.

    Per quanto riguarda il signor Conte, prima di marzo dello scorso anno, lo reputavo anch'egli discretamente presentabile, visto lo standard al quale ci si era abituati nel passato, a volte sentivo addirittura delle sedute di radio rai parlamento e non mi irritava particolarmente sentirlo parlare. Ho sempre considerato con un certo sospetto l'affermazione a riguardo allo pseudo santo al quale era votato, ma ero passato subito oltre. Con il venire della crisi però l'ego che è cresciuto in maniera esponenziale con la lunghezza dei suoi discorsi di aria fritta con cadenza sempre più ravvicinata tra di loro me l'hanno reso sempre più insopportabile e dopo quasi un anno non ho potuto che accogliere con un momento di allegria il suo abbandono della "poltrona", seppure non avessi la benché minima speranza di un cambiamento sostanziale, tanto meno in poco tempo perché non è che cambiando una pedina si cambia il sistema, e questa è a mio avviso anche una caratteristica di una democrazia (tanto più pachidermica come quella nazionale), o perlomeno di quel che ne resta.

    Sull'innominabile ministro della salute non ho la forza in questo momento di produrre un discorso di senso compiuto. Mi basta ricordare che, in estate mentre mi trovavo all'estero e si viveva collettivamente alla "volemose bene" (più all'estero che in Italia, ed è più che comprensibile dopo ciò che tutto il mondo aveva passato in primavera, e a parer mio confermo per l'ennesima volta che ho notato che quasi nessun cittadino al mondo ha vissuto le restrizioni con piacere e con giudizio ed è un comportamento umanamente diffuso e condiviso il cercare di aggirarle non appena se ne ha la possibilità) leggevo spesso suoi discorsi deliranti e mi partiva un impeto di rabbia. Si vede che stava per la prima volta prendendo in mano qualche dato che mostrava una risalita della curva del contagio ed era andato in paranoia, ma nello stesso momento non stava scrivendo il famoso libro? Probabilmente a questo punto ne aveva quasi terminato la stesura; infatti poco dopo sono cominciate le accuse ai vacanzieri che andavano all'estero, la richiesta di test per il rientro da certi paesi (tra i quali la Grecia che era in quel momento uno dei paesi con meno casi in Europa), da quel momento è anche iniziata la lenta ed inesorabile trasformazione dei media nazionali in una comunicazione da regime autoritario e l'impazzimento generale di tutto il sistema. A metà ottobre con l'istituzione dell'obbligo della mascherina all'aperto, in un paese nel quale le mascherine al chiuso venivano già utilizzate sempre dal 99,9% se non proprio dal 100% delle persone, del coprifuoco notturno (che è in vigore ancora adesso e che già si parla di prorogarlo oltre maggio, che mediaticamente non interessa quasi più a nessuno come se fosse diventata la normalità quando si tratta a mio avviso di un provvedimento che limita gravemente una delle libertà fondamentali del cittadino, che viene utilizzato nel mondo solamente in caso di conflitti armati nella quasi totalità dei casi e che tra l'altro è del tutto inutile al contenimento del contagio) e delle zone colorate che sono anch'esse diventate la normalità la mia disistima si è trasformata gradualmente in odio, che è un sentimento che anch'esso non mi è mai veramente appartenuto e che ho spesso sostituito con l'indifferenza quando è possibile, ma con delle limitazioni alle quali non si vede né tantomeno è prevista una fine e che tengono un cittadino che non avrebbe alcuna intenzione di andare a tenere comportamenti sconsiderati per il solo gusto di farlo in uno stato di semi prigionia, o lo costringono all'illegalità, questa pacatezza d'animo non riesco più ad esercitarla.

    C'erano troppe cose alle quali dovevo rispondere e non riesco in questo momento a fare un riassunto; concludo scrivendo che le tue affermazioni sulla Cina e la tua idolatria di quel sistema mi fanno orrore, ma fa anche parte di questo più che imperfetto sistema di gestione sociale il fatto che tu le possa esprimere. Tuttavia, per quanto riguarda il Covid, paesi con sistemi di governo ben più autoritari dell'Italia hanno gestito l'emergenza in modo molto meno autoritario, sarà per mancanza di cure e di sistemi sanitari adeguati, per una velata o meno velata volontà di fare fuori le persone più deboli o più anziane, o per mentalità differente (quella russa già in uno stato di normalità non è paragonabile a quella non di un italiano ma di un europeo in generale, sebbene tra Italia e Russia ci siano molti punti in comune sotto altri aspetti) , ma io avrei fatto volentieri cambio con loro in certe occasioni, tanto più che non vedo da noi una situazione particolarmente rosea e tranquill: anche se sono circondato da cittadini con la faccia coperta anche con trenta gradi sotto il sole (i bambini mi fanno veramente tristezza) e non posso (non potrei) andare nel paese vicino (presumibilmente per non portare il Covid in giro), il rischio di infettarmi è simile se non maggiore che in altri paesi dove queste cose non accadono e dove si vive in modo molto più tranquillo e rilassato.

    Infine il melodramma all'italiana (i canti dai balconi, gli striscioni andrà tutto bene non li ho affatto dimenticati) mi provoca conati di vomito ed emicrania. Hai fatto l'esempio del benzinaio sotto casa tua. Non lo venire a dire a me: il Covid c'è, che si può fare? Niente. C'è e non si sa per quanto, non si sa nemmeno se sparirà, in parecchi dicono di no e parzialmente lo credo anch'io, ma proprio perché non c'è una scadenza per me non ha senso chiudersi in casa ed aspettare ad oltranza la venuta di non si sa chi. Io per rischiare di morire di inedia, di depressione e di disperazione economica preferisco prendermi qualche rischio e continuare a vivere, nei limiti di alcune ragionevoli restrizioni (che se il Covid non se ne andrà, è già difficile per me capire come possano diventare ordinarie negli anni a venire) tanto la vita è già un rischio in sé e per tutti termina dentro ad una bara, solo che in questa parte ricca del mondo temo che tanta gente se ne fosse dimenticata. Sono conscio anche che tanta di questa gente una volta che aprono due centri commerciali e la pizzeria dietro casa ritorna pienamente a fare la vita che ha sempre fatto, ma se continuasse così all'infinito c'è il rischio che a livello di portafoglio anch'essi prima o poi se ne accorgano che c'è qualcosa che non va, ed affermo questo da sincero detrattore del capitalismo sfrenato e della crescita infinita (in un sistema finito, il che equivale con una certezza pressoché matematica all'andare prima o poi verso un punto di rottura, probabilmente doloroso).


    Ah, trovo la tua situazione di prigionia drammatica, ed è la cosa che più mi terrorizza dell'ammalarmi, più della malattia stessa perché so bene che c'è qualche sfortunato che ci mette dei mesi a negativizzarsi sebbene abbia avuto magari una settimana sola di malessere più o meno forte. Nella mia ignoranza in materia (perché fortunatamente non ha riguardato né me personalmente né diretti conoscenti) pensavo che la cosa fosse stata risolta con la "libertà" dopo ventun giorni o quanti erano (che già sono tanti da passare in reclusione) senza sintomi, ma se così non è è pura follia a mio avviso, che rischia di creare danni psicologici ben più gravi di quelli eventualmente causati dal Covid se preso in una forma benigna: penso che potrebbe portare anche al tentato suicidio in casi estremi; ricordo di una povera crista che era stata reclusa da giugno a fine settembre perché risultava sempre positiva ai tamponi che le facevano, sebbene fosse in piena forma da mesi.
    Ultima modifica di Edo; 14-04-2021 alle 02:05 AM.

  12. #2350

    Predefinito

    Se la caduta dell’avvocaticchio é colpa dei “poteri forti”



    quanto adoro i “poteri forti” ! ! !

    Comunque, al di la di manchevolezze attuali, la grande responsabilitá delle (presunte) lentezze attuali sui vaccini sono, in grande parte, di
    chi ho pensato alle “primule” da 300.000 euro cadauna invece di pensare all’ approvvigionamento dei vaccini (fermo restando l’ennesima
    disastrosa incompetenza dei burocrati UE)
    In ogni caso siamo passati dalle 100.000 somministrazioni di un mese e mezzo fa a 300.000 . . . (e senza primule)

  13. #2351

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da wow Vedi messaggio
    di
    chi ho pensato alle “primule” da 300.000 euro cadauna
    Quando ho scritto melodramma all'italiana..... Se non fosse una cosa reale sarebbe anche fantasiosa e divertente.

  14. #2352

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da wow Vedi messaggio
    Se la caduta dell’avvocaticchio é colpa dei “poteri forti”



    quanto adoro i “poteri forti” ! ! !

    Comunque, al di la di manchevolezze attuali, la grande responsabilitá delle (presunte) lentezze attuali sui vaccini sono, in grande parte, di
    chi ho pensato alle “primule” da 300.000 euro cadauna invece di pensare all’ approvvigionamento dei vaccini (fermo restando l’ennesima
    disastrosa incompetenza dei burocrati UE)
    In ogni caso siamo passati dalle 100.000 somministrazioni di un mese e mezzo fa a 300.000 . . . (e senza primule)
    La caduta di conte ha avuto come mandanti i soliti 4-5 potentati economici italiani che con conte e il m5s rischiavano di non avere il controllo dei soldi del recovery attraverso i partiti amici,il promotore della caduta è stato mattarella,il coordinatore draghi,il sicario renzi e i collaborazionisti l'ala renziana del pd che non ha consentito per ovvie ragioni al partito di poterlo difendere fino in fondo allineandosi alla posizione del m5s o conte o niente,,il pd non avendo tutti i numeri del partito sulla linea pro conte ha dovuto prendersi draghi trascinandosi a quel punto dietro anche il m5s per tenere ferma l'alleanza
    Il governo precedente non ha particolari responsabilità sull'approvvigionamento dato che l'acquisto dei vaccini non era trattabile a livello di singoli stati ma prevede l'acquisto da parte U.E.

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Edo Vedi messaggio
    Quando ho scritto melodramma all'italiana..... Se non fosse una cosa reale sarebbe anche fantasiosa e divertente.
    Ho letto il tuo lungo post (se lo scrivevo io mi avrebbero coperto di insulti per la lunghezza..beato te due pesi e due misure dato che non ti sei schierato troppo non ti sono saltati addosso con troppe righe,manca la virgola,ecc)
    Veramente non mi riferivo affatto a te se non per il discorso delle regole e non certo per avere una tua comparazione draghi-conte.
    Per me sono ambedue personaggi presentabili e seri,ognuno dei 2 con le sue pecche..draghi è un supponente poco loquace e conte un ambizioso che parla molto alla gente..mi piacerebbe tanto (ma non sarà mai possibile) vederli lavorare in coppia a capo di rispettivi partiti alleati con conte presidente dl consiglio e draghi ministro dell'economia nel suo pieno ruolo di competenza
    E così si sarebbero sfruttate appieno le qualità di entrambi.
    invece molto facile che tra un anno e mezzo il paese sia guidato da due impresentabili come salsiccio e fruttola..ma come ben dici giustamente riflettono tante parte del popolo che li elegge..slogan,urla e caciara

  15. #2353

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Edo Vedi messaggio
    Il grosso non era in Repubblica Ceca? Vedremo se sono avanzati soldi e non li ho spesi tutti in Svizzera; altrimenti andiamo a scrocco dell'Eccellenza: lo ritengo il giusto scambio per rinunciare alla mia sacra riservatezza

    - - - Updated - - -


    Su questo aspetto hai perfettamente ragione, capita lo stesso per le mie fotocronache (e per i miei deliri ossessivi, ovviamente).

    - - - Updated - - -



    Devo innanzitutto premettere, visto che mi hai chiamato in causa, che io sono quanto di più lontano ci sia dall'idolatria di qualsivoglia personaggio. Posso assicurare, ma non dimostrare, che in vita mia non ho mai avuto idoli di sorta, né quando andavo alle elementari con il cantante o l'attore preferito né tantomeno in politica, argomento che non è assolutamente una mia ossessione. Ritengo tra l'altro che la politica italiana sia un disastro su tutti i fronti e la pressoché totalità dei politici (perlomeno di quelli noti, ma sospetto che nel sistema italiano uno serio, posato, coerente, sobrio, con poco ego e con i piedi per terra, consapevole di sé e degli altri, che rifiuta gli slogan e le soluzioni facili ai problemi complessi, molto difficilmente riesce ad emergere perché per farlo il sistema stesso obbliga a diventare un "buffone", ruolo che uno con le caratteristiche succitate non può impersonare proprio perché non gli appartengono) li ritengo impresentabili, o perlomeno non mi ispirano nessuna fiducia. Ma d'altronde sono lo specchio di un popolo nel quale non mi rifletto e di un paese nel quale non mi trovo particolarmente a mio agio a vivere (sebbene la mia percezione, da alcuni definita pessimistica non mi faccia percepire nessun luogo al mondo come quello per me ideale per trasferirmici, tanto più se non ci sono nato e se ci andassi da ospite).

    Per quanto riguarda i punti salienti che hai citato in precedenza, ritengo la gestione della pandemia italiana un totale disastro su tutti i fronti sicché non vedo risultati di rilievo che si possano portare come esempio virtuoso: non sono migliori a livello di contagi rispetto a paesi simili, la salute mentale (e per me uno che gira con la mascherina FPP2 da solo sulla pista ciclabile qualche problema ce l'ha) è stata gravemente per una buona parte della popolazione ed il sistema legislativo, assieme ad una babele di regole, talvolta assurde, talvolta contradditorie, talvolta solo sulla carta e talvolta irrispettabili, mette a dura prova la tenuta di chi tenta di essere razionale, ma soprattutto di chi si informa su come vengono gestite le cose dalle altre parti (ed in merito a questo, ho sempre affermato che a mio avviso non c'è assolutamente nessuno senza macchia e che si è comportato in modo virtuoso; certi paesi inizialmente sono partiti meglio a livello di coerenza legislativa ma poi si sono persi per strada, altri come i paesi scandinavi ad esempio - ad esclusione della Svezia che ha sempre seguito coerentemente il suo contestato modo di procedere - hanno avuto un andamento schizofrenico, verificabile da me personalmente la scorsa estate quando da un giorno all'altro non si capiva nemmeno se si poteva accederci o no perché le regole cambiavano in continuazione).

    Il signor Mario Draghi non ispira in me alcun sentimento né di adulazione né di repulsione. Non so se sia in grado di ricoprire questo ruolo in questo momento, se sia competente. Lo reputo però molto più presentabile rispetto alla quasi totalità degli altri personaggi che potrebbero in questo momento sedere al suo posto, si dice che nel suo ruolo precedente sia stato un "gigante" e che abbia tra l'altro salvato il culo al paese in più situazioni critiche; io nella mia ignoranza in materia non ho modo di verificare se ciò sia veritiero o no, ma prendo per buono ciò che ho letto e che mi convince di più, cercando di non cadere nella trappola del bias di conferma, che è sempre in agguato ed è molto difficile da evitare. Penso ad esempio che uno di tale "caratura" abbia dovuto assumere una certa quantità di cannabis prima di poter leggere in pubblico, nel momento che si è insediato, la conferma di persone come Giggino, Brunetta, Gelmini e non ultimo l'innominabile portatore di dispeazione (verso il quale mi sono fatto l'idea che non nutra una particolare simpatia) a ministri della Repubblica, quale che sia la sua reale competenza per svolgere il suo attuale ruolo, che è parzialmente inedito viste le circostanze straordinarie.

    Per quanto riguarda il signor Conte, prima di marzo dello scorso anno, lo reputavo anch'egli discretamente presentabile, visto lo standard al quale ci si era abituati nel passato, a volte sentivo addirittura delle sedute di radio rai parlamento e non mi irritava particolarmente sentirlo parlare. Ho sempre considerato con un certo sospetto l'affermazione a riguardo allo pseudo santo al quale era votato, ma ero passato subito oltre. Con il venire della crisi però l'ego che è cresciuto in maniera esponenziale con la lunghezza dei suoi discorsi di aria fritta con cadenza sempre più ravvicinata tra di loro me l'hanno reso sempre più insopportabile e dopo quasi un anno non ho potuto che accogliere con un momento di allegria il suo abbandono della "poltrona", seppure non avessi la benché minima speranza di un cambiamento sostanziale, tanto meno in poco tempo perché non è che cambiando una pedina si cambia il sistema, e questa è a mio avviso anche una caratteristica di una democrazia (tanto più pachidermica come quella nazionale), o perlomeno di quel che ne resta.

    Sull'innominabile ministro della salute non ho la forza in questo momento di produrre un discorso di senso compiuto. Mi basta ricordare che, in estate mentre mi trovavo all'estero e si viveva collettivamente alla "volemose bene" (più all'estero che in Italia, ed è più che comprensibile dopo ciò che tutto il mondo aveva passato in primavera, e a parer mio confermo per l'ennesima volta che ho notato che quasi nessun cittadino al mondo ha vissuto le restrizioni con piacere e con giudizio ed è un comportamento umanamente diffuso e condiviso il cercare di aggirarle non appena se ne ha la possibilità) leggevo spesso suoi discorsi deliranti e mi partiva un impeto di rabbia. Si vede che stava per la prima volta prendendo in mano qualche dato che mostrava una risalita della curva del contagio ed era andato in paranoia, ma nello stesso momento non stava scrivendo il famoso libro? Probabilmente a questo punto ne aveva quasi terminato la stesura; infatti poco dopo sono cominciate le accuse ai vacanzieri che andavano all'estero, la richiesta di test per il rientro da certi paesi (tra i quali la Grecia che era in quel momento uno dei paesi con meno casi in Europa), da quel momento è anche iniziata la lenta ed inesorabile trasformazione dei media nazionali in una comunicazione da regime autoritario e l'impazzimento generale di tutto il sistema. A metà ottobre con l'istituzione dell'obbligo della mascherina all'aperto, in un paese nel quale le mascherine al chiuso venivano già utilizzate sempre dal 99,9% se non proprio dal 100% delle persone, del coprifuoco notturno (che è in vigore ancora adesso e che già si parla di prorogarlo oltre maggio, che mediaticamente non interessa quasi più a nessuno come se fosse diventata la normalità quando si tratta a mio avviso di un provvedimento che limita gravemente una delle libertà fondamentali del cittadino, che viene utilizzato nel mondo solamente in caso di conflitti armati nella quasi totalità dei casi e che tra l'altro è del tutto inutile al contenimento del contagio) e delle zone colorate che sono anch'esse diventate la normalità la mia disistima si è trasformata gradualmente in odio, che è un sentimento che anch'esso non mi è mai veramente appartenuto e che ho spesso sostituito con l'indifferenza quando è possibile, ma con delle limitazioni alle quali non si vede né tantomeno è prevista una fine e che tengono un cittadino che non avrebbe alcuna intenzione di andare a tenere comportamenti sconsiderati per il solo gusto di farlo in uno stato di semi prigionia, o lo costringono all'illegalità, questa pacatezza d'animo non riesco più ad esercitarla.

    C'erano troppe cose alle quali dovevo rispondere e non riesco in questo momento a fare un riassunto; concludo scrivendo che le tue affermazioni sulla Cina e la tua idolatria di quel sistema mi fanno orrore, ma fa anche parte di questo più che imperfetto sistema di gestione sociale il fatto che tu le possa esprimere. Tuttavia, per quanto riguarda il Covid, paesi con sistemi di governo ben più autoritari dell'Italia hanno gestito l'emergenza in modo molto meno autoritario, sarà per mancanza di cure e di sistemi sanitari adeguati, per una velata o meno velata volontà di fare fuori le persone più deboli o più anziane, o per mentalità differente (quella russa già in uno stato di normalità non è paragonabile a quella non di un italiano ma di un europeo in generale, sebbene tra Italia e Russia ci siano molti punti in comune sotto altri aspetti) , ma io avrei fatto volentieri cambio con loro in certe occasioni, tanto più che non vedo da noi una situazione particolarmente rosea e tranquill: anche se sono circondato da cittadini con la faccia coperta anche con trenta gradi sotto il sole (i bambini mi fanno veramente tristezza) e non posso (non potrei) andare nel paese vicino (presumibilmente per non portare il Covid in giro), il rischio di infettarmi è simile se non maggiore che in altri paesi dove queste cose non accadono e dove si vive in modo molto più tranquillo e rilassato.

    Infine il melodramma all'italiana (i canti dai balconi, gli striscioni andrà tutto bene non li ho affatto dimenticati) mi provoca conati di vomito ed emicrania. Hai fatto l'esempio del benzinaio sotto casa tua. Non lo venire a dire a me: il Covid c'è, che si può fare? Niente. C'è e non si sa per quanto, non si sa nemmeno se sparirà, in parecchi dicono di no e parzialmente lo credo anch'io, ma proprio perché non c'è una scadenza per me non ha senso chiudersi in casa ed aspettare ad oltranza la venuta di non si sa chi. Io per rischiare di morire di inedia, di depressione e di disperazione economica preferisco prendermi qualche rischio e continuare a vivere, nei limiti di alcune ragionevoli restrizioni (che se il Covid non se ne andrà, è già difficile per me capire come possano diventare ordinarie negli anni a venire) tanto la vita è già un rischio in sé e per tutti termina dentro ad una bara, solo che in questa parte ricca del mondo temo che tanta gente se ne fosse dimenticata. Sono conscio anche che tanta di questa gente una volta che aprono due centri commerciali e la pizzeria dietro casa ritorna pienamente a fare la vita che ha sempre fatto, ma se continuasse così all'infinito c'è il rischio che a livello di portafoglio anch'essi prima o poi se ne accorgano che c'è qualcosa che non va, ed affermo questo da sincero detrattore del capitalismo sfrenato e della crescita infinita (in un sistema finito, il che equivale con una certezza pressoché matematica all'andare prima o poi verso un punto di rottura, probabilmente doloroso).


    Ah, trovo la tua situazione di prigionia drammatica, ed è la cosa che più mi terrorizza dell'ammalarmi, più della malattia stessa perché so bene che c'è qualche sfortunato che ci mette dei mesi a negativizzarsi sebbene abbia avuto magari una settimana sola di malessere più o meno forte. Nella mia ignoranza in materia (perché fortunatamente non ha riguardato né me personalmente né diretti conoscenti) pensavo che la cosa fosse stata risolta con la "libertà" dopo ventun giorni o quanti erano (che già sono tanti da passare in reclusione) senza sintomi, ma se così non è è pura follia a mio avviso, che rischia di creare danni psicologici ben più gravi di quelli eventualmente causati dal Covid se preso in una forma benigna: penso che potrebbe portare anche al tentato suicidio in casi estremi; ricordo di una povera crista che era stata reclusa da giugno a fine settembre perché risultava sempre positiva ai tamponi che le facevano, sebbene fosse in piena forma da mesi.
    Bravissimo Edo bellissimo"articolo".Copiato da dove?
    Sei riuscito a raccontare in modo garbato ed elegante le disavventure vissute da noi Italiani in questi tremendi 12 mesi.Post lunghissimo ma gradevole da leggere.

  16. #2354

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da picchio Vedi messaggio
    Bravissimo Edo bellissimo"articolo".Copiato da dove?
    Sei riuscito a raccontare in modo garbato ed elegante le disavventure vissute da noi Italiani in questi tremendi 12 mesi.Post lunghissimo ma gradevole da leggere.
    Si bello..ma hai notato che manca una virgola e una parentesi? imperdonabile..
    Poi alla seconda riga anche i laureati che qui fanno fatica a leggere secondo me hanno ceduto..troppo complesso...senza i disegnini come si fa..

  17. #2355

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    Si bello..ma hai notato che manca una virgola e una parentesi? imperdonabile..
    Poi alla seconda riga anche i laureati che qui fanno fatica a leggere secondo me hanno ceduto..troppo complesso...senza i disegnini come si fa..
    Io ho apprezzato il contenuto.Mi sono piaciute le considerazioni di Edo che,nonostante qualche piccolo errore di punteggiatura,si è espresso in modo chiaro e gradevole.

Pagina 157 di 167 PrimoPrimo ... 57107147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •