Pagina 7 di 81 PrimoPrimo 123456789101112131415161757 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 91 a 105 di 1213

Discussione: Ci impediranno di andare a sciare in Svizzera?

  1. #91

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da testataecassa Vedi messaggio
    ci ha già pensato Repubblica a montare il caso così che gli indignados chiedano a gran voce i controlli in uscita con multe a gogò
    Se a qualcuno fosse sfuggito, linko il servizio di Repubblica Tv, che suppongo sia stato girato qualche giorno fa:

    https://video.repubblica.it/dossier/.../371922/372527

    Poco prima che i giornalisti varchino il confine con la Svizzera, si vede una palina chilometrica della statale del Sempione e quello che sorprende non è tanto la mancanza di controlli al confine (che per ora non hanno motivo d'esserci, se l'espatrio per turismo è al momento una valida autocertificazione), quanto che la vettura abbia potuto percorrere oltre 140 km in due regioni che erano rosse, senza mai incontrare un posto di blocco

    Chessò, mi sarei aspettato una pattuglia alla fine della Gravellona Toce, per fare un po' di filtro fra il traffico commerciale/lavorativo e quello per svago ...

    Immagino che le maglie dei controlli non saranno altrettanto larghe durante le vacanze natalizie, più che altro perchè i doganieri o la polizia dovranno quantomeno rilevare le generalità di chi rientra in Italia dalla CH, per comunicarle all'Ats per la quarantena.

    E quanta poca neve c'è sia a Zermatt paese che in quota!

    Buona serata a tutti!

  2. #92

    Predefinito

    Come tutte le discussioni del Forum riferite alla Svizzera il titolo dovrebbe essere:
    L'odio che proviamo per la Svizzera.
    Infatti non capisco perché qualcuno vorrebbe andare in Svizzera a sciare solo perché in Italia chiudono, meglio andare in Austria... su dai, tutti in Austria!!!!

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #93

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da corrado95 Vedi messaggio
    E’ incredibile quanto odio possa essere generato dall’invidia..
    Quest'incipit denota una vera miseria di pensiero. Tra l'altro di che cosa si dovrebbe essere invidiosi ? Che in Svizzera si scia e qui no ? Che in Svizzera ci si vorrebbe vivere e invece tocca stare in Italia ? Personalmente ho anche altre passioni oltre allo sci e quindi mi farò una ragione dello stop con la speranza di poter sciare più in là. Sono stato molti anni fa a Lugano e mi ha fatto un'ottima impressione, ma vivo bene anche in questo scalcagnato paese che è l'Italia. Siccome do sempre una seconda possibilità ho letto l'intero post, ma ho trovato le solite argomentazioni trite e ritrite:

    Citazione Originariamente scritto da corrado95 Vedi messaggio
    Ancora più ridicolo il discorso che siccome gli impianti sono chiusi in Italia allora bisogna chiuderli anche all’estero / impedire agli italiani di andare a sciare all’estero se la situazione epidemiologica tra le varie nazioni è simile, su che base andare nell’altra aumenterebbe i contagi?
    Allora apriamo anche da noi, è così semplice....

    Citazione Originariamente scritto da corrado95 Vedi messaggio
    Gli italiani che non scieranno cosa faranno nella loro settimana di vacanza? Magari un giro al centro commerciale?
    Tra sci e centro commerciale si spera che uno abbia anche una vita.

    Citazione Originariamente scritto da vendul Vedi messaggio
    meglio andare in Austria... su dai, tutti in Austria!!!!
    Seguo la cosa perchè mi tocca da vicino. Gli austriaci sono in ld fino al 6.12, poi bisogna vedere se aprono e soprattutto la questione del confine e del rientro in Italia: se l'Italia chiude i suoi impianti è improbabile che ci lascino andare a sciare all'estero. E comunque sul fatto del possibile contagio qualche pensiero ce l'avrei con tutta le gente che trovi sotto le feste, e proveniente da molti paesi.

  5. Lo skifoso apo ha 2 Skife:


  6. #94

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da daniered Vedi messaggio
    Se a qualcuno fosse sfuggito, linko il servizio di Repubblica Tv, che suppongo sia stato girato qualche giorno fa:

    https://video.repubblica.it/dossier/.../371922/372527

    Poco prima che i giornalisti varchino il confine con la Svizzera, si vede una palina chilometrica della statale del Sempione e quello che sorprende non è tanto la mancanza di controlli al confine (che per ora non hanno motivo d'esserci, se l'espatrio per turismo è al momento una valida autocertificazione), quanto che la vettura abbia potuto percorrere oltre 140 km in due regioni che erano rosse, senza mai incontrare un posto di blocco
    Le direttive nazionali alle forze dell'ordine sono state chiaramente "non rompete i cogli**ni" ... giustamente aggiungo io ... se poi si mettono pure i giornalisti a spaccare les pelotas ... mo questi si incazzano

  7. Lo skifoso teremar ha 3 Skife:


  8. #95

    Predefinito

    Bisognerebbe essere un po' piú distaccati e pacati.

    Se davvero le scelte in Svizzera fossero infelici ci sarebbero le rivolte, invece con varie sfumature il paese é unito e d'accordo con queste scelte.

    I danni di sto caxxo di virus sono di natura sanitaria, economica e psicofisica. Gli svizzeri hanno scelto di occuparsi di tutti e tre questi aspetti. Giusto? Sbagliato?

    Hanno in proporzione la metà dei morti italiani (5 volte meno della Lombardia), meno aziende stan saltando per aria, e la gente può vivere in maniera sufficientemente simile al modo in cui viveva prima del virus.

    Tutto questo vale i peggiori insulti?

    Relax. E comunque si scia male se non nevica. Cambierei comprensorio ma l'altro ha troppe funivie, meglio essere prudenti che non avere possibilità di scegliere di essere prudenti perché non si può fare una mazza delle attività tranquille che amiamo

  9. Lo skifoso pierr ha 2 Skife:


  10. #96

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierr Vedi messaggio
    Se davvero le scelte in Svizzera fossero infelici ci sarebbero le rivolte, invece con varie sfumature il paese é unito e d'accordo con queste scelte.
    Quindi il fatto che l'Italia chiude e che rivolte non ci siano vuol dire che gli italiani delle scelte del nostro governo si fidano ? Perchè delle due l'una: o siamo un popolo di senzapalle o forse pensiamo che la salute valga un po' di precauzione e qualche sacrificio. Senza polemica verso la Svizzera.

  11. Lo skifoso apo ha 2 Skife:


  12. #97

  13. Lo skifoso testataecassa ha 3 Skife:


  14. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  15. #98

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da testataecassa Vedi messaggio
    credo la prima +21 caratteri
    Io non credo . . .




    SONO SICURO ! ! !

    Ma piú che senzapalle direi “teleutonti”

  16. #99

  17. #100

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da apo Vedi messaggio
    Quindi il fatto che l'Italia chiude e che rivolte non ci siano vuol dire che gli italiani delle scelte del nostro governo si fidano ? Perchè delle due l'una: o siamo un popolo di senzapalle o forse pensiamo che la salute valga un po' di precauzione e qualche sacrificio. Senza polemica verso la Svizzera.
    In Svizzera c'è una dittatura. Decide chi produce, chi ha prodotto, chi produrrà, e chi vive della produzione degli altri. Il 97% della popolazione decide, e l'altro 3% si adegua.

    Penso che se ci fosse una dittatura di chi produce in Italia, al di là delle differenze culturali (calvinismo, liberalismo, individualismo) che ci sono e che qualche post fa sono state prese a sberleffi, le scelte non sarebbero troppo dissimili.

    Poi come ho spesso spiegato, i mezzi di comunicazione hanno un grosso ruolo. Qui ti dicono che l'attività all'aperto fa bene, anche lo sci, e poi dopo qualche altra notizia secondaria si parla di Covid e di come sta andando la sanità. C'è inoltre una grossa pax politica per cui il Covid esula da qualunque aspetto elettoralistico.

  18. Skife per pierr:

    wow

  19. #101
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Stöckli Laser SX - DPS Wailer 112 RP2 Pure3 - Elan Ibex Carbon 84 - BC Orb Freebird

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da apo Vedi messaggio
    Quindi il fatto che l'Italia chiude e che rivolte non ci siano vuol dire che gli italiani delle scelte del nostro governo si fidano ? Perchè delle due l'una: o siamo un popolo di senzapalle o forse pensiamo che la salute valga un po' di precauzione e qualche sacrificio. Senza polemica verso la Svizzera.
    C’è anche una sottigliezza politica: in Svizzera a livello federale non c’è l’opposizione...(si chiama politica della concordanza, in pratica ogni partito abbastanza grande è rappresentato nel Consiglio Federale, quindi, essendo una super Grosse Koalition, di opposizione vera non ce n’è). Questo rende certe decisioni ovviamente più rapide e pragmatiche. Più giuste? A ognuno la sua opinione. Io la mia la tengo per me.
    Non basta comunque a spiegare la presenza/mancanza di rivolte sociali. Ci sono soprattutto ragioni storiche, economiche ecc che spiegano perché in alcuni paesi basti una scintilla per le rivolte di piazza (una per tutti: Francia) e altri dove non se ne vedono mai (nazioni scandinave, Svizzera).

  20. Lo skifoso stefi74 ha 2 Skife:


  21. #102

    Predefinito

    se pensiamo a quanto è stato prodotto culturalmente e artisticamente in Italia, Francia, rispetto a questi paesi c'è un abisso....la dittatura impone dei limiti in questi campi?

  22. Lo skifoso Nuvola ha 2 Skife:


  23. #103

    Predefinito

    Francia e Italia hanno vinto 6 mondiali di calcio, la Svizzera nessuno, da buone merde che sono.

    Tu e chi ti mette il like siete malati di antisvizzerismo. Il problema è dentro di voi. È una malattia che conosco bene perchè ce l'ho in famiglia (padre sessantottino, teneva i soldi del movimento studentesco al politecnico di Torino) e la sto scardinando bene negli ultimi anni visto che ora che lavoro qui lui la frequenta (prima era solo pregiudizio).


    Ah non ti ho risposto sui continui referendum contro gli italiani che fanno in Ticino.

    Citazione Originariamente scritto da Nuvola Vedi messaggio
    Solo per questo non ci si dovrebbe andare, anche se non presenta nulla di illegale

    https://quifinanza.it/lavoro/video/r...aliani/416018/
    In Svizzera con 4000 euro al mese di stipendio non campi facilmente, in Italia con 3000 di stipendio campi discretamente. Ovviamente un imprenditore svizzero a parità di capacità preferirebbe pagare meno, e quindi se può tende ad assumere italiani piuttosto che svizzeri.

    Non c'è nessun razzismo se ai ticinesi questa cosa fa girare le palle. Vuoi lavorare in svizzera? Vieni, sei il benvenuto, ma pagati gli affitti svizzeri, paga le tasse qui, fai la spesa qui, cosi anche tu avrai bisogno di uno stipendio alto e non farai troppa concorrenza, assumeranno il più bravo e non chi costa meno. Come frontalieri si dovrebbero assumere solo le figure professionali difficili da trovare nel paese, ad esempio infermieri, muratori, etc. Sulle professioni in diretta concorrenza vincono gli italiani per il solo fattore salariale e questa cosa ai ticinesi non va più.

    Ma tu sei obnubilato dal pregiudizio che hai e non ti sei voluto nemmeno mettere a provare a comprendere il problema.

    Di Michelangelo in Italia non ne nascono più, nascono tanti Giuseppe Conte, peraltro grande amante dei prodotti svizzeri.

    Ieri in seggiovia chiacchierando col mio amico, mi ha raccontato che un suo amico ha letto su una rivista del settore orologiaio un servizio che mostrava come il nostro vanitoso Giuseppi è un grande e ricercato collezionista di vecchi e costosi orologi svizzeri. Quanta italianità in tutto questo....

    - - - Updated - - -

    https://www.corriere.it/cronache/20_...942ad8f1.shtml

    Svizzera e sci, gli italiani (pochi) a Saint Moritz. «Sciate da noi, siete i benvenuti»
    Impianti aperti oltreconfine. Dall’Italia arriva qualche famiglia con bambini: nessun controllo alla dogana. L’autista della funicolare: i 201 sciatori registrati alle ore 13 sono «niente»
    di Andrea Galli, inviato a Saint Moritz
    Svizzera e sci, gli italiani (pochi) a Saint Moritz. «Sciate da noi, siete i benvenuti»

    Al momento, qui la cosa più sportiva, quando il giovane drappello austriaco s’infila nei vagoni come già fosse una discesa libera, è l’uso della mascherina, non indossata o al massimo indossata male. Alle tredici e un quarto, orario in cui il flusso maggiore di giornata dovrebbe esser già transitato in direzione delle vette, l’autista della funicolare che dal centro del paese sale alla stazione di Chantarella (2.010 metri) e a quella di Corviglia (2.486), conteggia per l’esattezza 201 ingressi. Ovvero «niente, anzi meno di niente».

    Stagione aperta
    Però la stagione dello sci è ufficialmente cominciata, e arrampicandoci altrove, nell’infinita trama dell’alta Valle Engadina, che regala 88 piste per 350 chilometri totali, la distanza in macchina tra Milano e Siena, e incontrando anche poche decine di timorosi e guardinghi italiani, in prevalenza giovani famiglie in gita con i bimbi imbacuccati e i genitori in jeans e sneakers, ecco, più che in montagna siamo dentro un cantiere aperto, nella laboriosa consapevolezza, e non nella passiva speranza, di un inevitabile miglioramento. Si spara neve artificiale e collaudano seggiovie, in bar e ristoranti danno gli ultimi ritocchi all’annuale manutenzione. Al netto di zone drammaticamente colpite dalla pandemia (secondo l’Oms, Ginevra è uno dei focolai d’Europa), la Svizzera ha deciso di vivere in pieno quella che i suoi governanti definiscono una «grossa sfida», per le proteste di politici del centrodestra italiano, convinti che stiamo regalando turisti devastandoci un settore economico, doni dei quali «i concorrenti stranieri non hanno bisogno». Il Canton dei Grigioni, viaggia(va) sul milione di pernottamenti annui. La stessa Saint Moritz, che come ricorda un detto locale ha nove mesi di inverno e tre di freddo, baciata com’è dal sole perpetuo, è abitata da cinquemila persone che a pieno regime turistico triplicano, senza contare il numero variabile dei lavoratori stagionali.



    La dogana
    Il passato è passato, come la sua liturgia, per esempio le visite di Kissinger nella villa dello Scià, o gli armatori che non necessitavano di elicotteri per saltare le code essendo di fatto proprietari di interi pendii con sky-lift personali, oppure le principesse e le dive inseguite dai paparazzi. Ciò premesso, l’applicazione con la quale comunque si continua ad arrivare (anche) da parte italiana, rimanda per certi versi, va da sé assai relativi, all’anno 1978, quando l’enorme peso del Franco svizzero sulla Lira rendeva invivibile la permanenza in Engadina a causa dei prezzi. Un vecchio maresciallo della Finanza ricorda quelle macchine quasi impennate, a causa dei bagagliai stipati di ogni genere alimentare, casse di frutta, prosciutti, acqua e vino; erano macchine guidate da lombardi, veneti ed emiliani che in precedenza, in una fase invece di precipizio del Franco, avevano acquistato seconde case a cifre convenienti, e che pure a costo di sfondare le Fiat dovevano per forza raggiungere l’Engadina, impossibilitati ad attendere scenari più tranquilli. A proposito di dogana: al confine che da Chiavenna conduce alla strada per Saint Moritz, le guardie di frontiera svizzere osservano giusto l’abitacolo alla ricerca di eventuali anomalie. Per il resto: via, andare. Gli uffici del turismo, anche a costo di formulare a ripetizione la domanda nel caso non ci si sia spiegati bene, ti ribadiscono la linea, secondo la quale niente di niente serve per sconfinare. Nemmeno, quantomeno nel caso del Corriere, l’esibizione di un documento che attesti la circolazione per lavoro. Zero.

    Le prenotazioni
    La verifica con il personale di quattro alberghi che costeggiano la centrale Via dal Bagn, elevata rispetto al lago e ai panorami che hanno catturato milionari e artisti, basti pensare ai paesaggi del Segantini, racconta di una tendenza che non è già fenomeno ma segue l’incertezza del momento. Non tanto la tradizionale settimana bianca, le vacanze di Natale spalmate su più giorni, bensì prenotazioni all’ultimo (approfittando degli enormi sconti) da rimodulare in corso di svolgimento, a seconda di blocchi in Regioni e Stati. Certo fa strano che uno non possa sempre da Milano andare a Novara ma nel resto d’Europa sì, e forse per qualcuno non bastano i cartelli e le occhiate del personale che da soli sono un ordine a comportarsi secondo sicurezza, rispetto, coscienza. Ma almeno qui, per ora, per quel poco che conta, non pare essere un’altra estate 2020.
    Ultima modifica di pierr; 29-11-2020 alle 06:38 AM.

  24. #104

    Predefinito

    [QUOTE=pierr;2248660]
    In Svizzera con 4000 euro al mese di stipendio non campi facilmente, in Italia con 3000 di stipendio campi discretamente. Ovviamente un imprenditore svizzero a parità di capacità preferirebbe pagare meno, e quindi se può tende ad assumere italiani piuttosto che svizzeri.


    - - - Updated - - -



    La differenza è che con la paga minima qui, senza scialacquare e avere la pretesa di vivere in posti costosi, si vive dignitosamente (sopratutto in Ticino), ma in Italia con la paga minima si campa solo se si hanno aiuti ( casa ereditata, genitori che danno una mano etc etc) se no è sempre una coperta molto corta.
    Mi rendo conto che abbiamo un tenore di vita ben diverso e le priorità sono altre. Qui la sicurezza è ritenute importantissima, quindi assicurazioni a go go prima di pensare a fare aperitivi o comprare belle macchine...

    Pierr trasferisciti a Poschiavo e ti senti immediatamente ricco

  25. Skife per vendul:


  26. #105

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierr Vedi messaggio

    Tu e chi ti mette il like siete malati di antisvizzerismo. Il problema è dentro di voi.
    Nessun antisvizzerismo, è un paese che in alcuni settori l'Italia dovrebbe solo prenderne a esempio. Un paese dove a volte la deontologia viene per un momento accantonata, cosa che da noi capita più spesso . In Italia si genera una reazione a questo,(si regisce, ma purtroppo non si cambia) , mentre nel popolo Svizzero non vedo questa reazione...... è una mia impressione

Pagina 7 di 81 PrimoPrimo 123456789101112131415161757 ... UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •