Pagina 155 di 158 PrimoPrimo ... 55105145146147148149150151152153154155156157158 UltimoUltimo
Mostra risultati da 2311 a 2325 di 2360

Discussione: Ci impediranno di andare a sciare in Svizzera?

  1. #2311

    Predefinito

    La Svizzera non è il Lazzaretto d'Europa, altrimenti si potrebbe dire che siano stati degli irresponsabili, oppure sarebbe un caso scientifico da studiare accuratamente il fatto che far entrare orde di potenziali appestati non abbia propagato nella popolazione residente la malattia trasformando tutti in zombie.

    Quindi sarà vero uno di questi casi:
    - entravano ed entrano pochi appestati rispetto al numero dei frontalieri che comunque entravano ed entrano per motivi lavorativi, quindi il rischio marginale per la Svizzera era basso data l'esiguità dell'input.
    - se la componente "turisti-sciatori"lasciata comunque entrare fosse stata preponderante rispetto ai flussi di fontalieri, allora vuol dire che con lo sci e le attività ricettive (alberghi e rifugi) adeguatamente attrezzate e "limitate", lo sci e in generale il turismo di montagna NON espone la nazione a rischi ulteriori rispetto a quelli endemici, quindi si poteva gestire l'apertura del turismo invernale e del comparto sciistico in particolare anche in Italia.
    - a dissuadere gli spostamenti verso la Svizzera c'erano, almeno in Italia, norme interne appositamente bizantine e confusionarie. Non so negli altri Stati ... La voglia di testarne la solidità doveva essere proporzionale alla motivazione, per me è arrivata dopo l'evaporazione della zona gialla (che mi permetteva comunque di girare in Lombardia) e dopo la presa di posizione del sindaco di Livigno contro quelli che utilizzavano mezzi pubblici o privati per recuperare qualche centinaio di metri di dislivello senza fatica, non avendo allenamento, materiale o cognizione di causa per fare altrimenti scialpinismo. Per altri è arrivata prima. Nessuno di noi si è esposto, in Svizzera, più di quanto si sia esposto al rischio andando a far la spesa o al lavoro a casa propria. Nessuno di noi è morto.

    La pandemia ha trasformato molte persone in roditori, zombie apparentemente umani ma dall'essenza più simile ai capibara e ai castori....

    - - - Updated - - -

    Due sono andati in Svizzera a sciare, uno no...


  2. #2312

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da stefi74 Vedi messaggio
    In Svizzera la legge dice che tu hai l’obbligo di guidare in condizioni adeguate per restare sulla carreggiata.
    Quindi se hai le gomme da asciutto ed esci di strada semplicemente ti prendi una multa più le spese di uscita polizia, messa in sesto strada, ecc più una sospensione della patente per perdita di controllo del mezzo.
    Quindi in pratica non sei obbligato a mettere le ruote da neve ma ti conviene fortemente.
    La trovo una responsabilizzazione corretta, il "paradosso" poi è che da loro essendo tutta montagna ci sarebbe "più bisogno" di un obbligo e invece no.
    Da noi invece nonostante i vari obblighi ogni volta che nevica le strade di accesso alle valli sono sempre bloccate da chi non ha gomme invernali o si ferma a montare le catene per la prima volta.

    Citazione Originariamente scritto da pat Vedi messaggio
    La Svizzera non è il Lazzaretto d'Europa, altrimenti si potrebbe dire che siano stati degli irresponsabili, oppure sarebbe un caso scientifico da studiare accuratamente il fatto che far entrare orde di potenziali appestati non abbia propagato nella popolazione residente la malattia trasformando tutti in zombie.

    Quindi sarà vero uno di questi casi:
    - entravano ed entrano pochi appestati rispetto al numero dei frontalieri che comunque entravano ed entrano per motivi lavorativi, quindi il rischio marginale per la Svizzera era basso data l'esiguità dell'input.
    - se la componente "turisti-sciatori"lasciata comunque entrare fosse stata preponderante rispetto ai flussi di fontalieri, allora vuol dire che con lo sci e le attività ricettive (alberghi e rifugi) adeguatamente attrezzate e "limitate", lo sci e in generale il turismo di montagna NON espone la nazione a rischi ulteriori rispetto a quelli endemici, quindi si poteva gestire l'apertura del turismo invernale e del comparto sciistico in particolare anche in Italia.
    - a dissuadere gli spostamenti verso la Svizzera c'erano, almeno in Italia, norme interne appositamente bizantine e confusionarie. Non so negli altri Stati ... La voglia di testarne la solidità doveva essere proporzionale alla motivazione, per me è arrivata dopo l'evaporazione della zona gialla (che mi permetteva comunque di girare in Lombardia) e dopo la presa di posizione del sindaco di Livigno contro quelli che utilizzavano mezzi pubblici o privati per recuperare qualche centinaio di metri di dislivello senza fatica, non avendo allenamento, materiale o cognizione di causa per fare altrimenti scialpinismo. Per altri è arrivata prima. Nessuno di noi si è esposto, in Svizzera, più di quanto si sia esposto al rischio andando a far la spesa o al lavoro a casa propria. Nessuno di noi è morto.

    La pandemia ha trasformato molte persone in roditori, zombie apparentemente umani ma dall'essenza più simile ai capibara e ai castori....

    - - - Updated - - -

    Due sono andati in Svizzera a sciare, uno no...
    Non conosco i capibara ma conosco benissimo le nutrie che infestano la pianura padana, tutte le strade di campagna sono piene di nutrie investite, e ormai si mostrano le famigliole complete di nutrie pure ai bimbi un po' come allo zoo.
    È vero che la pandemia in fondo non è stato un male per tutti, chi già prima faceva vita casa-lavoro alla fine non ne ha risentito molto, e magari sta lì a sputare veleno verso chi vuole andare a farsi una camminata in montagna o una nuotata in vasca, come se fossero loro che portano in giro l'indicibile morbo di manzioniana memoria.

    Quanto alla svizzera, periodicamente saltano fuori report e quant'altro che dimostrano l'incidenza nulla dei comprensori sciistici. Io voglio crederci, ma gli appunti che vengono sempre fatti dai detrattori (che poi essendo studi svizzeri non è che dimostrino grande "terzietà indipendenti" ma va beh) è che non si possono fare confronti fra paesi con numeri di popolazione diverse ed orografie diverse.
    Quindi alla fine viene sempre mandato in vacca tutto, forse se la Francia avesse tenuto aperto gli impianti sciistici sarebbe stata "statisticamente" una buona nazione con cui fare un vero confronto all'americana.

    Come hai già detto, da noi in pieno stile italico fanno millemila norme contraddittorie e confusionarie, con l'evidente scopo di scoraggiare la gente a provarci. Poi finisce sempre che chi è ligio e rispettoso alle regole e vari sofismi normativi rimane "fregato" e passa per fesso, rosicando in silenzio mentre gli altri un po' più sgamati ed eventualmente "irrispettosi" si prendono le loro belle ore d'aria. Anche qui l'appunto che viene fatto sempre è "ah ma se facessero tutti così sarebbe molto peggio", sinceramente dubito che con le regioni aperte per scialpinismo si darebbero tutti appuntamento nello stesso posto.
    Poi va da sè che tutte ste continue chiusure producono l'effetto che quando c'è una minima apertura la gente si riversa letteralmente a fare tutto ciò che prima era proibito, tutti insieme e tutti nello stesso istante. Così le autorità hanno di nuovo la scusa per chiudere, e via in un loop infinito.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #2313

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Edo Vedi messaggio
    Perché c'è il (sacro) trattato di Schengen ed il virus c'è ovunque in Europa e bisognerebbe ragionare come se si fosse un'unica nazione: gli staterelli che si fanno la guerra tra di loro nel mondo attuale ed in quello futuro sono destinati a soccombere.

    E tra l'altro se così fosse ragionando in questo modo dovrebbero essere gli italiani ad avere paura dei francesi visto che la Francia è messa fin peggio dell'Italia (tra l'altro parrebbe ad esempio che il conteggio in Liguria del mese scorso fosse arrivato dalla Francia).
    ma infatti io senza tampone i francesi come chiunque altro non lo farei entrare e nei periodi di picco più totale non farei entrare proprio nessuno se non per gravi esigenze..perchè se i ritmi epidemiologici sono diversi lasciare libero accesso significa vanificare i miei sacrifici nazionali in termini di restrizioni..cosa mi serve fare lockdown più o meno duro,disinpestarmi se poi qualcuno messo diverso me lo riporta dentro in 3 minuti perchè a casa sua è messo malissimo ancora?

  5. #2314

    Predefinito

    Il punto è che lo stesso discorso lo fanno i governatori delle regioni, da cui derivano le varie ordinanze regionali di blocco. Se poi in piccolo cominciamo a farlo anche per province, boh... Considera che mentre l'anno scorso si tentava di non propagare il contagio nelle zone ancora "vergini", oggi il contagio è già dappertutto. Certo adesso ci sono anche le varianti a complicare le cose.

  6. #2315

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pat Vedi messaggio
    La Svizzera non è il Lazzaretto d'Europa, altrimenti si potrebbe dire che siano stati degli irresponsabili, oppure sarebbe un caso scientifico da studiare accuratamente il fatto che far entrare orde di potenziali appestati non abbia propagato nella popolazione residente la malattia trasformando tutti in zombie.

    Quindi sarà vero uno di questi casi:
    - entravano ed entrano pochi appestati rispetto al numero dei frontalieri che comunque entravano ed entrano per motivi lavorativi, quindi il rischio marginale per la Svizzera era basso data l'esiguità dell'input.
    - se la componente "turisti-sciatori"lasciata comunque entrare fosse stata preponderante rispetto ai flussi di fontalieri, allora vuol dire che con lo sci e le attività ricettive (alberghi e rifugi) adeguatamente attrezzate e "limitate", lo sci e in generale il turismo di montagna NON espone la nazione a rischi ulteriori rispetto a quelli endemici, quindi si poteva gestire l'apertura del turismo invernale e del comparto sciistico in particolare anche in Italia.
    - a dissuadere gli spostamenti verso la Svizzera c'erano, almeno in Italia, norme interne appositamente bizantine e confusionarie. Non so negli altri Stati ... La voglia di testarne la solidità doveva essere proporzionale alla motivazione, per me è arrivata dopo l'evaporazione della zona gialla (che mi permetteva comunque di girare in Lombardia) e dopo la presa di posizione del sindaco di Livigno contro quelli che utilizzavano mezzi pubblici o privati per recuperare qualche centinaio di metri di dislivello senza fatica, non avendo allenamento, materiale o cognizione di causa per fare altrimenti scialpinismo. Per altri è arrivata prima. Nessuno di noi si è esposto, in Svizzera, più di quanto si sia esposto al rischio andando a far la spesa o al lavoro a casa propria. Nessuno di noi è morto.

    La pandemia ha trasformato molte persone in roditori, zombie apparentemente umani ma dall'essenza più simile ai capibara e ai castori....

    - - - Updated - - -

    Due sono andati in Svizzera a sciare, uno no...
    L'analisi è abbastanza condivisibile,ma questo è un ragionamento ex post...quando hai stabilito la libera entrata degli appestati il rischio reale come potevi valutarlo? di fatto è stata una scommessa ex ante valutabile solo nell'impatto concreto in un secondo tempo.
    Molti paesi europei non hanno accettato il rischio di una scommessa per soldi..se dici che gli italiani confinanti che ci sono andati erano 4 gatti irrilevanti allora perchè accettare un forte rischio non ben valutabile per un basso ritorno scusa..se il grosso del grasso veniva dai frontalieri quelli avevano una disciplina sanitaria ben regolamentata..immagino che i datori di lavoro debbano controllare il loro stato di salute..perchè lasciare invece entrare senza controllo alcuno confinanti turistici senza precauzione in cambio di basso impatto economico come sostieni?
    Poi diciamo non è diventata un lazzaretto nazionale,ma chi assicura che le frontiere di fatto aperte non abbiano fatto da porta girevole per la diffusione del virus in europa nell'uno e nell'altro senso,diciamo dall'italia durante la prima ondata e in senso contrario dall'inghilterra durante la seconda ondata?
    Nessuno conosce i percorsi del virus,di certo è transitato dove le porte erano più aperte..

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da pierr Vedi messaggio
    Quante megacaxxate.....


    Mi spieghi che differenza in termini di soldi porta un abitante del Voralberg rispetto a un Viennese? O un valdostano o un calabrese rispetto a un veneto o a un Romano?

    Io che verrei da regione a basso contagio (Grigioni) a spendere molto volentieri soldi in una regione ad alto contagio (Lombardia) non posso farlo, per le regole italiane di sta minchia che non guardano al livello dei contagi negli altri paesi ma solo a impedire agli italiani di muoversi e generare invidia sociale più che contagi. Non mi faccio trapanare il naso (gratuitamente) per mangiare al ristorante o fare un po' di shopping in Italia....



    Speriamo che il vaccino Pfizer o Moderna che mi daranno nei prossimi giorni prima dei miei genitori in Italia (ho 45 anni, sono sano e non lavoro nella sanità) non mi dia problemi per sciare, so che potrebbe causare qualche giorno di febbre o indolenzimento....

    Sciao Belo....
    Minkia che palle che fai venire..sembra che sciare sia la tua unica ragione di vita..se hai reazoni passerai due giorni senza sciare..vedrai che sopravviverai.
    Se un anno per sfiga hai un infortunio e non puoi sciare che fai ti suicidi?
    Guarda che non è che tutta italia piange perchè non può sciare..piange per altre cose ben più importanti
    Ora capisco che lo sci sia il tuo status symbol ma detto fra noi se tu scii quest'anno e io no francamente me ne frega una fava
    anche perchè sciare sempre dietro casa come fai dopo un pò sinceramente a me darebbe l'emozione di entrare dal salumiere
    A me manca la normalità,poter abbracciare le persone,non mettere più una mascherina,potermi muovere per i miei impegni..non poter sciare per un anno è l'ultimo dei miei problemi
    Ora capisco che hai vissuto il covid con lo spirito di un infantilismo sciistico ludico da sbandierare ma non siamo tutti gelosi di te in italia per questo ..stai tranquillo
    Il problema dello sci o non sci penso sia prima di tutto una emergenza di chi con lo sci ci lavora e non per chi lo fruisce..io a stare un anno senza sci vivo lo stesso,lui magari non ci mangia.
    Detto questo buona 800 centesima sciata sulle piste di sant moritz...controlla bene se è rimastro un millimetro di pista dove non sei passato così l'eccitazione sale.personalmente adesso ho altri problemi nella vita e l'invidia per le tue sciate è pari a zero e credo che sia così anche per tante altre persone che non vivono solo di sci
    Oltretutto l'invidia è un sentimento che non mi appartiene..se tu sei felice io sono felice per te, saperti infelice non mi darebbe alcun guadagno personale..percui scia e godi,resto critico verso determinate scelte svizzere perchè mi paiono contro ogni logica di buonsenso..chiedere almeno un tampone a chi entra per turismo per me è doveroso anche se confinante

  7. #2316

    Predefinito

    guarda che sei tu che hai un problema con la Svizzera che penserebbe solo ai soRdi fregandosene del resto e poi dà 6-0 6-0 all'Italia sotto tutti i punti di vista: i soRdi (che poi è la vita delle famiglie), la salute, la gestione dei vaccini (a parità di consegne), le libertà di fare quello che si vuole con pochi limiti, la tenuta psicologica, etc

  8. Lo skifoso pierr ha 6 Skife:


  9. #2317

  10. Lo skifoso pierr ha 5 Skife:


  11. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  12. #2318

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierr Vedi messaggio
    allentamento delle restrizioni in Svizzera, da lunedi:

    https://www.cdt.ch/svizzera/bar-e-ri...?_sid=up70v83f



    i ristoranti al chiuso continuano cmq a tenerli chiusi

  13. #2319
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Stockli Laser SL, Dynastar Cham 97 HM, Tecnica Mach1 110, 120, Scarpa Maestrale RS

    Predefinito

    Non si perde molto...

  14. #2320

    Predefinito

    Da domani non c'è più l'obbligo di quarantena di 5gg per chi torna dalla svizzera, solo tampone

  15. Skife per karplus:

    pat

  16. #2321

  17. #2322

    Predefinito

    Qui:
    http://www.viaggiaresicuri.it/approf...aluteinviaggio

    Dal 18 al 30 aprile è in vigore anche l’Ordinanza 16 aprile del Ministro della Salute, che prevede alcune novità per quanto riguarda gli spostamenti da/per i Paesi degli elenchi B, C, D, E e conferma una disciplina speciale per il Brasile (generale divieto di ingresso, con alcune eccezioni).
    Le principali variazioni alla normativa per gli spostamenti da/per l’estero introdotte con l’Ordinanza 16 aprile 2021 sono:

    • Dal 19 aprile, obbligo di test molecolare o antigenico, condotto con tampone e risultato negativo, effettuato nelle 48 ore precedenti l’ingresso in Italia per coloro che provengano da o abbiano soggiornato/transitato, nei quattordici (14) giorni precedenti, in uno o più Stati o territori ricompresi negli elenchi D e E.
    E ovviamente anche qui:
    http://www.gazzettaufficiale.it/eli/...17/21A02379/sg

    Mi pare che ad oggi sia rimasta aperta solo Zermatt che però da oggi chiude Gornergrat e Rothorn. Un paio di weekend straordinari per Laax, e Titlis.
    Tu hai info di altre aperture?

  18. #2323

    Predefinito

    Mi sembra che sia aperto fino al 9 maggio anche Diavolezza, poi non so come sia perchè non ci sono mai stato.

  19. #2324

  20. #2325

    Predefinito

    Corvatsch chiude il prossimo weekend e Diavolezza (è in funzione solo la funivia) il 9 Maggio.

    Le condizioni sono ottime

Pagina 155 di 158 PrimoPrimo ... 55105145146147148149150151152153154155156157158 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •