Pagina 13 di 131 PrimoPrimo ... 3456789101112131415161718192021222363113 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 181 a 195 di 1956

Discussione: Nuovo dpcm impianti chiusi

  1. #181

    Predefinito

    Tanto per dire il livello di rischio...

    https://www.cremaoggi.it/2020/10/27/...TZwJqg0ItOTobs

  2. Skife per Bepiiii:


  3. #182

    Predefinito

    L'azienda dove lavoro ha la manutenzione elettrica di diverse ULSS.
    Io stesso ho accesso alle telecamere e posso dire che la situazione non è nera però negli ultimi 10-15 giorni è peggiorata molto.
    Di questo passo non la vedo bene.

    Ciao

  4. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  5. #183

    Predefinito

    Concordo, io ormai sono dell'opinione che tutto sia molto più complesso di quello che sembra nel bene e nel male.
    Noi, e con noi intendo gli esseri umani, abbiamo nella maggior parte dei casi la tendenza a ragionare nel piccolo, discutere del nostro piccolo orticello e questo spesso non ci permette di analizzare bene e fino in fondo la situazione che ci circonda.
    Personalmente non riesco a criticare eccessivamente il governo, pur non essendo propriamente di quella parte politica, perché credo sia oggettivo che nessuno si può permettere di fare confronti con governi precedenti visto che una pandemia in tempi relativamente recenti non c'è stata, e poter dire quindi, potevano fare così, potevano fare cosà, etc...
    Credo che qualsiasi decisione presa sarebbe stata sbagliata per l'opinione pubblica, di sicuro errori ne hanno fatti, ma credo non più di altri paesi.
    Proprio per il discorso del proprio orticello, per me almeno, è stato utile vedere quello che succede fuori dall'Italia (perché sui nostri media, a parte dire il numero di contagi, non si fa mai nessun approfondimento sui paesi esteri, sembra sempre esista solo l'Italia) per capire che escludendo qualche caso realmente virtuoso, la quasi totalità degli stati è in difficolta spesso più di noi.
    Questo non ci deve confortare, la sofferenza è uguale per tutti, le devastazioni per i commercianti e chi patisce di più il periodo sono universali nel mondo, però questa difficoltà globale dovrebbe farci capire che intanto l'Italia non è proprio sto terribile paese incapace ed inaffidabile, ma ha comunque una sua dignità, e dovremmo essere noi Italiani a volte ad essere più virtuosi nel seguire certe regole (nella prima fase siamo stati indubbiamente bravi, si è visto ed è servito).
    I problemi nazionali rimangono, però se ad esempio l'Assistenza Territoriale fosse stata potenziata negli anni scorsi, oggi avremmo meno ospedali pieni (ed è questo il problema odierno, non le terapie intensive, almeno ad oggi), se il problema dei ritardi per la Cassa Integrazione fosse stato risolto anni fa, oggi avremmo meno rivolte in piazza, (anche se, almeno per persone che conosco, tutta l'altra parte di fondi tipo fondi perduti, mensilità a p.iva, etc...sono arrivate), insomma vediamo i soliti vecchi problemi da anni, non da ora.
    Ultima considerazione è quella su di noi...molti di questi problemi che ho citato, sono legati alla nostra natura di cittadini, credo che sia arrivato anche il momento di ammettere che tanti...troppi....connazionali aggirano tante regole, e oggi alle prese con il periodo storico peggiore dopo le guerre mondiali, se molte cose non vanno è anche colpa di tanti...troppi Italiani.
    Noi possiamo e dobbiamo criticare il governo, le regioni, i comuni, se pensiamo le cose non vadano, ma secondo me, non possiamo più permetterci di fare queste critiche magari sapendo che abbiamo evaso, abbiamo corrotto, etc... perché ora ci stiamo rendendo conto che quando una quota troppo grande della popolazione diciamo che "non si comporta bene", lo stato deve cambiare alcuni modi di intervento pubblico, e le conseguenze sono che nei momenti più difficili abbiamo più problemi di quelli che dovremmo.

    Scusate. È stato anche uno sfogo!




    Citazione Originariamente scritto da Gian Maria Vedi messaggio
    Matteo capisco la tua rabbia, la ho anche io...ma cosa possiamo fare di diverso? Non ci fanno nenche esprimere il nostro dissenso alle urne ormai da anni, con giochi di palazzo e cose simili....sullo stato ed i tempi del vaccino non possiamo interloquire, non siamo medici-ricercatori e non conosciamo il vero "stato dell'arte", su questo non resta che fidarci dalle indicazioni che arrivano dai vari luminari, i quali per lo più concordano che ci sono 3 vaccini (USA CINA ed UE) nella terza fase di sperimentazione, su cui sono molto fiduciosi. Io credo che il vaccino arriverà non o i tempi ma arriverà perchè è un business troppo appetitoso. Per quanto concerne le cure, pare e dico pare, vi siano due farmaci che bloccano il virus se preso in tempo, evitando conseguenze peggiori anche agli anziani e sarebbero in fase di autorizzazione da parte di AIFA...speriamo ci dicano il vero. Credo ai medici, muoiono anche loro (oltre 100 casi), comprendo anche che in accordo con il governo debbano lanciare messaggi che allarmano troppo la popolazione, ma con alcuni caproni non puoi fare diversamente, non è il caso di noi utenti di SF e di molti altri ma guarda che in strada è pieno di stolti, fusi, annoiati, depressi, impasticcati ed altro...per governare costoro non puoi fare tante differenziazioni o specifiche, cerchi di tenerli buoni facendo ache un poco leva sulla paura del virus...ma le persone intelligenti, tipo te, approfondiscono per sè e per i loro cari-amici. Non è facile, ci sono 1000 variabili di cui tener conto...pazienza 30 giorni e dopo, se le cose non migliorano, impareremo a conviverci e stop

  6. #184

    Predefinito

    https://www.rainews.it/dl/rainews/ar...tml?refresh_ce

    aldilà della qualità politica dei nostri governanti attuali, la situazione sembra da un punto di vista dei contagi schizzare pericolosamente in certi paesi europei, dove, magari, per quei cittadini, ci fossero le attuali restrizioni dell'ultimo DPCM (impianti sciistici a parte)

    forse la cosa più giusta da fare, come detto da bisfra, anche da asiotus, in parte da gigiotto lo scorso marzo, sarebbe da mettere da parte gli over 60/65

    però questo aveva un senso 50 anni fa, oggi sopra gli over 60/65 c'è tutta una parte che amministra e detiene anche il potere economico, si farebbero da parte non uscendo? Solo conference on line? Rinchiusi in casa?

    Perchè poi la regola deve valere per tutti, non solo per il pensionato di periferia

    il covid altrimenti è troppo bastardo, non lo riesci a controllare, a meno di seguire regole ferree tutti (limitando anche la democrazia, vedesi estremo oriente)
    Ultima modifica di saluti75; 27-10-2020 alle 04:47 PM.

  7. #185

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    però questo aveva un senso 50 anni fa, oggi sopra gli over 60/65 c'è tutta una parte che amministra e detiene anche il potere economico, si farebbero da parte non uscendo? Solo conference on line? Rinchiusi in casa?
    Questo è un grosso problema. Molte persone chiamate a prendere delle decisioni si lasciano influenzare dalla loro situazione personale, e dalla loro età (appellandosi poi al bene comune).

    Ho avuto stamattina una discussione sul tema in cui queste dinamiche (il bias dovuto all'età e alla paura per se stessi) si rifletteva in maniera evidente sulle posizioni dei partecipanti. E parlo di scienziati, gente che dovrebbe saper guardare alla situazione in maniera razionale. E ai grandi numeri piuttosto che agli aneddoti.

  8. #186

    Predefinito

    Guardando ai grandi numeri, vorrei far notare che una parte considerevole degli over 65 pensionati funge da baby sitter per i nipoti che tornano dalle scuole. Questo è un altro problema da affrontare davanti alla questione dell'isolamento degli anziani.
    Parlo di centinaia di migliaia di persone.

    Il paron dell'azienda dove lavoro, 80 anni fatti da pochi giorni, ieri era in azienda per una riunione.

    Ciao

  9. Skife per Tooyalaket:


  10. #187

    Predefinito

    Se mai passasse ( la ritengo inapplicabile) la idea di isolare gli ultrà 65enni, vanno isolate anche tutte le perosne che a loro girano attorno, con isolamento insieme al loro delle stesse.

    In alternativa, tipo nonni/nipoti, nessun contatto stretto per parecchio tempo.

    Ricordo le rSA che si solo isolate con tutto dentro, personale giovane compreso.

  11. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  12. #188

    Predefinito

    Il punto è che per un anziano non ha senso vivere senza vedere i nipotini. Morirebbero domani mattina per la tristezza.

  13. Lo skifoso Crespeina ha 4 Skife:


  14. #189

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Crespeina Vedi messaggio
    Il punto è che per un anziano non ha senso vivere senza vedere i nipotini. Morirebbero domani mattina per la tristezza.
    sono morti e moriranno proprio perche vengono a contatto con i più giovani figli o nipoti che siano.....

    molte case di cura sono impestate perchè non hanno isolato a dovere i pazienti.
    freddamente facile dirlo...ma farlo...(una amica lavor ain una rsa...e una vecchietta gli fa da lontano puoi togliere la mascherina che non mi ricordo la tua faccia......)
    alle rsa dove sono nati i nuovi focolai toglierei a loro la licenza !!!!!

  15. #190

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Crespeina Vedi messaggio
    Il punto è che per un anziano non ha senso vivere senza vedere i nipotini. Morirebbero domani mattina per la tristezza.


    Invece gli adolescenti adorano la vita che gli è stata sbattuta in faccia, con la prospettiva di doversi fare carico dei disastri che riceveranno in eredità...

    Una comunità ha il dover di guardare e investire sul proprio futuro.

    PS: Proteggere e isolare gli anziani non vuol dire recluderli, ma applicare le regole necessarie per ridurre i rischi che corrono. Per farla più facile di quello che è: un servizio di rifornimento spesa, assistenza domiciliare, e magari trasporto; purtroppo, contatti limitati (ma non necessariamente annullati) e protetti con gli altri; finanziamento di servizi di baby sitting per le famiglie che non possono più contare sul loro aiuto. Tutto a costo infinitamente inferiore a quello che stiamo affrontando.

    Chiaro che alcune rinunce sono dolorose e delicate (e occorre lasciare anche spazio sufficiente alle scelte individuali) ma non è un motivo per rinchiudere tutti e distruggere tutto.
    Ultima modifica di rebelott; 27-10-2020 alle 06:11 PM.

  16. Lo skifoso rebelott ha 4 Skife:


  17. #191

    Predefinito

    Mio padre ha 85 anni, tutto il giorno va in giro a piedi e in bicicletta, ed è in perfetta salute; se lo chiudessero in casa per mesi, non so se ne uscirebbe.
    Le stesse regole poi dovrebbero essere applicate anche per le categoria a rischio, e allora la lista diverrebbe indubbiamente più lunga.

  18. #192

    Predefinito

    posso comprendere che un 85 enne possa dire: ho vissuto sino a qui, e la gioia più grande della mia vita è stare con i miei nipoti, fanculo il covid io me li spupazzo altrimenti che sto a vivere a fare

    ma allora non mi metti la nazione in lockdown per tutelare questo nonnetto, che peraltro in lockdown i nipoti non li potrebbe vedere comunque

    io sono dell'idea di lasciare che la mallatia faccia il decorso. i giovani non hanno rischio statistico, gli anziani possono scegliere: mi rintano qualche anno in isolamento per salvare la pellaccia o me la godo e coma la va, la va....

    ma lascerei scelta libera alle persone

    anche la mascherina la lascerei libera, chi vuole si mette una ffp2 con valvolina e via, così si protegge e respira decentemente, chi non la vuole tanti saluti

    al tempo stesso forti incentivi per lo smart work e detassazione totale per le attività che devono ridurre la capienza quali cinema, ristoranti, eccetera

    scuole assolutamente in presenza, insegnanti con ffp2 se proprio vogliono loro, moratoria generale e pensionamento per tutti gli insegnanti over 58 anni, assumendo giovani

  19. Skife per testataecassa:


  20. #193

    Predefinito

    Poi glielo spieghi tu al tipo di 37anni deve andare in TI che non lo curi e lo lasci andare al creatore ...il tipo di 37 anni della mia valle è reale ...

  21. Skife per teremar:


  22. #194

    Predefinito

    La saturazione in atto delle terapie intensive getta (giustamente) nel panico chiunque possa aver bisogno delle stesse.
    E non parlo di COVID, ma di tutte le altre malattie.

    Il COVID libero occupa per se tutt’e le risorse.

    E questo non mi pare corretto...

  23. Lo skifoso Bepiiii ha 2 Skife:


  24. #195

    Predefinito

    Torniamo sull'argomento over 65. Anche io sono stato giovane e vi posso raccontare che tutte ma proprio tutte le amicizie, da giovine, fidanzato ed i primi anni di matrimonio, le ho allontanate, per il semplice motivo che ho cambiato, ad un certo punto della mia vita, stile di vita (diciamo ad occhio e croce da quando ho iniziato a sciare , a 35 anni. Che per esempio mi ha portato anche a smettere di fumare) , quindi io ho continuato sulla mia strada, Lori sulla loro. Oggi frequento nuovi amici con cui condivido la passione per lo sport amatoriale. Naturalmente, i "vecchi" ogni tanto li incontro ed in effetti sono da 'casa per anziani", sono come molti di voi affermano. In poche parole so vecchi. Questo per farvi capire che non è possibile generalizzare , come PURTTROPPO qui leggo. Loro hanno le loro difese immunitarie , io le mie, non possono essere affatto uguali. "Loro" se sudassero a -10 nel fare una discesa per poi fermarsi , morirebbero dopo cinque minuti, di "polmonite" (esagero volutamente), io invece sto in fila per farmi una altra discesa. Leggo di tanti che in inverno ripongono la MTB o bici, io e gli altri amici mai fatto, si esce anche con la neve per terra o con temperature sotto li zero. Loro, i vecchi amici, sono come i copertoni estivi , sotto i sette gradi, vanno in crisi. Come fate a generalizzare il tutto per me è un mistero (chiaramente il mio medico di famiglia conosce bene il mio stile di vita).

Pagina 13 di 131 PrimoPrimo ... 3456789101112131415161718192021222363113 ... UltimoUltimo
-

Tags per questo thread

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •