Pagina 8 di 12 PrimoPrimo 123456789101112 UltimoUltimo
Mostra risultati da 106 a 120 di 178

Discussione: L'importanza dei posti letto per lo sviluppo di una staz. sciistica

  1. #106

    Predefinito

    Ah be questo lo hai scritto tu

    “ Chiudesse quello dove vado io, vivrò la montagna in modo più sano...pelli, fondo e camminate.”

    Perché credi che se chiudono gli impianti il resto dei servizi resti aperto?

  2. #107

    Predefinito

    ma nessuno vuole nazionalizzare le seconde case, o obbligarti a cedere 16 settimane in affitto...

    onestamente però, negli ultimi tre anni mi sarei accontentato di non vedere a sauze d'oulx dove ho casa, e dove ci sono migliaia di seconde case sempre vuote, i seguenti scempi:

    . hotel in centro storico, bellissimo, chiuso e riconvertito in alloggi!!!!

    . hotel di fronte alla piazza centrale, sventrato per costruire decine di alloggi!!!!!

    . decine e decine e decine di nuovi alloggi!!!!

    . varie ville e villette!!!!

    e dulcis in fundo:

    . le due ville, ma che dico ville, mega residenze delle figlie del patron della vialattea (quello povero eh, non il presidentissimo). peraltro una delle due, a parte la dimensione fuori scala (ma puoi farti una villa a 5 piani....??? maddai....) che potrebbe ospitare 10 alloggi, è pure molto bella, l'altra invece più anonima

    Ecco, come dicevo, servivano tutte queste case??? si poteva evitare la chiusura di un hotel e mezzo per riconvertirli in seconde case????

    o almeno, vista la rinomata continua tenzone tra il nostro sindaco e la proprietà impianti, almeno un po' di ostruzionismo a concedere autorizzazione edilizia di quei due castelli per le figlie del re

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #108

    Predefinito

    Il titolo della discussione è "l'importanza dei posti letto per lo sviluppo di una stazione sciistica".
    Ora, mantenendo "costanti" le attrattive del luogo, quali sono le tipologie di posti letto che garantiscono una presenza più continua di turisti, un maggiore "coefficiente di riempimento", una più alta propensione a spendere?
    Molti hanno risposto, argomentando in maniera convincente, che i posti letto alberghieri (soprattutto quelli di piccole strutture a conduzione essenzialmente familiare) sono migliori di quelli delle seconde case. Difficile non essere d'accordo.
    Queste sono considerazioni che dovrebbero guidare chi si occupa di gestire e indirizzare lo sviluppo di una stazione.

    Queste stesse considerazioni però, al forestiero, al turista, interessano poco (ovviamente) e non condizionano certo i suoi comportamenti.
    Il forestiero, avendone la possibilità, vuol comprarsi la seconda casa nel dato posto? Se trova l'occasione giusta la acquista.
    La usa sei mesi, tre mesi, due settimane? Fa come vuole.
    Si porta la spesa dalla pianura? Se gli è comodo e costa di meno, fa benissimo.
    Non va mai al ristorante e si fa la pasta col tonno in casa? Affari suoi, se questo è quel che preferisce.
    Si porta il panino con la frittata sulle piste e non ha alcuna intenzione di prendersi la grappetta al rifugio? Fa, giustamente, come più gli aggrada.

  5. #109

  6. #110

    Predefinito

    ^
    A me la pasta col tonno piace (rigorosamente in bianco)
    Aborro invece la pasta condita con burro e parmigiano!

  7. #111

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da subsahara Vedi messaggio
    Il titolo della discussione è "l'importanza dei posti letto per lo sviluppo di una stazione sciistica".
    Ora, mantenendo "costanti" le attrattive del luogo, quali sono le tipologie di posti letto che garantiscono una presenza più continua di turisti, un maggiore "coefficiente di riempimento", una più alta propensione a spendere?
    Molti hanno risposto, argomentando in maniera convincente, che i posti letto alberghieri (soprattutto quelli di piccole strutture a conduzione essenzialmente familiare) sono migliori di quelli delle seconde case. Difficile non essere d'accordo.
    Queste sono considerazioni che dovrebbero guidare chi si occupa di gestire e indirizzare lo sviluppo di una stazione.

    Queste stesse considerazioni però, al forestiero, al turista, interessano poco (ovviamente) e non condizionano certo i suoi comportamenti.
    Il forestiero, avendone la possibilità, vuol comprarsi la seconda casa nel dato posto? Se trova l'occasione giusta la acquista.
    La usa sei mesi, tre mesi, due settimane? Fa come vuole.
    Si porta la spesa dalla pianura? Se gli è comodo e costa di meno, fa benissimo.
    Non va mai al ristorante e si fa la pasta col tonno in casa? Affari suoi, se questo è quel che preferisce.
    Si porta il panino con la frittata sulle piste e non ha alcuna intenzione di prendersi la grappetta al rifugio? Fa, giustamente, come più gli aggrada.
    Ed anche le amministrazioni pubbliche, sapendo questa cosa, dovrebbero limitare o azzerare i permessi di costruzione delle seconde case. Perché altrimenti dopo pochi anni si ritrovano a dover ripianare i conti delle società che gestiscono gli impianti in quanto dissanguate da giornate vuote.

  8. #112
    In pausa Skifoso
    Attrezzatura
    Stockli Laser SL, Dynastar Cham 97 HM, Tecnica Mach1 110, 120, Scarpa Maestrale RS

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da subsahara Vedi messaggio
    ^
    A me la pasta col tonno piace (rigorosamente in bianco)
    Aggiungerei: x pezzettini di acciughe rigorosamente cantabriche, una spolveratina di pepe di quello buono, e pure un po' d'olio d'oliva - di quello buono pure lui.

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #113

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da GioRad Vedi messaggio
    Aggiungerei: x pezzettini di acciughe rigorosamente cantabriche, una spolveratina di pepe di quello buono, e pure un po' d'olio d'oliva - di quello buono pure lui.
    così mi piace, basta togliere il tonno e viene buonissima

  11. #114

    Predefinito

    Caro scimunito, apprezzo il tuo discorso e la tua fedeltà alla località dove hai la tua seconda casa e vai spesso, ma secondo me tu sei una mosca bianca nel paesaggio dei fruitori delle stesse.

    La mia esperienza è che, passati gli i primi dieci/quindici anni di euforia, l' utilizzo delle seconde case va scemando e alla fine restano quasi sempre vuote.
    Inoltre esiste spesso un problema: il passaggio generazionale, dove ai figli di chi comprò venti anni prima quella casa interessa poco o niente.
    Lo vedo sull' altipiano di Asiago, lo vedo sul lago di Garda, lo vedo al mare.

    Personalmente, anche io ho una casa sul lago di Garda, comprata quaranta anni fa dai miei genitori: quest' anno forse ci avrò dormito dentro 5 volte, mio fratello (comproprietario) altre 5: preferiamo cenare (quasi sempre fuori) e poi tornare a casa. Se andassimo in un 5 stelle ci costerebbe meno.
    La teniamo solo perchè i proprietari di seconde case vengono prima degli altri nella assegnazione dei posti barca. E infatti la casa per me è il ripostiglio delle vele e attrezzatura varia.

  12. Lo skifoso PaoloB3 ha 2 Skife:


  13. #115

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Ah be questo lo hai scritto tu

    “ Chiudesse quello dove vado io, vivrò la montagna in modo più sano...pelli, fondo e camminate.”

    Perché credi che se chiudono gli impianti il resto dei servizi resti aperto?
    Non mi pare sia una lamentela.

  14. #116

    Predefinito

    Ormai il mercato delle seconde case in montagna è in caduta libera, fatte alcune eccezioni. Le località che non hanno troppe seconde case, ora ne beneficiano molto, evitando cittadine "effetto fantasma".
    Anche i miei genitori hanno venduto tempo fa (casa comprata dai nonni) una bella casa vicino a San Martino, troppe tasse e troppe rogne per poi goderla pochi giorni in un anno.
    A me è dispiaciuto molto, davvero; perché, a livello psicologico, è bello sapere di aver un proprio posto, sempre disponibile e accogliente. Andare in albergo non dà le stesse sensazioni, su questo non vi è dubbio.

    Ormai la gente ha poche ferie in un anno e, per quel poco che ci va, non ha voglia di passare i giorni a fare manutenzione (come spesso accadeva quando si andava su). Oltretutto, con la frenesia di questi tempi, le persone vogliono cambiare sempre, vedere cose sempre nuove.

    Vedo che, tra i miei coetanei, molti hanno (s)venduto le seconde case in montagna/mare ereditate dai nonni (si, perché son tutte ereditate, nessuno ormai si sogna di comprare seconde case il luogo di vacanza); alcuni, al massimo, hanno tenuto la casa al mare (Jesolo) visto che è più fruibile.
    Un tempo, molti avevano una seconda casa in luogo di vacanza, ma non solo perché era bello averla per trascorrerci le ferie; era anche un investimento sul mattone.
    Oggi, nella maggior parte dei casi, sarebbe un investimento a perdere.

    La seconda casa, al giorno d'oggi, va bene per un pensionato: non ha limiti di ferie e, con il TFR, ha la liquidità che potrebbe aiutarlo nell'acquisto.
    In più, per una persona "diversamente giovane", è un'occasione per trascorrere del tempo e sentirsi più attivo e utile (magari facendo della manutenzione).

  15. Lo skifoso Leonard ha 2 Skife:


  16. #117

    Predefinito

    c'è anche da dire che una volta prenotare un hotel o una casa era una impresa titanica

    oggi il venerdì pomeriggio vai su booking, hotel, airbnb e ti organizzi il weekend in due click, per cui se uno non vuole fare l'investimento e ama girare in posti diversi puoi tranquillamente fare a meno delle case

    quello che però a me stupisce è la quantità di persone che non ama proprio per nulla la montagna; da me è pieno di seconde case di proprietari anziani con figli nel range 20-40 anni che o non vengono mai, o vengono giusto a capodanno o ferragosto...

    siamo due palazzine, 50 alloggi in totale. il weekend tipico è di 5 alloggi occupati, 10 in alta stagione tipo febbraio o luglio. 20 ad agosto. si arriva ad avere 30-35 alloggi occupati solo capodanno e il giorno di ferragosto

  17. Skife per testataecassa:


  18. #118

    Predefinito

    https://vocidicortina.it/a3393-Le-es...rtina-dAmpezzo

    Capita a fagiuolo ... confronto in termini statistici tra Cortina e Madonna di Campiglio.

    Cortina batte Madonna in estate
    Madonna batte Cortina in inverno

    Essendo su un forum di sci, W madonna e abbasso Cortina.
    Se fossimo su un forum di montagna, W Cortina e abbasso Campiglio (anche perchè il trend pro Cortina si allargherebbe anche a i mesi di mezzo, seppur poco rilevante in termini di numeri)

    Comunque è indubbio che una buona offerta turistico ricettiva sia trainante per lo sviluppo della stazione sciistica - e l'impoverimento del parco impianti di Cortina lo dimostra - così come è anche vero che Cortina non punta tutto sullo sci, ma anche su tanti eventi collaterali e culturali con cui fanno buone presenze anche fuori stagione, perchè continua a rappresentare un buon polo d'attrazione.

  19. #119

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da testataecassa Vedi messaggio
    c'è anche da dire che una volta prenotare un hotel o una casa era una impresa titanica

    oggi il venerdì pomeriggio vai su booking, hotel, airbnb e ti organizzi il weekend in due click, per cui se uno non vuole fare l'investimento e ama girare in posti diversi puoi tranquillamente fare a meno delle case

    quello che però a me stupisce è la quantità di persone che non ama proprio per nulla la montagna; da me è pieno di seconde case di proprietari anziani con figli nel range 20-40 anni che o non vengono mai, o vengono giusto a capodanno o ferragosto...

    siamo due palazzine, 50 alloggi in totale. il weekend tipico è di 5 alloggi occupati, 10 in alta stagione tipo febbraio o luglio. 20 ad agosto. si arriva ad avere 30-35 alloggi occupati solo capodanno e il giorno di ferragosto
    Tanta gente abbandona i luoghi natii, magari perchè lavora altrove (estero).
    Ci muove più di prima, si è più distanti dai propri cari e, conseguentemente, anche dalle seconde case in prossimità alla residenza originaria. Ecco perchè le nuove generazioni si curano poco delle seconde proprietà; non è solo una disaffezione alla montagna.

    Poi è vero, al giorno d'oggi organizzi un week-end in 5 minuti. Si ha un'offerta smisurata a portata di click, basta pagare.
    Il mondo è cambiato radicalmente, come il turismo.

  20. Lo skifoso Leonard ha 3 Skife:


  21. #120

    Predefinito

    Ma Cortina e Madonna di Campiglio a parte essere entrambe famose hanno ben poco in comune. L’estate di Madonna di campiglio fa abbastanza schifo. Innanzitutto e’ più in quota, al punto tale che appena arriva un poco di fresco si batte i denti. E’ molto meno soleggiata e dal paese le Dolomiti manco si vedono. Il paese e’ minuscolo. E gli abitanti stanziali sono 4 gatti. L’estate e’ molto più bella la Rendena. Piuttosto e’ grave che l’inverno Campiglio dia la biada a Cortina. Cortina partiva da una situazione molto più vantaggiosa, ed ora si trova almeno 20 anni indietro.

  22. Skife per gigiotto98:


Pagina 8 di 12 PrimoPrimo 123456789101112 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •