Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 16

Discussione: Settimana a Courmayer

  1. #1

    Predefinito Settimana a Courmayer

    Salve a tutti,

    Sto organizzando una una vacanza nella zona di Courmayer. L'idea é quella di andare in tenda in un campeggio la prima settimana di Agosto.
    Avete qualche escursione di Livello E o EE che raccomandate? Cercavo anche una buona guida per fare una ferrata e/o arrampicata sportiva. Avete qualcuno da consigliarmi o associazioni a cui rivolgermi?

    Grazie

  2. #2

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #3
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Head i.GS RD 178, Black Crows Orb Freebird 172, Black Crows Corvus 176

    Predefinito

    Quelle che ti ha suggerito pat sono ottime references:
    in generale, in valdigne è letteralmente pieno di roba.
    Personalmente ti consiglierei:

    (è tuta roba un po' turisticona, ma se è la primissima volta che vai a Courmayeur è imprescindibile)
    Un giro in bassa val ferret (quindi, Rifugio Bertone e a seconda dell'allenamento Testa Bernarda).
    Alta val ferret (quindi ai piedi delle Jorasses): rifugio elena se vuoi pascolare, Dalmazzi per una gita impegnativa.
    Alta val veny: Cabane du Combal.
    Bassa val veny: mont chetif.
    Monte Bianco: Sali su Skyway fino a Punta Helbronner e poi ritorni giù a piedi.
    Se decidi di prendere una guida, puoi salire con Skyway e farti portare da Punta Helbronner all'Aguille du Midi a piedi (bella traversatona, in ambiente incredibile), le condizioni sono ancora ottime.
    In zona li ti direi anche Lago d'Arpy e Lago di Licony.

    Per quanto riguarda le guide, quelle di Courmayeur sono in generale ottime.
    Io conosco (tutti amici di amici...) Beppe Villa altrimenti, se ti porta, molto simpatico e fortissimo scalatore è Edoardo Saccaro. Oppure il Giovanni Bassanini.

    Li attorno è pieno di belle falesie, dal calcare al granito...
    Insomma, un vero paradiso

  5. #4

    Predefinito

    Per il campeggio ce n'è uno in val Veny, posto in una posizione meravigliosa, svegliarsi davanti alla Brenva è un' esperienza unica, i sentieri sono tanti, mi viene da consigliarti il rifugio Boccalatte in val Ferret, mi sembra che sia catalogato E, e poi prendi la skyway e, se è aperta, fai la traversata con gli ovetti.

  6. #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    Per il campeggio ce n'è uno in val Veny, posto in una posizione meravigliosa, svegliarsi davanti alla Brenva è un' esperienza unica, i sentieri sono tanti, mi viene da consigliarti il rifugio Boccalatte in val Ferret, mi sembra che sia catalogato E, e poi prendi la skyway e, se è aperta, fai la traversata con gli ovetti.
    Esatto, ed il proprietario è una guida (e il figlio pure)!

  7. Skife per stefi74:


  8. #6

    Predefinito

    Ho letto pochi giorni fa che il rif. ELENA quest'anno non apre.

    Tra quelli molto panoramici e con avvicinamento facile io ho fatto, oltre al già citato rif. ELENA, il Bertone partendo dall'albergo Miravalle in val Ferret (si può accedere, con più fatica e dislivello, anche da Courmayeur) e il rif. ELISABETTA SOLDINI in val Veny (strada facile come una jeppabile ma non aperta al traffico) che durante l'avvicinamento permette di vedere il lago di Combal, il lago del Miage (o quel che ne rimane) a qualche bello scorcio di ghiacciaio della zona a ridosso del Bianco. Vicino al Bertone c'è anche il Bonatti ma non ci sono ancora stato. Più ostici per i miei gusti ci sono il Boccalatte e il Dalmazzi.
    Io eviterei anche solo di pensare di scendere a piedi da Punta Helbronner, ma i gusti sono gusti. In zona La Thuile ho fatto le cascate del Rutor e, con poco sforzo in piu', avrei potuto raggiungere il rif. DEFFEYES.

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da stefi74 Vedi messaggio
    Esatto, ed il proprietario è una guida (e il figlio pure)!
    Camping La Sorgente? Ci ero passato davanti e mi aveva affascinato.

    - - - Updated - - -

    http://www.theflintstones.it/montagn...aglio.asp?S=B1

    - - - Updated - - -

    Monzino
    http://www.theflintstones.it/montagn...sp?Cod=36&S=B1

    - - - Updated - - -

    http://www.theflintstones.it/montagn...p?Cod=230&S=B1 rif Gonella

    - - - Updated - - -

    Valdigne (zona La Thuile e limitrofe)

    http://www.theflintstones.it/montagn...aglio.asp?S=C2

  9. #7

    Predefinito

    e' il campeggio alla partenza della seggiovia zerotta

  10. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  11. #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 66luca Vedi messaggio
    Per il campeggio ce n'è uno in val Veny, posto in una posizione meravigliosa, svegliarsi davanti alla Brenva è un' esperienza unica, i sentieri sono tanti, mi viene da consigliarti il rifugio Boccalatte in val Ferret, mi sembra che sia catalogato E, e poi prendi la skyway e, se è aperta, fai la traversata con gli ovetti.
    perdona la domanda molto secca, ma a quale scopo?

    Ok salire alla Punta Helbronner con la Skyway (costicchia ma fatto una volta nella vita vale la pena). Arrivi in cima, sul ghiacciaio e ti godi la bella vista del Monte Bianco e dell'ardito Dente del Gigante..
    ma sinceramente fare la traversata con le gondole in direzione della Aguille du Midi non ne vedo alcun senso! Spendi una follia per fare una traversata sopra al ghiacciaio.. andata e ritorno con la mascherina indossata solo per guardare fuori dai finestrini..

    Tra l'altro per chi normalmente vive in pianura e non è abituato allo sbalzo di quota, arrivi a oltre 3800mt (magari con scarpe ginniche e abbigliamento casual.. ma questo è un altro discorso) il che non è proprio da ridere o da sottovalutare..

    Piuttosto concordo con la salita al Rifugio Boccalatte gestito magnificamente dal genuino Franco Perlotto!

  12. #9
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Head i.GS RD 178, Black Crows Orb Freebird 172, Black Crows Corvus 176

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da 4 Dolomiti Vedi messaggio
    perdona la domanda molto secca, ma a quale scopo?

    Ok salire alla Punta Helbronner con la Skyway (costicchia ma fatto una volta nella vita vale la pena). Arrivi in cima, sul ghiacciaio e ti godi la bella vista del Monte Bianco e dell'ardito Dente del Gigante..
    ma sinceramente fare la traversata con le gondole in direzione della Aguille du Midi non ne vedo alcun senso! Spendi una follia per fare una traversata sopra al ghiacciaio.. andata e ritorno con la mascherina indossata solo per guardare fuori dai finestrini..

    Tra l'altro per chi normalmente vive in pianura e non è abituato allo sbalzo di quota, arrivi a oltre 3800mt (magari con scarpe ginniche e abbigliamento casual.. ma questo è un altro discorso) il che non è proprio da ridere o da sottovalutare..

    Piuttosto concordo con la salita al Rifugio Boccalatte gestito magnificamente dal genuino Franco Perlotto!
    Costa meno prendersi una guida e andarci a piedi, all'aguille du midi.

  13. #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da matyt Vedi messaggio
    Costa meno prendersi una guida e andarci a piedi, all'aguille du midi.
    esattamente!
    Ma anche supponendo che costi uguale, per lo meno ti fai l'esperienze dalla traversata del ghiacciaio (fatta in sicurezza) e sopratutto non vai avanti e indietro in cabina stile autobus turistico che fà il giro della città..
    lo trovo veramente di una tristezza infinita.. parere del tutto personale..

  14. #11

    Predefinito

    [QUOTE=4 Dolomiti;2217491]perdona la domanda molto secca, ma a quale scopo?

    Non so se hai mai fatto la traversata, prescindendo dall' aspetto economico perché troppo soggettivo, durante il percorso puoi godere di paesaggi sublimi che, se non sei abituato a camminare su ghiacciaio ( con una guida ), non potrai mai vedere, l' amico che ci ha chiesto consiglio ha chiesto di sentieri E od EE da fare, eventualmente, con una guida, penso quindi che non sia uso camminare ad alta quota su ghiacci perenni e quindi la traversata potrebbe essere una buona occasione per ammirare il gruppo del Bianco da vicino, per quanto riguarda l' abbigliamento, hai ragione a dire che se ne vedono di tutti i colori, viste, con i miei occhi, le infradito nella grotta di ghiaccio, purtroppo fa parte del gioco ed in fin dei conti anche i merenderos pagano il biglietto come chi è più esperto, quindi facessero come vogliono, basta che non si mettono nei guai camminando sul ghiacciaio dal Rifugio Torino come se fosse un prato innevato ( visto anche quello ), penso però che se chiedi consigli su sentieri da percorrere una certa dimestichezza con la montagna devi averla e quindi sai come vestirti.
    In effetti non avevo pensato all' aspetto Covid, e quindi le possibilità di accesso alla cabine potrebbero essere molto restrittive e causare file e disagi.
    Leggo sempre con piacere i tuoi report, tu fai percorsi impegnativi, con grandi dislivelli, utilizzando più mezzi ( fantastico l' avvicinamento in mtb, poi trekking, poi scialpinismo ) però converrai con me che non sono cose da tutti, per tanti motivi, e quindi se puoi godere di una vista meravigliosa prendendo un semplice impianto perché non approfittarne?, a me piace il concetto che luoghi così belli possano essere accessibili anche a chi non è in grado di salirci a piedi ( chiaramente con il dovuto rispetto per le cime e senza far diventare la montagna un parco divertimenti ), in estate vado spesso a Cervinia, a Plateau Rosà salgono moltissime persone che non sciano, che magari sono per la prima volta su un ghiacciaio, con le infradito, con le Hogan o con degli scarponi da alpinismo Himalayano, la maggior parte rimane incantato dalla bellezza del luogo, altri non capiscono dove sono ( amò ansenti che freddo, scennemo…. ), nessuno di questi salirebbe a piedi, però alcuni di loro rimangono così colpiti da appassionarsi alla montagna e cominciare a frequentarla " come si deve ".

  15. #12

    Predefinito

    [QUOTE=66luca;2217499]
    Citazione Originariamente scritto da 4 Dolomiti Vedi messaggio
    perdona la domanda molto secca, ma a quale scopo?

    Non so se hai mai fatto la traversata, prescindendo dall' aspetto economico perché troppo soggettivo, durante il percorso puoi godere di paesaggi sublimi che, se non sei abituato a camminare su ghiacciaio ( con una guida ), non potrai mai vedere, l' amico che ci ha chiesto consiglio ha chiesto di sentieri E od EE da fare, eventualmente, con una guida, penso quindi che non sia uso camminare ad alta quota su ghiacci perenni e quindi la traversata potrebbe essere una buona occasione per ammirare il gruppo del Bianco da vicino, per quanto riguarda l' abbigliamento, hai ragione a dire che se ne vedono di tutti i colori, viste, con i miei occhi, le infradito nella grotta di ghiaccio, purtroppo fa parte del gioco ed in fin dei conti anche i merenderos pagano il biglietto come chi è più esperto, quindi facessero come vogliono, basta che non si mettono nei guai camminando sul ghiacciaio dal Rifugio Torino come se fosse un prato innevato ( visto anche quello ), penso però che se chiedi consigli su sentieri da percorrere una certa dimestichezza con la montagna devi averla e quindi sai come vestirti.
    In effetti non avevo pensato all' aspetto Covid, e quindi le possibilitÃ* di accesso alla cabine potrebbero essere molto restrittive e causare file e disagi.
    Leggo sempre con piacere i tuoi report, tu fai percorsi impegnativi, con grandi dislivelli, utilizzando più mezzi ( fantastico l' avvicinamento in mtb, poi trekking, poi scialpinismo ) però converrai con me che non sono cose da tutti, per tanti motivi, e quindi se puoi godere di una vista meravigliosa prendendo un semplice impianto perché non approfittarne?, a me piace il concetto che luoghi così belli possano essere accessibili anche a chi non è in grado di salirci a piedi ( chiaramente con il dovuto rispetto per le cime e senza far diventare la montagna un parco divertimenti ), in estate vado spesso a Cervinia, a Plateau RosÃ* salgono moltissime persone che non sciano, che magari sono per la prima volta su un ghiacciaio, con le infradito, con le Hogan o con degli scarponi da alpinismo Himalayano, la maggior parte rimane incantato dalla bellezza del luogo, altri non capiscono dove sono ( amò ansenti che freddo, scennemoÂ…. ), nessuno di questi salirebbe a piedi, però alcuni di loro rimangono così colpiti da appassionarsi alla montagna e cominciare a frequentarla " come si deve ".
    si, questo aspetto l'avevo capito ed in parte posso anche essere d'accordo..
    ma veramente in questo caso (parlo delle gondole della Aiguille du Midi) non ne vedo l'utilità..
    Ok, puoi fare la giornata e l'esperienza alternativa per dire "ah si che figo, ho preso le gondole della Midì e sono passato sopra al ghiacciaio del Miage" ma poi a conti fatti che ti rimane?
    Molti turisti che salgono alla Punta Helbronner, manco si accorgono di avere difronte il Monte Bianco (non è una critica per carità.. è semplice verità) quindi anche facendo la traversata vedono un susseguirsi di lingue glaciali e montagne che giustamente per loro sono tutte uguali.. un volta che ne hanno fotografate 3, per loro cambia poco..

    Ho capito il tuo punto di vista, ma secondo me non ne vale la pena.. il tutto è paragonabile a farsi il giro della città con autobus scoperto..
    Anche ipotizzando di non aver alcun problema economico ne niente, piuttosto userei quei €€ in altre attività altrettanto turistiche..

    Poi comunque ripeto, per un normale turista di città non è una stupidata arrivare su a oltre 3800mt. della Aiguille du Midi.

  16. #13

    Predefinito

    Che ti rimane??, tu vivi in montagna, se ho ben capito, e quindi vedi panorami meravigliosi ogni giorno, io vedo il foro imperiale ed il Colosseo ogni giorno, quasi non ci fanno più effetto ma immedesimati in un turista che non ha mai visto simili ambienti montani e che forse non li vedrà più nella sua vita, secondo me non li dimentica, io la traversata l' ho fatta 2 o 3 volte, non ricordo bene, però ricordo bene lo sguardo incantato dei turisti ( di tutto il mondo ) con cui dividevo la gondola, magari non conoscevano i nomi delle varie vette ma, stai tranquillo, di sicuro non le dimenticano.
    Poi se uno reputa che non valga la spesa, per carità, si tratta di un punto di vista soggettivo e va bene così.

  17. Skife per 66luca:


  18. #14

    Predefinito

    mi pare che l'unico rifugio facilmente raggiungibile con normale trekking SUL massiccio del Monte Bianco sia il Dalmazzi. E'una bella gita con rampa tosta finale, l'unico rischio sono le pietre che ogni tanto cascano in zona sentiero

  19. #15

    Predefinito

    Grazie mille per i tanti consigli. Piano piano studio tutti e percorsi e, Covid permettendo, si parte.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •