Pagina 10 di 13 PrimoPrimo 12345678910111213 UltimoUltimo
Mostra risultati da 136 a 150 di 191

Discussione: Misteriosa RDT - e lo sci d'oltre Cortina

  1. #136

    Predefinito

    Fino al 1981 sicuramente pavimentate in cemento con giunti tra una lastra e l'altra.
    Del resto il limite massimo era di 100 km/h ed era diffusissimo il controllo radar della velocità.

  2. Lo skifoso velvetgold ha 2 Skife:


  3. #137

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ste1258 Vedi messaggio
    Ma sbaglio o le rampe d'accesso sono in pavé?
    Non ti sbagli. Quella era la tecnica costruttiva dell'epoca.

    Citazione Originariamente scritto da Ema93 Vedi messaggio
    Ma quindi la DDR ha conservato le autostrade (eccezion fatta, suppongo, per i corridoi tra Berlino Ovest e la DBR), in quelle condizioni fino al 1990?

    Togliere le parole "eccezion fatta per ..."

    Citazione Originariamente scritto da Ema93 Vedi messaggio
    Berlino Ovest, per caso, aveva accessi esterni campagnoli? Come quello in foto? O si entrava dall'esterno solo tramite autostrade?
    C'erano alcuni accessi "esterni" non su autostrada, il principale dei quali era la B5 (DDR= F5) a Staaken, nei pressi del villaggio olimpico.

    Citazione Originariamente scritto da subsahara Vedi messaggio
    Gli aiutini suggeriscono forse la “Berlinka”, la strada parzialmente realizzata che doveva unire Berlino a Montereale?
    Il tratto nei pressi di Elbing?
    Sì, più o meno siamo lì, risposta esatta

  4. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  5. #138

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da velvetgold Vedi messaggio
    Fino al 1981 sicuramente pavimentate in cemento con giunti tra una lastra e l'altra.
    Del resto il limite massimo era di 100 km/h ed era diffusissimo il controllo radar della velocità.
    Più che altro viaggiare a 100 km/h su una Trabant* è come farlo a 180 su una Panda.....

    *L'ho guidata più volte perché un conoscente ha una delle pochissime Trabant 601 del torinese (e penso che il discorso si possa allargare a zone di più ampia geografia).

  6. Skife per Edo:


  7. #139

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Kaliningrad Vedi messaggio



    C'erano alcuni accessi "esterni" non su autostrada, il principale dei quali era la B5 (DDR= F5) a Staaken, nei pressi del villaggio olimpico.
    Se ce lo dici così apertamente, immagino che la foto di frontiera non sia un checkpoint di accesso a Berlino Ovest.

  8. #140

    Predefinito

    Se ho capito bene l'ultima foto potrebbe essere il valico di frontiera tra la Polonia e Russia (reg. Kalinigrad), nei pressi di Gronowo.


  9. Lo skifoso Crespeina ha 3 Skife:


  10. #141

    Predefinito

    ^ Cospetto! Cambiato molto dall'epoca delle due foto: primi anni '80, credo, la foto a colori non mia, febbraio 1995 quella (mia) in bianco e nero.

    Signori, siamo sulla storica Reichsstraße 1....

  11. Lo skifoso Kaliningrad ha 2 Skife:


  12. #142

    Predefinito

    Ecco. Probabilmente una delle ultime frontiere d'Europa.

  13. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  14. #143

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Crespeina Vedi messaggio
    frontiera

    Ecco, la parola grenze è sicuramente entrata nel tedesco dallo slavo.

    Citazione Originariamente scritto da Kaliningrad Vedi messaggio
    Signori, siamo sulla storica Reichsstraße 1....
    Mi si era un po’ assopita la voglia di impossessarmi di quel cartello di Mehringdamm... ma ora ha ripreso vigore.



    Mi piacerebbe sapere come si ponevano gli Ossis nei confronti del tema dei territori orientali perduti.
    Il trattato del 1990 firmato dalle due Germanie e dalle quattro Potenze vincitrici della seconda guerra mondiale, passo fondamentale per permettere la successiva riunificazione, prevedeva l’espressa rinuncia del nuovo stato tedesco a rivendicazioni territoriali fuori dalla somma di BRD + DDR.


    Questo vuol dire che prima, perlomeno per i tedeschi, la questione era tutt’altro che risolta.
    La Slesia, Danzica, la Prussia Orientale... qual era il sentire dei comuni cittadini? era un tema sentito? Se ne parlava?

  15. Skife per subsahara:


  16. #144

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ema93 Vedi messaggio
    Ecco. Probabilmente una delle ultime frontiere d'Europa.

    Io sono arrivato in auto alla frontiera tra Lituania e Kaliningrad a metà della penisola di Neringa, sicuramente come natura è la località più bella di tutti e tre i paesi baltici. Ha dato anche a me l'impressione di frontiera vera, come ormai ce ne sono poche al mondo.

    Nulla a che vedere, immagino, con le frontiere lungo la cortina di ferro, comunque nel mio piccolo le più estreme che ho passato sono state quelle tra Grecia e Turchia, e tra Ceuta e il Marocco

  17. #145

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da subsahara Vedi messaggio
    Ecco, la parola Grenze è sicuramente entrata nel tedesco dallo slavo.

    ... sì, e, guarda caso, proprio dall'area polacca ...

    ... percorso inverso ha fatto invece la parola Zoll (dogana), passata in polacco come cło .... buffo, no?


    Citazione Originariamente scritto da subsahara Vedi messaggio
    Mi si era un po’ assopita la voglia di impossessarmi di quel cartello di Mehringdamm... ma ora ha ripreso vigore.
    ... un altro famoso cartello, in questo caso di stampo revanscista in quanto collocato solo dopo la divisione della Germania, era quello sull'autostrada Hannover-Berlino all'altezza del posto di confine di Helmstedt-Marienborn:



    ... o questo a Obersuhl:




    Citazione Originariamente scritto da subsahara Vedi messaggio
    Mi piacerebbe sapere come si ponevano gli Ossis nei confronti del tema dei territori orientali perduti. [...] La Slesia, Danzica, la Prussia Orientale... qual era il sentire dei comuni cittadini? Era un tema sentito? Se ne parlava?
    Difficile dirlo in quanto, a partire dal 1950 (trattato di Görlitz tra la DDR e la Repubblica Popolare Polacca sul riconoscimento della comune frontiera denominata da allora "Oder-Neiße-Friedensgrenze") la questione dei territori dell'Est ex-tedeschi fu considerata ufficialmente chiusa e diventò un tema scottante di cui non si poteva più parlare pubblicamente. Certo è che la DDR accolse nel dopoguerra circa 4 milioni di profughi dell'Est (contro 8 milioni nella territorialmente più grande BRD) la cui presenza, in tempi di scarsità materiali specie quanto ad alloggi e approvvigionamento alimentare, doveva certamente sentirsi e creare conflitti. Conflitti che vi furono anche nelle zone occidentali, dove però gli esuli ebbero la libertà di organizzarsi in "Vertriebenenverbände" ed esercitare la loro influenza tanto sulla politica regionale che su quella nazionale.



    Citazione Originariamente scritto da subsahara Vedi messaggio
    Il trattato del 1990 firmato dalle due Germanie e dalle quattro Potenze vincitrici della seconda guerra mondiale, passo fondamentale per permettere la successiva riunificazione, prevedeva l’espressa rinuncia del nuovo stato tedesco a rivendicazioni territoriali fuori dalla somma di BRD + DDR. Questo vuol dire che prima, perlomeno per i tedeschi, la questione era tutt’altro che risolta.
    Non vi fu, ahinoi, nessun nuovo Stato tedesco nel 1990. Per farla breve, i cinque ricostituiti Länder della DDR scelsero semplicemente di aderire alla Legge fondamentale della BRD, così come aveva fatto la Saar qualche decennio prima. La DDR cessò quindi di fatto di esistere. Per quanto riguarda la rinuncia da parte della BRD a ogni rivendicazione sui territori ad Est della linea Oder-Neiße, questa era ormai divenuta evidente, anche se non ancora sancita de jure, con la Ostpolitik di Willy Brandt. Col Trattato di Varsavia del 1970 le due parti contraenti (BRD e PRL) avevano infatti già promulgato l'inviolabilità delle frontiere quali risultanti de facto dall'ordinamento seguito alla fine del conflitto mondiale.

  18. Lo skifoso Kaliningrad ha 2 Skife:


  19. #146

    Predefinito

    Ma oggi nelle "terre irredente" ci sono ancora germanofoni, o sono stati tutti assimilati, o fuggiti?

  20. #147

    Predefinito

    Bisogna distinguere tra:

    1) Porzione settentrionale di Prussia orientale passata all'URSS, ora Russia: erano rimaste una dozzina (mia sensazione) di donne sposatesi con ufficiali russi (falsificando le carte) ormai quasi tutte morte ***
    2) Territorio di Memel e Lituania: dei tedeschi riuscirono a rimanere nelle loro terre spacciandosi per lituani anche se non parlavano la lingua. In più, abbiamo in Lituania i Wolfskinder, cioè bambini orfani della Prussia orientale che furono accolti dopo la guerra da famiglie lituane, soprattutto nelle campagne. Alcuni di loro che all'epoca erano un po' più grandicelli sanno ancora parlare l'originario dialetto tedesco: sono riuniti nell'organizzazione Edelweiß.
    3) Polonia: sono rimaste delle minoranze tedesche soprattutto in Alta Slesia (Opole, Racibórz, Katowice ...) e in Masuria (porzione meridionale dell'ex Prussia orientale). Numericamente dovrebbero essere alcune centinaia di migliaia, molti di loro, tuttavia, non sono puri madrelingua.
    4) Cechia: Riuscirono a sottrarsi alle espulsioni di massa (decreti Beneš) tedeschi o tedesche sposati/e con Cechi. Ingegneri e specialisti vari (con le loro famiglie) non furono espulsi poiché necessari per il funzionamento di fabbriche e infrastrutture.

    Tutti gli altri (all'epoca oltre 12 milioni) o erano fuggiti davanti all'avanzata da Est dell'Armata Rossa o furono cacciati e spediti nella zona d'occupazione sovietica (e da qui smistati verso le varie province residue del defunto Reich) nel periodo 1945-1948.


    *** cito dall'altra discussione:


    Questa anziana signora si chiama Edith Gutzeit. È una delle rarissime persone (non più di qualche decina, quasi tutte donne) cui riuscì restare nella Prussia Orientale annessa dall'URSS:


    Ultima modifica di Kaliningrad; 29-04-2020 alle 01:30 PM.

  21. Skife per Kaliningrad:

    pat

  22. #148

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ema93 Vedi messaggio
    Ecco. Probabilmente una delle ultime frontiere d'Europa.
    Scusate l'ignoranza... quella frontiera ha qualcosa di diverso da un'altra qualsiasi tra UE e mondo esterno?

  23. #149
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ste1258 Vedi messaggio
    Ma sbaglio o le rampe d'accesso sono in pavé?
    Sì, e le autostrade in cemento!
    Cosa che lasciò di stucco mio padre quando mi raccontò del suo viaggio in DDR! La cosa più terribile erano i "giunti" che dice che in realtà non erano altro fossette di 3-4cm manco ben allineate, su cui le auto sembrava si schiantassero!

  24. Skife per madflyhalf:


  25. #150

    Predefinito

    è da tanti anni che non la faccio, ma anche l'importantissimo asse che da Basilea va verso Francoforte seguendo il lato tedesco del Reno aveva lunghissimi tratti in cemento anzichè asfalto. Sono cambiate le cose ora?

Pagina 10 di 13 PrimoPrimo 12345678910111213 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •