Pagina 140 di 150 PrimoPrimo ... 4090130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150 UltimoUltimo
Mostra risultati da 2086 a 2100 di 2247

Discussione: Covid-19 e Sci alpino - SOCIO-ECONOMICO[parte 1]

  1. #2086

    Predefinito

    Okay ma datecela.

    Almeno per vedere l'effetto che fa.

    Niente, nemmeno quello

  2. #2087

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #2088

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Il RICATTO del lavoro, vi rendete conto?
    Non voglio difendere l'indifendibile ma forse intendeva che con un reddito garantito per sopravvivere chi è in seria difficoltà può gentilmente rifiutare le offerte di lavoro che prevedono lo sfruttamento del lavoratore?

    Io con ciò sono idealmente d'accordo da sempre e mi sembrerebbe un vero passo avanti della società verso un benessere collettivo; i tempi di Dickens non li rimpiango affatto. L'avevo forse già scritto e chiedo scusa se è una ripetizione.
    E forse in mancanza di disperati disposti a farsi sfruttare anche gli sfruttatori hanno più difficoltà a trovare della forza lavoro. Poi sicuramente resterà sempre o ancora per lungo tempo una pratica ideale ed inapplicabile nella realtà terrena questa; forse nel suo ambiente lavorativo non ci sono ma io in Italia (ma nutro poca fiducia anche verso la maggior parte dei paesi esteri) sono a conoscenza di parecchie situazione lavorative indecenti (a livello di ore di lavoro ma/e soprattutto di salario) per un paese sviluppato.

    A mio avviso un'idea di sinistra è il permettere una vita dignitosa anche a chi non ha avuto le possibilità economiche, culturali, intellettive o anche solo a chi non è nato in un contesto favorevole.

    Poi si sa in Italia che fine farebbe tutto ciò, però penso che i ricatti sul posto di lavoro verso chi non ha le possibilità di difendersi siano all'ordine del giorno.
    Ultima modifica di Edo; 17-09-2020 alle 09:40 PM.

  5. #2089

    Predefinito

    Mi sembra un'analisi troppo sofisticata per i ragionamenti, non so quanto in stato di sobrietà, di un comico in disarmo.

    Anche il rdc doveva avere a contorno contrappesi, politiche attive del lavoro, corsi di formazione, lavori socialmente utili e chi più ne ricorda più ne metta.

    La realizzazione pratica ha dimostrato cosa intendessero veramente: regalare soldi a pioggia per puro clientelismo.

    Oppure si vuole sostenere che vengano votati (sempre meno, sia ringraziato iddio) per le idee e i programmi?

    Basta fare il confronto con la pressoché definitiva sparizione nelle elezioni locali dove i candidati - purtroppo per loro - sono conosciuti (e quindi nessuno affiderebbe un'amministrazione a certi scappati di casa) e NON C'E' NULLA DA PROMETTERE in cambio del voto.

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Edo Vedi messaggio
    A mio avviso un'idea di sinistra è il permettere una vita dignitosa anche a chi non ha avuto le possibilità economiche, culturali, intellettive o anche solo a chi non è nato in un contesto favorevole.
    Perfettamente d'accordo. E il primo strumento di uguaglianza è l'istruzione.

    E' una priorità di qualcuno del governo oggi? A parte i banchi a rotelle e gli esercizi di geometria analitica intendo.

  6. #2090

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierr Vedi messaggio
    Mi piacerebbe scoprirlo, ma non esiste NESSUN politico nè di destra nè di sinistra che proponga tagli radicali di tutto ciò che nel mastodontico Stato è sussidio e spesa a pioggia. Ma siamo sicuri che non avrebbe un buon consenso?
    La risposta sta ancora nella famosa mappa. Avrebbe il 99% di voti in una zona geografica ed il 1% in un'altra. All'incirca pari come votanti considerando la popolazione.

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    L'unica soluzione (spero si comprenda il paradosso forzato) sarebbe la...
    La soluzione è tanto facile quanto potente. I commercialisti di tutta l'italia, ma in particolare di una certa zona, organizzano un serio e coordinato sciopero fiscale. Durata di tale sciopero? Fino a raggiungimento di alcuni obiettivi.
    Affamando la bestia questa capirà che deve far qualcosa per non morire di fame.

  7. #2091

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    La soluzione è tanto facile quanto potente. I commercialisti di tutta l'italia, ma in particolare di una certa zona, organizzano un serio e coordinato sciopero fiscale. Durata di tale sciopero? Fino a raggiungimento di alcuni obiettivi.
    Affamando la bestia questa capirà che deve far qualcosa per non morire di fame.
    Sai benissimo che non succederà, comprendo la provocazione ma non siamo i francesi che quando si incaxxano mettono a ferro e fuoco VERAMENTE quel che gli capita a tiro.

    Io comincerei con il fare un po' di ordine in quelle quattro frasi fatte e bacate che sono sulla bocca di tutti i politici e dei GIORNALISTI. Lo scrivo in maiuscolo perché credo che la categoria non abbia mai raggiunto nella sua storia un tale grado di partigianeria, cialtroneria e pressappochismo.
    Un'indagine AGCOM che leggevo oggi pomeriggio ha rilevato che l'85% dei giornalisti italiani non ha competenza alcuna e non è in grado di scrivere o di parlare in maniera minimamente sensata in materia economica, scientifica e tecnologica. SI VEDE E SI SENTE.

    Torno al punto.
    I 200 miliardi di evasione fiscale sono un facile specchietto per le allodole; a parte che buona parte è il sommerso che emergendo morirebbe.

    MA, CAZ.ZAROLA, 200 TEORICISSIMI MILIARDI DI EVASIONE FISCALE SONO - FORSE - 40-50 MILIARDI DI TEORICISSIME TASSE. OPPURE L'EVASIONE E' DI 500 MILIARDI, FACESSERO PACE CON IL CERVELLO.

    Questa è la scusa perpetua per continuare a sprecare in prebende, sussidi e mance sostenendo che non ci sono soldi per il resto (cioè gli investimenti, la parte produttiva e virtuosa).


    Ma questo è il paese dove da giorni su twitter un tizio che ha osato scrivere che i dipendenti pubblici non pagano tasse ma vengono pagati con le tasse (dei privati), viene crocifisso e sbeffeggiato da mane a sera.

    A livello contabile cosa ha detto di sbagliato? Chiedo.

  8. #2092

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Sai benissimo che non succederà, comprendo la provocazione ma non siamo i francesi...
    Concordavo fino a qualche anno fa, ma la mappa famosa di prima + il risultato di lunedì ci mostrerà che ci sono campanelli di allarme forti. Magari le cattivissime, razzistissime e fascistissime (e chi più ne ha più ne metta ) regioni del nord non inizieranno a mettere a fuoco le auto ma qualcosa di più tranquillo, silenzioso ed efficiente sì.

    Se dicessi la frase "la situazione è insostenibile" mi riderei in faccia da solo perchè sono 20 anni che lo ripetono.
    Però da quest'anno c'è un grande però: mi sembra vi sia uno studio che mostra che su una 50ina di paesi con debito/pil sopra il 160% tutti tranne uno siano falliti. L'unico non fallito ancora è il Giappone (che ha banca sua ed è una nazione reale non un insieme di popolazioni). L'italia quest'anno supera il 160%, non ha la sua banca centrale e sebbene io sia europeista convinto un po' di paura nonostante le buone parole date dall'ue, mi sta venendo.

    Bah a volte mi sembra che mi preoccupo più io di macro-temi che la classe dirigente (ammesso che ci arrivino).

    Mi piace come ragioni Bisfra, evidentemente hai spesso contatto con i lavoratori che creano valore reale.

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #2093

    Predefinito

    Io sono una partita IVA da quando avevo 24 anni, dopo trent'anni ormai lavoro solo con e per aziende e mi giro e mi sono girato 2/3 dell'Italia. Mi manca il sud ma lì ho parentele acquisite.

    Negli uffici pubblici e spesso anche nel lavoro dipendente privato (mi ricordo una discussione - amichevole - con Manfri al riguardo) non si ha la più pallida idea di cosa voglia dire essere un autonomo, vedono tutti solo e soltanto gli incassi. Il lavoro si produce a costo zero quando sei un autonomo.

    E nel pubblico, che bazzico di frequente, ci sono un 30-40% di persone che vengono pagate una miseria per le competenze che hanno e per quel che producono, mentre la parte rimanente se la pagassimo per rimanere a casa non intralcerebbe il lavoro di chi lavora.
    Qui al centro, al nord è meglio ma non sempre.

  11. #2094

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    un comico in disarmo.
    Bellissima questa

    + 21 caratteri di "era una ehm..... diciamo provocazione"

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    E' una priorità di qualcuno del governo oggi? A parte i banchi a rotelle e gli esercizi di geometria analitica intendo.
    Assolutamente no e, premettendo che non sono vecchio e che cerco sempre di prendere le distanze da qualsiasi forma di retorica e di rimpianto dei tempi passati, sono basito dal livello di ignoranza di una probabilmente buona percentuale dei più giovani.
    Tra l'altro oramai non c'è più la scusa dell'inaccessibilità dell'informazione perché certe nozioni basterebbe cercarle su Wikipedia.
    Ho personalmente assistito ad un esame universitario di storia dell'architettura nel quale una giovane candidata ha detto che la seconda guerra mondiale è finita nel 1940 e non aveva alcuna idea sul perché fosse esistito il muro di Berlino. Più o meno ai livelli della miss Italia di qualche anno fa che avrebbe gradito vivere nel 1942.....

  12. #2095

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    La risposta sta ancora nella famosa mappa. Avrebbe il 99% di voti in una zona geografica ed il 1% in un'altra. All'incirca pari come votanti considerando la popolazione.

    Se al nord una Thatcher avrebbe il 99% dei voti ci sarebbe e governerebbe l'Italia. Ma non c'è. Punto. Non conosco neanche un politico di destra che vagamente propugni qualcosa che assomigli alle mie idee radicali. Al massimo vaneggiano di tagli di tasse senza dire nulla del buco che si creerebbe. Non esiste un politico in Italia che parli di tagli di spesa pubblica radicali. Anzi non esiste un politico in Italia che parli di tagli di spesa pubblica nemmeno soft. E la destra di questo è ancora più colpevole della sinistra, in cui certe idee sono tabù.

    Vivo in un paese dove comanda il business e il faro della politica è sempre incentrato sulla competitività. Anche se un quadro medio prende 100K di stipendio annuo la competività e l'innovazione permettono di creare una torta abbastanza grande da reggere gli stipendi alti e profitti molto alti per chi rischia e investe. È pieno di ricconi che si trastullano con i soldi fatti col business ma è anche pieno di gente che lavora e che guadagna abbastanza per farsi una vita piena.

    Lo sfruttamento del lavoro in Italia è la logica conseguenza della decadenza economica che fa resistere a galleggiare troppe poche aziende che possono attingere a un popolo troppo grande di disperati disposti a tutto pur di mangiare. Disperati che poi ovviamente non metteranno l'anima per lavorare per lo sfruttatore e così la competività va sottoterra.

    Il Pil prodotto da un paese che lavora male è troppo basso e deve sfamare una platea troppo grande di consumatori di Pil. Serve come il pane all'Italia un movimento politico che abbia come fari unici la volontà di far avere ai produttori di ricchezza la ricchezza da loro prodotta, e l'accetta per sventrare il popolo di consumatori di Pil. Non sarà una tragedia, andranno solo a lavorare veramente nel nuovo lavoro di qualità creato dalla mera sopraggiunta possibilità di arricchirsi lavorando. E se qualche suicidio ci fosse tra i non più assistiti, compenserebbero semplicemente i suicidi di chi oggi vuole costruirsi una vita piena lavorando ma non riesce a farlo.

  13. #2096

    Predefinito

    Un viceministro, Sibilia, quello che non crede che siamo andati sulla luna, è stato rinviato a giudizio per aver definito il Presidente (in carica) Napolitano un "boss della mafia".

    Dobbiamo tenercelo e tenerceli ancora per molto?

  14. #2097

    Predefinito

    Boeri, studio del 2019.






    secondo me le polarizzazioni che si stanno creando non giovano a nessuno. Spero qualcuno intervenga se percepisce il problema. Anzi, sperando percepisca la polarizzazione (lasciatemi essere sintetico, tra creatore di valore e “””sinonimo con accezione positiva di parassita“””) un problema e non un vantaggio.

  15. #2098

    Predefinito

    Anche perché si sta accentuando notevolmente il piagnocolio lagnoso (primo responsabile il ministro per il sud Provenzano) tra i nordisti che "lavoriamo per mantenere i meridionali" e i sudisti che "il nord ci ha depredato e continua a farlo".

    Non credo che ci porti da nessuna parte.

    Sai quante discussioni coi parenti siculi su "Abbiamo tutti politici incapaci e ladri" con mia risposta "E chi li ha votati per 70 anni? Io? Si vede che vi stava bene così."

  16. #2099

    Predefinito

    Non capisco di cosa parliate.. Questa vecchia e ormai obsoleta cartina delle passate elezioni mostra che al sud ha stravinto un partito populista, mentre al nord un altro partito populista.
    Il populismo è alla riscossa un po' in tutta Europa, ma in Italia è predominante. Tra l'altro, come scritto da Bisfra, i cosidetti giornalisti sono sempre più faziosi buttando benzina in questo fuoco.
    I vostri discorsi mi sembrano un po' troppo sofisticati

    Lunedì sera avrà vinto il populismo

  17. #2100

    Predefinito

    Sempre a lamentarvi... ancora di più in questa situazione di crisi post lockdown si stanno acuendo tutte le differenze.... ritenetevi fortunati invece di chiagnere....
    Pensate a che disastro sarebbe stato affrontare questa situazione economica drammatica senza i 3000 navigators...

Pagina 140 di 150 PrimoPrimo ... 4090130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •