Pagina 120 di 124 PrimoPrimo ... 2070110111112113114115116117118119120121122123124 UltimoUltimo
Mostra risultati da 1786 a 1800 di 1857

Discussione: Covid-19 e Sci alpino - SOCIO-ECONOMICO[parte 1]

  1. #1786
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    A me bastano due o tre cosette fatte bene e che nessun governante che debba essere rieletto farà mai:

    - ricalcolo col contributivo di tutte le pensioni
    - abolizione delle regioni
    - licenziabilità dei dipendenti statali
    - tetto massimo (medio-basso) agli stipendi dei dirigenti statali e sfoltimento del 90% (quelli che non servono a una sega)
    - massimo una azienda partecipata per provincia, con dirigenti assunti per concorso e senza cda di politici trombati.

    Il minimo per un paese che si debba dire normale. A occhio si recuperano 100 miiardi l'anno, allora sì che avresti un VERO avanzo primario.
    Ma le province non esistono

    Francamente 1 azienda partecipata per provincia, la vedo dura...

    Prendi Bologna: HERA, più grande gruppo utilities italiano, TPER (che fa comunque 8 milioni di utili l'anno) che gestisce trasporti in Emilia Romagna in sinergia con Trenitalia, BolognaFiere, Aeroporto Marconi... cosa fai?
    se non sbaglio se producono utile, sono soldi che il comune può reinvestire, al di là del patto di stabilità...

  2. #1787

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    Ma le province non esistono

    Francamente 1 azienda partecipata per provincia, la vedo dura...

    Prendi Bologna: HERA, più grande gruppo utilities italiano, TPER (che fa comunque 8 milioni di utili l'anno) che gestisce trasporti in Emilia Romagna in sinergia con Trenitalia, BolognaFiere, Aeroporto Marconi... cosa fai?
    se non sbaglio se producono utile, sono soldi che il comune può reinvestire, al di là del patto di stabilità...
    Infatti ho scritto MASSIMO una azienda per provincia.

    Da me ci sono due aziende che si sovrappongono (in parte) per duecentomila abitanti scarsi; suddivise in azienda acqua, zienda gas, azienda recupero rofiuti. Ognuna con un cda che dovrebbe andare fuori dai cojoni per un risparmio di svariate centinai di migliaia di euro l'anno. E mica vorrai continuare così?

    P.S.: uno del nuovo cda maximo è un mio amico da tempo, sempre eletto con AN, PDL, FDI. A questo giro non era in lista, poi ho capito perché.
    Il commento se lo è preso nei denti diretto: "Ma non erano i compagni che sbagliavano a fare queste cose? Mo' ho capito, sbagliavano perché non lo potevate fare voi".

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #1788

    Predefinito

    A proposito di stipendi pubblici o quasi vi risulta che Arcuri "guadagni"più di 500mila euro anno?Non avevano messo tetto di circa 320mila?

  5. #1789
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Infatti ho scritto MASSIMO una azienda per provincia.

    Da me ci sono due aziende che si sovrappongono (in parte) per duecentomila abitanti scarsi; suddivise in azienda acqua, zienda gas, azienda recupero rofiuti. Ognuna con un cda che dovrebbe andare fuori dai cojoni per un risparmio di svariate centinai di migliaia di euro l'anno. E mica vorrai continuare così?

    P.S.: uno del nuovo cda maximo è un mio amico da tempo, sempre eletto con AN, PDL, FDI. A questo giro non era in lista, poi ho capito perché.
    Il commento se lo è preso nei denti diretto: "Ma non erano i compagni che sbagliavano a fare queste cose? Mo' ho capito, sbagliavano perché non lo potevate fare voi".
    Non ti seguo.

    Io dico che non puoi mettere un massimo, nemmeno un minimo, ai comuni serve e ci sono esempi Palesemente funzionanti: Bologna ha più di 10 partecipazioni.

    Sono operazioni che escono dalla logica del profitto puro... ci sono beni o servizi che devono essere erogati, ma per fallimento del mercato sono poco remunerativi (o addirittura in perdita) per un’niziativa totalmente privata.
    I comuni/città metropolitane (&#129398 se ne fanno in parte carico, così da erogare il servizio ai cittadini, creare occupazione e reinvestire utili...

    Esempio, lo smaltimento dei rifiuti e la gestione delle acque, lasciarlo in mano ai privati in sto paese è una follia, la partecipazione di un ente locale non può che fare bene alla comunità.

    E accorpare 2-3 aziende... cosa fai? Cosa ottieni?
    HERA e TPER insieme?
    la megaditta fantozziana, carrozzone dai piedi di cemento armato?

    cosi si fanno semplicemente pastrocchi staliniani.

    Usiamo un modello di impresa partecipata non allineato
    😝

  6. #1790

    Predefinito

    II servizi per essere erogati efficientemente, secondo me, non possono essere in mano ad aziendine comunali o comprensoriali.
    Vanno affidati ad aziende PREVALENTEMENTE PUBBLICHE che facciano massa critica, altrimenti che vadano in perdita è conseguente.
    E chi le dirige non può essere l'ex segretario particolare del politico trombato di turno, bensì un manager specialista nel campo specifico.

    Altrimenti continuiamo come da noi con ventordici aziende, cda di incompetenti, perdite risanate dai comuni (che già dovrebbero essere risanati loro), ecc., ecc.
    Un po' di sana amministrazione efficiente affidata a gente competente.
    Null'altro.

  7. #1791

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    A me bastano due o tre cosette fatte bene e che nessun governante che debba essere rieletto farà mai:

    - ricalcolo col contributivo di tutte le pensioni
    - abolizione delle regioni
    - licenziabilità dei dipendenti statali
    - tetto massimo (medio-basso) agli stipendi dei dirigenti statali e sfoltimento del 90% (quelli che non servono a una sega)
    - massimo una azienda partecipata per provincia, con dirigenti assunti per concorso e senza cda di politici trombati.

    Il minimo per un paese che si debba dire normale. A occhio si recuperano 100 miiardi l'anno, allora sì che avresti un VERO avanzo primario.

    Tutto bene ma il risparmio va girato pari pari in abbassamento di tasse di chi produce.

    L'impatto della tassazione sul valore aggiunto delle imprese private deve essere al massimo del 20% (non considero qui i contributi pensionistici). 80% a imprenditori e lavoratori, 20% allo Stato.

    Con quel 20% si paga il welfare O gli Arcuri. A libera scelta dei politici e del popolo che li elegge.

    Verrebbe quasi voglia di investire e lavorare in Italia....

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da pierpa Vedi messaggio
    Quindi state invocando la troika nonostante dal 2011 siamo stati governati da quelli bravi e intelligente TM?
    Cioè Monti, Letta, Renzi, Gentiloni e Conte!

    Quelli bravi sono quelli che minimizzano il differenziale di crescita Pil rispetto ai paesi del nord Europa, tenendo comunque i conti in ordine. Non ne ho idea se qualcuno di quelli lo ha fatto, mi risulta che con Renzi e Gentiloni le cose andassero meglio che con gli altri. In ogni caso suggerirei un approccio più scientifico nella valutazione dei governanti e non il solito bla bla sinistra-destra.

    Purtroppo in Italia non abbiamo le Thatcher o gli Schroeder, o perlomeno non abbiamo maggioranze potenziali per eleggere qualche vero statista anche se esistesse. Abbiamo gli economisti della Lega e non è la stessa cosa.

    La destra italiana vorrebbe drogare l'economia a furia di deficit e stampaggio moneta, per cui non la prendo nemmeno in considerazione. Spero in una destra diversa che i soldi li prenda morigerando la spesa pubblica. Una destra frugale potrebbe avere il mio voto. Se l'Europa ci impone frugalità allora viva l'Europa e viva il Mes. È chiaro che i grillini della spesa facile con soldi che non ci sono non lo vogliono.
    Ultima modifica di pierr; 01-07-2020 alle 06:14 AM.

  8. #1792
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    II servizi per essere erogati efficientemente, secondo me, non possono essere in mano ad aziendine comunali o comprensoriali.
    Vanno affidati ad aziende PREVALENTEMENTE PUBBLICHE che facciano massa critica, altrimenti che vadano in perdita è conseguente.
    E chi le dirige non può essere l'ex segretario particolare del politico trombato di turno, bensì un manager specialista nel campo specifico.

    Altrimenti continuiamo come da noi con ventordici aziende, cda di incompetenti, perdite risanate dai comuni (che già dovrebbero essere risanati loro), ecc., ecc.
    Un po' di sana amministrazione efficiente affidata a gente competente.
    Null'altro.
    boh... tutto quello che dici qui si verifica.

    I dirigenti delle partecipate sono manager capaci, e si vede.
    L’AD di HERA, non esce dal mondo della politica, per esempio, non è proprio una nomina politica

    Se sono vicini a certa parte politica è, mi sento di dirlo serenamente, frutto di un circolo virtuoso, di una cultura di questa terra che ha sempre eletto gente capace in tutti i sensi, e di una loro formazione.

    Fermo restando poi che non tutti sono così, e che, proprio il fatto che gli enti locali abbiamo tante partecipazioni piccole (salvo pochi casi), permette un pelo più di indipendenza dalla politica, delle cariche amministrative.
    Quelle da me citate hanno tanti enti locali partecipanti, con piccole quote, ne consegue che un cambio di colore politico di uno di essi, non comporti necessariamente un cambio di nome a cui regalare una poltrona.

    L’esempio che fai tu, di municipalizzate controllate al 100% se di un solo socio, rischia di provocare effetto contrario!

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #1793

    Predefinito

    Amico mio, mica tutta l'Italia è l'Emilia-Romagna, o A2A.
    Direi piuttosto il contrario .....

  11. #1794
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Ah beh... torniamo al solito discorso che fa Pat... ogni 4-5 anni il popolo sceglie tra gestione sensata della PA e assistenzialismo, populismo, menefreghismo


    Cosa prevedi, leggi diverse a seconda di chi vince le elezioni?

    Sarebbe galattico

    Aggiungi questa cosa ai 5 punti prima e trovo il modo di candidarti e FARTI VINCERE

  12. #1795

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    Cosa prevedi, leggi diverse a seconda di chi vince le elezioni?
    Basterebbe cancellarne l'80% a caso, ripeto A CASO.

    Così finirebbe questa deriva avvocatizia dello Stato. Essendo il parlamento pieno di avvocati ogni volta che si arriccia un pelo per il verso sbagliato c'è la reazione cinopavloviana "ci vuole una legge per regolare la materia". La quarantaduesima sull'argomento, in genere.

  13. #1796

    Predefinito

    GUALTIERI 24 Marzo 2020











    GUALTOGGI 7 Luglio 2020

    https://www.repubblica.it/economia/2...98/?refresh_ce

    eurostat certifica un PIL 2020 a -11% per Bankitalia 40% degli italiani non può pagare il mutuo, per ISTAT 38% imprese è a rischio crack mentre per OCSE posti di lavoro sono -1.5 milioni.





    Ma quanto è incompetente quest'uomo?






    **************** UPDATE 08/07/20 17:50 *************







    Poi ci sarebbero quelli del M5S e le loro perenni contraddizioni. Mentre la De Micheli concede ad Atlantia la gestione del nuovo ponte di Genova, Crimi twitta







    https://www.dagospia.com/rubrica-4/b...chi-241560.htm






    Giusta sintesi e parodia





    **************** UPDATE 08/07/20 19:00 *************



    Quando la realtà supera il cabaret




    https://www.dagospia.com/rubrica-3/p...35.htmDAGONEWS 8 LUG 2020 18:31

    Sono ore che Casalino chiama tutte le redazioni possibili per dire che Conte non ne sapeva nulla dell’annuncio della piddina Paola De Micheli sull’affidamento del nuovo ponte di Genova alle Autostrade benettoniane.

    E mentre Ta-Rocco prova a far fare la figura del fesso a Giuseppi (sempre meglio che in malafede...), la De Micheli contattata dalla stampa sta ripetendo a tutti: “Conte era informato, sapeva tutto, mi ha detto lui di uscire”.

    l
    L’unica cosa che la vispa ministra si dimentica di dire che l’apparato del suo ministero è sempre stato dalla parte dei Benetton.
    Ultima modifica di pierpa; 08-07-2020 alle 06:33 PM.

  14. #1797
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Tu invece genio dei miei stivali, cosa prevedevi il 24 marzo, quando sembrava che si potesse riaprire il 5 aprile?

    Ma vai a cagare te dagospia e la merda che proponi IN OGNI POST!!

    Sei solo un ignorante megafono di qualcun altro, perché hai la testa piena di pigne secche

  15. #1798

    Predefinito

    Ricordiamo che le scelte sono sempre politiche.
    Il virus non firma i DPCM.
    La perdita di PIL è stata (almeno in parte) causa delle scelte fatte.
    Mentre gli operai italiani si grattavano gli zebedei i nostri competitor in europa lavoravano...

  16. #1799

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    Tu invece genio dei miei stivali, cosa prevedevi il 24 marzo, quando sembrava che si potesse riaprire il 5 aprile?

    Ma vai a cagare te dagospia e la merda che proponi IN OGNI POST!!

    Sei solo un ignorante megafono di qualcun altro, perché hai la testa piena di pigne secche
    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    Immagino sia grazie a te che riempi il forum di merda presa da altri siti?

    Hai pensieri tuoi o li scarichi tutti da Dagospia e dal mortuario di Giulietto Chiesa?
    Sei proprio un Signore!
    Si vede dalla tua risposta educata e con argomenti esaustivi, puntuali e sopratutto mai ripetitivi.

    Complimenti.

    PS: il lockdown in Italia è iniziato il 9 Marzo, quindi solo un incompetente come Gualtieri (che è Ministro dell'Economia) ipotizzava pochi miliardi di PIL perso (il 24 marzo), mentre qualche economista (da taluni forumisti denigrato) e anche qualche giornalista aveva previsto giusto.

    Esempio di giornalista che purtroppo ci ha azzeccato il 24 Marzo commentando Gualtieri



    ... come vedi posto solo merda con pigne secche






    --------------------------------------------------------------------------------- UPDATE 11/07/2020 16.44 -------------------------------------------------------






    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    25-06-2020, 08:05 AM #1767
    Già però le prospettive del 2021 sono migliori della media Euro.
    Però non sei in grado di capire il perché, né lo fai notare...
    Bisogna comunque dire che hai degli epigoni illustri nei ragionamenti.




    https://www.dagospia.com/rubrica-3/p...ive-241865.htm
    Roberto Gualtieri prova a guardare il bicchiere mezzo pieno. Il rimbalzo di maggio della produzione industriale, salita del 42% rispetto al mese precedente, è definito dal ministro «incoraggiante». Non fa niente che ad aprile le imprese erano in pieno lockdown mentre il 4 maggio hanno potuto ricominciare a produrre.

    Ultima modifica di pierpa; 11-07-2020 alle 04:24 PM.

  17. #1800

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da cleon Vedi messaggio
    Ricordiamo che le scelte sono sempre politiche.
    Il virus non firma i DPCM.
    La perdita di PIL è stata (almeno in parte) causa delle scelte fatte.
    Mentre gli operai italiani si grattavano gli zebedei i nostri competitor in europa lavoravano...
    Quindi in EUROPA il PIL da come scrivi è sceso di pochi punti..... Vedremo
    P. S: il grosso delle aziende han lavorato........ SE IL TURISMO fa il 10 per cento capirai che un 80 per cento di quel 10 crea i numeri di quasi metà del PIL mancante
    Poi al resto ci arrivi con mancata prod industriale ovvio
    Noi lavoriamo 100 per cento estero, se stavamo aperti non vendevano lo stesso nulla..... Oggi ad esempio riparte estremo oriente ma sudamerica è ferma....

Pagina 120 di 124 PrimoPrimo ... 2070110111112113114115116117118119120121122123124 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •