Pagina 1 di 209 123456789101151101 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1 a 15 di 3122

Discussione: Covid-19 e Sci alpino - SANITARIO [parte 4]

  1. #1

    Predefinito Covid-19 e Sci alpino - SANITARIO [parte 4]

    Riprendiamo qui.
    Per favore, usare toni pacati e gentili. Si possono esprimere con decisione le proprie idee anche senza offendere.

  2. #2

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Riprendiamo qui.
    Per favore, usare toni pacati e gentili. Si possono esprimere con decisione le proprie idee anche senza offendere.
    Perchè non separi un thread strettamente sanitario da uno sullo scenario economico?
    Così perde di interesse secondo me.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #3

    Predefinito

    @bisfra65
    Hai scritto " Al mio paesello si sono trasferiti da un mese decine se non centinaia di romani"

    Invece proprio oggi mo sono spulciata l'elenco dei positivi della provincia di BZ è tra 2000 totali positivi ho contato 70 residenti in altre regioni.

  5. #4

    Predefinito

    Premesso che ormai ai numeri nessuno più crede .......
    ....... c'è un fattore ricorrente.

    Sia in Lombardia, che in Emilia, che nelle Marche le province dove il contagio ha fatto bruschi esordi (Bergamo, Cremona, PIacenza, Parma, Pesaro ...) sono quelli che in questi giorni hanno la crescita % più bassa in tutta la regione.

    Ci sono due spiegazioni possibili, ma nessuna delle due mi convince:
    - ci sono meno contagi perchè è più alta la percentuale dei già contagiati ==> non mi convince perchè parliamo di % così basse sulla popolazione (anche se moltiplicate x 10) che non dovrebbe incidere
    - ci soni meno contagi perchè sono le prime che hanno adottato misure più stringenti ==> Non mi convince perchè dopo 40 gg non dovrebbe più incidere

    Forse, essendo le province dove si è vista più da vicino la morte, le misure di prevenzione personale sono più severe? Cioè, c'è maggiore sensibilità?

    Boh, non so cosa pensare, se non che finchè non se ne sa di più di questo virus, brancoliamo nel buio.

  6. #5

    Predefinito

    Crespeina

    Figuriamoci se dessero il permesso di andare nelle seconde case, mezza Italia si meterebbe in moto compresi quelli che non ci vanno mai, creando casini e ressa ovunque. Spiagge piene, file presso i benzinai, negozi.
    Certo che prima o poi si dovrà pur far uscire la gente.
    Mi sembra una considerazione un po’ catastrofica.
    Chi sento io vuole solo andare a lavorare, avere la possibilità di andarsi a comprare un paio di scarpe, far prendere un po’ d’aria e di sole ai figli e altre cose assolutamente normali. Con mascherina (perché ce l’hanno tutti, magari non marcata CE, ma ce l’hanno), distanza, coda, gel, guanti e diosolosacosaaltro.
    Tutti questi assatanati di ammucchiate inconsulte non li conosco.

    Poi ci sono anche i giornalisti ai quali andrebbe ritirato il tesserino come quelli dei titoli strillati di ieri per le code sulla pontina che si sono create solo perché c’erano i posti di blocco della polizia.

    A Roma su 3 milioni di abitanti sono stati eseguiti 650.000 controlli con 12500 multati (2% dei fermati, 0,4% dei residenti). Fonte: prefettura.
    Quindi stiamo parlando di impressioni riportate per avere qualcosa da scrivere o da blaterare in tv.

    Il vecchio proverbio è sempre valido: non bisogna fasciarsi la testa prima di essersela rotta.

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Crespeina Vedi messaggio
    @bisfra65
    Hai scritto " Al mio paesello si sono trasferiti da un mese decine se non centinaia di romani"

    Invece proprio oggi mo sono spulciata l'elenco dei positivi della provincia di BZ è tra 2000 totali positivi ho contato 70 residenti in altre regioni.
    Sono gli stessi che vengono normalmente in estate.
    Sui residenti fuori regione siamo al dilemma dell’uovo e la gallina: lo hanno portato o se lo sono venuto a prendere?

    Comunque ripeto anche a te quanto già detto in altre occasioni: la situazione sotto l’appennino (evitiamo il Po) non ha niente a che fare con la situazione a nord dell’appennino. In alcuni casi stiamo letteralmente parlando di accanimento terapeutico su un non malato.

  7. #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Mi sembra una considerazione un po’ catastrofica.
    ...
    Il vecchio proverbio è sempre valido: non bisogna fasciarsi la testa prima di essersela rotta.
    Non sono cose che vedo in TV. Ma di fronte agli occhi. La gente continua ad incontrarsi. Ok saranno della stessa famiglia: madre viene a trovare la figlia che vive col figlio e fidanzato. Ok è la badante che viene al lavoro presso l'anziano un giorno si e uno no. Ok la madre va a fare la spesa e lascia figlia presso la babysitter un giorno si e uno no.
    Quindi magari situazioni ammesse ma sempre pur gente che da una casa esce ed entra in un'altra, e continuiamo ad avere casi nuovi ogni giorno.

    Non è che perché si son liberati un paio di posti in ospedale io mi senta già tranquilla di andare in giro.

    L'unica cosa che mi fa star più tranquilla è che vedo che fanno piu tamponi e quindi anche alle persone in quarantena (contatti dei positivi) tra i quali puntualmente qualcuno di neo infettato si trova.
    Ho scritto tempo fa che dovrebbero mettere in strutture separate i positivi anche asintomatici, purtroppo o lo fanno per tutti o non ha senso.

  8. #7
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Bisfra se acconsenti gli spostamenti a seconde case, dichiari che le strutture sanitarie delle valli (esempio) fatte per gestire essenzialmente x numero di abitanti, siano in grado di sostenere x*1,3 numero di abitanti.
    In un periodo di emergenza MAI VISTA PRIMA!

    oh 573 posti di terapia intensiva in Emilia sono pieni al 60%! E si svuotano al 1,8% al giorno 🙄
    All’89% in Liguria!! (O 79.. poco cambia)


    Cosa succede all’ospedale di Porretta Terme o Pavullo o Castelnovo né Monti, tarati (per ricoveri e TI) sulla popolazione residente, se esplode un focolaio con paesi che hanno 3-400 abitanti in più su 2000?
    Perché quando dici quarantena il 90% di chi ha una seconda casa in montagna, pensa bene di scappare e isolarsi la... vedi quante persiane si riaprono... forse è più la gente che starnutisce per la muffa rimasta chiusa là dentro che per Covid


    Quindi cosa fai? Chiami le risorse dagli ospedali di pianura?
    non puoi perché servono la!

    Non ti puoi permettere di legittimare comportamenti potenzialmente esplosivi per SSN e comunità locali adattate a una vita che NON È quella dellestate coi paesi pieni per 2 mesi, nè per il singolo è la vita del vacanziero SANO con seconda casa!

    Avete una seconda casa?
    Non mi frega, ve ne state nella prima, con calma e serenità che al 90% avete un giardino da godervi, che alla seconda casa ci tornerete presto.
    Non prestissimo, perché le PRIORITÀ sono altre, ora

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    la situazione sotto l’appennino (evitiamo il Po) non ha niente a che fare con la situazione a nord dell’appennino. In alcuni casi stiamo letteralmente parlando di accanimento terapeutico su un non malato.
    Beh se sei così tranquillo e sicuro mi fa piacere. Significa che se il rischio da voi è così basso le vostre zone saranno le prime ad aprire.

    Io comunque ho letto l'elenco delle attività che possono aprire in Italia dopo pasqua, mi pare parecchio, per iniziare.

  11. #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Madflyhalf
    Ma voi che avete seconde case in sti paesi, li vivete anche?
    La conoscete la gente che ci abita 366 giorni l’anno, ci state parlando?
    Sì son 250 circa e li conosco quasi tutti, partecipo spesso anche alle riunioni cittadine, nella normalità alcuni li frequento pure, oltre ad aver organizzato eventi...
    Loro Non rischiano molto il contagio, poiché il distanziamento sociale ce l’hanno nel dna, si odiano a morte tra loro, tanto che ad ogni tornata elettorale ci son minimo tre liste, le elezioni comunali sono frequenti poiché le opposizioni fanno spesso cadere i sindaci.
    Sono degli sfegatati fans dell’assistenzialismo, vedono il Comune come un’entità suprema, una mucca da mungere.
    Non amano i proprietari di seconde case, ma soprattutto non amano il turismo. Maledicono i turisti quando si portano la spesa da casa. Sarà questa l’occasione nella quale saranno ben felici di ciò.
    Io ho casa a monte, e nel paese ci vado se so che gli faccio un piacere, se son mi vogliono posso anche non passarci, posso salire dall’altra strada. Intorno a casa non si incontra nemmeno un ca’ cianchenato, quindi non dò fastidio.
    Il Comune non dà più alcun servizio alle seconde case, poiché la località è in totale abbandono, tuttavia l’IMU sta alla tariffa massima e la Tari si paga profumatamente. L’acqua è a canone fisso quindi la paghi anche se non ci vai (in pratica, la pagano le seconde case per i residenti).

    Morale della favola, adesso è vietato andar fuori ed io sto a casa, non faccio come le decine di migliaia di persone che trasgrediscono, quando mi sarà permesso ci andrò e se a qualcuno non sta bene me ne sbatterò. Se a luglio non sarà permesso, troverò il modo di farmi autorizzare, poiché 4 mesi di reclusione ci stanno anche... poi basta poiché abbiamo anche dei diritti.

  12. #10

    Predefinito

    Guardando le cartine mondiali si nota:
    Usa: il buco nero é New York (numero casi e mortalita)
    Francia: Ile de France (Parigi)
    Spagna: Comunidad Madrid
    Italia: Lombardia (Bergamo e Brescia)
    In queste zone la mortalitá media é nettamente superiore alle altre zone degli stessi paesi (tolta qualche realtà locale
    data, solitamente, dalla presenza di focolai nelle strutture per anziani)
    2 considerazioni:
    1.quando c’é un accesso abnorme ai servizi di emergenza , il servizio sanitario va in crisi in tutte quelle zone, in Usa, in Italia, in Francia, in Spagna.
    2.tolti i dati di queste zone, dal computo generale, la mortalita si assesta su di un dato del 2% (in realta ancora piu bassa, perche il reale contagio
    é di molto superiore)
    Aggiungo che , infatti questo dato del 2% di mortalitá (qualcosa meno) é quello della Germania che non é mai andata in difficolta . . .

  13. #11

    Predefinito

    Intanto in Lombardia viene ventilata ipotesi di portare la quarantena a 28 giorni.
    Per quanto riguarda il numero dei contagiati anche in Piemonte non siamo messi bene(abbiamo superato il Veneto)

  14. #12

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da botto Vedi messaggio
    - ci sono meno contagi perchè è più alta la percentuale dei già contagiati ==> non mi convince perchè parliamo di % così basse sulla popolazione (anche se moltiplicate x 10) che non dovrebbe incidere
    Io non escluderei questo punto. Ragioniamo sui bambini: questi nelle zone di maggior diffusione lo hanno preso a piene mani, e portato a casa, ma niente di niente è successo. Puf! Il virus lo hanno preso e in pochi giorni è stato vinto senza nessun sintomo. A me sembra strano che solo per qualche anno in più di età non ci sia per la stragrande parte degli adulti lo stesso effetto. Tanti adulti per me lo han preso, e in poche ore/giorni il loro organismo li ha eliminati. Lo hanno preso in maniera così soft che anche un tampone sarebbe stato negativo. E si sono immunizzati. Quando si dice che il 20% dei contagiati subisce gravi conseguenze e l'80% no, quell'80% è una percentuale calcolata sui positivi. Chi lo prende e lo vince subito è probabile che non diventa mai abbastanza contagiato da far risultare il tampone positivo.

    Il virus sembra fare danni praticamente solo dove un ambiente chiuso si carica di aria impestata. Là il corpo ne assorbe in gran quantità, la reazione del corpo umano deve essere molto più intensa, e ad alcuni il sistema immunitario impazzisce ed è quello che provoca i casi gravi e le morti.

    Quindi per me il numero di veri contagiati è 100, 1000 volte il numero di contagiati ufficiali, e non 10

  15. #13

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierr Vedi messaggio
    Io non escluderei questo punto. Ragioniamo sui bambini: questi nelle zone di maggior diffusione lo hanno preso a piene mani, e portato a casa, ma niente di niente è successo. Puf! Il virus lo hanno preso e in pochi giorni è stato vinto senza nessun sintomo. A me sembra strano che solo per qualche anno in più di età non ci sia per la stragrande parte degli adulti lo stesso effetto. Tanti adulti per me lo han preso, e in poche ore/giorni il loro organismo li ha eliminati. Lo hanno preso in maniera così soft che anche un tampone sarebbe stato negativo. E si sono immunizzati. Quando si dice che il 20% dei contagiati subisce gravi conseguenze e l'80% no, quell'80% è una percentuale calcolata sui positivi. Chi lo prende e lo vince subito è probabile che non diventa mai abbastanza contagiato da far risultare il tampone positivo.

    Il virus sembra fare danni praticamente solo dove un ambiente chiuso si carica di aria impestata. Là il corpo ne assorbe in gran quantità, la reazione del corpo umano deve essere molto più intensa, e ad alcuni il sistema immunitario impazzisce ed è quello che provoca i casi gravi e le morti.

    Quindi per me il numero di veri contagiati è 100, 1000 volte il numero di contagiati ufficiali, e non 10
    Avevo postato un articolo Usa, che conferma quello che dici, piú la carica virale é alta e concentrata piu la sintomatologia puó evolvere in forma grave.
    Come il contagio da asintomatici (bassa carica virale) che, solitamente, si evolve in modo positivo (anche se su questo non tutti “gli esperti” sono
    d’accordo).
    I casi reali sono mooolti di piú ma 100 volte in Lombardia, vorrebbe dire che 1 su 2 ha avuto il virus (magari fosse cosi . . . )

  16. #14

    Predefinito

    Pasqua in quarantena da solo, mi annoiavo e ieri mi sono messo a giocare con le moltiplicazioni

    E sono partito dal caso particolare di Robbio.

    Cosa ha fatto di particolare Robbio per meritarsi gli onori della cronaca? Semplice, il Sindaco, stufo di aspettare le iniziative della Regione che non arrivano mai, ha deciso in totale autonomia di procedere ai test sierologici* sulla popolazione comunale:

    Obiettivi: verificare in che percentuale la popolazione fosse entrata in contatto con il Covid19 e la presenza/concentrazione di anticorpi nel sangue dei cittadini.**

    All'iniziativa hanno aderito circa 2000 persone, un terzo della popolazione.

    Hanno per ora analizzato i primi 1000 campioni, un sesto o quasi della popolazione.

    Risultati: 140 hanno gli anticorpi.
    140 cittadini sono venuti in contatto con il virus.
    Di questi 140, 119 (l'85%) sono asintomatici o con sintomi simili a un raffreddore o giù di lì.

    Nel paese di Robbio i positivi ufficiali inseriti nelle statistiche della Protezione Civile sono 16.

    Orbene, Robbio ha 5850 abitanti e facendo un po' di conti da Bar dello Sport (chiedi scusa agli statistici). 140x5,85 = 819
    Una proiezione di 819 positivi, di cui 696 (l'85%) asintomatici o quasi,
    Quindi, sulla base dei test sierologici, a Robbio i positivi effettivi sarebbero circa 51 volte il numero dei positivi "ufficiali" (16) dichiarati dal governo.

    Ora facciamo un salto un po' più grande
    Secondo i dati della Protezione Civile, in Italia i positivi a oggi sono 100.269.
    Sempre secondo i dati ufficiali della protezione civile, aggiungendo deceduti e guariti, le persone entrate in contatto con il Covid19 dall'inizio della pandemia sono state 152.271.

    Se in Italia le proporzioni tra positivi ufficiali e reali fossero le stesse di Robbio, allora noi avremmo avuto dall'inizio della pandemia 152.271x51= 7.613.271 italiani che hanno preso il coronavirus, di cui 6.471.517 asintomatici.

    Mentre a ieri, 11 aprile 2020, i positivi sarebbero 100.269x51= 5.113.719, di cui 4.346.661 asintomatici o con sintomi leggeri assai.


    ATTENZIONE: Ho fatto giusto i conti della serva, tanto per passare un paio d'ore. So benissimo che è pura follia statistica attribuire rappresentatività nazionale a questi dati, MA

    quando leggo che in un paese che ufficialmente ha registrato solo 16 positivi, sono stati trovati su un sesto dei suoi abitanti 140 contagiati, mi sono posto tre domande:

    Che numeri ci racconta la Protezione Civile da 50 giorni a questa parte?

    Come hanno gestito il controllo dell'epidemia?

    Perchè continuano a darci numeri che non hanno il benchè minimo valore e significato?



    Comunque i miei conti della serva non si discostano troppo da quelli di un report realizzato da un team dell'Imperial College di Londra guidato da Neil Ferguson e Samir Bhatt e diffuso dall'Oms Collaborating Centre for Infectious Disease Modelling, secondo le cui stime ben il 9,8% della popolazione italiana, pari a 5.900.000 milioni di persone, sarebbe stato già infettato dal Covid 19.
    Sicuramente ci sono andato più vicino io che non i dati della protezione civile.

    *Si dibatte sull'attendibilità di questi test. Il Veneto e l’Emilia Romagna hanno annunciato, parole dei governatori «che sono validi, li faremo a tappeto: chi ha gli anticorpi è più sereno». La Lombardia dal canto suo ha frenato prima e ieri ha aperto (Fonte: la Provincia Pavese - vedi link nel primo commento)

    **La sperimentazione ha riscosso un tale successo che persino il San Matteo di Pavia ha chiesto ai cittadini di Robbio che hanno gli anticorpi alti di donare il sangue per curare i malati in ospedale. (Fonte: la Sesia, il giornale di VErcelli e Provincia - vedi link qua sotto)

  17. #15

    Predefinito

    Io credo sinceramente che ogni minima concessione(we fuori porta), in questo paese diventi automaticamente un ALIBI per eserciti di imbecilli... il resto sono chiacchiere senza senso
    🤦*♂️🤦*♂️🤦*♂️

Pagina 1 di 209 123456789101151101 ... UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •