Pagina 147 di 207 PrimoPrimo ... 4797137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157197 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 2191 a 2205 di 3103

Discussione: Covid-19 e Sci alpino - SANITARIO [parte 4]

  1. #2191

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    hippo non è questione di confini aperti per il tursimo...............pensi che se aprono i confini questa estate arriveranno migliaia di tedeschi e austriaci?
    Per la montagna se ne andranno nelle alpi fuori italia, per il mare prevedo incremento croato, montenegrino, albanese e greco

    non penso l'Italia quest'anno sia la meta preferita anche dai soliti oltralpe (qualcuno potrà anche venire, ma non sono quelli i numeri che aiutano)

    anche i numeri degli italiani, non credo aiuteranno...............salvo seconde case e qualcosa di altro, non sento nell'aria (almeno nella cerchia di amicizie mie) tutta questa voglia di andare verso nord in montagna (forse più facile verso sud al mare, ma forse................la vedo dura per gli alberghi)

    La pressione psicologica è rimasta
    Permettimi di dissentire: se ad ogni minimo sprazzo di apertura da parte dei pagliacci che hanno il potere supremo, la gente esagera e non si riesce a tenerla in casa (nemmeno nel pieno della pandemia), è evidente che nessuno salvo alcuni casi disperati, ha paura del virus bensì delle restrizioni imposte e sanzioni allegate! Appena verrà dato il via libera la gente si muoverà SOPRATTUTTO quelli delle seconde case e SOPRATTUTTO verso la montagna (ove fisiologicamente le restrizioni saranno meno opprimenti). Ovviamente si spera in un minimo di buonsenso e rispetto delle linee guida.

    Idem discorso per gli stranieri: al di fuori dell'Italia hanno capito che non è una nube tossica ma un virus che nel 95 % dei casi è assolutamente non pericoloso e al ritorno in patria se proprio staranno lontani qualche gg dai nonnetti se sono over 80!
    Il motivo che terrà lontana la gente o se va bene favorirà partenze e prenotazioni last minute è il timore che i pagliacci si inventino o proseguano chiusure o restrizioni assurde magari senza o con poco preavviso, tendendo di fatto impossibile la pianificazione, che per uno che si muove da x km potrebbe essere fortemente limitante!

    Ricordiamoci che oltralpe gli ultimi mesi non sono stati u incubo come per noi: la gente anche se non andava al lavoro non ha mai perso la libertà di movimento

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    hippo non è questione di confini aperti per il tursimo...............pensi che se aprono i confini questa estate arriveranno migliaia di tedeschi e austriaci?
    Per la montagna se ne andranno nelle alpi fuori italia, per il mare prevedo incremento croato, montenegrino, albanese e greco

    non penso l'Italia quest'anno sia la meta preferita anche dai soliti oltralpe (qualcuno potrà anche venire, ma non sono quelli i numeri che aiutano)

    anche i numeri degli italiani, non credo aiuteranno...............salvo seconde case e qualcosa di altro, non sento nell'aria (almeno nella cerchia di amicizie mie) tutta questa voglia di andare verso nord in montagna (forse più facile verso sud al mare, ma forse................la vedo dura per gli alberghi)

    La pressione psicologica è rimasta

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    hippo non è questione di confini aperti per il tursimo...............pensi che se aprono i confini questa estate arriveranno migliaia di tedeschi e austriaci?
    Per la montagna se ne andranno nelle alpi fuori italia, per il mare prevedo incremento croato, montenegrino, albanese e greco

    non penso l'Italia quest'anno sia la meta preferita anche dai soliti oltralpe (qualcuno potrà anche venire, ma non sono quelli i numeri che aiutano)

    anche i numeri degli italiani, non credo aiuteranno...............salvo seconde case e qualcosa di altro, non sento nell'aria (almeno nella cerchia di amicizie mie) tutta questa voglia di andare verso nord in montagna (forse più facile verso sud al mare, ma forse................la vedo dura per gli alberghi)

    La pressione psicologica è rimasta
    Permettimi di dissentire: se ad ogni minimo sprazzo di apertura da parte dei pagliacci che hanno il potere supremo, la gente esagera e non si riesce a tenerla in casa (nemmeno nel pieno della pandemia), è evidente che nessuno salvo alcuni casi disperati, ha paura del virus bensì delle restrizioni imposte e sanzioni allegate! Appena verrà dato il via libera la gente si muoverà SOPRATTUTTO quelli delle seconde case e SOPRATTUTTO verso la montagna (ove fisiologicamente le restrizioni saranno meno opprimenti). Ovviamente si spera in un minimo di buonsenso e rispetto delle linee guida.

    Idem discorso per gli stranieri: al di fuori dell'Italia hanno capito che non è una nube tossica ma un virus che nel 95 % dei casi è assolutamente non pericoloso e al ritorno in patria se proprio staranno lontani qualche gg dai nonnetti se sono over 80!
    Il motivo che terrà lontana la gente o se va bene favorirà partenze e prenotazioni last minute è il timore che i pagliacci si inventino o proseguano chiusure o restrizioni assurde magari senza o con poco preavviso, tendendo di fatto impossibile la pianificazione, che per uno che si muove da x km potrebbe essere fortemente limitante!

    Ricordiamoci che oltralpe gli ultimi mesi non sono stati u incubo come per noi: la gente anche se non andava al lavoro non ha mai perso la libertà di movimento

  2. #2192

    Predefinito

    In Emilia Romagna partono i test su privati a pagamento, ma non hanno ancora deciso il protocollo da seguire.

    Ovvero: in caso di igm negativo e igg positivo (che dovrebbe significare ho avuto il virus ma non ce l'ho più) non hanno deciso se sottoporre a tampone o meno.
    Differenza non da poco, perchè l'iter del tampone è rognoso e potresti essere messo in quarantena provvisoria anche se magari hai avuto virus 2 mesi fa.
    E poi: il tampone lo andresti a fare subito alle tende del triage oppure devi attendere che vengano a casa nel giorno del poi?

    capisco che siamo avanti anni luce rispetto a Lombardia, ma per certe cose anche qui si naviga ancora a vista.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #2193

    Predefinito

    Qualche numero relativo al Piemonte.Siamo sempre messi male anche se c'è lento miglioramento.
    .http://www.quotidianosanita.it/piemo...icolo_id=85093
    Sondaggio relativo al personale sanitario

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da botto Vedi messaggio
    In Emilia Romagna partono i test su privati a pagamento, ma non hanno ancora deciso il protocollo da seguire.

    Ovvero: in caso di igm negativo e igg positivo (che dovrebbe significare ho avuto il virus ma non ce l'ho più) non hanno deciso se sottoporre a tampone o meno.
    Differenza non da poco, perchè l'iter del tampone è rognoso e potresti essere messo in quarantena provvisoria anche se magari hai avuto virus 2 mesi fa.
    E poi: il tampone lo andresti a fare subito alle tende del triage oppure devi attendere che vengano a casa nel giorno del poi?

    capisco che siamo avanti anni luce rispetto a Lombardia, ma per certe cose anche qui si naviga ancora a vista.
    IgM negative e IgG positive non ti dicono che il virus non c'è più.La risposta si ha solo con il tampone.Il tutto salvo eccezioni.

  5. #2194

    Predefinito

    https://www.corriere.it/politica/20_...&appunica=true

    Penso che comunque la stagione estiva sarà ridotta ai minimi termini,
    sia per gli operatori che per le famiglie.

    Guardo qui e sò per esperienza diretta che le spiagge erano piene di crucchi che quest'anno non ci saranno.
    Sicuramente gli italiani che ci andranno godranno di meno caos.
    Ma per gli operatori sarà un grosso problema.

    In montagna l'impatto forse sarà minore.

    Allo stesso modo dal lato delle famiglie sarà da vedere se le ferie si fanno,vuoi per i costi vuoi per la mancanza di ferie consumate magari a causa delle chiusure di questi mesi.

  6. #2195

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da hippo Vedi messaggio
    Permettimi di dissentire: se ad ogni minimo sprazzo di apertura da parte dei pagliacci che hanno il potere supremo, la gente esagera e non si riesce a tenerla in casa (nemmeno nel pieno della pandemia), è evidente che nessuno salvo alcuni casi disperati, ha paura del virus bensì delle restrizioni imposte e sanzioni allegate! Appena verrà dato il via libera la gente si muoverà SOPRATTUTTO quelli delle seconde case e SOPRATTUTTO verso la montagna (ove fisiologicamente le restrizioni saranno meno opprimenti). Ovviamente si spera in un minimo di buonsenso e rispetto delle linee guida.

    Idem discorso per gli stranieri: al di fuori dell'Italia hanno capito che non è una nube tossica ma un virus che nel 95 % dei casi è assolutamente non pericoloso e al ritorno in patria se proprio staranno lontani qualche gg dai nonnetti se sono over 80!
    Il motivo che terrà lontana la gente o se va bene favorirà partenze e prenotazioni last minute è il timore che i pagliacci si inventino o proseguano chiusure o restrizioni assurde magari senza o con poco preavviso, tendendo di fatto impossibile la pianificazione, che per uno che si muove da x km potrebbe essere fortemente limitante!

    Ricordiamoci che oltralpe gli ultimi mesi non sono stati u incubo come per noi: la gente anche se non andava al lavoro non ha mai perso la libertà di movimento
    certo che puoi dissentire :)

    io sono in piccolissma parte d'accordo con quanto stai dicendo (anche sulla minimizzazione del virus)

    un conto è uscire, un conto è il viaggiare come prima

    quindi per te se i ristoranti riaprono, fanno gli stessi numeri di prima? Ma quando mai

    AEREI: non prevedo tutta questa mole di turisti che si muoveranno con questo mezzo, soprattutto famiglie.........quindi escluderei il turista britannico e statunitense (che ancora hanno fra l'altro il loro problema), scandinavo e fuori Europa e anche spagnolo (che muove numerini nelle città d'arte)

    se oggi intervisti un italiano ti dirà che andrà in vacanza (se va) nei propri confini (non generalizzare in base al tuo istinto)
    stessa cosa faranno gli altri, per cui un francese può rimanere tranquillamente nel suo paese

    restano austriaci tedeschi e olandesi, chi andrà fuori dal paese vedrai come si sposteràin gran numero sull'altro lato della costa adriatica

    SPERO di SBAGLIARMI

  7. #2196

    Predefinito

    Se il governo italiano non prende come PRIORITÀ ASSOLUTA quello di liberalizzare già oggi i movimenti tra regioni e i passaggi alle frontiere, gli stranieri faranno solo last minutes in Italia. È anche una questione di immagine, finchè non riapri dai l'impressione che sei ancora nei guai e di non saper gestire la situazione

  8. #2197

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ddski Vedi messaggio
    La Slovenia apre le frontiere oggi quella italiana inclusa.
    Sì però noi italiani possiamo starci solo 24 ore , altrimenti bisogna fare la quarantena , quindi è più che altro x i lavoratori transfrontalieri .
    Si può attraversare x andare in Croazia in teoria , ma non si può andare ( Slovenia ) per turismo e nemmeno x fare benzina toccata e fuga

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #2198

    Predefinito

    Ieri ho avuto una conversazione con il mio conoscente che lavora come internista anestesista presso un ospedale ligure.
    Lui mi ha detto alcune cose “interessanti” . . .
    - sono circa 4 settimane che, praticamente, non ci sono piú ricoveri in TI per il covid, coloro che, purtroppo, vanno in TI oggi
    sono quelli che ci sarebbero andati anche 6 mesi fa (prima del covid), capita che qualcuno (percentuale bassa) di questi
    pazienti sia anche positivo al tampone ma il ricovero in TI é dovuto all’aggravarsi di malattie (o infortuni) extra covid.
    - L’asl regionale ha avviato un ricerca dove emerge che il virus circolava da circa il 10/ 15 gennaio, molte malattie
    polmonari erano presenti e trattate come gravi polmoniti (la grande maggioranza erano pazienti anziani) senza la
    ricerca del virus (all’epoca non solo non era previsto dai protocolli ma, neppure esisteva un protocollo)
    Si sono verificati (all’epoca) alcuni decessi (come sempre avviene per polmoniti in pazienti anziani) e alcuni
    sono migliorati e sono stati dimessi e rinviati a casa o nelle Rsa (ancora positivi ? ? ? )
    - il virus ha, ad, oggi uno sviluppo dei sintomatologia molto meno “grave” rispetto a 2 mesi fa (migliori cure ? ? ?
    malattia presa in maniera precoce ? ? ? il virus é meno aggressivo ? ? ? )
    - Ad oggi, la quasi totalità dei relativamente pochi “positivi” proviene sempre da Rsa, l’indice del contagio all’esterno delle
    strutture sanitarie é molto basso (quasi nullo in campo lavorativo)
    - Nella “sua” TI sono deceduti “solo” 2 pazienti sotto i 60 anni (1 con pluripatologie) e i casi piú gravi trattati (anziani o
    meno anziani) sono, nella maggior parte dei casi, sempre inerenti allo svolgimento dì attività legate all’assistenza socio-sanitaria
    Ultima modifica di wow; 15-05-2020 alle 02:12 PM.

  11. #2199

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    certo che puoi dissentire :)

    io sono in piccolissma parte d'accordo con quanto stai dicendo (anche sulla minimizzazione del virus)

    un conto è uscire, un conto è il viaggiare come prima

    quindi per te se i ristoranti riaprono, fanno gli stessi numeri di prima? Ma quando mai

    AEREI: non prevedo tutta questa mole di turisti che si muoveranno con questo mezzo, soprattutto famiglie.........quindi escluderei il turista britannico e statunitense (che ancora hanno fra l'altro il loro problema), scandinavo e fuori Europa e anche spagnolo (che muove numerini nelle città d'arte)

    se oggi intervisti un italiano ti dirà che andrà in vacanza (se va) nei propri confini (non generalizzare in base al tuo istinto)
    stessa cosa faranno gli altri, per cui un francese può rimanere tranquillamente nel suo paese

    restano austriaci tedeschi e olandesi, chi andrà fuori dal paese vedrai come si sposteràin gran numero sull'altro lato della costa adriatica

    SPERO di SBAGLIARMI
    Sicuramente il settore della ristorazione sarà fortemente danneggiato e quello dei locali notturni discoteche... sarà temo annientato temporaneamente.

    Per la migrazione verso Croazia ecc... Non la vedo come concorrenza alle spiagge italiane: chi ama il tipo di mare Croato (io) schifa le spiagge tipo Riviera adriatica romagnola... anche per motivi pratici: famiglie con bambini piccoli hanno bisogno di spiagge comode accessibili acqua che degrada dolcemente... l'altra sponda adriatica ha acqua profonda, scogli, spiagge per la maggior parte "avventurose". Poi hai visto le spiaggetta croate in un agosto normale? Imbarazzante per sovraffollamento e calca, ma veramente da vomitare! Ora non credo che come numeri possano accogliere anche coloro che solitamente cercano le situazioni comode alla "Bibione o Lignano" (posti da cui mi sono sempre tenuto alla larga).
    Poi no dimentichiamoci che i nordici sono mooolto più adattabili e avventurieri di noi: se l'aereo viene scomodo, non hanno problemi a calarsi 1500 km in auto. Poi ci sono tutti quelli dei camper. Poi i b&b e Zimmer frei a gestione famigliare che risultano di più facile gestione anche seguendo le linee guida (ovvio qualche costo in più)...
    Io credo che se i genialoidi timorati assetati di potere non ci si mettono di impegno a castrarci con regole assurde che faranno scappare i turisti, la stagione non andrà persa. Purtroppo alcuni settori come ristorazione e "movida" ne risentiranno maggiormente

  12. #2200

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da hippo Vedi messaggio
    Sicuramente il settore della ristorazione sarà fortemente danneggiato e quello dei locali notturni discoteche... sarà temo annientato temporaneamente.

    Per la migrazione verso Croazia ecc... Non la vedo come concorrenza alle spiagge italiane: chi ama il tipo di mare Croato (io) schifa le spiagge tipo Riviera adriatica romagnola... anche per motivi pratici: famiglie con bambini piccoli hanno bisogno di spiagge comode accessibili acqua che degrada dolcemente... l'altra sponda adriatica ha acqua profonda, scogli, spiagge per la maggior parte "avventurose". Poi hai visto le spiaggetta croate in un agosto normale? Imbarazzante per sovraffollamento e calca, ma veramente da vomitare! Ora non credo che come numeri possano accogliere anche coloro che solitamente cercano le situazioni comode alla "Bibione o Lignano" (posti da cui mi sono sempre tenuto alla larga).
    Poi no dimentichiamoci che i nordici sono mooolto più adattabili e avventurieri di noi: se l'aereo viene scomodo, non hanno problemi a calarsi 1500 km in auto. Poi ci sono tutti quelli dei camper. Poi i b&b e Zimmer frei a gestione famigliare che risultano di più facile gestione anche seguendo le linee guida (ovvio qualche costo in più)...
    Io credo che se i genialoidi timorati assetati di potere non ci si mettono di impegno a castrarci con regole assurde che faranno scappare i turisti, la stagione non andrà persa. Purtroppo alcuni settori come ristorazione e "movida" ne risentiranno maggiormente
    per la cronaca io forse a luglio sto pensando ad un campeggio in trentino, poi vedremo la moglie se approva il piano

    al limite andiamo in camper

    quindi io sono aperto a viaggiare, ma è la massa (fidati) che neanche ci pensa (per lo meno adesso) di muoversi (fra l'altro saranno in molti a pensare di rimandare risparmiando soldi...................)

  13. #2201

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da ddski Vedi messaggio
    Io ogni tanto giro per le vie di Milano e vedo tutti con mascherine che tengono la distanza. Mettendo da parte “incontri clandestini” tra amici e amanti, visto che siamo in quasi totale lockdown da due mesi ci sono passati ben 4 periodi di incubazione e i contagi vanno avanti. C’è veramente qualcosa che non va e non vedo alcuna azione o indagine coordinata per capire le cause. La cittadinanza vorrebbe fare i test, ma la Regione, per la propria incapacità rispetto ad altre regioni italiane non è in grado di trovare o creare reagenti per fare i dovuti tamponi e quindi fa di tutto per disincentivare i test sierologici.
    Non mi sembra ne una gestione virtuosa ne al servizio del cittadino e sinceramente tiene in scacco tutto il paese. Nelle altre regioni limitrofe i tamponi si fanno in grandi quantità, i contagiati sono seguiti ed isolati e vediamo una situazione molto migliore. Questi sono i fatti. Io da lombardo sono stato paziente e cercavo di mettermi nei panni di chi deve gestire una situazione eccezionale, ma sinceramente non vedo che si stia facendo NULLA per migliorare la situazione. Nessuna strategia tranne quella propagandistica che da un lato crea le restrizioni e cerca di dare la colpa al governo centrale e da un altro sostiene le categorie che protestano e chiedono di aprire le loro attività. Concludo che qui siamo in mano a persone che vivono di opportunismo e non mettono il benessere dei propri cittadini al primo posto.
    Semplice. chiaro e diretto.
    Al di là del perenne ritornello sullo tsunami che Gallera e c. tirano fuori ancora prima di dire buongiorno, perché non si è organizzata una rete di controllo sul territorio?
    Forse perchè se il 50% del budget lo butti nel privato poi non ti rimangono i soldi per gestire capillarmente il pubblico?

    L'ho sempre pensato e purtroppo i fatti mi hanno dato ragione. La sanità NON DEVE essere una questione affaristico-commerciale.

  14. #2202

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Vettore2480 Vedi messaggio
    Perché mai e poi mai penalizzeranno le regioni del nord, o comunque mai faranno discriminazioni, pertanto, come successo per le chiusure delle imprese, finché non riaprono tutte non riapre nessuno, loro con r0 più alto stanno chiusi e noi con R0 sotto 0,2 facciamo penitenza per solidarietà, mentre le nostre imprese falliscono, quando invece almeno una parte della nazione avrebbe potuto contribuire ad arginare lo sprofondamento del PIL nazionale.
    Io lo sapevo fin dall’inizio che l’ipotesi “di lavoro” della riapertura interregionale per macro aree era una grandissima presa per i lato B, come sempre, per darci speranze con le indiscrezioni fatte trapelare appositamente e tenerci buoni.
    Altra cosa della quale sono sicuro è che parlano di 1 giugno per poi darci i SOTOMAJOR del 3 giugno e fregarci sia il WE che il ponte. E comunque il ponte è bello che fregato anche in caso di 1 giugno.
    Ho una seconda casa che sta abbandonata, non so nemmeno se abbia preso fuoco, sta a due passi dalla mia residenza ma fuori regione. Io ai primi di giugno ci vado e, perché in tutta sincerità ora mi hanno rotto pesantemente i cogli@ni.
    Non posso tollerare che un residente a San Marcello Pistoiese possa andare al mare ad Orbetello, traversando mezza Italia, e io che sto vicino al confine non posso andare aprire la mia seconda casa.
    Le ho centrate tutte in pieno dal primo giorno dell'emergenza, le mosse di questo esecutivo. Sono PREVEDIBILISSIMI

  15. #2203

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Vettore2480 Vedi messaggio
    Le ho centrate tutte in pieno dal primo giorno dell'emergenza, le mosse di questo esecutivo. Sono PREVEDIBILISSIMI
    E hanno rotto il caz.zo ! ! !

  16. #2204

    Predefinito

    non posso andare a casa in momtagna, in Abruzzo, in un paese che ha meno abitanti del mio condominio e zero positivi, pero' da lunedi potro' andare nei centri commerciali di Roma, incrociando centinaia o migliaia di persone..............tanto si indossa la mascherina.......

  17. #2205

    Predefinito

    Io un fuga in giornata alla mia casa appena oltre confine regionale, nell'ultimo we di maggio, me la farò, mi faranno la multa perché sono andato a casa mia, faranno come caz gli pare.... ma ci vado.

Pagina 147 di 207 PrimoPrimo ... 4797137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157197 ... UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •