Pagina 99 di 289 PrimoPrimo ... 498990919293949596979899100101102103104105106107108109149199 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1471 a 1485 di 4328

Discussione: Corona-virus Covid-19 e Sci alpino [parte 3]

  1. #1471

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da wow Vedi messaggio
    Bravo . . . avevo gia scritto questa cosa 10 giorni fa . . . mi sono chiesto perche, a fronte di queste polmoniti, non é scattato un allarme ? ? ?
    Il virus causa una determinata polmonite virale, può essere che le polmoniti precedenti venivano classificate come batteriche (che causano
    un certo numero di deceduti all’anno) ? ? ? O anche virali (che esistono anche quando non c’è in covid) ? ? ?
    Mahhhh
    Secondo voi quante malattie esistenti catalogate come rare esistono e quanti milioni di italiani ne son colpiti.
    E una malattia rara è considerata tale se meno di una persona su 2000 ne è affetta.

    E qualche caso di polmonite anomala che si risolve magari positivamente cosa dovrebbe fare? fare scattare un allarme nucleare?

    Probabilmente di situazioni simili ne avvengono al mondo decine di migliaia all'anno.

    E' che stavolta, come succede on 30/40 anni, si è trasformata in pandemia.

    Altrimenti sarebbe stata un titolo di una qualche ricerca specialistica nascosta tra altre decine di migliaia in qualche database di pubblicazioni scientifiche.

  2. #1472

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Crespeina Vedi messaggio
    È vero, moltissime aziende si sono offerte ad importare mascherine.
    Tra queste anche la Oberalp di Bolzano (la Salewa per capirci) ha fatto una consegna di mascherine di cui 1,5 mln per la protezione civile (che sono poi andate direttamente Lombardia) e altri pezzi per l'Asl di Bolzano e per il sistema sanitario austriaco, che ha partecipato all'operazione offrendo il trasporto col l'aereo della Austrian. Vista la brutta esperienza del carico spedito dalla Cina e rubato dalla Cechia, hanno preferito organizzare il trasporto con mezzi più affidabili. Poi dall'aeroporto di Vienna la Fercam ha offerto gratuitamente il trasporto fino a Bolzano e Lombardia.

    Molte aziende potevano importare ma essenziale era organizzare un trasporto sicuro....
    Il mercato delle mascherine è letteralmente impazzito. Trattandole abitualmente all'ingrosso (le normali chirurgiche 3 strati) vi posso assicurare che non è questione di speculazione. Abitualmente le compro a 2 euro circa la scatola da 50pz, di buona qualita. Me ne hanno proposte di pessime a 29 euro la scatola oggi, pagamento anticipato. E con ce ma non certificate come dispositivi medici quindi non vendibili nel medicale. Ad hk trovate a 35 a scatola certificate dm. Ovviamente abbiamo desistito in attesa che prima o poi arrivino le ns consegne programmate mensili...per assurdo le ffp2 com e senza valvola hanno ricarato di meno, pur essendo usate a sporposito dalla popolazione sottraendole ai medici.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #1473

    Predefinito

    In Usa, sembra che vogliono fare una distribuzione a tappeto . . .

    FDA authorizes widespread use of unproven drugs to treat coronavirus, saying possible benefit outweighs risk
    Millions of doses of anti-malarial drugs hydroxychloroquine and chloroquine will be distributed to hospitals across the country to try to slow the disease in seriously ill patients

  5. #1474

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da wow Vedi messaggio
    Bravo . . . avevo gia scritto questa cosa 10 giorni fa . . . mi sono chiesto perche, a fronte di queste polmoniti, non é scattato un allarme ? ? ?
    Il virus causa una determinata polmonite virale, può essere che le polmoniti precedenti venivano classificate come batteriche (che causano
    un certo numero di deceduti all’anno) ? ? ? O anche virali (che esistono anche quando non c’è in covid) ? ? ?
    Mahhhh

    @manfri . . . non mi sembra che, in questo momento, per il Plaquenil si facciano molte considerazioni sugli effetti collaterali, nel video del capo
    equipe bolognese ai suoi internisti, lui ha paragonato gli effetti collaterali a quelli del Plasil (a livello di esempio), consigliando
    la profilassi, anche l’articolo di Burioni sullo studio del San Raffaele, sostiene che il miglior risultato (per ora a livello di studio)
    si ha con una profilassi e poi (se infetti) con altra somministrazione.
    Che poi a leggere il bugiardino del Plaquenil , uno non sia proprio tranquillo . . . sono d’accordo con te .
    Il problema è che quando un medico parla a degli altri medici specializzati questi di solito hanno quei venti anni di studio e esperienza sulle spalle.
    Quindi quello che dicono sottintende tutta una serie di cose che per loro sono naturali e ovvie. Sia a livello generale e livello metodologico.
    E se dicono una cosa sanno che oltre a quella hanno sottointeso almeno altre quaranta cose.
    Come succede direi in qualsiasi situazione di lavoro tra colleghi.

    E' quando il giornalista che lo riporta che se va bene spara il titolone e riporta in piccolo un pò di fatti, magari stravolgendoli pure.
    Se va bene... Oggi su la repubblica non sono riusciti neanche a riportare il numero dei nuovi contagi...

    E chi lo legge incomincia a ringalluzzirsi che la cura la faranno a tutti in qualsiasi ospedale d'Italia oggi no, domani forse, ma dopodomani sicuramente. (cit.)

    Sempre che non scatti il complottismo e la gente incominci a pensare che sono mesi che sapevano tutto e hanno tenuto nascosto, per chissa quale recondito motivo politico

    Figuriamoci quando salta fuori un video di strafuso su Internet, apriti cielo!

    Io sono sicuro che a Bologna stiano facendo un lavoro serio di studio e sperimentazione, diffusione di informazione e organizzazione a tutte le strutture coinvolte.

    Ma non credo siano pronti per una campagna di massa. Non è umanamente possibile.

    Ma la gente appena sente quello che c'era nel video si è già convinta che sia fatta e che il problema sia risolto e che con una pillolina comprata a banco in farmacia sia tutto a posto.

    Ed è una cosa che potrebbe essere potenzialmente disastrosa.

    In compenso una sola cosa è certa: quelli che hanno veramente bisogno del Plaquenil rischiano di rimanere senza.

  6. #1475

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Manfri Vedi messaggio
    Secondo voi quante malattie esistenti catalogate come rare esistono e quanti milioni di italiani ne son colpiti.
    E una malattia rara è considerata tale se meno di una persona su 2000 ne è affetta.

    E qualche caso di polmonite anomala che si risolve magari positivamente cosa dovrebbe fare? fare scattare un allarme nucleare?

    No dai questa è capziosità. Hai un'esplosione nucleare a due passi da te di cui si parla tutti i giorni da due mesi, uno arriva con sintomi da radiottività e tu pensi a malattie rare?

    Da inizio gennaio ogni caso di polmonite in Italia avrebbe duvuto far suonare il campanello d'allarme di possibile coronavirus e invece stavamo solo a pensare a evitare i ristoranti cinesi e i voli diretti dalla Cina

  7. Lo skifoso pierr ha 3 Skife:


  8. #1476

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Il Pordenonese Vedi messaggio
    Il mercato delle mascherine è letteralmente impazzito. Trattandole abitualmente all'ingrosso (le normali chirurgiche 3 strati) vi posso assicurare che non è questione di speculazione. Abitualmente le compro a 2 euro circa la scatola da 50pz, di buona qualita. Me ne hanno proposte di pessime a 29 euro la scatola oggi, pagamento anticipato. E con ce ma non certificate come dispositivi medici quindi non vendibili nel medicale. Ad hk trovate a 35 a scatola certificate dm. Ovviamente abbiamo desistito in attesa che prima o poi arrivino le ns consegne programmate mensili...per assurdo le ffp2 com e senza valvola hanno ricarato di meno, pur essendo usate a sporposito dalla popolazione sottraendole ai medici.
    Non ho capito... sei un rivenditore di dispositivi medici?
    Da noi non ce le ha ancora quasi nessuno. Spero diventino disponibili almeno quando ci lasceranno finalmente uscire...

    Mi sembra che a livello nazionale c'è un'azienda italiana che produce poco meno di 1 milione al giorno. Certo non è tanto e per ora credo vadano distribuite solo agli ospedali o medici di base. Ma spero che col tempo si normalizzerà. .
    Chissà che "normalità " che ci aspetta...

  9. #1477

    Predefinito

    Guarda che io non sto consigliando di andare a comprare il Plaquenil . . . per il quale, tra l’altro, ci vuole la ricetta medica
    Ho solo riportato le informazioni che avevo . . .

    Ma, magari per sto caz.zo di incubo, basta un farmaco di 50 anni fa . . . (MAGARI ! ! ! )

  10. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  11. #1478

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da wow Vedi messaggio
    Bravo . . . avevo gia scritto questa cosa 10 giorni fa . . . mi sono chiesto perche, a fronte di queste polmoniti, non é scattato un allarme ? ? ?
    Il virus causa una determinata polmonite virale, può essere che le polmoniti precedenti venivano classificate come batteriche (che causano
    un certo numero di deceduti all’anno) ? ? ? O anche virali (che esistono anche quando non c’è in covid) ? ? ?
    Mahhhh
    .
    Tratto da mio scambio di battute con amico medico(medici non informati su cosa c'era scritto su gazzetta ufficiale del 31 gennaio relativamente a possibile epidemia)
    -Medico di base:nella mia "comunità" muore di polmonite il novantenne pieno di acciacchi(evenienza non eccezionale nel periodo invernale).Che strumenti ho io per fare diagnosi di polmonite virale?Nessuno.Certo se muoiono dieci vecchietti incomincio a preoccuparmi ma oramai è tardi.
    Ospedale:io primario mi accorgo che nel mio reparto ci sono pazienti con polmonite che rispondono poco alla terapia antibiotica .La Tac mi segnala immagina strane rilevate anche dal radiologo.Cosa faccio?Boh?Siccome una polmonite batterica in soggetti anziani necessita di una degenza anche di 15 giorni al secondo o terzo caso mi insospettisco ma oramai sono passate tre settimane e la situazione sfugge da ogni controllo

  12. Lo skifoso picchio ha 2 Skife:


  13. #1479

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Crespeina Vedi messaggio
    Non ho capito... sei un rivenditore di dispositivi medici?
    Da noi non ce le ha ancora quasi nessuno. Spero diventino disponibili almeno quando ci lasceranno finalmente uscire...

    Mi sembra che a livello nazionale c'è un'azienda italiana che produce poco meno di 1 milione al giorno. Certo non è tanto e per ora credo vadano distribuite solo agli ospedali o medici di base. Ma spero che col tempo si normalizzerà. .
    Chissà che "normalità " che ci aspetta...
    Si, tra le altre cose rivendo dpi e dispositivi medici, lavoro nel settore medicale/farmaceutico. Purtroppo quelle della filiera italiana, se non altro quelle che ho visto personalmente, possono andar bene per la popolazione, ma per il personale medico non sono adatte. Il grosso problema è la carenza di materia prima. Tnt e sms sono finiti, camici monouso sterili e non finiti da 1 settimana, disinfettanti in crisi xche manca alcool in tutta europa (quello utiliźzato, isopropilico se non sbaglio, mi hanno spiegato essere prodotto dalla fermentazione della barbabietola ed essendo la richiesta aumentata di 10 volte, dovebbero metterne in lavorazione ora, x essere pronto tra 3 mesi...provato anche con fornitori austriaci e tedeschi, han finito tutto), guanti in nitrile anche essi reperibili con enormi difficolta (oggi ho dovuto comunicare alla dogana di genova l elenco dei medici ai quali erano destinati per sbloccare lo sdoganamento...altrimenti requisivano)...spruzzatori x disinfettanti...ho dovuto chiederli ad un ingrosso / agraria...era l unico al quale erano rimasti qualche centinaio di pezzi..tanto per dire...ogni giorno e' un terno al lotto capire se e quando ti arriveranno i bancali...e tutto, ma dico tutto, con pagamento all'ordine...

  14. Lo skifoso Il Pordenonese ha 2 Skife:


  15. #1480

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Il Pordenonese Vedi messaggio
    Purtroppo quelle della filiera italiana, se non altro quelle che ho visto personalmente, possono andar bene per la popolazione, ma per il personale medico non sono adatte. ...
    Avevo sentito che un'azienda italiana produce poco meno di 1 milione al giorno per la protezione civile che poi le distribuisce agli ospedali. Poi può darsi che si tratti di quelle chirurgiche e magari per quelle ffp ci siano altri fornitori.

  16. #1481

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierr Vedi messaggio
    No dai questa è capziosità. Hai un'esplosione nucleare a due passi da te di cui si parla tutti i giorni da due mesi, uno arriva con sintomi da radiottività e tu pensi a malattie rare?

    Da inizio gennaio ogni caso di polmonite in Italia avrebbe duvuto far suonare il campanello d'allarme di possibile coronavirus e invece stavamo solo a pensare a evitare i ristoranti cinesi e i voli diretti dalla Cina
    Beh paragonare a una esplosione nucleare a due passi con un avvisaglia di una nuova forma di malattia che pareva essere una influenza un pò più pesante non a due passi ma in Cina mi sembra piuttosto capzioso.

    La prima notizia che è trapelata dalla Cina è venuta fuori il 31 dicembre 2019.

    "Il 31 dicembre 2019 le autorità cinesi informano l’Organizzazione mondiale della Sanità che nella metropoli si è verificata una serie di casi di simil polmonite, la cui causa è però sconosciuta: il virus non corrisponde a nessun altro noto. Si comincia a indagare sull’origine della malattia."

    Quindi il 31 dicembre era ancora una malattia che era appena nata e non aveva cause conosciute, di sicuro per tutto il mondo tranne la Cina.

    E secondo te da inizio gennaio ogni caso di polmonite in Italia avrebbe dovuto far suonare il campanello d'allarme di possibile coronavirus?

    Il primo caso fuori dalla Cina è stato identificato il 13 gennaio. Ed era uno che era stato a Wuhan.

    Nemmeno con quel caso era stata accertata la trasmissione da uomo a uomo.

    E la prima dichiarazione è stata:
    "gli esperti Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) ricordano che non ci sono rischi prevedibili in Italia. "In Italia, i reparti di malattie infettive garantiscono la presenza sul campo di una rete di specialisti in grado di identificare precocemente il manifestarsi di nuove infezioni. - conferma Marcello Tavio presidente Simit - Anche se non abbiamo elementi per pensare che questo nuovo virus possa significativamente coinvolgerci, il mantenimento di questa rete è comunque importante come strumento di protezione per la popolazione tutta”."

    Ma sopratutto secondo te a inizio gennaio si pensava ai voli diretti dalla Cina, quando i voli diretti dalla Cina sono stati fermati il 30 gennaio.

    E tutto il mondo ci ha perculato.

    Il primi casi di italiani sono stati in zona a codogno il 20 febbraio.

    Una malattia è catalogata rara, in europa, per definizione, se colpisce meno di una persona su 2000 nella popolazione, quindi non solo a gennaio ma fino al 16 marzo (senza considerare la diffusione rapida e ormai globale) era una malattia rara.
    In USA una malattia è considerata rara fino a che non colpisce 200000 persone.
    200000 casi si sono raggiunti a livello mondiale il 18 marzo.

    Quindi si, in Italia a gennaio una malattia che ha colpito solo 2 persone è una malattia rara.

    E di fronte ai 2 milioni di malati di malattie rare secondo te scatta un allarme nucleare per 2 persone che si erano infettate a migliaia di km di distanza? (i due turisti cinesi)

  17. Skife per Manfri:

    ami

  18. #1482

    Predefinito

    Mi raccomando andateci però piano con sto plaquenil/clorochina che in Francia a quanto pare in alcuni pazienti è stato fatale...


    Allarme in Francia sui trattamenti con antimalarici a base di clorochina o idrossiclorochina, associate o meno all'antibiotico azitromicina, nei pazienti con Covid-19, che avrebbero provocato disturbi del ritmo del cuore e arresti cardiaci in alcuni ospedali francesi, causando in alcuni casi la morte dei pazienti. La denuncia arriva da un farmacista di un ospedale universitario, nonché corrispondente del Centro di farmacovigilanza nella sua regione, che ha lanciato l'allarme insieme a medici infettivologi e suoi colleghi farmacisti, precisando di aver inviato la casistica all'attenzione dell'Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali (Ansm).

    Ieri anche l'Agenzia sanitaria regionale della Nouvelle-Aquitaine - riferisce "in esclusiva" 'Le Point' - ha reso noto che "sono stati segnalati casi di tossicità cardiaca nella regione a seguito dell'autosomministrazione di Plaquenil* (idrossiclorochina) da parte di pazienti che avvertivano sintomi di Covid-19".

    Da oltre un mese la clorochina e l'idrossiclorochina sono al centro dell'attenzione in tutto il mondo, soprattutto in Francia dove l'infettivologo di Marsiglia Didier Raoult sostiene che grazie a questi 'vecchi' antimalarici (sono sul commercio da una sessantina d'anni) si possa sconfiggere il coronavirus, mentre lo stesso presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, li ha definiti "un dono dal cielo".


    Da Adnkronos

  19. Lo skifoso Crespeina ha 2 Skife:


  20. #1483

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Crespeina Vedi messaggio
    Mi raccomando andateci però piano con sto plaquenil/clorochina che in Francia a quanto pare in alcuni pazienti è stato fatale...


    Allarme in Francia sui trattamenti con antimalarici a base di clorochina o idrossiclorochina, associate o meno all'antibiotico azitromicina, nei pazienti con Covid-19, che avrebbero provocato disturbi del ritmo del cuore e arresti cardiaci in alcuni ospedali francesi, causando in alcuni casi la morte dei pazienti. La denuncia arriva da un farmacista di un ospedale universitario, nonché corrispondente del Centro di farmacovigilanza nella sua regione, che ha lanciato l'allarme insieme a medici infettivologi e suoi colleghi farmacisti, precisando di aver inviato la casistica all'attenzione dell'Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali (Ansm).

    Ieri anche l'Agenzia sanitaria regionale della Nouvelle-Aquitaine - riferisce "in esclusiva" 'Le Point' - ha reso noto che "sono stati segnalati casi di tossicità cardiaca nella regione a seguito dell'autosomministrazione di Plaquenil* (idrossiclorochina) da parte di pazienti che avvertivano sintomi di Covid-19".

    Da oltre un mese la clorochina e l'idrossiclorochina sono al centro dell'attenzione in tutto il mondo, soprattutto in Francia dove l'infettivologo di Marsiglia Didier Raoult sostiene che grazie a questi 'vecchi' antimalarici (sono sul commercio da una sessantina d'anni) si possa sconfiggere il coronavirus, mentre lo stesso presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, li ha definiti "un dono dal cielo".


    Da Adnkronos
    Che guarda caso pare proprio una edelle complicazione chiaramente nel famoso "bugiardino", e questa sì dovrebbe essere conosciuta dai medici che la prescrivono..

    "Prolungamento dell’intervallo QTc

    In alcuni pazienti è stata segnalato il prolungamento dell’intervallo QTc durante l’uso di idrossiclorochina.
    Idrossiclorochina deve essere usata con cautela nei pazienti con prolungamento dell’intervallo QT congenito o
    documentato acquisito e/o con noti fattori di rischio per il prolungamento dell’intervallo QT, come:
    - problemi cardiaci, ad esempio insufficienza cardiaca, infarto miocardico,
    - condizioni proaritmiche, ad esempio bradicardia (< 50 bpm),
    - storia di problemi al ritmo ventricolare,
    - ipopotassiemia e/o ipomagnesiemia non trattate,
    - e durante la somministrazione concomitante di farmaci noti per prolungare l’intervallo QT (vedere paragrafo 4.5),
    perché queste condizioni potrebbero aumentare il rischio di aritmia ventricolare che, in alcuni casi, può avere esito fatale."

    Ma tanto sono aspirine...
    medicinali che sono in giro da decenni...

  21. Skife per Manfri:

    ami

  22. #1484

    Predefinito

    L'Italia presa a tradimento, l'Italia nuda con le bandiere:

    https://www.tpi.it/cronaca/coronavir...0200330576324/

    - - - Updated - - -

    Manfri potrei anche darti ragione nelle tue difese alla sanità italiana, ma in un paese che non ha saputo procurare mascherine e tute isolanti, dove la gente che sta male viene mandata in pronto soccorso 12 ore ad ammalarsi e ad ammalare, le scuse comprensibili diventano scuse di comodo.

    Non sono medico e non ho mai scritto di prendere medicine ad cazzum, lascerei valutare ai medici. Sempre che ci siano le medicine

  23. Skife per pierr:

    mig

  24. #1485

    Predefinito

    Plaquenil, sono andato a riguardare.
    Lo aveva prescritto a mio padre il reumatologo e dopo sei mesi glielo ha tolto. Per fortuna aggiungo.

    A occhio è uno di quei tentativi in cui la percentuale di riuscita è 50/50.
    Giusto per i casi disperati.

Pagina 99 di 289 PrimoPrimo ... 498990919293949596979899100101102103104105106107108109149199 ... UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •