Mostra risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Pozza, Pera, Vigo 8-11 marzo

  1. #1

    Predefinito Pozza, Pera, Vigo 8-11 marzo

    Salve a tutti, come da oggetto, trascorrerò quattro giorni pieni in Val di Fassa con base a Pozza. La mia idea era quella di sciare al Buffaure-Ciampac e al Catinaccio, al massimo potrei spostarmi un giorno a Canazei dato che ho visto essere collegata sci ai piedi al Ciampac.
    Andiamo alla questione che vorrei sottoporre a voi esperti del posto: ho iniziato a sciare da poco, in genere faccio piste blu e solo saltuariamente qualche rossa poco impegnativa. Potreste consigliarmi le rosse più tranquille (niente muri ripidi) in questi comprensori? Vorrei cercare di fare principalmente rosse, partendo però da quelle più semplici in assoluto.
    Ringrazio chiunque vorrà dedicarmi un minuto del suo tempo!

  2. #2

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maurober Vedi messaggio
    Salve a tutti, come da oggetto, trascorrerò quattro giorni pieni in Val di Fassa con base a Pozza. La mia idea era quella di sciare al Buffaure-Ciampac e al Catinaccio, al massimo potrei spostarmi un giorno a Canazei dato che ho visto essere collegata sci ai piedi al Ciampac.
    Andiamo alla questione che vorrei sottoporre a voi esperti del posto: ho iniziato a sciare da poco, in genere faccio piste blu e solo saltuariamente qualche rossa poco impegnativa. Potreste consigliarmi le rosse più tranquille (niente muri ripidi) in questi comprensori? Vorrei cercare di fare principalmente rosse, partendo però da quelle più semplici in assoluto.
    Ringrazio chiunque vorrà dedicarmi un minuto del suo tempo!
    area catinaccio : evita la nera tomba. per il resto piste belle, assolate (la thoeni rossa) e soprattutto con poca gente. panorami a gogo....irrinunciabile figurati che io scio da quando avevo 4 anni di età e ne ho 50 e quando vengo su sto in val gardena, ma una giornata in cui includo il catinaccio la comprendo sempre!

    area buffaure : evita decisamente la nera vulcano!!! per il resto piste rosse fattibili di cui una (panorama) lunghissima e molto bella ; e cmq, se posso permettermi, ti consiglio di imparare a sciare bene se vuoi frequentare questi luoghi, perchè comunque le piste blu in fassa (come in val gardena del resto) non abbondano, campi scuola esclusi. Quindi prevedi qualche ora d maestro anche perchè dopo, quando ti senti maggiormente padrone della situazione, puoi andare dappertutto e divertirti molto ma molto di più (ti preciso che non sono un maestro e non ho amici maestri, te lo dico perchè è così). tornando alle piste, ti segnalo solo la pista rossa pala del geiger, che poco sotto il col di valvacin ti riporta in area ciampac, quindi è obbligatorio farla se vuoi andare verso canazei; si tratta di una pista frequentata e lievemente ripida (non una nera insomma) : se ti metti con calma, una curva dopo l'altra si fa, tranquillo!

    area ciampac, : sulla sella bruneck non andare giù subito a sx ma segui lo stradello che vedi sulla destra e che riduce la pendenza....poi tutto facile fino alla stazione di monte della cabinovia che viene da alba. prendila in discesa e non fare la nera pista nel bosco, che peraltro come nera è nera davvero e quindi, da quel che dici siano le tue capacità, potresti incontrare difficoltà piuttosto grosse a sciarla (diversi muretti da ripidi e molto ripidi e tutti in ombra)
    il collegamento di ritorno verso il buffaure e quindi verso pozza è molto tranquillo e non presenta problemi di sorta.

    area belvedere : qua ti puoi sbizzarrire : piste rosse molto praticabili, lunghe belle ed assolate, servite da impianti belli e veloci : sempre sci ai piedi, volendo puoi chiudere l'anello scendendo a pian de frataces mediante la rossa Lupo Bianco (prende il nome dall'albergo-rifugio omonimo), passando sotto il ponte stradale sci ai piedi e salendo con la cabinovia in area sella, e di qui mediante seggiovia (all'arrivo della cabinovia vai a sinistra e la trovi qualche metro più avanti) salire al col rodella. da qui due belle piste rosse (Rodella e Tre-tre) ma fattibili (pendenti ma non ripide sopra, molto meno sotto) ti riportano indietro OPPURE puoi prendere in discesa la funivia che parte poco più avanti sul col rodella e scende a campitello e di qui con bus (biglietto gratuito per i turisti che risiedono in valle) puoi tornare a pozza o dovunque tu risieda in fassa.

    Ti segnalo qui un rifugio splendido che si chiama Friedrich August, più un agriturismo che un rifugio, con begli animali (anche gli Yak) oltre che cibo e ambiente super. da qua uno skilift e poi la stessa seggiovia ti riportano sul col rodella. io ci vado ogni anno ed ogni anno lo preferisco sempre di più, sia estate che inverno. se poi vuoi anche un pò di movida, come arrivi con la cabinovia prendi invece a destra e trovi subito il grande e popolatissimo rifugio Salei.
    spero di esserti stato utile
    buone sciate !!!

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #3

    Predefinito

    Se vuoi impratichirti con gradualità con una pendenza un po' più elevata, hai probabilmente bisogno di un pistone dritto, largo e uniforme, con pochi cambi di ritmo o direzione, da poter ripetere tante volte.

    Non sono grande esperto della val di Fassa, ma credo che la seggiovia Paolina su a Carezza (disimbarcandoti all'intermedia, per evitare il muro iniziale nero) oppure i vari impianti che trovi nel catino sopra Canazei possano fare al caso tuo (alla peggio, puoi ridiscendere in paese con la cabinovia, se non ti senti ancora sicuro a percorrere lo stradone di rientro nel bosco, che è sempre affollatissimo, perchè in comune col Sella Ronda). In quel catino, alcuni impianti rimontano sino al crinale e i muretti iniziali sono ripidi, ma sono abbastanza sicuro che ce ne siano almeno un paio che rimangono dove la pendenza è più contenuta.

    Anche su al passo Sella (ma è giusto una impressione che mi sono fatto passandoci col Sella Ronda), mi pare che ci siano alcune piste larghe e uniformi, ma devi comunque arrivarci e poi tornare indietro, per una pista nel bosco un po' più ostica e affollatissima (salvo salire e scendere con la funivia del col Rodella, le cui code mattutine vedo però descritte come un girone infernale).

    Idem per la Orsa Maggiore, che è a metà strada fra Pozza e Alba. A parte il breve muretto iniziale, poi è un pistone soft. Però pure lì devi arrivarci e poi tornare a valle con altre piste che non sono proprio banalissime.

    Se vuoi fare un po' di strada in macchina, ricordo pistoni larghi e uniformi anche sul versante ovest del passo San Pellegrino.

    Sono però sicuro che ci siano altri colleghi che conoscono meglio la val di Fassa e che quindi possano darti suggerimenti più mirati

  5. #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da hammer1969 Vedi messaggio
    area catinaccio : evita la nera tomba. per il resto piste belle, assolate (la thoeni rossa) e soprattutto con poca gente. panorami a gogo....irrinunciabile figurati che io scio da quando avevo 4 anni di età e ne ho 50 e quando vengo su sto in val gardena, ma una giornata in cui includo il catinaccio la comprendo sempre!

    area buffaure : evita decisamente la nera vulcano!!! per il resto piste rosse fattibili di cui una (panorama) lunghissima e molto bella ; e cmq, se posso permettermi, ti consiglio di imparare a sciare bene se vuoi frequentare questi luoghi, perchè comunque le piste blu in fassa (come in val gardena del resto) non abbondano, campi scuola esclusi. Quindi prevedi qualche ora d maestro anche perchè dopo, quando ti senti maggiormente padrone della situazione, puoi andare dappertutto e divertirti molto ma molto di più (ti preciso che non sono un maestro e non ho amici maestri, te lo dico perchè è così). tornando alle piste, ti segnalo solo la pista rossa pala del geiger, che poco sotto il col di valvacin ti riporta in area ciampac, quindi è obbligatorio farla se vuoi andare verso canazei; si tratta di una pista frequentata e lievemente ripida (non una nera insomma) : se ti metti con calma, una curva dopo l'altra si fa, tranquillo!

    area ciampac, : sulla sella bruneck non andare giù subito a sx ma segui lo stradello che vedi sulla destra e che riduce la pendenza....poi tutto facile fino alla stazione di monte della cabinovia che viene da alba. prendila in discesa e non fare la nera pista nel bosco, che peraltro come nera è nera davvero e quindi, da quel che dici siano le tue capacità, potresti incontrare difficoltà piuttosto grosse a sciarla (diversi muretti da ripidi e molto ripidi e tutti in ombra)
    il collegamento di ritorno verso il buffaure e quindi verso pozza è molto tranquillo e non presenta problemi di sorta.

    area belvedere : qua ti puoi sbizzarrire : piste rosse molto praticabili, lunghe belle ed assolate, servite da impianti belli e veloci : sempre sci ai piedi, volendo puoi chiudere l'anello scendendo a pian de frataces mediante la rossa Lupo Bianco (prende il nome dall'albergo-rifugio omonimo), passando sotto il ponte stradale sci ai piedi e salendo con la cabinovia in area sella, e di qui mediante seggiovia (all'arrivo della cabinovia vai a sinistra e la trovi qualche metro più avanti) salire al col rodella. da qui due belle piste rosse (Rodella e Tre-tre) ma fattibili (pendenti ma non ripide sopra, molto meno sotto) ti riportano indietro OPPURE puoi prendere in discesa la funivia che parte poco più avanti sul col rodella e scende a campitello e di qui con bus (biglietto gratuito per i turisti che risiedono in valle) puoi tornare a pozza o dovunque tu risieda in fassa.

    Ti segnalo qui un rifugio splendido che si chiama Friedrich August, più un agriturismo che un rifugio, con begli animali (anche gli Yak) oltre che cibo e ambiente super. da qua uno skilift e poi la stessa seggiovia ti riportano sul col rodella. io ci vado ogni anno ed ogni anno lo preferisco sempre di più, sia estate che inverno. se poi vuoi anche un pò di movida, come arrivi con la cabinovia prendi invece a destra e trovi subito il grande e popolatissimo rifugio Salei.
    spero di esserti stato utile
    buone sciate !!!
    Sei stati precisissimo! Da quanto mi pare di capire, la maggior parte delle rosse sono accessibili in questi tre comprensori. Il mio problema è evitare muri particolarmente ripidi che potrebbero mettermi in difficoltà. Per quanto riguarda il maestro ho pensato di fare qualche ora se dovessi riscontrare problemi sulle rosse!

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da daniered Vedi messaggio
    Se vuoi impratichirti con gradualità con una pendenza un po' più elevata, hai probabilmente bisogno di un pistone dritto, largo e uniforme, con pochi cambi di ritmo o direzione, da poter ripetere tante volte.

    Non sono grande esperto della val di Fassa, ma credo che la seggiovia Paolina su a Carezza (disimbarcandoti all'intermedia, per evitare il muro iniziale nero) oppure i vari impianti che trovi nel catino sopra Canazei possano fare al caso tuo (alla peggio, puoi ridiscendere in paese con la cabinovia, se non ti senti ancora sicuro a percorrere lo stradone di rientro nel bosco, che è sempre affollatissimo, perchè in comune col Sella Ronda). In quel catino, alcuni impianti rimontano sino al crinale e i muretti iniziali sono ripidi, ma sono abbastanza sicuro che ce ne siano almeno un paio che rimangono dove la pendenza è più contenuta.

    Anche su al passo Sella (ma è giusto una impressione che mi sono fatto passandoci col Sella Ronda), mi pare che ci siano alcune piste larghe e uniformi, ma devi comunque arrivarci e poi tornare indietro, per una pista nel bosco un po' più ostica e affollatissima (salvo salire e scendere con la funivia del col Rodella, le cui code mattutine vedo però descritte come un girone infernale).

    Idem per la Orsa Maggiore, che è a metà strada fra Pozza e Alba. A parte il breve muretto iniziale, poi è un pistone soft. Però pure lì devi arrivarci e poi tornare a valle con altre piste che non sono proprio banalissime.

    Se vuoi fare un po' di strada in macchina, ricordo pistoni larghi e uniformi anche sul versante ovest del passo San Pellegrino.

    Sono però sicuro che ci siano altri colleghi che conoscono meglio la val di Fassa e che quindi possano darti suggerimenti più mirati
    Il problema è che sono senza macchina quindi vorrei fermarmi ai tre comprensori vicini, al massimo scendere ad Alba se le rosse "obbligate" non sono molto impegnative.

  6. #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da maurober Vedi messaggio
    Il problema è che sono senza macchina quindi vorrei fermarmi ai tre comprensori vicini, al massimo scendere ad Alba se le rosse "obbligate" non sono molto impegnative.
    Il non avere a disposizione una macchina non dovrebbe essere un grosso problema Anch'io avevo fatto un paio di week-end, dormendo una volta a Pozza e una volta a Vigo, e ricordo un servizio efficiente di skibus fra la cabinovia del Buffaure a Pozza, la seggiovia di Pera e la funivia di Vigo. Camminando 100-150 metri dal centro di Vigo, si arriva poi allo stradone che porta al passo di Costalunga e da lì non ci volevano più di 15 minuti a raggiungere il passo (non ricordo se avessimo preso il bus di linea o delle navette organizzate dal consorzio turistico).

    A mia memoria, ci sono però varie linee di skibus e quindi dovresti cercarti online la mappa e gli orari. O magari può aiutarti qualche altro collega, più pratico della val di Fassa.

    Se vuoi andare da Pozza verso Alba, la parte iniziale della rossa che scende alla partenza dell'Orsa Maggiore (credo che la pista si chiami Pala del Geiger) non mi sembra banalissima, se sinora ti sei cimentato solo su piste azzurre. Arrivato in cima all'Orsa Maggiore, il primo muretto verso Alba mi pare ancora più impegnativo. Poi ti troveresti la bella nera di Alba, che però potresti scavallare, prendendo la cabinovia in discesa. Per queste piste ci passano però vagonate di persone ogni giorno e, se il tuo scopo è solo scenderle e non sciarle divertendoti, sono sicuro che in qualche modo la sfangherai Ma magari sarebbe meglio prima impratichirti su piste rosse più semplici e, solo quando ti senti veramente sicuro, lanciarti nel divertente skitour fra Pozza e Alba

-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •