Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
Mostra risultati da 31 a 42 di 42

Discussione: Cantiere TAP

  1. #31

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Caro saluti75, se proprio vogliamo parlare di politica energetica del paese, ma anche dell’Europa intera, il TAP e’ l’ultimo tratto di un gasdotto che collega i ricchi giacimenti Azerbaijani, ed in futuro anche quelli kazakhi ( gestiti da Eni ) BYPASSANDO la rete russa Gazprom.
    Un mc di gas venduto dai russi costa almeno il triplo di quello venduto dagli azeri e in so quante volte di quello dei kazakhi, che ora per farlo arrivare in Europa sono obbligati a venderlo a Gazprom che poi c’è lo rivende a prezzo pieno.

    Per cui il TAP serve a creare un’alternativa credibile al monopolio russo sul trasporto del gas dalle lande asiatiche, in modo da ridurre il costo della fornitura per il paese. Da solo il TAP può fornire circa il 25-30% delle necessità del paese, e sommato ai nuovi rigassificatori che portano gas da Egitto, Qatar e Nigeria può sostituite completamente la fornitura via Gazprom. Il resto arriva da Algeria, Tunisia, Libia e mare del nord. Ma sono già al 100% della capacità ed e’ probabile che la loro quota scenda, specialmente quella libica, e quella del mare del nord.
    Già questo da solo varrebbe la distruzione, peraltro non avvenuta, di un uliveto.
    gigiotto, ti sei scordato della Turchia con tutti gli Erdogan annessi..................

    non buttarla sull'ambientale con me, io parlo di geopolitica......

    ci si stacca dalla Russia per ritrovarsi sotto i ricatti dei turchi.............

  2. #32

    Predefinito

    Gli uliveti li stanno restituendo con le stesse piante reimpiantate nello stesso identico posto da cui sono state espiantate prima dello scavo. I muretti a secco ricostruiti, a mano, con le stesse pietre.
    Il gasdotto viaggia molti metri sottoterra, e non disturba le colture.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #33

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Non trovo una parola più adatta di questa per descrivere un tale spaccamento di capello in 64 se non in 128: benaltrismo.
    In Italia è peggio del coronavirus in Cina.

    P.S. E quindi i manifestanti e i mentecatti che li aizzavano sarebbero stati tutti soggetti preoccupati della politica energetica nazionale?
    ma negli argomenti voi la mettete solo sul rosso o nero?
    oppure si può dialogare?
    a me che mi frega se i manifestanti erano preoccupati della politica energetica nazionale.................

    io vorrei entrare nel merito della questione e ragionare anche su altre cosiderazioni

  5. #34

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    gigiotto, ti sei scordato della Turchia con tutti gli Erdogan annessi..................

    non buttarla sull'ambientale con me, io parlo di geopolitica......

    ci si stacca dalla Russia per ritrovarsi sotto i ricatti dei turchi.............
    Meglio avere tanti fornitori con riserva, così non sei sotto ricatto di nessuno. Non ho detto di rimpiazzare Putin per Erdogan, ma di usarli tutti e due, facendo ben sapere ad entrambi che possono essere scaricati per l’uno, l’altro o per anche un terzo.
    Un paese dipendente da fonti energetiche straniere come l’Italia ha il dovere strategico di differenziare il più possibile le proprie fonti di approvvigionamento tenendo una percentuale inutilizzata di riserva di capacità d’importazione.

    In Puglia dovrebbe arrivare anche un secondo gasdotto chiamato EastMed che porterebbe il gas di Cipro, Egitto ed Israele. Un altro comodo fornitore di rimpiazzo.
    E non ci sono problemi di eccesso di offerta, semplicemente perché il gas il eccesso lo comprano volentieri i paesi al nord delle Alpi, soprattutto la Germania, che ora si trova dipendente dal monopolista russo e si toglierebbe volentieri dalla scomoda posizione di avere un unico fornitore.

  6. #35

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    ma negli argomenti voi la mettete solo sul rosso o nero?
    oppure si può dialogare?
    a me che mi frega se i manifestanti erano preoccupati della politica energetica nazionale.................

    io vorrei entrare nel merito della questione e ragionare anche su altre cosiderazioni
    Niente rosso o nero.
    Il tuo è il perfetto discorso del benaltrista italico che vuole analizzare e discettare all’infinito. E poi alla fine non si fa mai una sega. Continuando a parlarne.

    Perché costruire un gasdotto oggi dato che si stanno studiando soluzioni alternative?
    Perché quelle soluzioni saranno operative tra trent’anni, cazzarola!

    P.S. Non c’è niente da ragionare, ormai lo hanno costruito. E aggiungo: per fortuna.

  7. Lo skifoso bisfra65 ha 2 Skife:


  8. #36

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    soprattutto la Germania, che ora si trova dipendente dal monopolista russo e si toglierebbe volentieri dalla scomoda posizione di avere un unico fornitore.
    Ma I tedeschi non han fatto un nuovo gasdotto che passa sul baltico e bypassa l'Ucraina?

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Niente rosso o nero.
    Il tuo è il perfetto discorso del benaltrista italico che vuole analizzare e discettare all’infinito. E poi alla fine non si fa mai una sega. Continuando a parlarne.

    Perché costruire un gasdotto oggi dato che si stanno studiando soluzioni alternative?
    Perché quelle soluzioni saranno operative tra trent’anni, cazzarola!

    P.S. Non c’è niente da ragionare, ormai lo hanno costruito. E aggiungo: per fortuna.
    Non solo siete tuttologi in tema di geopolitica, questioni ambientali, energetiche e via dicendo.... Pure psicoterapeuti che analizzano le persone con uno scritto.....
    Che gente...... MALEDUCATA

  9. #37

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    Ma I tedeschi non han fatto un nuovo gasdotto che passa sul baltico e bypassa l'Ucraina?

    - - - Updated - - -
    Vorrebbero, ma gli americani hanno imposto sanzioni a chiunque ci lavori e tutte le imprese si sono tirate indietro per paura delle sanzioni americane. Per cui progetto fermo, mentre alla Germania serve sempre più gas anche per chiudere le centrali nucleari.

  10. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  11. #38

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    Vorrebbero, ma gli americani hanno imposto sanzioni a chiunque ci lavori e tutte le imprese si sono tirate indietro per paura delle sanzioni americane. Per cui progetto fermo, mentre alla Germania serve sempre più gas anche per chiudere le centrali nucleari.
    Ma han completato oltre il 94 per cento...... Lo dici tu che è fermo e cmq conta poco ai fini del nostro discorso...... Tap era in corso di realizzazione con nord stream2 in realizzazione e voluto fortemente dai tedeschi per cui non aveva nessun ritorno economico attivo il tap come utilizzo per rifornimento europeo e tedesco soprattutto.

    A meno che le tue infinite conoscenze non ti abbiano informato che saipen sapeva da tempo che poi trump (che doveva essere eletto) avrebbe messo le sanzioni per fermare nord stream 2

  12. #39

    Predefinito

    L’imresa svizzera che aveva l’appalto ha subito abbandonato il cantiere appena uscite le sanzioni. E’ un fatto. Chi finirà il cantiere non si sa. Gli unici che potrebbero essere disposti ad infischiarsi delle sanzioni potrebbero essere russi. Ma poi anche chi acquista e distribuisce quel gas rischia le sanzioni USA. Per cui al momento non ne fanno nulla. Mi sa che ai russi conviene portare quel gas a Kaliningrad, almeno li lo possono usare.
    Altro fatto e’ che la produzione di gas nel mare del nord ha superato il picco quasi ovunque e sta calando.
    Terzo fatto, la Germania sta chiudendo le centrali atomiche, la Francia nei prossimi anni ha molte centrali atomiche in corso di dismissione ed a parte una, che ha già molti anni di ritardo e costi iperastronomici, non ne stanno realizzando di nuove.
    Infine la Germania ha ancora molte vecchie centrali a carbone che devono essere dismesse.

    Per cui all’Europa servira’ MOLTO gas nei prossimi anni per fare corrente. Così ci potranno fare girare le auto elettriche.

  13. Skife per gigiotto98:


  14. #40

    Predefinito

    secondo me lo avrebbero fatto i russi il collegamento, erano arrivati quasi in danimarca per cui..........
    dopo il corona secondo me rischieranno di cambiare molte alleanze, se guardi all'Italia, ancora prima che fossero in pandemia, gli USA se ne erano proprio sbattuti di noi (Come l'Europa cmq) salvo un video dove ha voluto Trump fare il paraculo

    dopo il corona forse gli USA potrebbero perdere alleanze (se i russi la sfangano bene, possono diventare gli USa della seconda guerra mondiale in aiuti all'EUROPA)

    fantapolitica alla gigiotto cmq la mia

  15. #41

    Predefinito

    Lascia perdere la fantapolitica. I russi col petrolio a 25$ faranno molta fatica a coprire i buchi ( ed i bond governativi russi in rubli non e’ che vadano per la maggiore ). Occupati dei malati che e’ meglio.

  16. #42

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da saluti75 Vedi messaggio
    secondo me lo avrebbero fatto i russi il collegamento, erano arrivati quasi in danimarca per cui..........
    dopo il corona secondo me rischieranno di cambiare molte alleanze, se guardi all'Italia, ancora prima che fossero in pandemia, gli USA se ne erano proprio sbattuti di noi (Come l'Europa cmq) salvo un video dove ha voluto Trump fare il paraculo

    dopo il corona forse gli USA potrebbero perdere alleanze (se i russi la sfangano bene, possono diventare gli USa della seconda guerra mondiale in aiuti all'EUROPA)

    fantapolitica alla gigiotto cmq la mia
    La Russia è un pallido riflesso dell'URSS, sia come potenza militare (più immaginata che reale), sia come influenza geopolitica, sia come reale potere economico.

Pagina 3 di 3 PrimoPrimo 123
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •