Pagina 5 di 7 PrimoPrimo 1234567 UltimoUltimo
Mostra risultati da 61 a 75 di 92

Discussione: Piste nere val di fassa

  1. #61

    Predefinito

    Trovo normale che in un.forum di sci uno voglia/ possa condividere le sue esperienze/ paure...capisco che per alcuni di voi contano soltanto i gradi di inclinazione o la percentuale di contrazione del muscolo x di cui molti non conoscono il nome ma lo sci non è soltanto il vostro e questo post a molti potrebbe risultare più interessanti di altri ( e nessuno viene a scrivervi che noia di discorsi che fate)

  2. Lo skifoso nickampinter ha 6 Skife:


  3. #62

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da FabioS75 Vedi messaggio
    Il modo migliore per affrontare le pendenze ripide per uno che ha paura è ridurre la velocità. Esercitati sul corto raggio (forse il gesto più complesso della tecnica sciistica) e fallo molto sul medio/facile e poi testati qualche volta sul ripido. Farai farica a gestire gli sci con la crescita della pendenza e allora di nuovo sul medio facile e così via.
    Concentrati sull'esterno e non ti preoccupare di spazzolare, l'importante è che cerchi di tenere il busto fisso verso valle e che provi ad essere più centrale possibile, il sedere deve stare all'altezza degli attacchi. Se dopo una o due curve arretrerai, fermati e ricomincia.
    Non andare però subito su super pendenze non ha senso, l'istinto di sopravvivenza ti farà sì arrivare in fondo ma probabilmente nel modo sbagliato.
    Se puoi prendi qualche lezione e fatti filmare.
    Potersi guardare è una gran cosa.
    Tienici aggiornati sulle evoluzioni ma vedrai che pian piano la paura sparirà.
    Che intendi esattamente con corto raggio? Io finchè sto su piste rosse medio facili riesco a tenere la posizione giusta, se già vado su rosse difficili arretro, il busto non resta più fermo e inizio a spazzare la pista

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da nickampinter Vedi messaggio
    Trovo normale che in un.forum di sci uno voglia/ possa condividere le sue esperienze/ paure...capisco che per alcuni di voi contano soltanto i gradi di inclinazione o la percentuale di contrazione del muscolo x di cui molti non conoscono il nome ma lo sci non è soltanto il vostro e questo post a molti potrebbe risultare più interessanti di altri ( e nessuno viene a scrivervi che noia di discorsi che fate)
    Ma io infatti mica ho capito, se il post vi disturba a voi geni dello sci nati imparati passate al post successivo e non rompete le balle a chi cerca di capirci qualcosa

  4. Lo skifoso kiara82 ha 3 Skife:


  5. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  6. #63

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da FabioS75 Vedi messaggio
    Il modo migliore per affrontare le pendenze ripide per uno che ha paura è ridurre la velocità. Esercitati sul corto raggio (forse il gesto più complesso della tecnica sciistica) e fallo molto sul medio/facile e poi testati qualche volta sul ripido. Farai farica a gestire gli sci con la crescita della pendenza e allora di nuovo sul medio facile e così via.
    Concentrati sull'esterno e non ti preoccupare di spazzolare, l'importante è che cerchi di tenere il busto fisso verso valle e che provi ad essere più centrale possibile, il sedere deve stare all'altezza degli attacchi. Se dopo una o due curve arretrerai, fermati e ricomincia.
    Non andare però subito su super pendenze non ha senso, l'istinto di sopravvivenza ti farà sì arrivare in fondo ma probabilmente nel modo sbagliato.
    Se puoi prendi qualche lezione e fatti filmare.
    Potersi guardare è una gran cosa.
    Tienici aggiornati sulle evoluzioni ma vedrai che pian piano la paura sparirà.
    Scusa la franchezza....non diciamo eresie per favore. Dire a uno che non ha grande tecnica, grande confidenza sennò farebbe la pista ed ha paura di tutto, che ha un’insicurezza cronica di fare un corto raggio è una ca*****ta pazzesca ( cit.) . Kiara, devo semplicemente tornare indietro di 30 anni......curva, diagonale ( abbassandoti di poco la quota ), curva.....diagonale, curva.....ecc ecc Poi Kiara, io capisco tutto e ci rido anche ......ma sei sicura di saper sciare? A volte, come ben saprai bisogna prender coscienza di se stessi ed ammettere le proprie debolezze. Se ti piace lo sci, come dicono dalle mia parti disciulati, togli la paglia dal c**o...fregatene del gruppo, di andare solo con il gruppo ( così da delegare a loro tutte le problematiche ) e vai da sola, fatti una settimana con un maestro 2 ore al giorno. Prenota una settimana prima dovunque sia, tanto che sia un piccolo comprensorio o grande non te ne frega nulla tanto per te sempre problemi sono; prenditi un hotel e prenota 10/12 ore di lezione sempre con la stessa maestra ( donna, solo donna per te e tu sai perché). Fammi questa cortesia, evitaci tutte queste paturnie che a noi fan sorridere ma che a te, tutto sommato, non fan godere appieno la settimana.
    Poi chiederei agli amministratori del sito di creare una sezione apposita : “Le Paturnie della compagnia di Kiara” così da metterci tutte le paturnie di tutti...

  7. Lo skifoso Sperem ha 4 Skife:


  8. #64

    Predefinito

    L'ha già detto più volte. Dice che sa sciare ma che si blocca sulle piste ripide. Non è tutta una questione di tecnica ma di testa. E in ogni caso quasi tutte le donne sono così: se guardano il cartello nero o leggono pista per sciatori esperti si piantano.

  9. #65

    Predefinito

    Kiara vai a Reinswald, dove non ti devi preoccupare dell'affollamento; il posto ha una pista nera con buona pendenza ma ampia e regolare, è piaciuta anche a mia moglie che immagino scii come te o forse anche peggio, e l'ha rifatta tre volte. Le rosse sono divertenti con muretti e parti che spianano. È ben espsota al sole. Vacci da sola e restaci almeno quattro giorni di fila con due ore di lezione privata al giorno.

    Poi sarai a posto per i prossimi dieci anni.

  10. Skife per pat:


  11. #66

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da kiara82 Vedi messaggio
    Che intendi esattamente con corto raggio? Io finchè sto su piste rosse medio facili riesco a tenere la posizione giusta, se già vado su rosse difficili arretro, il busto non resta più fermo e inizio a spazzare la pista

    - - - Updated - - -



    Ma io infatti mica ho capito, se il post vi disturba a voi geni dello sci nati imparati passate al post successivo e non rompete le balle a chi cerca di capirci qualcosa
    Ciao,
    gli archi di curva sono tre:
    largo, medio, corto.
    Per corto raggio intendo archi di curva breve, quelli che in pratica ad ogni curva freni.
    E' una tecnica complicata ma che ritengo sia fondamentale per affrontare i pendii stretti e ripidi.
    Se vai di youtube troverai un sacco di video sull'argomento.
    Se hai bisogno, anche se non sono un esperto, scrivi pure.

  12. #67

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Sperem Vedi messaggio
    Scusa la franchezza....non diciamo eresie per favore. Dire a uno che non ha grande tecnica, grande confidenza sennò farebbe la pista ed ha paura di tutto, che ha un’insicurezza cronica di fare un corto raggio è una ca*****ta pazzesca ( cit.) . Kiara, devo semplicemente tornare indietro di 30 anni......curva, diagonale ( abbassandoti di poco la quota ), curva.....diagonale, curva.....ecc ecc Poi Kiara, io capisco tutto e ci rido anche ......ma sei sicura di saper sciare? A volte, come ben saprai bisogna prender coscienza di se stessi ed ammettere le proprie debolezze. Se ti piace lo sci, come dicono dalle mia parti disciulati, togli la paglia dal c**o...fregatene del gruppo, di andare solo con il gruppo ( così da delegare a loro tutte le problematiche ) e vai da sola, fatti una settimana con un maestro 2 ore al giorno. Prenota una settimana prima dovunque sia, tanto che sia un piccolo comprensorio o grande non te ne frega nulla tanto per te sempre problemi sono; prenditi un hotel e prenota 10/12 ore di lezione sempre con la stessa maestra ( donna, solo donna per te e tu sai perché). Fammi questa cortesia, evitaci tutte queste paturnie che a noi fan sorridere ma che a te, tutto sommato, non fan godere appieno la settimana.
    Poi chiederei agli amministratori del sito di creare una sezione apposita : “Le Paturnie della compagnia di Kiara” così da metterci tutte le paturnie di tutti...
    Capisco benissimo che il corto raggio è una tecnica difficile da padroneggiare e le risposte di Chiara "cos'è il corto raggio?" lo dimostrano.
    Ciò detto ho dato un'opinione, tutto lì.
    Ma qui spesso la democrazia e l'educazione non sono di casa.
    Peccato.

  13. Skife per FabioS75:


  14. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  15. #68

    Predefinito

    [QUOTE=FabioS75;2169425]Ciao,

    Se vai di youtube troverai un sacco di video sull'argomento.
    e/QUOTE]

    i video non rendono al 100% (dipende cosa si va a vedere) , La prova sul campo e corsi di sci, rimangono la miglior soluzione per Kiara. Se hai la fortuna di una persona che ti riprende in video (non con il smartphone), potrebbe diventare interessante per fare un confronto con i video di youtube.

  16. #69

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da nickampinter Vedi messaggio
    Trovo normale che in un.forum di sci uno voglia/ possa condividere le sue esperienze/ paure...capisco che per alcuni di voi contano soltanto i gradi di inclinazione o la percentuale di contrazione del muscolo x di cui molti non conoscono il nome ma lo sci non è soltanto il vostro e questo post a molti potrebbe risultare più interessanti di altri ( e nessuno viene a scrivervi che noia di discorsi che fate)
    Ma vedi, se uno dice che ha gli sci che sforbiciano qualche rimedio evidentemente esiste, se uno scrive che ha paura delle nere quale accorgimento ci può essere secondo te ? Che si butti giù e la paura gli passa ? E se poi si fa male e la paura poi diventa quella di rimettersi gli sci ai piedi ? Oltre a dire 1) non andarci 2) vai al rallentatore 3) fa' lezioni, che altro si può scrivere che non sia fuffa da buoni sentimenti da tastiera ?

  17. Skife per apo:


  18. #70

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da FabioS75 Vedi messaggio
    Ciao,
    gli archi di curva sono tre:
    largo, medio, corto.
    Per corto raggio intendo archi di curva breve, quelli che in pratica ad ogni curva freni.
    E' una tecnica complicata ma che ritengo sia fondamentale per affrontare i pendii stretti e ripidi.
    Se vai di youtube troverai un sacco di video sull'argomento.
    Se hai bisogno, anche se non sono un esperto, scrivi pure.

    Ah sisi ok allora è proprio quello che faccio io e il maestro mi disse che è sbagliato e che devo fare curve molto ampie....secondo me molti maestri di sci lo fanno tanto per farlo, perchè io con curve lunghe proprio non riesco

  19. #71

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da apo Vedi messaggio
    Ma vedi, se uno dice che ha gli sci che sforbiciano qualche rimedio evidentemente esiste, se uno scrive che ha paura delle nere quale accorgimento ci può essere secondo te ? Che si butti giù e la paura gli passa ? E se poi si fa male e la paura poi diventa quella di rimettersi gli sci ai piedi ? Oltre a dire 1) non andarci 2) vai al rallentatore 3) fa' lezioni, che altro si può scrivere che non sia fuffa da buoni sentimenti da tastiera ?
    Sinceramente, penso che il problema si possa anche porre in questi termini...una persona che inizi a sciare in età avanzata, senza una coordinazione fisica naturale, o doti innate, che possa dedicare allo sci le canoniche 7-14 giornate annue (per motivi economici, professionali, logistici, vari), e mi tengo già alto sul limite superiore di giorni, sino a quale punto di precisione e pulizia tecnica può progredire?

    Perché, se il problema è quello di arrivare a scendere con ragionevoli margini di sicurezza su ogni pista, ogni tipo di terreno e condizioni meteo, penso si tratti di un obiettivo ragionevole e perseguibile, se invece si pensa di arrivare a fare in corto raggio le nere più rinomate, inizio ad essere un po' (molto) scettico.

    Secondo me, ad una certa età, ci si dovrebbe maggiormente focalizzare sul momento e sul piacere dell' esperienza in sé , e non vivere come limitante, al limite del frustrante, il notare e riconoscere di avere lacune tecniche.

    Né più né meno come accade quando si va al mare, si beneficia della gioia della giornata, si fanno le proprie brave bracciate o pagaiate senza neanche pensare di essere lontani dalle tecniche natatorie o canoistiche migliori.

    Poi, se si ha un desiderio assoluto e una passione inesauribile, si può anche decidere una stagione di farsi carico di un sacrificio economico, logistico, familiare, affettivo, e trascorrere sulle piste 60/90 giorni, accompagnati da una valida guida tecnica, e migliorare, ma altrimenti la vedo decisamente dura.

  20. Lo skifoso Fra67 ha 4 Skife:


  21. #72

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fra67 Vedi messaggio
    Sinceramente, penso che il problema si possa anche porre in questi termini...una persona che inizi a sciare in età avanzata, senza una coordinazione fisica naturale, o doti innate, che possa dedicare allo sci le canoniche 7-14 giornate annue (per motivi economici, professionali, logistici, vari), e mi tengo già alto sul limite superiore di giorni, sino a quale punto di precisione e pulizia tecnica può progredire?

    Perché, se il problema è quello di arrivare a scendere con ragionevoli margini di sicurezza su ogni pista, ogni tipo di terreno e condizioni meteo, penso si tratti di un obiettivo ragionevole e perseguibile, se invece si pensa di arrivare a fare in corto raggio le nere più rinomate, inizio ad essere un po' (molto) scettico.

    Secondo me, ad una certa età, ci si dovrebbe maggiormente focalizzare sul momento e sul piacere dell' esperienza in sé , e non vivere come limitante, al limite del frustrante, il notare e riconoscere di avere lacune tecniche.

    Né più né meno come accade quando si va al mare, si beneficia della gioia della giornata, si fanno le proprie brave bracciate o pagaiate senza neanche pensare di essere lontani dalle tecniche natatorie o canoistiche migliori.

    Poi, se si ha un desiderio assoluto e una passione inesauribile, si può anche decidere una stagione di farsi carico di un sacrificio economico, logistico, familiare, affettivo, e trascorrere sulle piste 60/90 giorni, accompagnati da una valida guida tecnica, e migliorare, ma altrimenti la vedo decisamente dura.
    Temo tu abbia ragione: purtroppo io posso fare solo due settimane bianche all'anno, vivo lontana dalle montagne e mi rendo conto di migliorare proprio il gg prima che devo partire

  22. #73

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fra67 Vedi messaggio
    Sinceramente, penso che il problema si possa anche porre in questi termini...una persona che inizi a sciare in età avanzata, senza una coordinazione fisica naturale, o doti innate, che possa dedicare allo sci le canoniche 7-14 giornate annue (per motivi economici, professionali, logistici, vari), e mi tengo già alto sul limite superiore di giorni, sino a quale punto di precisione e pulizia tecnica può progredire?

    Perché, se il problema è quello di arrivare a scendere con ragionevoli margini di sicurezza su ogni pista, ogni tipo di terreno e condizioni meteo, penso si tratti di un obiettivo ragionevole e perseguibile, se invece si pensa di arrivare a fare in corto raggio le nere più rinomate, inizio ad essere un po' (molto) scettico.

    Secondo me, ad una certa età, ci si dovrebbe maggiormente focalizzare sul momento e sul piacere dell' esperienza in sé , e non vivere come limitante, al limite del frustrante, il notare e riconoscere di avere lacune tecniche.

    Né più né meno come accade quando si va al mare, si beneficia della gioia della giornata, si fanno le proprie brave bracciate o pagaiate senza neanche pensare di essere lontani dalle tecniche natatorie o canoistiche migliori.

    Poi, se si ha un desiderio assoluto e una passione inesauribile, si può anche decidere una stagione di farsi carico di un sacrificio economico, logistico, familiare, affettivo, e trascorrere sulle piste 60/90 giorni, accompagnati da una valida guida tecnica, e migliorare, ma altrimenti la vedo decisamente dura.
    Tutto vero e condivisibile. Resta il problema della paura legata alla pendenza, e qui purtroppo i consigli dalla tastiera servono a nulla.

  23. #74

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da apo Vedi messaggio
    Tutto vero e condivisibile. Resta il problema della paura legata alla pendenza, e qui purtroppo i consigli dalla tastiera servono a nulla.
    Però la paura si supera affrontandola....il fatto che io sia scesa dalla Laurin è già tanto

  24. #75

    Predefinito

    Kiara, non è questione di settimana bianca.
    Una settimana dedicata all' apprendimento e perfezionamento la puoi fare anche a maggio/giugno o a ottobre/novembre (guarda per le scuole sui ghiacciai, p.es. in Val senales o Stelvio o Les 2Alps o ...).
    Non è una settimana bianca: è una settimana passata a sciare più ore al giorno con lo stesso maestro, sulle stesse piste per ripetere gli stessi movimenti che devono diventare automatici.
    Ma utilissima quando ti troverai a fare la prossima settimana bianca.

  25. Skife per PaoloB3:


Pagina 5 di 7 PrimoPrimo 1234567 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •