Mostra risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Consigli su Alta Badia (Trekking, localit├* ecc ecc)

  1. #1

    Predefinito Consigli su Val Badia (Trekking, localitÓ ecc ecc)

    Salve a tutti, dopo due anni di Val Gardena e ben tre di fila in Val di Fassa ho deciso di trascorrere le prossime ferie estive in Alta Badia, penultima settimana di Luglio 2020.
    Scelta dolorosa perchŔ amo la Val di Fassa, che praticamente considero come una seconda casa viste le vacanze trascorse sia d'inverno che in estate, scelta da fare per il semplice fatto che io e mia moglie andiamo alla ricerca di nuovi percorsi e panorami.
    Vi chiedo consigli utili appunto sull'Alta Badia, ad iniziare dalla localitÓ dove soggiornare e percorsi e trekking imperdibili.
    Conosco pochissimo la valle per esserci passato solo poche ore in una gita da Selva a Brunico, il tempo per una passeggiata da Colfosco alle cascate Pisciadu e un giretto a Corvara.
    Per farvi capire, le nostre giornate le passiamo interamente a fare Trekking ed escursioni, usciamo la mattina verso le 9 e rientriamo in appartamento verso le 18, spesa e passeggiate in paese e poi cena e riposo...solo poche volte capita di uscire dopo la cena.
    Il nostro livello Ŕ buono o comunque sufficiente, non facciamo ferrate anche se vorremo iniziare, per intenderci negli ultimi in Val di Fassa abbiamo i seguenti percorsi per citare i pi¨ noti:

    - Vie del Plan dal Belvedere al lago di Fedaia
    - Le Marmitte della Marmolada dal Pian Trevisan al lago di Fedaia
    - Rifugio Re Alberto dal Ciampedie
    - Lago Antermoia dalla Val Duron e rientro dalla Val DonÓ
    - Rifugio Contrin con proseguo al passo San Nicol├▓ e rientro dalla val San Nicol˛ (con neve al passo)
    - Giro ad anello del Sassolungo, con neve tra rifugio Vicenza e rifugio Demetz
    - Sentiero August dal Col Rodella al Sasso Piatto
    - Dal Ciampedie a Carezza passando per Rifugio Roda de Vael e Paolina
    - Traversata in quota sulla cresta tra Buffaure e Sella Brunech + sentiero Lino Pederiva

    Oltre al Trekking la nostra vacanza si basa su paesaggi, scenari mozzafiato e gastronomia locale.
    Secondo voi scelta giusta?
    Ultima modifica di Sardinia; 07-01-2020 alle 09:10 AM.

  2. #2

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Sardinia Vedi messaggio
    Salve a tutti, dopo due anni di Val Gardena e ben tre di fila in Val di Fassa ho deciso di trascorrere le prossime ferie estive in Alta Badia, penultima settimana di Luglio 2020.
    Scelta dolorosa perchŔ amo la Val di Fassa, che praticamente considero come una seconda casa viste le vacanze trascorse sia d'inverno che in estate, scelta da fare per il semplice fatto che io e mia moglie andiamo alla ricerca di nuovi percorsi e panorami.

    Oltre al Trekking la nostra vacanza si basa su paesaggi, scenari mozzafiato e gastronomia locale.
    Secondo voi scelta giusta?
    OK. Imperdibili
    trekking:
    giro del Putia (meglio ANTIORARIO)
    Alpe di rodengo
    Alpe di Luson
    Fanes
    Prati di Armentara-rif. S.Croce
    Traversata Campill-Rif. Puez-Passo Gardena
    Piz BoŔ
    predi la tabacco al 25000 e sei a posto!

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su localitÓ e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarÓ pi¨ veloce (non apparirÓ pi¨ questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #3

    Predefinito Corvara in Alta Badia

    Ciao, inoltro due miei vecchi messaggi :

    ************************************************** ************************************************** *******************************
    Ciao a tutti,
    per la mia modesta esperienza consiglierei Corvara in Alta Badia, come punto strategico di partenza per divertenti, impegnative e spettacolari ferrate.

    In un attimo sul gruppo del Sella puoi fare :
    per principianti la Ferrata del Vallon e poi per Cresta Strenta si Raggiunge il Rifugio Capanna Fassa al Piz Bo├Ę; ritorni alla stazione a monte della seggiovia con il sentiero 638.
    un po' pi├╣ tecnica la ferrata Piz da Lech, poi salendo di grado la Cesare Piazzetta ed infine si pu├▓ raggiungere Passo Sella via Plan de Gralba ed affrontare la Mesules.
    La ferrata Brigata Tridentina (simile per difficolt├* alla Piz da Lech ma pi├╣ lunga), si pu├▓ fare ma all'alba.
    Sempre da Corvara si va a alla Capanna Alpina, Gran Plan, via della Pace e poi per la non difficile Ferrata di Furcia Rossa (avvicinamento sfiancante ma un panorama da brividi).

    Dal Passo Gardena si pu├▓ intraprendere la Gran Cir o Piccolo Cir (Cir V).

    Partendo da Corvara molto velocemente si raggiunge Arabba e si pu├▓ fare la Ferrata delle Trincee (altopiano della Mesola - Cresta Padon)

    Sempre velocemente si va in direzione Falzarego/Lagazuoi e sempre per grado di difficolt├* (secondo mio umile parere) :
    Col dei Bos
    Giovanni Lipella su Tofana di Rozes
    Cesco Tomaselli (Cima Fanis Sud)
    Giuseppe Olivieri e Punta Anna (con variante Gianni Aglio)

    Per non parlare delle escursioni lunghe ma appaganti (Bivacco della Pace, Gardenaccia, Sas de Putia, Lavarella/Conturines, Croda del Becco da S.Vigilio di Marebbe (rif. Peder├╣/Fodara Vedla), cima Nove e Dieci da P.sso S.Antonio, e chi pi├╣ ne ha pi├╣ ne metta.

    Anni fa c'era il Bus SellaRonda (che faceva i 4 Passi sia in senso orario che antiorario, avevano il colore arancione e verde per distinguersi), e si potevano programmare spostamenti anche solo con il Bus. Ora serve necessariamente il mezzo privato.

    ************************************************** ************************************************** *******************************
    Ciao,
    Corvara e' un'ottima scelta (8 Estati consecutive, ho lasciato cuore e sudore).
    Innanzitutto la carta Tabacco e' la n.ro 7.
    In un precedente post raccontavo alcune Ferrate, ora provo con alcune escursioni con poco "traffico" e panorami mozzafiato (dagli 800 ai 1.400 mt. di dislivello).

    Senza mezzo privato
    1 - Alle spalle di Corvara (guardando il Sassongher) si prende la Val di Merscia' per il Col Pradat, poi sentiero 4A fino ad un tempietto con l'effige della Madonna : a quel punto si hanno due alternative : sentiero 4 verso forcella Ciampei, rifugio Puez, passo Puez, discesa verso Malga Antersasc e si raggiunge Pedraces (poi Bus per Corvara) oppure con il sentiero 7 forcella Sassongher (si sale in Cima con un po' di corda attrezzata), vista magnifica sulle Odle, poi con segnavia 5 (Para da Giai) verso rifugio Gardenaccia, si discende a La Villa (sempre Bus per Corvara).
    2 - Bus per Passo Gardena, sentiero per Val Setus (attrezzato), Rifugio Franco Cavazza al Pisciadu', Val de Tita per Rifugio Boe', discesa per Val Mezdi', Colfosco, e poi Corvara.
    3 - Bus per Passo Falzarego. Si scende al Passo Valparola, poi sentiero per Gruppo del Setsas, o alla Sella del Sief per il Col Di Lana, si ritorna poi verso il Rifugio Pralongia', e per la seggiovia di Punta Trieste si scende a Corvara (vicino al campo di golf).
    4 - Con impianto Plans-Frara si raggiunge il Rifugio Jimmy sopra al Passo Gardena, per le Ferrate del Cir.
    5 - Con impianto Boe' e Seggiovia Vallon per le Ferrate del Gruppo del Sella.

    Con mezzo privato
    A - Dopo San Cassiano bivio per Capanna Alpina (parcheggio).

    1. Sentiero per il Col De Locia, poi Gran Plan, Lago di Limo e Rifugio Fanes.
    2. Sentiero per il Col De Locia, poi Gran Plan. Si arriva al bivio Ju da l'Ega, a sx Sentiero Tru Dolomieu per Piz Conturines.
    3. Non girando al bivio a sx si prosegue e piu' avanti Malga Fanes, bivio a dx con alternativa per :


    2a - Bivacco della Pace al Monte Castello
    2b - Croda del Vallon Bianco (via della Pace e Ferrata Furcia Rossa)
    B - Si raggiunge La Val, e il parcheggio a SpÚscia. Sentiero per Passo S.Antonio e la magnifica Valle di Fanes e il Rifugio Lavarella.
    C - Si arriva a S.Vigilio di Marebbe e parcheggio al Rifugio Pederu'. Si sale verso il Rifugio Fodara Vedla, segnavia per il Rifugio Sennes e bivio per Rifugio Biella, e poi Croda del Becco.
    D - Si parcheggia a S.Leonardo (che con Pedraces sono frazioni di Badia), doppia seggiovia per Sas dla Crusc, e poi sentiero attrezzato per Sasso delle Dieci, e altre alternative (cartina in mano)
    E - Sas de Putia da passo delle Erbe
    F - Si parcheggia sotto al Falzarego (Pian del Menis). Sentiero per Passo Giau, breve ferrata Ra Gusela per Nuvolau, poi Averau e si rientra (giro ad ad anello).
    G - Parcheggiando al Falzarego e cartina in mano, si possono pianificare bei giri, tra cui Anello Croda da Lago lasciando il mezzo privato a Ponte Rucurto.
    H - Stesso discorso parcheggiando al Rifugio Dibona.

    Sicuramente c'e' tanto da camminare, e questa Ú solo una piccola lista della spesa.
    Penso che la montagna, se la si rispetta, educa.

    Cari Saluti a tutto il Forum
    Alessio

  5. #4

    Predefinito

    Grazie dei consigli, prendo sicuramente appunti.

    Citazione Originariamente scritto da enricobok Vedi messaggio
    OK. Imperdibili
    trekking:
    giro del Putia (meglio ANTIORARIO)
    Alpe di rodengo
    Alpe di Luson
    Fanes
    Prati di Armentara-rif. S.Croce
    Traversata Campill-Rif. Puez-Passo Gardena
    Piz BoŔ
    predi la tabacco al 25000 e sei a posto!
    - - - Updated - - -

    Grazie mille, consigli utilissimi da seguire.
    Ho prenotato appunto a Corvara, da li ci muoveremo per girare in lungo e largo.
    Discorso ferrate...purtroppo mai fatte, per ora solo qualche sentiero attrezzato in Val di Fassa come la salita al rifugio Re Alberto o il sentiero Lino Pederiva.
    Per˛ quest'anno vorremo provare da una facile....vediamo se ci sarÓ modo e occasione!!


    Citazione Originariamente scritto da muggino Vedi messaggio
    Ciao, inoltro due miei vecchi messaggi :

    ************************************************** ************************************************** *******************************
    Ciao a tutti,
    per la mia modesta esperienza consiglierei Corvara in Alta Badia, come punto strategico di partenza per divertenti, impegnative e spettacolari ferrate.

    In un attimo sul gruppo del Sella puoi fare :
    per principianti la Ferrata del Vallon e poi per Cresta Strenta si Raggiunge il Rifugio Capanna Fassa al Piz Bo├Ę; ritorni alla stazione a monte della seggiovia con il sentiero 638.
    un po' pi├╣ tecnica la ferrata Piz da Lech, poi salendo di grado la Cesare Piazzetta ed infine si pu├▓ raggiungere Passo Sella via Plan de Gralba ed affrontare la Mesules.
    La ferrata Brigata Tridentina (simile per difficolt├* alla Piz da Lech ma pi├╣ lunga), si pu├▓ fare ma all'alba.
    Sempre da Corvara si va a alla Capanna Alpina, Gran Plan, via della Pace e poi per la non difficile Ferrata di Furcia Rossa (avvicinamento sfiancante ma un panorama da brividi).

    Dal Passo Gardena si pu├▓ intraprendere la Gran Cir o Piccolo Cir (Cir V).

    Partendo da Corvara molto velocemente si raggiunge Arabba e si pu├▓ fare la Ferrata delle Trincee (altopiano della Mesola - Cresta Padon)

    Sempre velocemente si va in direzione Falzarego/Lagazuoi e sempre per grado di difficolt├* (secondo mio umile parere) :
    Col dei Bos
    Giovanni Lipella su Tofana di Rozes
    Cesco Tomaselli (Cima Fanis Sud)
    Giuseppe Olivieri e Punta Anna (con variante Gianni Aglio)

    Per non parlare delle escursioni lunghe ma appaganti (Bivacco della Pace, Gardenaccia, Sas de Putia, Lavarella/Conturines, Croda del Becco da S.Vigilio di Marebbe (rif. Peder├╣/Fodara Vedla), cima Nove e Dieci da P.sso S.Antonio, e chi pi├╣ ne ha pi├╣ ne metta.

    Anni fa c'era il Bus SellaRonda (che faceva i 4 Passi sia in senso orario che antiorario, avevano il colore arancione e verde per distinguersi), e si potevano programmare spostamenti anche solo con il Bus. Ora serve necessariamente il mezzo privato.

    ************************************************** ************************************************** *******************************
    Ciao,
    Corvara e' un'ottima scelta (8 Estati consecutive, ho lasciato cuore e sudore).
    Innanzitutto la carta Tabacco e' la n.ro 7.
    In un precedente post raccontavo alcune Ferrate, ora provo con alcune escursioni con poco "traffico" e panorami mozzafiato (dagli 800 ai 1.400 mt. di dislivello).

    Senza mezzo privato
    1 - Alle spalle di Corvara (guardando il Sassongher) si prende la Val di Merscia' per il Col Pradat, poi sentiero 4A fino ad un tempietto con l'effige della Madonna : a quel punto si hanno due alternative : sentiero 4 verso forcella Ciampei, rifugio Puez, passo Puez, discesa verso Malga Antersasc e si raggiunge Pedraces (poi Bus per Corvara) oppure con il sentiero 7 forcella Sassongher (si sale in Cima con un po' di corda attrezzata), vista magnifica sulle Odle, poi con segnavia 5 (Para da Giai) verso rifugio Gardenaccia, si discende a La Villa (sempre Bus per Corvara).
    2 - Bus per Passo Gardena, sentiero per Val Setus (attrezzato), Rifugio Franco Cavazza al Pisciadu', Val de Tita per Rifugio Boe', discesa per Val Mezdi', Colfosco, e poi Corvara.
    3 - Bus per Passo Falzarego. Si scende al Passo Valparola, poi sentiero per Gruppo del Setsas, o alla Sella del Sief per il Col Di Lana, si ritorna poi verso il Rifugio Pralongia', e per la seggiovia di Punta Trieste si scende a Corvara (vicino al campo di golf).
    4 - Con impianto Plans-Frara si raggiunge il Rifugio Jimmy sopra al Passo Gardena, per le Ferrate del Cir.
    5 - Con impianto Boe' e Seggiovia Vallon per le Ferrate del Gruppo del Sella.

    Con mezzo privato
    A - Dopo San Cassiano bivio per Capanna Alpina (parcheggio).

    1. Sentiero per il Col De Locia, poi Gran Plan, Lago di Limo e Rifugio Fanes.
    2. Sentiero per il Col De Locia, poi Gran Plan. Si arriva al bivio Ju da l'Ega, a sx Sentiero Tru Dolomieu per Piz Conturines.
    3. Non girando al bivio a sx si prosegue e piu' avanti Malga Fanes, bivio a dx con alternativa per :


    2a - Bivacco della Pace al Monte Castello
    2b - Croda del Vallon Bianco (via della Pace e Ferrata Furcia Rossa)
    B - Si raggiunge La Val, e il parcheggio a SpÚscia. Sentiero per Passo S.Antonio e la magnifica Valle di Fanes e il Rifugio Lavarella.
    C - Si arriva a S.Vigilio di Marebbe e parcheggio al Rifugio Pederu'. Si sale verso il Rifugio Fodara Vedla, segnavia per il Rifugio Sennes e bivio per Rifugio Biella, e poi Croda del Becco.
    D - Si parcheggia a S.Leonardo (che con Pedraces sono frazioni di Badia), doppia seggiovia per Sas dla Crusc, e poi sentiero attrezzato per Sasso delle Dieci, e altre alternative (cartina in mano)
    E - Sas de Putia da passo delle Erbe
    F - Si parcheggia sotto al Falzarego (Pian del Menis). Sentiero per Passo Giau, breve ferrata Ra Gusela per Nuvolau, poi Averau e si rientra (giro ad ad anello).
    G - Parcheggiando al Falzarego e cartina in mano, si possono pianificare bei giri, tra cui Anello Croda da Lago lasciando il mezzo privato a Ponte Rucurto.
    H - Stesso discorso parcheggiando al Rifugio Dibona.

    Sicuramente c'e' tanto da camminare, e questa Ú solo una piccola lista della spesa.
    Penso che la montagna, se la si rispetta, educa.

    Cari Saluti a tutto il Forum
    Alessio




Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •