Pagina 6 di 7 PrimoPrimo 1234567 UltimoUltimo
Mostra risultati da 76 a 90 di 93

Discussione: Sei imprenditore? Non dovresti sciare.

  1. #76

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da johnnycere Vedi messaggio
    Non lo faccio solo perchè il mio lavoro mi permette un reddito da operaio manovale e qualche mese all'anno qualcosa in più. Non lo faccio perchè il mio lavoro mi piace da matti, perchè non ho mai fatto il dipendente per cui non so a cosa vado incontro, perchè io il lavoro l'ho sempre dato e mai chiesto. Ma soprattutto, sopra ogni motivo, c'è che ho 50 anni, sono un tappezziere, e le mie professionalità non sono diciamo, tra le più richieste: con mezza itaglia che compra divani cinesi spacciati per artigianali, di qualità, dovrei provare in Brianza, sempre che mi prendano. Per inciso, nella Motorvalley, comparto tappezzeria interni, ho già spedito le domande. Per adesso, ciccia.
    Questo è quello che la maggior parte dei lavoratori dipendenti non capiscono: che le motivazioni che spingono gli autonomi ad essere tali non sono quelle economiche! Io sono "imprenditore" da ormai 15 anni, con tre attività alle spalle ed una all'attivo, come sempre ogni attività era più grande e dall'investimento più importante da quella precedente, ma vi assicuro che economicamente parlando non c'è questa grande differenza, o meglio il rischio non sarebbe giustificato... quello che ho migliorato stratosfericamente è la qualità di vita

  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  3. #77

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da vendul Vedi messaggio
    Questo è quello che la maggior parte dei lavoratori dipendenti non capiscono: che le motivazioni che spingono gli autonomi ad essere tali non sono quelle economiche! Io sono "imprenditore" da ormai 15 anni, con tre attività alle spalle ed una all'attivo, come sempre ogni attività era più grande e dall'investimento più importante da quella precedente, ma vi assicuro che economicamente parlando non c'è questa grande differenza, o meglio il rischio non sarebbe giustificato... quello che ho migliorato stratosfericamente è la qualità di vita
    Forse OT, ma se economicamente non c'è differenza come ti migliora stratosfericamente la qulità di vita? Scusate il provinciale pragmatismo della domanda, ma davvero ignoro.

  4. #78
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Casco Ruroc, Scarponi Dalbello Drs Wc M, Nordica Gsr WC 177 r23, Atomic X9R 175

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fonzie Vedi messaggio
    Forse OT, ma se economicamente non c'è differenza come ti migliora stratosfericamente la qulità di vita? Scusate il provinciale pragmatismo della domanda, ma davvero ignoro.
    Parlo per me: lavorare in proprio ti permette di indirizzare la tua attività secondo i tuoi gusti e le tue necessità: ma in realtà, a parità di stipendio, hai solo svantaggi.

    Per tornare OT, io negli anni 2000 correvo in moto in alcuni campionati minori, motoestate e coppa Italia: ho smesso perché mi sono accorto di non essere tranquillo quando scendevo in pista, avevo la testa già nel lavoro del lunedì. Paradossalmente, se vuoi essere veloce, oltre al manico e ai soldi, devo essere libero di cadere. E io non lo ero, prima o poi sarei stato un pericolo per me e per gli altri. Motivo per cui ho smesso: al di là dei risultati, non riuscivo più a divertirmi.

    In questo capisco l'imprenditore di cui sopra, ma come già detto, imprenditore e artigiano sono sicuramente due livelli diversi

  5. #79

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fonzie Vedi messaggio
    Forse OT, ma se economicamente non c'è differenza come ti migliora stratosfericamente la qulità di vita? Scusate il provinciale pragmatismo della domanda, ma davvero ignoro.
    Con l'esperienza, nelle mie prime attività crescevo il volume di affari, assumendo così più gente e pensando che avendo più personale avrei potuto avere più tempo libero.... sbagliatissimo! Allora ho cercato un'attività che mi permettesse di fare più affidamento sulle mie forze e meno su quelle del mio personale, ma mi desse il tempo di cui ho bisogno per svagarmi. Questo l'ho trovato con un attività stagionale, mi faccio un culo come una capanna 7 mesi l'anno, due mesi l'anno lavoro il giusto e tre mesi all'anno praticamente non faccio nulla, nessun pensiero nessuna fretta, alla fine lavoro comunque di più che con un lavoro da dipendente, ma mi tolgo le mie soddisfazioni. Il compromesso perfetto.

  6. Skife per vendul:


  7. #80

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da AlexanderSupertramp Vedi messaggio
    Avete una strana idea degli imprenditori, un'idea ferma ad almeno 20 anni fa .
    soprattutto l'imprenditore più diffuso in Italia, quello a capo di aziende tra i 10 ed 30 dipendenti.
    Che sono al collasso, strozzati da stato burocrazia e BANCHE.

    Chi può , smette. Fidati.

    Ma per smettere PAGANDO TUTTO E TUTTI ci vuole una MAREA DI LIQUIDITA' che oggi la stragrande maggioranza delle piccole e medie imprese semplicemente NON HA.
    E quindi tanti , ma TANTI , vanno avanti nella speranza di tempi migliori.
    CHE DIFFICILMENTE TORNERANNO, per essere estremamente ottimisti.
    E sempre più si mangiano il patrimonio ( vai a dare un'occhiata su astalegale.net per renderti conto ).
    per quanto mi riguarda ho fatto una distinzione fra imprenditori e piccole partite iva
    so bene come funziona l'imprenditoria negli ultimi 20 anni visto che lavoro da 30 ma tutto cio che dici è vero per entrambe le categorie perchè se l'imprenditore con 30 dipendenti chiude, ci sono anche 30 dipendenti senza lavoro e se l'imprenditore non è stato stupido ha accumulato qualcosa per poter ripartire magari da solo se ha anche delle capacità
    mentre il dipendente 90 su 100 si trova senza lavoro e senza soldi visto che con gli stipendi da fame non ha risparmiato nulla. non facciamo di ogni erba un fascio e smettiamola con le guerre di stampo sessantottino fra Padrone (parola odiosa) e lavoratore. io ringrazio per aver trovato un datore di lavoro che mi fa stare bene, e mi considera una risorsa e non un costo
    (sto con lui da 25 anni) e se lui guadagna un sacco io ne sono contento perchè alla fine fa star bene anche me. per questo ribadisco che non hanno senso le guerre ideologiche perchè per fare il dipendente ci vuole un'impresa che ti assume ( a parte gli statali) e se non c'è un imprenditore che rischia l'impresa non esiste quindi per chiudere il cerchio serve sia l'imprenditore che il dipendente purchè entrambi capiscano che ognuno è una risorsa per l'altro e che si remi nella stessa direzione. Purtroppo il sistema lavoro italia non funziona per nessuna delle due parti e la paga oraria a mio parere appiattisce le capacità dei dipendenti e non lascia spazio alla meritocrazia a meno di non trovare un imprenditore illuminato che se ne frega e crea lui nella sua impresa un sistema meritocratico.
    Ultima modifica di robertoginesi; 04-10-2019 alle 11:56 AM.

  8. Skife per robertoginesi:


  9. #81

    Predefinito

    La maggiorparte degli imprenditori oggi non possono permettersi di chiudere senza rimetterci anche le mutande! Potrebbero vendere... ma è altrettanto difficile, ho fatto un esempio pratico una decina di interventi fa e c'è un'altra bella spiegazione proprio nell'intervento che quoti

    - - - Updated - - -

    Tu comunque sei merce rara, non ho avuto molti dipendenti, una quarantina in tutto... beh 4 su cui posso dire di aver potuto contare e da me penso proprio si stesse bene, visto che il ricambio è sempre stato pari a zero.... e nel settore ristorazione il lavoro si trova sempre

  10. Skife per vendul:


  11. #82

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da vendul Vedi messaggio
    Con l'esperienza, nelle mie prime attività crescevo il volume di affari, assumendo così più gente e pensando che avendo più personale avrei potuto avere più tempo libero.... sbagliatissimo! Allora ho cercato un'attività che mi permettesse di fare più affidamento sulle mie forze e meno su quelle del mio personale, ma mi desse il tempo di cui ho bisogno per svagarmi. Questo l'ho trovato con un attività stagionale, mi faccio un culo come una capanna 7 mesi l'anno, due mesi l'anno lavoro il giusto e tre mesi all'anno praticamente non faccio nulla, nessun pensiero nessuna fretta, alla fine lavoro comunque di più che con un lavoro da dipendente, ma mi tolgo le mie soddisfazioni. Il compromesso perfetto.
    Capito, grazie della spiegazione.

    Per chiarire, non farei mai l’imprenditore, un po’ perché sono stato cresciuto a “primo, non prenderle” e un po’ perché della mia compagnia tutti quelli che lo sono lavorano a volte anche sabato e domenica o comunque in generale senza una effettiva divisione del tempo. Cosa che a me distrugge psicologicamente. Anzi aggiungo che sul discorso tempo libero forse ne ho più io dipendente PERÒ spero/credo che a loro stia bene così perché lavoro=passione primaria mentre le mie sparute passioni non potranno mai essere remunerative.

  12. #83

    Predefinito

    Siamo partiti dai rischi dello sci...
    Per fortuna dovrebbe arrivare l'inverno e con esso la stagione invernale potrebbe anche partire.
    Chi rischierà godrà del privilegio dello sci, chi non lo farà si cimenterà in quello che gli piace.
    Personalmente, non vedo l'ora di rinnovare lo stagionale, di acquistare scarponi performanti e magari un paio di sci che mi diano la possibilità di migliorare.

  13. Lo skifoso il Matesino ha 2 Skife:


  14. #84

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fonzie Vedi messaggio
    Se riesci a compiere gestione e monitoraggio mentre stai pensando a divertirti, le mie più sincere congratulazioni... io non riuscirei mai a mischiare i due aspetti perchè toglierei del "buono" ad entrambe le attività
    Lo sto facendo da poco in effetti, 2 anni, ma per ora sta funzionando:
    fortunatamente riesco a compartimezzare, quando scendo giù per le piste sono concentrato al 100%, e comunque il mio lavoro richiede davvero mero monitoraggio "di numeri" (più qualche telefonata
    ogni tanto, di solito in un bel rifugio).

  15. #85

    Predefinito

    Tornando al focus della discussione, a parer mio è una riflessione forse provocatoria, ma forse da persona che vuol nascondere la propria pigrizia per lo sport o la propria paura di scendere sulla neve.

    Se il concetto di fondo fosse corretto, qualsiasi libero professionista e lavoratore autonomo, dunque (oltre all'imprenditore) non dovrebbe nemmeno guidare (percentuale incidenti altissima) cucinare o darsi ai lavori di casa ( la percentuale di incidenti familiari è pazzesca) etc etc etc..
    Anche io che lavoro col PC, sarei bloccato da una banale spalla lussata.

    Non può essere così. Per quanto poi concerne lo sci, pare che gli sport con la più alta percentuale di traumi articolari siano il calcetto e il tennis. Forse perché certi sport sembrano alla portata di tutti ( e non è vero), mentre senza un minimo di forma fisica non ci si avvicina nemmeno a una pista, a un cavallo, a un ring.

    Considerazione economica: se i lavoratori indipendenti non possono sciare e i dipendenti nemmeno (perché mica possono prendersi le ferie a loro piacimento), chi andrebbe sulle piste?
    Gli universitari e le giovani coppie senza figli, e solo il fine settimana?
    Lasciamo perdere, è davvero una riflessione priva di consistenza. O forse provocatoria, e in questo senso dovremmo interpretarla diversamente.

  16. #86

  17. Skife per cocojambo:


  18. #87
    Senior Member Skifoso
    Attrezzatura
    Casco Ruroc, Scarponi Dalbello Drs Wc M, Nordica Gsr WC 177 r23, Atomic X9R 175

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da cocojambo Vedi messaggio
    Restano i pensionati
    Al Cimone durante la settimana, ci sono scolaresche (poche) e pensionati di 55-65 anni (quasi tutti). Guardiamoli adesso perché per i prossimi 700 anni non ce ne saranno più

  19. Lo skifoso johnnycere ha 3 Skife:


  20. #88

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da johnnycere Vedi messaggio
    Al Cimone durante la settimana, ci sono scolaresche (poche) e pensionati di 55-65 anni (quasi tutti). Guardiamoli adesso perché per i prossimi 700 anni non ce ne saranno più
    non volevo scriverlo io...ma era proprio il mio pensiero quello che questi saran gli ultimi pensionati che vediam sciare...

  21. #89

  22. #90

    Predefinito

    A proposito...


Pagina 6 di 7 PrimoPrimo 1234567 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •