Mostra risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Nerd 2.0 - Geologia delle Dolomiti

  1. #1
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito Nerd 2.0 - Geologia delle Dolomiti

    Per chi fosse un secchione come me, affascinato da ogni granello di roccia che incontra sotto il proprio naso, vorrei condividere con voi alcuni interessantissimi () contenuti riguardanti la geologia delle Dolomiti.

    Video e pagine web dedicate all'orogenesi dei nostri amati Monti Pallidi, rare perle geologiche che rallegrano e colorano una banale valanga di di ghiaia vulcanica che ricopre questo pianeta.

    Datati, ma ben fatti:









    Che tra l'altro ci spiegano come mai ci troviamo a volte ad avere stratigrafie orizzontali (formazioni di Dolomia principale varia, sedimenti di ex atolli e lagune), mentre tante altre volte abbiamo immense e e verticali scarpate di Dolomia apparentemente per nulla stratificata (cd Dolomia di scogliera)

    http://www.anisn.it/nuovosito/le-mon...elle-dolomiti/


    Segnalo inoltre un interessantissimo (! ) itinerario nella val Biois, metterò qualche foto recente, in una valle laterale quella del torrente Gavon, che confluisce nel Biois poco prima dopo Caviola, e che porta fino alla Malga Bosch Brusà.

    https://www.agordinodolomiti.it/it_I...dino-dolomiti/

    Si tratta di un bellissimo spaccato geologico della valle e delle Dolomiti, in un ambiente che unisce calcari della catena del Costabella, Dolomie delle Cime dell'Auta (e Pale di San Martino di fronte a voi), a intrusioni vulcaniche del Sasso Nero, ma anche cimon della Stia (di fronte), e i profidi scavati dal torrente.
    Il tutto poggiato su un affioramento di arenarie della Val Gardena (molto esposte in tutta la valle, compreso il passo Valles e poi fino al Rolle), con strati di gesso (c'è una cava proprio all'inizio della valle del Gavon), conglomerati di ciottoli cementati lungo il sentiero e vicino a Bosch Brusà (sotto la Palazza), calcari e marne nere.

    In vendita alla Coop di Falcade il relativo libro guida di questo sentiero



    Onesto prezzo di 15€


    Intrippatevi con le magnifiche storie delle Dolomiti!


    Stupendo

  2. Lo skifoso madflyhalf ha 7 Skife:


  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  4. #2

    Predefinito

    scrivo per rimanere un po' aggiornato

    dopo vedrò pure i video

  5. Skife per cocojambo:


  6. #3
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    Uno dei più grandi spaccati geologici a cielo aperto è il Gruppo Sella, un perfetto atollo corallino vecchi di 300.000.000 di anni

    Piz Ciavazes le sue meravigliose dolomie di scogliera ricche di vie solide e roccia compattissima, nella parte bassa in particolare ma anche dopo la cengia dei Camosci
    e una cima ghiaiosissima



    Applichiamo un po' gli studi fatti sinora



    In diagonale nella parte inferiore, si notano anche le brecce, ovvero fratture e frane sottomarine che si riempiono di materiale di crollo della scogliera corallina (vedi anche a sx nella foto dove ci sono le Torri del Sella)

    Stesso discorso per l'imponente parete ovest del Sass Pordoi, dove però la grande cengia mediana mostra un cambio della parete, improvvisamente a quella quota compare la dolomia lagunare



    Dal lato invece di Fodom, il Piz Boè mostra una zona più mista, probabilmente lo spaccato di un interno di laguna, non per niente questo lato è quello dove la roccia è meno compatta.
    Verosimilmente quindi, l'Altopiano del Boè è una parte interna dell'antico atollo, di cui però ormai si è quasi persa traccia della scogliera, se non per la parte più sudoccidentale (in corrispondenza del Sass Pordoi appunto)



    Viceversa l'altopiano delle Mesules, è proprio il bordo della scarpata!


    Alpinisticamente, il Sella offre il meglio di sè proprio dal Sass Pordoi, lungo i suoi versanti girando in senso orario, fino al Mur de Pissadù, dove poco dopo la Val di Mesdì spezza in 2 il gruppo, portando appunto alla suddivisione tra Altopiano delle Mesules e Altopiano del Boè, dove le arrampicate su ottima roccia sono poche ed essenzialmente sul Piz da Lech e poco intorno (tra l'altro sulla faccia che guarda l'interno del gruppo)
    Ultima modifica di madflyhalf; 10-09-2019 alle 04:39 PM.

  7. Skife per madflyhalf:





Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •