Pagina 192 di 195 PrimoPrimo ... 92142182183184185186187188189190191192193194195 UltimoUltimo
Mostra risultati da 2866 a 2880 di 2913

Discussione: Salviamo l'italia 2

  1. #2866

    Predefinito

    Alla fine probabilmente ha ragione lui.


    CHIUDERE L'ILVA, SUBITO

    A Taranto hanno votato in massa per i grillini, che questo hanno promesso.

    di GIUSEPPE TURANI | 08/11/2019

    Sono per la chiusura immediata e totale dell’Ilva di Taranto. Gli abitanti hanno votato in massa per i grillini, che non hanno mai fatto mistero di voler chiudere la fabbrica. In Puglia hanno eletto a furor di popolo Barbara Lezzi, capofila del “chiudere Ilva”. Se sono degli idioti, a Taranto, sono anche affari loro.

    E allora che cosa si aspetta? Si spengano gli altoforni e 15 mila persone tornino a casa, sui divani, a occuparsi dei bambini, delle pulizie, della spesa. I grillini hanno già pensato a loro: per questi 15 mila disoccupati permanenti ci sarà il reddito di cittadinanza: 400-500 euro al mese, più aria pulitissima. È tanto tempo per avviare, come consiglia la senatrice Lezzi, la coltivazione e il commercio delle cozze. L’Adriatico, lo Ionio, il mare di Sicilia tutti trasformati in grandi allevamenti di cozze. Per vendere tutta questa roba gli ex operai Ilva dovranno arrivare con i loro cesti fino nella Terra del Fuoco. Ma nessuno ha mai detto che sarebbe stato un paradiso.

    Dei politici è inutile parlare. Uno dice che saranno inflessibili, un altro addirittura che bisogna minacciare ArcelorMittal (il signor Mittal, per chi non lo sapesse, è l’uomo più ricco del Regno Unito, Emiliano potrebbe essere assunto come lustrascarpe e la Lezzi per spazzolare i tappeti della sua casa nel quartiere più elegante di Londra). Insomma, straccioni che minacciano il mondo.

    I politici italiani, va detto e ridetto, hanno combinato tutto loro. Questo immenso pasticcio porta la loro firma e basta. ArcelorMittal stava procedendo tranquilla, quando loro hanno messo, tolto, rimesso, ritolto lo scudo penale

    Adesso, per venirsene fuori in qualche modo e non essere presi a sassate a Taranto, circola l’idea (sostenuta dal pessimo Landini, ma non solo) di un intervento dello Stato. Inutile ricordare che l’Ilva nasce a opera dello Stato e non dello Spirito Santo: si è arrivati alla decisione di venderla perché era un disastro. Per un minimo di bonifica servono 4-5 miliardi, che lo Stato non ha. Arcelor li aveva messi sul tavolo. Ma adesso li ha ritirati. Oro alla patria?

    Breve nota sul Sud. Se il Mezzogiorno italiano continua a mandare in parlamento e in regione gente simile, più che progredire, tornerà all’età della pietra. La Puglia è una terra bellissima e adorata da ogni italiano che ci sia stato anche solo due giorni, ma i suoi rappresentanti nelle istituzioni sono veramente spazzatura, il peggio della politica italiana. Tromboni inutili.

  2. #2867

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Alla fine probabilmente ha ragione lui.


    CHIUDERE L'ILVA, SUBITO

    A Taranto hanno votato in massa per i grillini, che questo hanno promesso.

    di GIUSEPPE TURANI | 08/11/2019

    Sono per la chiusura immediata e totale dell’Ilva di Taranto. Gli abitanti hanno votato in massa per i grillini, che non hanno mai fatto mistero di voler chiudere la fabbrica. In Puglia hanno eletto a furor di popolo Barbara Lezzi, capofila del “chiudere Ilva”. Se sono degli idioti, a Taranto, sono anche affari loro.

    E allora che cosa si aspetta? Si spengano gli altoforni e 15 mila persone tornino a casa, sui divani, a occuparsi dei bambini, delle pulizie, della spesa. I grillini hanno già pensato a loro: per questi 15 mila disoccupati permanenti ci sarà il reddito di cittadinanza: 400-500 euro al mese, più aria pulitissima. È tanto tempo per avviare, come consiglia la senatrice Lezzi, la coltivazione e il commercio delle cozze. L’Adriatico, lo Ionio, il mare di Sicilia tutti trasformati in grandi allevamenti di cozze. Per vendere tutta questa roba gli ex operai Ilva dovranno arrivare con i loro cesti fino nella Terra del Fuoco. Ma nessuno ha mai detto che sarebbe stato un paradiso.

    Dei politici è inutile parlare. Uno dice che saranno inflessibili, un altro addirittura che bisogna minacciare ArcelorMittal (il signor Mittal, per chi non lo sapesse, è l’uomo più ricco del Regno Unito, Emiliano potrebbe essere assunto come lustrascarpe e la Lezzi per spazzolare i tappeti della sua casa nel quartiere più elegante di Londra). Insomma, straccioni che minacciano il mondo.

    I politici italiani, va detto e ridetto, hanno combinato tutto loro. Questo immenso pasticcio porta la loro firma e basta. ArcelorMittal stava procedendo tranquilla, quando loro hanno messo, tolto, rimesso, ritolto lo scudo penale

    Adesso, per venirsene fuori in qualche modo e non essere presi a sassate a Taranto, circola l’idea (sostenuta dal pessimo Landini, ma non solo) di un intervento dello Stato. Inutile ricordare che l’Ilva nasce a opera dello Stato e non dello Spirito Santo: si è arrivati alla decisione di venderla perché era un disastro. Per un minimo di bonifica servono 4-5 miliardi, che lo Stato non ha. Arcelor li aveva messi sul tavolo. Ma adesso li ha ritirati. Oro alla patria?

    Breve nota sul Sud. Se il Mezzogiorno italiano continua a mandare in parlamento e in regione gente simile, più che progredire, tornerà all’età della pietra. La Puglia è una terra bellissima e adorata da ogni italiano che ci sia stato anche solo due giorni, ma i suoi rappresentanti nelle istituzioni sono veramente spazzatura, il peggio della politica italiana. Tromboni inutili.
    AcerlorMittal stava procedendo tranquilla..ma per favore..in perdita e con obiettivi di produzione non rispettati..tranquilla un paio di balle,diciamo tranquilla nel senso che si preparava a come uscire dalla situazione,prima o poi scudo o non scudo avrebbe manifestato comunque l'impossibilità di mantenere i regimi produttivi promessi e quindi di rispettare i patti occupazionali..si è solo anticipato l'inevitabile.
    E non è stato furbo perchè ora hanno più possibilità di sfuggire agli oneri,meglio sarebbe stato che fossero loro a venire a galla senza scuse manifestando l'incapacità di rispettare il piano industriale
    Sempre che come pensano molti non fossero già partiti con il semplice obiettivo di far fuori occupati e produzione
    Che un'azienda incapace (per necessità o per scelta) di assicurare i target produttivi e occupazionali avrebbe portato a compimento la parte ambientale del piano poi mi permetto di dubitare fortemente
    Il fatto che il signore sia ricco non esclude che altri non in grado di ostentare una particolare ricchezza ma non fessi avessero già intuito che non sarebbe finita bene,non minacciavano il mondo,mettevano in guardia da facili entusiasmi
    Quanto alla bonifica di 4 miliardi..se tutti sono così ansiosi di mantenere viva la produzione di acciaio si metta una steel tax a favore della riqualificazione dell'ilva,avete scritto in tanti che vale la pena salvarla,mano al portafoglio,oro alla patria o quel caxxo che volete.
    Senza dimenticarci un miliardo per risarcire gli abitanti di taranto che hanno pagato le conseguenze della produzione in città
    Se non nazionalizziamo,o non si trova una cordata seria che voglia avviare una produzione pulita rispettando l'occupazione chiudiamo sto cesso di fabbrica e ad ogni finanziaria mettiamo da parte le risorse per effettuare di anno in anno la bonfiica dell'area,chi ha perso lavoro avrà ammortizzatori e il reddito di cittadinanza,sempre meglio che crepare a respirare porcherie in una fabbrica destinata a breve alla chiusura se lo stato o qualche imprenditore serio non se la prende a mano con l'obiettivo di renderla eco compatibile e di mantenere il personale
    Se non siamo in grado di produrre acciaio secondo gli standard europei degli anni 2000 smettiamo di farlo e andiamo a coltivare le patate..lasciamo la cosa a chi sa farlo nel rispetto delle regole e a chi ha le risorse necessarie per fare acciaieria moderna..un cesso di paese che ha la pretesa di produrre acciaio senza avere le possibilità di farlo in modo competitivo e pulito è meglio che lasci perdere..e che non affidi la produzione a chi vuole affossarla definitivamente
    Ultima modifica di missouri; 09-11-2019 alle 11:58 PM.

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #2868
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    Per max..sopra hai scritto quella di linz funziona meglio..rimetto a bisfra il trafiletto visto che non vuole capire che le situazioni non sono paragonabili
    Bravo missouri, hai capito perfettamente .

    Le due cose non sono paragonabili

    Per fare a Taranto una roba tipo quella di Linz bisognerebbe smontare tutto, bonificare RIPROGETTARE e ricostruire da capo... irrealizzabile.

    La fabbrica di Taranto ha una impostazione tale che è impensabile sanarla: è stata geneticamente pensata per produrre inquinando... (il che, ovviamente, costa meno).
    Quindi non puoi metterci una pezza, o un pannicello caldo: o la chiudi, o la chiudi.

    Ciononostante, tutti, e dico tutti (con ciò allontanando le polemicucce politiche di questo o quello) pensano che basti fare due o tre cosette per tener buona la popolazione e approfittare di una fabbrica dove produrre costa meno... che poi si uccidano le persone è considerato un banale effetto collaterale, da negare, sviare, o al limite, rivendicare sostenendo che è meglio un po di lavoro ed una brutta morte.... piuttosto che il non lavoro.

    Ovviamente strafottendosene del fatto che tutto questo viola non solo le leggi ordinarie (quelle le cambiano elevando i limiti) ma il dettato costituzionale.

    Che poi ci sarebbe anche da dire un altra cosa: il fatto che a Taranto non ci sia altro che l'Ilva per lavorare è la più grossa bugia mai raccontata.
    Toglietecela, bonificate e camperemo benissimo ... abbiamo tutto ciò che ci serve.


    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Alla fine probabilmente ha ragione lui.


    CHIUDERE L'ILVA, SUBITO

    A Taranto hanno votato in massa per i grillini, che questo hanno promesso.

    di GIUSEPPE TURANI | 08/11/2019

    Sono per la chiusura immediata e totale dell’Ilva di Taranto. Gli abitanti hanno votato in massa per i grillini, che non hanno mai fatto mistero di voler chiudere la fabbrica. In Puglia hanno eletto a furor di popolo Barbara Lezzi, capofila del “chiudere Ilva”. Se sono degli idioti, a Taranto, sono anche affari loro.

    Ha ragione lui ?? A FENOMENO, io mi fermerei con gli insulti.
    Nè tu nè lui potete permettervi di insultare un intera città. E segnalerò il tuo commento.
    Digli al settantottene di Voghera, indagato ai tempi per essere a libro paga di Ferruzzi.... (e poi assolto, ma tant'è, si sa che ogni tanto la giustizia può sbagliare ), che noi di "idioti" in città, in effetti, ne abbiamo sempre avuti.
    Ma solo perchè di gente come lui se ne è presentata sin troppa.

    Se vuole aggiungersi al novero, si presentasse di persona a dircelo, se crede....se proprio ritieni che abbia ragione, puoi accompagnarlo.
    Sarete accolti per bene .
    Ultima modifica di MAXINMARE; 10-11-2019 alle 10:08 AM.

  5. #2869

  6. #2870

    Predefinito

    Beh, se si può ricostruire e’ più che trasparente. E’ una architettura molto articolate a per non pagare LEGALMENTE tasse. Infatti il signMittal, seppur risiedendo a Londra sarà quasi certamente un NON DOMICILED, ovvero paga un minimo forfait di tasse annuali e viene tassato solo sui soldi che porta nel paese. Il resto resta in sospensione di tasse a tempo indefinito.

  7. #2871

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da MAXINMARE Vedi messaggio
    .

    Che poi ci sarebbe anche da dire un altra cosa: il fatto che a Taranto non ci sia altro che l'Ilva per lavorare è la più grossa bugia mai raccontata.
    Toglietecela, bonificate e camperemo benissimo ... abbiamo tutto ciò che ci serve.


    Uhè Ciccio, ma sempre tutto coi soldi degli altri?

    Se a Taranto sono cosi bravi a lavorare senza Ilva chiudetela, lavorate, pagate le tasse e con le tasse vi bonificate l'area.

    E invece no: volete chiuderla, coi soldi di Brambilla già in crisi volete pagare il reddito di cittadinanza a 10k persone, e coi soldi di Colombo già in crisi volete bonificarvi l'area.


    Ma quanto diavolo volete andare avanti col culo degli altri là al sud? Te lo dico da terrone salernitano

  8. #2872
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pierr Vedi messaggio
    Uhè Ciccio, ma sempre tutto coi soldi degli altri?

    Se a Taranto sono cosi bravi a lavorare senza Ilva chiudetela, lavorate, pagate le tasse e con le tasse vi bonificate l'area.

    E invece no: volete chiuderla, coi soldi di Brambilla già in crisi volete pagare il reddito di cittadinanza a 10k persone, e coi soldi di Colombo già in crisi volete bonificarvi l'area.


    Ma quanto diavolo volete andare avanti col culo degli altri là al sud? Te lo dico da terrone salernitano

    Fermo restando che io non ci vivo più, vi contraddicete.

    Siete voi a dire che l'acciaieria deve proseguire perchè altrimenti ne va dell'economia del paese vero ??

    Beh, allora il paese è in debito. Non vi preoccupate... sono spiccioli. Dai calcoli effettuati dai giornaloni, il prodotto dell' Ex ilva equivale a 1,4% del PIL, sono circa 24 MILIARDI ALL'ANNO .

    Guadagnati, ogni santo anno, sulla viva pelle di Taranto.

    E' tutto il resto del paese che, DA QUASI 70 ANNI, è andato avanti sul sacrificio della nostra città....cui sono stati imposti, in primis dallo Stato, veleni assurdi, che è stata truffata più volte DALLO STATO con discariche di materiale tossico contrabbandato come collinette poste a riparo dai fumi degli altoforni, e cui è stato imposto DALLO STATO di sottostare a tutto questo rivedendo più vole al rialzo i limiti di legge e consentendo persino ai propri stessi commissari straordinari di violare il codice penale, pur di costringerci a continuare a tenere aperto.

    Un esempio, tra i tantissimi "le collinette ecologiche":
    https://www.ilsole24ore.com/art/ilva...aranto-AFVYslH

    Ma se vuoi comincio e non finisco più... ci sono 70 anni di nefandezze pubbliche da raccontare, che sinora il paese ha fatto finta di non vedere.

    Quindi li a Taranto ii soldi pubblici non li hanno visti... li hanno casomai prodotti. Tutte le grandi aziende del nord (non c'è bisogno che le indichi) si sono giovate dell'acciao prodotto a Taranto.

    Il PIL del paese (quello che oggi vorreste conservare a nostre spese) l'abbiamo alzato per 70 anni.

    Peraltro sputando sangue per mancato rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro (mai fatte rispettare, nonostante le centinaia di morti in fabbrica), ammalandosi dei peggiori tumori e crepando anche.

    E mo AVAST...

    Quindi prendi la tua prosopopea e vai a raccontare queste favolette a gente più credulona ed ignorante... dillo a chi ti pare, ma non a me.

    Per inciso: CHI ROMPE PAGA I DANNI... e i cocci sono suoi.
    Tenetevi i cocci e pagateci i danni.
    Ultima modifica di MAXINMARE; 10-11-2019 alle 10:16 AM.

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #2873

    Predefinito

    E allora? Per 50 anni le auto italiane ( anche quelle di Taranto ) sono andate avanti con il piombo tetraetile sintetizzato a Trento. Quando la fabbrica andò a fuoco creando una nube tossica e venne chiusa d’autorità, lascio un terreno talmente contaminato di idrocarburi in profondità che hanno addirittura dovuto costruire una diga nel terreno per evitare ulteriore inquinamento alle falde.
    Secondo te ha pagato Brambilla o Lo Russo? No pagato tutto dal signor Trentin.
    Ed il terreno e’ ancora lì. I lavoratori hanno trovato impiego in altre fabbriche, sempre con aiuto del signor Trentin ( generoso lui ). E la bonifica aspetta. Da 40 anni.

  11. #2874
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da gigiotto98 Vedi messaggio
    E allora? Per 50 anni le auto italiane ( anche quelle di Taranto ) sono andate avanti con il piombo tetraetile sintetizzato a Trento. Quando la fabbrica andò a fuoco creando una nube tossica e venne chiusa d’autorità, lascio un terreno talmente contaminato di idrocarburi in profondità che hanno addirittura dovuto costruire una diga nel terreno per evitare ulteriore inquinamento alle falde.
    Secondo te ha pagato Brambilla o Lo Russo? No pagato tutto dal signor Trentin.
    Ed il terreno e’ ancora lì. I lavoratori hanno trovato impiego in altre fabbriche, sempre con aiuto del signor Trentin ( generoso lui ). E la bonifica aspetta. Da 40 anni.
    No guarda... non attacca.
    Primo perchè parliamo di situazioni nient'affatto paragonabili per dimensioni, durata nel tempo e malefatte.

    Secondo perchè, arrivati a questo punto, non me ne frega nulla, così come ad alcuni di voi non è fregato e non frega nulla di quello che è accaduto a Taranto.

    Li ha Trento hanno chiuso?? Ne sono felice e me ne rallegro (e anzi, mi sono andato anche a leggere la storia di quel che accadde nel 1978).
    Però li lo Stato non intervenne per costringere a tenere aperta la fabbrica.

    Qui da noi, invece, sono oltre 10 anni che si sa tutto (grazie a magistrati coraggiosi cui - all'epoca - fu detto e fatto di tutto) e siamo stati costretti a tenere ugualmente aperto.
    Il generosissimo Stato Italiano ha imposto commissariamenti ed amministrazioni straordinarie, travalicato le ordinanze cittadine e regionali, rivedendo le normative al rialzo e garantendo l'immunità penale.
    E questo con LEGGI SPECIALI... che manco nelle peggiori dittature si ha il coraggio di emanare.

    Il tutto, per giunta, affamando persino le aziende dell'indotto, morte perchè lo STATO ITALIANO, con la scusa del commissariamento (prima) e dell'amministrazione straordinaria, ha lasciato "i buffi".
    Lo stato e i suoi aventi causa, insomma, hanno prodotto, GUADAGNATO CIFRE ENORMI a costo di inquinare tutto.... e non hanno nemmeno pagato i propri debiti.
    Peraltro dev'essere un vizio ereditario perchè, a quanto leggo, pare che neanche gli indiani paghino i fornitori dell'indotto... c'è già uno scaduto di 5 milioni. Poveri indiani, magari volevano anche uno scudo commerciale oltre che penale ??
    http://www.ansa.it/sito/notizie/econ...a0008af2e.html

    Non mi risulta che nel resto d'Italia si siano stracciate le vesti: stava e sta a tutti benone così.

    Anche l'Europa ha bacchettato lo Stato Italiano... siamo alla seconda condanna e mo arriva la terza: si continua a fare orecchie da mercante, nonostante le sanzioni comminate, perchè conviene molto di più continuare a produrre inquinando e violando le regole... costa infinitamente meno di quel che costa agli stati civili e virtuosi.

    All'estero quando devono produrre lo fanno rispettando le regole (e spendendo di più).
    E quando non possono intervenire perchè la situazione è irrecuperabile (vedi i casi negli USA, Germania, eccetera) BONIFICANO a spese della collettività, senza tante menate e piagnistei .


    Ripeto: i cocci sono tutti vostri... spediteci l'indirizzo che vi mando qualche metro cubo di collinette e polvere di ossido di piombo.

    - - - Updated - - -

    ____________________

    Aggiungo, per tutte le vedove dell'immunità penale concessa con norme speciali, che nessun ammnisitratore (pubblico o privato) che avesse prodotto RISPETTANDO le norme del piano ambientale avrebbe mai rischiato alcunchè.

    L'articolo 51 del codice penale, esclude ogni punibilità.

    Esercizio di un diritto o adempimento di un dovere -Dispositivo dell'art. 51 Codice penale
    "L'esercizio di un diritto o l'adempimento di un dovere imposto da una norma giuridica o da un ordine legittimo della pubblica Autorità, esclude la punibilità"


    Nessuno avrebbe mai avuto noie per reati commessi durante il completamento delle prescrizioni del piano ambientale, proprio perchè questio prevedeva specifiche tempistiche individuando quali adempimenti fare ed entro quando.

    Il vero problema è che si voleva star coperti anche per cose non ricomprese dal piano ambientale.... e li dentro ce ne sono tante di cose che non rispettano il codice penale, perpetrate anche oggi.

    Quindi, care vedove... leggete, imparate, uscite dalla vostra colossale ignoranza e tacete.
    Ultima modifica di MAXINMARE; 10-11-2019 alle 08:51 AM.

  12. #2875

    Predefinito

    Quel suino di Travaglio a te ti fa una pippa.

    Sulla parte legale, per mia ignoranza, mi taccio e aspetto che si pronunci chi di dovere.
    Sulla parte tecnica ti chiedo la cortesia di tacere perché stai scrivendo una fregnaccia dietro l’altra manifestando Altrettanta ignoranza.
    Sembri Emiliano, quello che voleva mandare l’Ilva a gas fermando il TAP. Fate pace col cervello.

  13. #2876
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Quel suino di Travaglio a te ti fa una pippa.

    Sulla parte legale, per mia ignoranza, mi taccio e aspetto che si pronunci chi di dovere.
    Sulla parte tecnica ti chiedo la cortesia di tacere perché stai scrivendo una fregnaccia dietro l’altra manifestando Altrettanta ignoranza.
    Sembri Emiliano, quello che voleva mandare l’Ilva a gas fermando il TAP. Fate pace col cervello.
    Sulla parte legale ti sei avventurato sin troppo e sei stato puntualmente smentito.
    Io di quello sto parlando, sto parlando di diritto.
    Emiliano rispondesse per se, non mi rappresenta.
    Per me non va affatto riconvertita, va chiusa e basta, lo dico da 42 anni.

    Secondo me, invece, è bene che sia tu a tacere: lo dico per te, mica per me... ti ho già smentito abbastanza con i fatti.
    - LA TUTELA PENALE E' UNA CAZZATA
    - IL DIRITTO DI RECESSO E' UNA CAZZATA
    - I PRETESI DIRITTI DI ARCELOR, QUINDI, ALBERGANO SOLO NELLE PIU' DEBOLI MENTI DEI CREDULONI (perchè chi gliela racconta sa benissimo di mentire).

    Ora non vorrei insistere... infierire non è pratica che mi rallegri.
    E non è spargendo insulti sull'intelligenza altrui, cosa nella quale stai esagerando alquanto, che ne avrai ragione.
    Al limite finirai per qualificarti.... persino oltre i tuoi demeriti, solo per la tigna di non voler ammettere di aver sbagliato valutazioni e/o di esserti avventurato fuori dalle tue conoscenze e competenze.
    Lassa perdere, senti a me.

    Te lo spiego con cortesia: non esiste neanche uno dei motivi agitati dai soliti protettori dei malfattori (di stato e non) che sia vero e/o valido.

    C'è solo l'ennesimo tentativo di alzare il polverone, minacciare e ricattare i tarantini.

    Quindi è inutile che vi affanniate a cercarne.

    Mi sono speso per spiegare, nel merito, e nel dettaglio, il come è perchè certe cosa non siano vere e/o corrette. Con dati di fatto e norme.
    Poi per carità, se volete insistere fatelo... ora non potete più invocare l'ignoranza o il travisamento, le spiegazioni le avete avute.
    Saranno problemi vostri e della vostra coscienza. Con me non attacca.
    Ho già perso sin troppo tempo a dimostare con i fatti quel che affermo, chi voleva capire ha già capito.
    E chi non vuole capire non capirà mai.

    Quindi non ho bisogno di ribadire quanto già detto.

    Se qualcuno ha dubbi non risolti chieda pure, se so rispondere - se avrò tempo - lo farò.
    Se invece si continua con la pantomina classica di chi ha finito gli argomenti e insulta, passo. Esercitatevi pure, tra di voi.

  14. #2877

    Predefinito

    Nel mentre venerdì,
    conte accolto con una bordata di fischi in quel di taranto!!!

    #contestaisereno

  15. #2878

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da alessio90 Vedi messaggio
    Nel mentre venerdì,
    conte accolto con una bordata di fischi in quel di taranto!!!

    #contestaisereno
    E ci credo,si prepara a calare le braghe ed a accettare gli esuberi,come doveva essere accolto? In più ci mette i soldini dello stato a tempo..in definitiva ci accolliamo una bella quantità di esuberi (l'azienda ha sparato un 5000,magari conte dice 4000 e a 4500 come al mercato si chiude) e alla fine parteciperemo anche agli interventi di restyling ambientale come soci di minoranza..perchè parlare di bonifica seria resterà una presa in giro..in più viene riconfermata la possibilità di produrre impunemente fuorilegge come prima ...dai che tornano sui loro passi..obiettivo raggiunto...fortuna che fino a ieri i massimi esponenti del governo dicevano che dovevamo inchiodarli alle loro responsabilità e doveri.,i tagli occupazionali sono inaccettabili,li costringeremo a rientrare minacciando chissà quali oneri per la rottura del contratto,non accettiamo il ricatto..ogni giorno si cambia idea,dal ruggito del coniglio al belato della pecora
    Se fin da subito dicevano tornate vi prego e dateci pure i calci agli zebedei perchè dovevamo non fare nulla invece di farci venire in mente di cancellare lo scudo per poi trovarsi a pecora facevano più bella figura..del resto è la stessa pecorata della sugar tax e della plastic tax..prima le annunci,poi tu caghi nelle mutande e poi cerchi di tornare indietro o di ridimensionare il tutto..non c'è cosa peggiore di un governo che nel giusto o nello sbagliato non ha il coraggio delle proprie posizioni iniziali,dai solo all'elettorato una sensazione di debolezza e confusione totale..ci credo che m5s e pd stanno finendo ribaltati come voti..ogni giorno rivedendo il tutto e cambiando linea ammettono implicitamente siamo dei pirla,perdonateci ogni cosa che facciamo,ora la cancelliamo perchè era una caxxata
    Cosa devo pensare come elettore? se lo ammetti tu che fai cazzate devo pure darti credito? se non sei convinto tu di fare una cosa giusta posso essere convinto io di quel che stai facendo? è bastata un urlo di salvini e una occhiataccia di renzi per rinnegare mezza finanziaria...se ti devi far dettare l'agenda da renzi e salvini e ti fai mettere dietro la lavagna come uno scolaretto rimproverato per una birbacciata meglio che passi la palla a chi sa essere capo..il capo può anche sbagliare ma quando decide è deciso..e mostra sicurezza nella bontà della sua decisione,mica trema alla prima critica e dice si scusate ci siamo sbagliati ora rivediamo tutto al ribasso,andrebbe tutto eliminato ma lo teniamo per metà per cercare di salvare la faccia
    Se ad es. hai annunciato delle microtasse e lo ritieni giusto allora avanti tassa e negli ammontari preannunciati..se no non annunciare..i governi che non rispettano gli annunci o li ridimensionano nel giro di una notte ( bene o male che siano) fanno la figura dei pirla,come se salvini dicesse facciamo la flat tax,anzi no ci ho ripensato facciamo una briscola, i porti li avevo pensati chiusi ma da oggi li faccio mezzi aperti..ciao credibilità,ciao immagine di leadership,avanti confusione e stordimento
    L'elettore vuole che il capo sia sicuro di sè e convinto di quel che fa..la prima incertezza di salvini sulle elezioni gli era costata il 4%..come prima vuoi le elezioni o poi vuoi tornare da di maio? prima mi dici che andiamo al voto e poi ci ritroviamo all'opposizione? i suoi elettori ci hanno messo un bel pò a digerirlo,ma appena è ridiventato il salvini senza macchia e senza dubbio ecco la fierezza elettorale ritrovata nella figura del capo
    Il pd e il m5s al governo danno l'immagine di partiti allo sbando tra un passo avanti e uno indietro,tassiamo o forse no,tassiamo 100 no facciamo ben 50 che nel dubbio che la tassa sia sbagliata come dicono renzi e salvini magari gli italiani si incazzan,o meno, ora la facciamo vedere noi a questi indiani e gli dettiamo le condizioni da pagare per andarsene, anzi no li preghiamo di restare accettando prontamente le loro..avanti così..un giorno lepri che scattano in avanti e un giorno gamberi che corrono all'indietro.mentre giustamente gli elettori si chiedono ma questi lo sanno che cosa vogliono e che caxxo stanno facendo? sembra di no quindi arrivederci e bye.


    «Al momento la strada di trattare con ArcelorMittal sugli esuberi è quella prioritaria: lo Stato può farsi carico di una cassa integrazione più grande, ma a patto che gli indiani tornino al tavolo delle trattative, visto che siamo anche disposti a rivedere le condizioni con uno sconto sul prezzo di affitto dell’azienda». Il premier Giuseppe Conte ha detto questo ai vertici commissariali dell’ex Ilva e potrebbe tornare a confrontarsi con i vertici di Mittal già domani, in base a quanto ha riferito lui stesso. Conte a Mittal proporrà uno schema negoziale che prevederebbe condizioni più favorevoli per la multinazionale, il ripristino dello scudo penale con buona pace dei mal di pancia di Luigi Di Maio e del Movimento, la possibilità di un intervento a tempo finanziario dello Stato — attraverso Cdp o in altre modalità — con una quota di minoranza.
    Ultima modifica di missouri; 10-11-2019 alle 01:46 PM.

  16. #2879

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Quel suino di Travaglio a te ti fa una pippa.

    Sulla parte legale, per mia ignoranza, mi taccio e aspetto che si pronunci chi di dovere.
    Sulla parte tecnica ti chiedo la cortesia di tacere perché stai scrivendo una fregnaccia dietro l’altra manifestando Altrettanta ignoranza.
    Sembri Emiliano, quello che voleva mandare l’Ilva a gas fermando il TAP. Fate pace col cervello.
    Proviamo a dire le stesse cose con toni più delicati, grazie.

  17. #2880

    Predefinito

    Comunque leggendo l’intricata struttura societaria dei Mittal la prima cosa che mi viene in mente e’ che sono seguiti dal fior fiore di avvocati e fiscalisti. Mai mettersi a litigare con qualcuno legalmente più preparato di te. Prima regola di chi sta nel mondo degli affari.
    Mi pare che il sig Conte ha capito bene da chi sta legalmente il coltello dalla parte del manico, essendo anche lui avvocato.
    Invece il bibitaro napoletano mi pare che di contratti sia molto, molto digiuno.
    Già ne fece uno con Salvini e sappiamo come gli e’ andata.
    Poi ne ha fatto uno con Mittal... e crede pure di avere ragione. Se Mittal porta lo stato in tribunale ho come l’idea che ci tocca pure pagare i danni sapendo chi ha seguito da parte dello stato la trattativa.

Pagina 192 di 195 PrimoPrimo ... 92142182183184185186187188189190191192193194195 UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •