Pagina 130 di 195 PrimoPrimo ... 3080120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140180 ... UltimoUltimo
Mostra risultati da 1936 a 1950 di 2913

Discussione: Salviamo l'italia 2

  1. #1936

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Ema93 Vedi messaggio
    Il proporzionale? Quello che negli anni 90 è stato bocciato con percentuali bulgare nella vera forma di democrazia diretta di cui disponiamo (altro che Rousseau)? Quello che consente da sempre alla politica italiana di vivacchiare di accordi, partitini, e altre amenità che la società ha sempre disprezzato?
    Mamma mia che farsa. Il bello è che se fossero in vantaggio nei sondaggi, vorrebbero il maggioritario. Si fanno le leggi elettorali sui sondaggi del momento (Rosatellum e italicum compresi), e non in base a principi che si ritengono giusti.
    vogliamo ricordare tutto?

    https://www.repubblica.it/online/fat...fer/refer.html

    qui il maggioritario non passò..e la mancanza del quorum fu una scelta strategica..chi non era d'accordo con il maggioritario si assentò apposta

    Il proporzionale è il sistema più giusto e rappresentativo,non scriviamo falsità..tot voti,tot parlamentari,tot conti..se nessuno conta così tanto da poter governare da solo si allea con altri,molto semplice

    C'è in diverse nazioni anche importanti e sono lì con i loro governi..e nessuno lo critica

    In situazioni tendenzialmente pericolose evita tra l'altro che il ducetto di turno ottenga maggioranze bulgare..e data la consuetudine italiana ai ducetti è l'antidoto elettorale per eccellenza ad evitare derive politiche..in altre parole è il sistema giusto per l'italia,spesso porta anche a tregue elettorali tra fazioni che si fanno la guerra e che devono imparare a convivere..l'accordo pd-m5s nasce nella prospettiva di un proporzionale.

    - - - Updated - - -

    Poi oggi l'adozione di un sistema proporzionale è una infamia per bloccare salvini secondo la sua grancassa..in altri tempi però non era così..ah la coerenza..

    http://www.ilgiornale.it/news/tutti-...orzionale.html

  2. #1937

    Predefinito

    Non sono vecchissimo.. ho solo 47anni... ma da quando ho memoria sento parlare di legge elettorale.. da quando ho memoria i politici tutti passano 3/4 di legislatura a perdere tempo cercando di modificare la legge elettorale.. e ogni stramaledetta volta che la modificano si riparte da capo.... io non ne posso più... mi viene l’orticaria scrotale mista a istinti omicidi... andassero tutti quanti afffffanculoooo....
    scusate lo sfogo.... ma basta!!!
    Torno nella mia buca... 🤣🤣🤣

  3. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  4. #1938

    Predefinito

    Il proporzionale funziona così bene che in Spagna rivanno a votare per la quarta volta in un anno.
    E in Germania ci hanno messo sei mesi per fare un governo.

    L'unico sistema proporzonale che funziona veramente è quello francese ....

    Da noi è ben visto dagli ultimi relitti e/o residuati bellici della premiata ditta per un motivo semplicissimo: non doversi alleare con mezzo mondo per poter vincere una elezione, dato che in proprio i voti per governare non ce li avranno mai.
    Paradossalmente l'unica legge che ha favorito i DS, .... ops .... il PD, è stato il porcellum ....

    Direi che è uno degli argomenti di perfetta consonanza tra le due estreme: troverai d'accordo con il proporzionale puro sia casa pound che il partito comunista marxista-leninista. Il che mi dà parecchio da pensare, nel senso che penso sia una solenne boiata.

    Comunque bisogna riconoscere che nella prima repubblica ha funzionato egregiamente (anche se aveva le sue correzioni che si dimenticano sempre di spiegare al volgo): è riuscito per 45 anni a tenere lontani dalle leve di comando i tifosi delle invasioni dell'Ungheria, della Cecoslovacchia e dell'Afghanistan (o dell'Armata Rossa in generale), mantenendoli sempre nel loro 30% fisiologico. Abbastanza per alzare un po' la voce, poco per rompere le palle più di tanto.
    Il suo sporco e utile lavoro l'ha fatto

    Adesso che torna la premiata ditta si pone di nuovo il problema: come raggungere il potere non avendone i mezzi in proprio?
    E via con l'ideona, assolutamente nuova, del proporzionale puro.

    Il sistema pressoché perfetto c'era: il mattarellum.
    E quando ne ha proposto la reintroduzione una parte del PD, indovinate chi ha boicottato la cosa? Esatto: tutta la parte di PD che fa fatica a ricordarsi ci sia stata la Bolognina.
    Salvo poi ripresentarla come loro idea un anno dopo.
    La reazione di Giachetti, colui che aveva presentato la prima mozione, la ritengo anche troppo composta e civile:


  5. #1939

    Predefinito

    non credo si ragionerà su un proporzionale puro,sicurmente ci sarà qualche correzione ma arrivando solo ad un effetto tenuemente maggioritario

    Quanto al sistema spagnolo tiene conto di diverse necessità,,prima di tutto la rappresentanza dei partiti regionali e delle istanze autonomiste..non si tratta solo di permettere un governo ma di bilanciare un mucchio di istanze,considerando che in spagna il problema delle regioni autonomiste è notevole..meglio qualche elezione in più ma un sistema che garantisca la pax tra contrade

    1. Il senso complessivo

    Il sistema elettorale in vigore in Spagna è un proporzionale molto corretto, dagli effetti decisamente bipartitici.
    E’ stato pensato per ottenere due effetti: un grado elevato di bipartitismo complessivo e una buona rappresentanza dei partiti regionali.
    Bipartitismo con federalismo, disincentivando invece la presenza di partiti minori nazionali.
    Vi sono solo tre partiti nazionali (Pp, Psoe, post comunisti di Iu) e alcuni partiti regionali rilevanti (Convergéncia i Uniò de Catalunya-Ciu, Partido Nacionalista Vasco-Pnv, Coaliciòn Canaria-Cc eEsquerra Republicana de Catalunya-Erc).
    Il sistema ha mantenuto le promesse fatte da coloro che l’hanno elaborato nel periodo costituente

    2. I dettagli

    Il sistema ha due pilastri: la proporzionale solo dentro ogni circoscrizione (senza che esse comunichino tra di loro, mettendo in comune i resti) e un numero molto elevato di circoscrizioni,corrispondenti alle province, che sono 50.
    Considerando che i deputati del Congresso (cioè della Camera che esprime la fiducia) sono 350, il numero di rappresentanti che si eleggono in ogni circoscrizione è molto basso: varia da 1 (solo a Melilla e Ceuta), fino agli oltre 30 di Madrid e Barcellona.
    In molte circoscrizioni i seggi sono, tre, quattro o cinque, La media è di sette seggi.
    Agisce pertanto uno sbarramento implicito molto consistente che, insieme alla regola matematica per la conversione dei voti in seggi costituita dal metodo del divisore d’Hondt, tende a sovrarappresentare le formazioni più grandi a discapito di quelle più piccole.
    La legge elettorale prevede anche una soglia di sbarramento formale del 3% a livello circoscrizionale: essa vale a escludere i partiti molto piccoli nelle circoscrizioni più grandi come,ad esempio, quelle di Madrid e Barcellona.
    La soglia di sbarramento formale ha quindi effetti limitati, molto più incisivo è l’effetto degli altri elementi prima citati.
    Questo insieme di elementi avvantaggia i partiti più grandi ma, allo stesso tempo, non penalizza le formazioni regionali i cui consensi sono concentrati in specifiche circoscrizioni e consente alle formazioni nazionali capaci di superare la soglia del 3 per cento in sede circoscrizionale di conseguire una rappresentanza parlamentare, sia pure di più ridotte dimensioni
    Per cui esso permette di bilanciare la rappresentatività popolare con la rappresentatività territoriale espressione delle istanze autonomistiche
    Le liste sono “bloccate”, senza voto di preferenza (che del resto è sconosciuto a tutte le maggiori democrazie dell’Occidente ed esiste solo in pochissimi paesi al mondo), ma il numero molto basso di candidati che compongono le liste (come abbiamo visto, nella gran parte delle circoscrizioni solo tre, quattro o cinque) consente comunque un buon rapporto di conoscenza e di relazione tra elettori e candidati.
    Anche se il partito maggiore non ottiene la maggioranza assoluta dei seggi, sono possibili ed efficienti anche Governi di maggioranza relativa, con appoggi esterni dei partiti regionalisti

    - - - Updated - - -

    Anche il sistema tedesco è un sistema molto complesso,si tratta di un proporzionale con diverse correzioni e che ha anche un passaggio maggioritario

    Come funziona il 'primo voto'.

    L'
    erststimme è il voto maggioritario e uninominale; in ognuno dei 299 collegi in cui è diviso il territorio nazionale, viene eletto solo il candidato più votato, anche solo con la maggioranza relativa.
    Non c'è insomma una soglia minima di voti, come è per i sindaci italiani per capirsi.
    E' il sistema maggioritario classico,
    first past the post, che viene usato anche negli Usa o in Gran Bretagna.
    Chi ha più voti, viene eletto.


    Come funziona il 'secondo voto'.

    Con il zweitstimme l'elettore sceglie invece un partito.
    La percentuale di voti ottenuta nel zweitstimme determina il numero di seggi nel Budestag a cui quel partito ha diritto.
    Sono esclusi dal riparto dei voti i partiti che hanno ottenuto meno del 5% di 'secondi voti' oppure meno di tre candidati eletti con il 'primo voto'.


    Il riparto dei voti.

    Nel riparto della quota proporzionale :al numero totale di seggi a cui un partito ha diritto vanno sottratti gli eletti con il 'primo voto
    Se i seggi a cui ha diritto sono più di quelli ottenuti con il primo voto, la differenza verrà assegnata sulla base di listini bloccati su base regionale.
    Al contrario invece nel caso in cui gli eletti con il primo voto siano più di quelli a cui il partito ha diritto, li manterrà comunque, pur non avendo a quel punto nessun seggio assegnato nella quota proporzionale.

    Numero variabile di deputati

    Questo sistema misto fa sì che il numero di deputati del Bundestag possa essere maggiore di 598, per garantire il posto dei 299 deputati eletti con l'uninominale (e quindi scelti direttamente dagli elettori) ma al tempo stesso garantire i pesi tra i partiti espressi con i secondi voti.

    - - - Updated - - -

    Quanto ai sistemi a doppio turno..tra cui quello francese..

    I sistemi a doppio turno presentano pesanti limiti.
    Innanzitutto in tali modelli non esiste incentivo al voto utile, anzi al contrario la limitata utilità del primo turno fa sì che esso sia utilizzato da molti elettori come sfogatoio.
    Tanti vanno ben oltre il concetto di votare "liberamente" al primo turno per il partito che sentono programmaticamente più vicino ed al contrario utilizzano il voto per "mandare un segnale" : più è forte questo segnale e meglio è per gli elettori
    Non stupisce, da questo punto di vista, che il sistema francese produca un perenne boom delle estreme, che siano il Front National od i vari partiti marxisti-leninisti a seconda dei periodi storici
    Uno scenario del genere non si verifica, invece, in un modello uninominale maggioritario a turno unico che impone una maggiore disciplina all'elettore orientandolo alla scelta tra le opzioni che effettivamente si candidano al governo del paese.

    Al tempo stesso nei modelli a doppio turno non esistono veri incentivi per le forze politiche maggiori a sviluppare dinamiche interne di apertura ed inclusività.:per vincere le elezioni infatti non serve organizzare, come nei paesi anglosassoni, un "partito-paese", plurale e rappresentativo, che aspiri al 40-45% dei voti.
    Basta presidiare con efficacia un 20-25% con un partito "blindato" per arrivare al ballottaggio e lì giocarsela per il successo finale.
    Non è un caso che in Francia tutti i partiti storici siano in gran parte partiti "identitari" (socialisti, comunisti, centristi, gollisti, nazionalisti, etc.) e raramente sentano la necessità di evolversi ed ibridarsi per parlare ad una platea più vasta
    Se poi un partito populista ed estremista, gonfiato dal voto di protesta del primo turno, riuscisse a pervenire al ballottaggio, potrebbe aggiudicarsi il governo del paese sfruttando a suo favore la contrapposizione "etnica" tra destra e sinistra,nella logica del voto contro
    Rispetto a quanto avviene in Francia, andrebbe anche preso in considerazione il fatto che il doppio turno è sempre risultato, nei fatti, sgradito ai nostri elettori; mentre oltralpe il ballottaggio tende a registrare di norma un sensibile aumento dell'affluenza rispetto al primo turno, in Italia – laddove è stato sperimentato – si è rivelato un flop in termini di effettiva partecipazione.
    Quello che è interessante è che l'emorragia di votanti tra il primo ed il secondo turno non riguarda solamente coloro che al primo turno avevano votato per un candidato eliminato; c'è persino un buon numero di elettori dei due candidati "passati" che poi rinuncia a votare al secondo turno.
    Accade così non di rado che il vincitore del ballottaggio si affermi con meno voti di quanto lui stesso avesse conseguito in occasione della prima tornata e stando così le cose è davvero difficile affermare che il secondo turno rafforzi la legittimazione dell'eletto.


    - - - Updated - - -

    Ah poi non è che all'estero usino tutti il maggioritario..domina il proporzionale,che nessuno ha detto mai che in italia deve essere puro,certo non si può usare una legge che darebbe ingiustamente maggioranze bulgare come quello attuale voluto da tutti sanno chi

    I sistemi che prevedono il maggioritario sono una minoranza,Francia, Regno unito
    Il metodo proporzionale, anche se nato e sviluppato in Francia, lì non ha mai preso piede ma si mantiene in Belgio, Finlandia, Portogallo e nel Lussemburgo.
    Altri paesi hanno introdotto anche la soglia di sbarramento: Austria, Danimarca, Grecia, Paesi bassi, Spagna, Svezia e Germania, pur non avendo un sistema proporzionale ma misto.


    Maggioritario Proporzionale m. quoziente Proporzionale m. D'Hondt
    Francia Belgio Lussemburgo
    Regno unito Finlandia
    Portogallo
    Con Soglia di Sbarramento: Con Soglia di Sbarramento:
    Spagna sb. 3% Danimarca sb. 2%
    Austria sb. 1%
    Grecia sb. 1%
    Paesi bassi sb. 0,65%
    Svezia sb. 4% \ 12%

    - - - Updated - - -

    Come si legge sul blog del Movimento 5 Stelle, in un post datato 28 maggio 2017 e che porta la firma di Beppe Grillo, a seguito della consultazione on-line sulla piattaforma Rousseau “La legge elettorale che il MoVimento 5 Stelle voterà in Parlamento sarà il proporzionale tedesco con soglia di sbarramento al 5% ed eventuali correttivi, costituzionalmente legittimi, per garantire una maggiore governabilità, così come sancito dagli iscritti”.
    Dunque è impreciso sostenere che il M5S ( e di conseguenza il Pd) vogliano un proporzionale “puro” dato che il sistema tedesco non lo è,rileggetevi bene come funziona..vi ho postato il funzionamento sia di quello spagnolo che di quello tedesco.
    Inoltre la proposta del m5s parla di correttivi per garantire una maggiore governabilità
    Quindi prima di dire che la nuova legge sarà un proporzionale puro spegnete la lingua e state ai fatti.
    Poi a bisfra piace sempre parlare di quello che nessuno ha mai detto.

  6. #1940

    Predefinito

    Ci faresti qualche nome di politici che reputi grandi statisti o almeno bravi?


    Citazione Originariamente scritto da Alberto 2 Vedi messaggio
    pertini? uno dei peggiori se non il peggior presidente. Una macchietta ignorante che si era macchiata di tanti crimini. Vai a leggere la sua ignobile storia di finto partigiano imboscato. Quando parlava in qualche assise o all'estero ridevano tutti, era un comico che si credeva un politico, ma un comico da avanspettacolo,

  7. #1941

  8. #1942

    Predefinito

    Di Mail propone come candidato unitario con il PD per l'Umbria Catia Bastioli.
    Che è la presidente di Terna e la titolare di Novamont, azienda produttrice dei famosi sacchetti biodegradabili con cui i grillini ci hanno sfracellato le palle per quasi un anno sostenendo che erano una mazzetta per renzie.

    A parte la sconnessione mentale evidente, continuo a domandarmi se per inventarsi la notizia del giorno ci pensano su oppure tirano i dadi (notare quanto sono buono oggi ).

    La risposta credo non la sapremo mai .... ritengo che anche tirare i dadi sia troppo complicato.

    Probabilmente in Umbria riusciranno a sovvertire le regole della matematica: un'ipotetica addizione che diventerà una sottrazione
    (nel senso che se devo dare retta agli umori che si sentono in giro potrebbero riuscire a fare 40+20 = 30. Forse ....)

  9. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  10. #1943

  11. #1944

    Predefinito

    queste sono le proiezioni di demopolis senza alleanza m5s e pd e con il sistema non proporzionale,il che spiega la necessità di fare l'alleanza e di cambiare legge..è un pò vecchiotto ma nel frattempo è cambiato poco



    - - - Updated - - -

    Contatti tra il M5S e il Pd sull'Umbria. A quanto apprende l'Adnkronos, oggi si sarebbero incontrati 'emissari' delle due parti per un confronto sul patto civico che potrebbe mettere insieme pentastellati e dem in vista dell'appuntamento elettorale del prossimo 27 ottobre. Si punta a una candidatura di alto profilo, e il Movimento, a quanto apprende l'Adnkronos, starebbe ragionando sul nome di una donna. L'obiettivo è quelllo di superare la candidatura di Andrea Fora, l'ex-presidente di Confcooperative Umbria sul quale puntano i dem ma che non piace affatto al Movimento.




    Cmq nei fatti oramai le alleanze per le regionali tra m5s e pd in una forma o nell'altra sono scontate,non è così scontato che il cdx ce la faccia in umbria e direi che con l'alleanza si blinderà l'emilia romagna
    Sarebbe un bel colpo conservarle entrambe e lasciare salvini a bocca asciutta..non tanto per la tenuta del governo che non si gioca certo sulle regionali ma tanto per metterlo in silenzio.

  12. #1945

    Predefinito

    Il M5S in Umbria non conta un caxxo, tanto che alle ultime comunali ha anche fatto accordi di desistenza con la destra.
    L'unico effetto che otterranno è di farsi considerare uguali e pari al partito egemone degli ultimi quarant'anni.

    Intanto segnalo che salciccio ieri ha fatto il botto a Gubbio dove non proprio tanto tempo fa andavano al ballottaggio PDS e Rifondazione.
    A meno che lo arrestino o cose del genere, puoi fare gli accordi anche coi marziani .....

    E del resto sarà la giusta conclusione di una stagione politica che negli ultimi vent'anni ha incentivato gli agriturismi e la contemplazione estatica del paesaggio a sfavore delle attività produttive vere.
    Tra un po' raccoglieranno i frutti.

  13. #1946

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Il M5S in Umbria non conta un caxxo, tanto che alle ultime comunali ha anche fatto accordi di desistenza con la destra.
    L'unico effetto che otterranno è di farsi considerare uguali e pari al partito egemone degli ultimi quarant'anni.

    Intanto segnalo che salciccio ieri ha fatto il botto a Gubbio dove non proprio tanto tempo fa andavano al ballottaggio PDS e Rifondazione.
    A meno che lo arrestino o cose del genere, puoi fare gli accordi anche coi marziani .....

    E del resto sarà la giusta conclusione di una stagione politica che negli ultimi vent'anni ha incentivato gli agriturismi e la contemplazione estatica del paesaggio a sfavore delle attività produttive vere.
    Tra un po' raccoglieranno i frutti.
    alle ultime elezioni in umbria il movimento ha preso il 28% percui dire che non conta niente mi sembra un pò azzardato prima di verificare il calo effettivo

    UMBRIA

    AFFLUENZA: 78,23%
    1.005 SEZIONI SU 1.005
    Ultimo aggiornamento: 18:0078,23%affluenza
    525.978votanti
    5.339schede bianche
    9.279schede nulle
    81schede contestate

    Fonte: Ministero dell'Interno
    AGGIORNA
    CENTRO DESTRA Voti 188.073 36,78%
    LEGA VOTI 103.056 20,15%
    FORZA ITALIA VOTI 57.368 11,22%
    FRATELLI D'ITALIA CON GIORGIA MELONI VOTI 25.146 4,91%
    NOI CON L'ITALIA - UDC VOTI 2.503 0,48%

    MOVIMENTO 5 STELLE Voti 140.731 27,52%
    MOVIMENTO 5 STELLE VOTI 140.731 27,52%

    CENTRO SINISTRA Voti 140.665 27,51%
    PARTITO DEMOCRATICO VOTI 126.856 24,81%
    +EUROPA VOTI 9.770 1,91%
    CIVICA POPOLARE LORENZIN VOTI 2.140 0,41%
    ITALIA EUROPA INSIEME VOTI 1.899 0,37%

    LIBERI E UGUALI Voti 15.215 2,97%
    LIBERI E UGUALI VOTI 15.215 2,97%

    POTERE AL POPOLO! Voti 6.733 1,31%
    POTERE AL POPOLO! VOTI 6.733 1,31%

    CASAPOUND ITALIA Voti 6.399 1,25%
    CASAPOUND ITALIA VOTI 6.399 1,25%

    PARTITO COMUNISTA Voti 4.521 0,88%
    PARTITO COMUNISTA VOTI 4.521 0,88%

    IL POPOLO DELLA FAMIGLIA Voti 3.817 0,74%
    IL POPOLO DELLA FAMIGLIA VOTI 3.817 0,74%

    ITALIA AGLI ITALIANI Voti 2.428 0,47%
    ITALIA AGLI ITALIANI VOTI 2.428 0,47%

    10 VOLTE MEGLIO Voti 1.009 0,19%
    10 VOLTE MEGLIO VOTI 1.009 0,19%

    PARTITO VALORE UMANO Voti 921 0,18%
    PARTITO VALORE UMANO VOTI 921 0,18%

    PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO - ALA Voti 767 0,15%
    PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO - ALA VOTI 767 0,15%

    - - - Updated - - -

    e la partita pare tutta da giocare..bearto te che sai sempre tutto..io aspetto i risultati delle votazioni

    C’è un primo sondaggio sul voto dell’Umbria.
    Lo ha condotto Nicola Piepoli (fonte quindi molto attendibile) per AFFARI ITALIANI.IT
    Solo che è troppo ampia la forbice fra un minimo e un massimo di cui sono accreditati i maggiori partiti per trarne conclusioni attendibili.
    Ad esempio la Lega è data tra il 32 e il 36% ma c’è una bella differenza fra la soglia minima e quella massima.
    Più stretto il margine del PD dato tra il 25 e il 27% mentre con il Movimento 5 stelle torniamo a una forbice alta, tra il 17 e il 21%.
    Gli altri due partiti di centrodestra , Forza Italia e Fratelli d’Italia sono dati fra il 5 e il 7%.
    Solo a scopo orientativo, quindi, prendiamo come base i dati mediani per ogni partito e per quanto riguarda le coalizioni non consideriamo le liste minori.
    Vengono fuori questi dati
    LEGA+FORZA ITALIA+FRATELLI D’ITALIA 46%
    PARTITO DEMOCRATICO+MOVIMENTO 5 STELLE 45%

    - - - Updated - - -

    Poi sono elezioni locali..bisogna vedere non i voti del candidato vincente ma i voti di lista..il candidato e liste civiche potrebbero portare un valore aggiunto non replicabile a livello nazionale
    Il cdx potrebbe vincere in umbria per il favore al suo candidato ma a livello di coalizioni il voto potrebbe dare indicazioni non così nette
    Cmq io non voglio difendere nessuno,se i cittadini umbri hanno avuto un peggioramento della qualità di vita sono liberissimi di cambiare
    Non abito lì..io in emilia avrei pochi motivi per modificare il mio voto
    Non capisco poi una cosa..se l'umbria è stata mal governata come dici e cambia dovresti spiegarmi allora cosa c'entra l'alleanza attuale pd-m5s..se viene bocciato il malgoverno dell'umbria perchè mai dovrei interpretarlo come la bocciatura della coalizione di governo che si è formata appena adesso? cosa c'entra scusa? avete avuto una giunta pd-m5s al governo in umbria fino adesso? i voti persi dal m5s e dal pd se sono stati persi sono già andati via prima..la coalizione semplicemente andrà a massimizzare tutto quello che è rimasto..che non è poco..se non basterà per vincere amen,credo che alla fin fine data la situazione regionale pregressa non favorevole ce ne faremo una ragione
    Movimento e pd dovranno riflettere su quello che non ha funzionato a livello regionale lasciando insoddisfatti i cittadini quando erano divisi.. e pensare a quello che si potrà fare per lavorare meglio assieme..partendo comunque da una base elettorale sommata ancora notevole
    Poi se vuoi usare le votazioni in regioni dove la situazione era già compromessa da tempo per ambo i partiti e spacciarle come un referendum contro l'alleanza di governo fai pure..io sono sempre per presentare una coalizione che abbia una possibilità di gareggiare con il cdx piuttosto che presentare due offerte politiche divisa perdente al 100%
    Perchè poi diciamocela tutta..gli altri si presentano uniti..e francamente una gara pd contro il resto del mondo mi pare anche un tantino squilibrata...
    Ultima modifica di missouri; 19-09-2019 alle 01:53 PM.

  14. #1947

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Epaps Vedi messaggio
    Ci faresti qualche nome di politici che reputi grandi statisti o almeno bravi?
    De Gasperi e Fanfani e Almirante , per la coerenza e la sua eleganza, Craxi per la personalità non per le castronerie e il suo orribile filoarabismo, Andreotti no, troppo falso e troppo filoarabo.
    Il resto un pietoso velo, sul pci poi ci sarebbe tanto per processi penali. Il resto della dc e dei socialisti sono i maestri degli inciuciatori ( che schifo di neologismo)
    di oggi, non per nulla molti ex dc, i cattocomunisti, la peggior genia di politici.
    Questo è il mio pensiero, opinabilissimo, ma mio.

  15. #1948

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    alle ultime elezioni in umbria il movimento ha preso il 28% percui dire che non conta niente mi sembra un pò azzardato prima di verificare il calo effettivo
    e la partita pare tutta da giocare..bearto te che sai sempre tutto..io aspetto i risultati delle votazioni
    IO CI VIVO, a differenza tua.
    Prendi le ultime regionali, i dati veri sono quelli.
    Il 14%, quello conta il M5S in Umbria, molto ottimisticamente considerando che - contrariamente alla vulgata della ramificazione sul territorio - in più della metà dei comuni non riesce manco a presentare candidati. E non solo nei comunelli da 5000 abitanti.

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    Non capisco poi una cosa..se l'umbria è stata mal governata e cambia dovresti spiegarmi allora cosa c'entra l'alleanza attuale pd-m5s..se viene bocciato il malgoverno dell'umbria perchè mai dovrei interpretarlo come la bocciatura della coalizione di governo che si è formata appena adesso? cosa c'entra scusa?
    Infatti non ho detto che c'entri qualcosa.
    Il conto è presto fatto: la forza del PD è sempre stata data dal fatto che era una specie di partito-regione che tutto controllava; e in più esisteva una classe operaia degna di questo nome, soprattutto per numeri e anche per qualità dell'impiego.
    La classe operaia ce la siamo giocata a vantaggio del verde (siamo dei precursori , il green new deal, cioè la morte del comparto produttivo, l'abbiamo anticipato da mo'), del contemplare gli uccellini come faceva San Francesco e del pensare che si risolvesse tutto intasando ancora di più enti locali e partecipate di dipendenti.
    La generazione degli imbucati in tutte le attività pubbliche o parapubbliche possibili e immaginabili o è vecchia e disincantata oppure pensa che ormai la riconoscenza ha passato la data di scadenza.
    I giovani hanno un'immagine del PD come di un grande ufficio di collocamento che ormai non funziona più e il m5s è visto generalmente come il rifugio di tutti quelli troppo strambi (diciamo così ...) per stare dentro altri partiti.
    Queste sono elezioni locali e i candidati si conoscono direttamente, il problema è questo ....

    L'unione delle due cose più che una esplosione dei consensi ritengo che genererà una implosione.
    Ma magari riescono ancora a inventarsi ancora qualcosa in corsa tipo promettere qualche migliaio di nuove assunzioni o un reddito di cittadinanza aggiuntivo.

    L'atmosfera che c'è in giro è di schifo totale per il PD da una parte e di scetticismo (usiamo questo eufemismo) per il m5s.
    Due debolezze non fanno una forza.

    Aggiungo che sono cadute sotto i colpi di salciccio, una dopo l'altra, tutte le città di un certo peso e dove ha vinto la sinistra ha dovuto presentare ex socialisti, democristiani di lungo corso, ecc.. Non vedo cosa possa cambiare in un mese ....

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da Alberto 2 Vedi messaggio
    De Gasperi e Fanfani e Almirante , per la coerenza e la sua eleganza, Craxi per la personalità non per le castronerie e il suo orribile filoarabismo, Andreotti no, troppo falso e troppo filoarabo.
    Almirante statista de che, scusa?
    Se prendiamo l'etimologia della parola, non c'entra proprio una mazza. Tecnicamente parlando.

  16. #1949

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Prendi le ultime regionali, i dati veri sono quelli.
    Il 14%, quello conta il M5S in Umbria, molto ottimisticamente considerando che - contrariamente alla vulgata della ramificazione sul territorio - in più della metà dei comuni non riesce manco a presentare candidati. E non solo nei comunelli da 5000 abitanti.



    Infatti non ho detto che c'entri qualcosa.
    Il conto è presto fatto: la forza del PD è sempre stata data dal fatto che era una specie di partito-regione che tutto controllava; e in più esisteva una classe operaia degna di questo nome, soprattutto per numeri e anche per qualità dell'impiego.
    La classe operaia ce la siamo giocata a vantaggio del verde (siamo dei precursori , il green new deal, cioè la morte del comparto produttivo, l'abbiamo anticipato da mo'), del contemplare gli uccellini come faceva San Francesco e del pensare che si risolvesse tutto intasando ancora di più enti locali e partecipate di dipendenti.
    La generazione degli imbucati in tutte le attività pubbliche o parapubbliche possibili e immaginabili o è vecchia e disincantata oppure pensa che ormai la riconoscenza ha passato la data di scadenza.
    I giovani hanno un'immagine del PD come di un grande ufficio di collocamento che ormai non funziona più e il m5s è visto generalmente come il rifugio di tutti quelli troppo strambi (diciamo così ...) per stare dentro altri partiti.

    L'unione delle due cose più che una esplosione dei consensi ritengo che genererà una implosione.
    Ma magari riescono ancora a inventarsi ancora qualcosa in corsa tipo promettere qualche migliaio di nuove assunzioni o un reddito di cittadinanza aggiuntivo.

    L'atmosfera che c'è in giro è di schifo totale per il PD da una parte e di scetticismo (usiamo questo eufemismo) per il m5s.
    Due debolezze non fanno una forza.

    - - - Updated - - -



    Almirante statista de che, scusa?
    Se prendiamo l'etimologia della parola, non c'entra proprio una mazza. Tecnicamente parlando.
    Ma può benissimo essere come dici..ma il fatto è che se governi assieme a livello generale trovo assurdo che 2 partiti si presentino divisi a livello regionale
    Non tanto per saggiare la forza sui territori quanto per cominciare ad estendere la programmazione nazionale anche a livello locale e comunque per trovarsi anche in caso di vittoria del cdx con una opposizione organizzata
    Cmq vedremo..per me ti 6 fissato troppo con la tua ossessione per questa alleanza..il problema era tenere lontano dal governo salvini dando a tutti il tempo di riorganizzarsi e di cambiare il sistema elettorale,approvata la nuova legge c'è il liberi tutti,ognuno andrà a misurare la sua forza con il proporzionale e gli accordi eventulamente verranno dopo
    Ovviamente fino ad allora se nel frattempo il governo lavora bene c'è anche la possibilità di incrementare i voti per le forze di governo.
    Questa è una alleanza di scopo che eventualmente potrà diverntare una alleanza assodata solo dopo le prossime nazionali..io davvero non capisco che cosa vi agitate..i provvedimenti realizzabili sono una riforma fiscale equa al posto della flat tax,il taglio del cuneo,quello dei parlamentari,la sterilizzazione dell'iva,un accordo generale sui migranti se si riesce.

  17. #1950

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da missouri Vedi messaggio
    Cmq vedremo..per me ti 6 fissato troppo con la tua ossessione per questa alleanza...
    Può essere benissimo.
    Ritengo comunque che, viste le condizioni locali, qui rischino di farsi male in due.
    In ogni caso io sono già perdente dato che voterò per il terzo incomodo, l'unico con capacità amministrativa dimostrata sul campo. Infatti è chiaro che perderà, vuoi mai che si voti per uno capace di amministrare?

Pagina 130 di 195 PrimoPrimo ... 3080120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140180 ... UltimoUltimo



Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •