Posizione classifica anno 2019: 75/110 | Posizione in classifica generale: 2478/3282.
Mostra risultati da 1 a 15 di 15

Discussione: San Giacomo di Roburent & Cardini Ski, Cuneo, sabato 26 gennaio 2019

  1. #1

    Predefinito San Giacomo di Roburent & Cardini Ski, Cuneo, sabato 26 gennaio 2019

    Piccola località del Monregalese, provincia di Cuneo, sulle prime alture delle Alpi Liguri provenendo dalle Langhe, molto vicina al più conosciuto Mondolé ski, frazione del paese
    di Roburent, composta sostanzialmente, direi, da seconde case cresciute dagli anni settanta in avanti;
    due seggiovie e cinque skilift servono, un cicinin sovrastimati, 35 chilometri di piste (meno della metà a occhio), tra 1000 e 1600 metri di altitudine,
    divise in due zone collegate, il monte Alpet e il monte Colmè, completa il quadro un campo scuola con skilift e illuminazione, in centro al paese.
    Mi capita non di rado di andare in piccoli posti dove sicuramente la modernità non è il pregio principale, ma mai come questa volta mi ero sentito catapultato indietro negli anni
    di qualche decennio, probabilmente complice anche l'ambiente prealpino/appenninico ma ad un certo punto mi è tornato in mente il Pian del Tivano, seppur più piccolo (per chi lo conosce).
    L'idea di andare in questa zona mi era venuta dopo una nevicata di quasi mezzo metro (almeno così sembrava) avvenuta un paio di giorni prima,
    con l'intenzione di ritornare il giorno successivo anche al Mondolé dopo tre anni dall'altra volta,
    purtroppo, soprattutto per il fatto che prima non vi era fondo, la quantità di neve sarà appena sufficiente per avere le piste innevate (anche in parte ad Artesina il giorno dopo...).
    L'accesso alle piste può avvenire da tre punti, che vado a vedere visto che è ormai mezzogiorno, il primo seggiovia Colmè più vicina al centro del paese, dalla frazione Cardini poco più avanti
    o dalla seggiovia Monte Alpet a qualche chilometro di distanza, scelto per una maggiore diponibilità di parcheggio.



    Iniziamo con qualche foto del viaggio di avvicinamento attraverso le langhe imbiancate,
    Barolo , Novello e le montagne intorno all'altipiano cuneese









    Il borgo alto di Mondovì con dietro le "sue" montagne



    Il Monte Moro e le piste di Frabosa viste entrando a San Giacomo



    Partenza dalla seggiovia Monte Alpet, biposto da 600 metri di dislivello e quasi due chilometri (un buon quarto d'ora),
    la pista che scende qui non è battuta avvisano alla cassa, ma è percorribile (scritto anche sul sito, è un motivo che mi ha invogliato),
    si può fare skipass per una delle due zone o per tutto (18 o 24 giornaliero, 15 o 18 il pomeridiano),
    skipass su supporto...adesivo con fil di ferro











    Garessio 2000 in lontananza







    Dalla cima con il Monviso sullo sfondo



    "Pistone" non battuto ma vista l'ora ormai è piuttosto tracciato e pure un bel pò pesante visto che non fa per niente freddo,
    anche battuta deve essere una bella pista.







    La frazione Cardini, palazzine come tutto il resto del paese





    Finale in prossimità del parcheggio



    Dalla cima si può scendere sull'altro lato costeggiando lo skilift Pianea







    Oltrepassato si continua a scendere, la piste non sono battute tutte e non lo sono in tutta la larghezza in alcuni tratti,
    inoltre in alcuni punti la neve non basta e i gatti han tirato qualche "raspata", d'altronde senza alcun fondo i 30-40 cm scarsi caduti non possono fare miracoli.



    Qui si arriva allo "snodo" del comprensorio, con giustamente una baita e il relativo parcheggio sci in mezzo, a sinistra si prosegue per la zona Colmé da cui si torna dalla strada al centro,
    mentre a destra si rimane da questa parte andando allo skilift Alpet.





    Sciovia Alpet dai caratteristici pali a traliccio e risalita battuta...dagli sci



    All'arrivo si attraversa la pista per prendere lo skilift Pianea che porta quasi in cima







    Non si arriva sulla cima, si può raggiungere solo con lo skilift Cronista, che serve una pista larga e facile











    Da questa zona si passa all'altra con questa strada, molto pianeggiante e battuta anch'essa con gli sci,
    che gira intorno al Bric Colmè



    Si arriva quindi nella zona servita dai due skilift Sapel, più recente e Pineta, con qualche anno in più sulle spalle,
    dove ci sono alcune piste corte e poco pendenti















    Due dei vari gatti non proprio giovanissimi , in tutto ne ho visti sei o sette


    Questa zona dall'alto con il paese in secondo piano, unico punto in cui sono presenti alcuni cannoni,
    ma comunque non mancano delle belle strisciate marroni, per fortuna tranquillamente aggirabili



    Ultimo impianto una seggiovia biposto di recente costruzione che serve le piste del Bric Colmè,
    corte e con solo solo 220 metri di dislivello ma belle pendenti











    Pista Liset,sull'altro lato della seggiovia




    Si ritorna nell'altro settore dalla cima del Bric Colmè con una stradina da cui si vedono le piste dello skilift Pianea



    La seconda pista lungo il Pianea







    Poco oltre muretto non battuto




    E la variante "Zig-Zag" che permette di tagliare la parte alta delle piste lungo la seggiovia Monte Alpet







    Ultimi sguardi dalla cima prima di concludere con l'ultima discesa verso il parcheggio






    Due foto del paese al rientro






  2. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  3. #2

    Predefinito

    Non credo che avrei mai il coraggio di fare quasi tre ore di auto per sciarci, ma apprezzo molto la tua scelta per la mia curiosita' di scoprire un posto che con qualche sforzo sta rinascendo dopo anni di oblio. Le piste seppur corte non sembran male...ma sinceramente preferirei dare i soldi a qualche localita' bergamasca o bresciana (ma anche biellese...) se volessi sciare su piste corte servite da impianti dal sapore antico.

    Anche se non ci son mai stato, cosi' ad occhio mi sembra p.es. paragonabile a Bielmonte, o sbaglio? Forse un po' peggio di Montecampione...

  4. #3

    Predefinito

    Finalmente un po' di foto di questo luogo nel quale penso sempre che devo tornarci (ci ero stato una volta da piccolo e poi mai più) ma poi non lo faccio mai e rimando sempre...

    Non mi è chiara una cosa: tutte le piste sono collegate o c'è da camminare tra un versante e l'altro?

    In ogni caso dovrei sbrigarmi prima che faccia la fine di Garessio duemila...

  5. #4

    Predefinito

    San Giacomo... una delle località di montagna per noi che abbiamo 'la faccia un po' così e l'espressione un po' così' come cantava Paolo Conte.

    Speriamo che almeno qui lo sci riesca a sopravvivere e non finisca come in altre località vicine (es. Garessio 2000, Alberola, St. Gree di Viola, etc.).

    Purtroppo da queste parti la neve cade con meno frequenza e quantità, e con i pullman organizzati si vanno a cercare soprattutto i comprensori e le località più grandi e strutturate.

    Grazie per la condivisione e per le belle fotografie.

  6. #5

  7. #6

    Predefinito

    Ah si?
    Ma 'come' e 'per quanto tempo'?
    Anche Garessio 2000 potrebbe avere qualche nuovo spunto, ma le prospettive sono quelle che sono: nella zona le piccole località non stanno più in piedi.
    Si salvano Artesina, Prato nevoso e Frabosa soprana perchè sono un comprensorio.

  8. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  9. #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Childerique Vedi messaggio
    Speriamo che almeno qui lo sci riesca a sopravvivere e non finisca come in altre località vicine (es. Garessio 2000, Alberola, St. Gree di Viola, etc.).
    Alberola non è paragonabile a San Giacomo dai
    3 skilift di cui uno è quello che serve il vecchop campetto scuola e otto km di piste, ma magari fosse ancora aperta!
    C'è da dire che tre settimane fa (la settimana della caldazza) ho trovato più neve ad Alberola (2 gradi alle cinque e mezza nonostante i 17 gradi di Varazze) rispetto a Fenestrelle che ci ero passato quattro giorni prima.

    Magari fosse ancora aperta!

  10. #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Childerique Vedi messaggio
    Ah si?
    Ma 'come' e 'per quanto tempo'?
    Anche Garessio 2000 potrebbe avere qualche nuovo spunto, ma le prospettive sono quelle che sono: nella zona le piccole località non stanno più in piedi.
    Si salvano Artesina, Prato nevoso e Frabosa soprana perchè sono un comprensorio.
    Rinata forse è un parolone ma sono stati venduti a poco prezzo parecchi alloggi dentro quei casermoni, mi pare dopo un fallimento durato per qualche decennio...

    Nel 2006 o 2007 è stata costruita una seggiovia a due che è poi entrata in servizio qualche anno fa ed ora se c'è neve è aperta. Due anni fa hanno addirittura ricostruito uno skilift di qualche centinaio di metri di lunghezza dopo la seggiovia per raggiungere quota 1900 metri e pare che il prossimo anno vogliano costruire anche uno skilift baby in paese.
    Tra l'altro potrebbe essere successo che qualcuno ha riaperto i battenti della seconda casa dopo vent'anni che non ci andava, chi lo sa, ma rispetto ad altre località è andata fortunatamente in controtendenza...

  11. Skife per Edo:


  12. #9

    Predefinito

    Sì esattamente, la vecchia società che gestiva gli impianti è stata acquistata da una nuova; hanno inoltre costruito anche una pista da pattinaggio su ghiaccio affianco alla nuova seggiovia. Però i casermoni del vecchio centro commerciale son sempre li tutti fatiscenti e abbandonati.. Ecomostro puro!
    Per Garessio è un po' diversa la situazione, diciamo che è nata male come località sin dai tempi che si chiamava "Valle dei Castori" (se ritrovo l'articolo lo posto)... Poi anni fa erano stato rubato del rame dagli impianti e penso che da lì non abbiano più riaperto.

  13. #10

    Predefinito

    Alberola aveva un fascino particolare, almeno così ho letto (non ci ho mai sciato)!

    Temo che anche Santo Stefano d'Aveto non abbia un futuro luminoso.

    A proposito, avete notizie recenti di Monesi?

  14. #11

    Predefinito

    Monesi dovrebbe esser sempre chiusa causa frana.. Forse il prossimo anno dovrebbe riaprire.

    Alberola era particolare perchè pur essendo così vicina al mare, aveva un microclima eccezionale, il buon apporto di umidità del mar ligure con la grande escursione termica dell'Appenino Ligure hanno sempre provocato ingenti quantità di neve.. Poi vabbè non è la neve farinosa di montagna, però il fatto che nevicava spesso colmava il fatto che la temperatura media stagionale fosse spesso sopra lo zero.. Ma ancora quest'anno, nonstante il caldo, in una notte ha fatto 70 cm buoni.. Non sono una novità queste nevicate abbondanti, solo che non vengono più spessp come un tempo (lì si sciava da Dicembre fino a metà Aprile, a 11 km dal mare, pazzesco a pensarci).

    Scusate l'OT ma spero sempre che in futuro possa aver anche due piste in croce da farmi ogni week end senza dover fare due ore di macchina..

  15. #12

    Predefinito

    Il futuro di Monesi dopo il disastro ambientale del mezzo alluvione lo vedo un po' grigio... Peccato perché potrebbe essere una piccola perla. Potrebbe perché senza un impianto funzionante che raggiunge il Redentore è molto meno interessante poiché rimane una seggiovietta che è per metà piatta.
    Curioso è il fatto che quando funzionava era pure una località internazionale per via del grande numero di tedeschi che hanno casa nell'entroterra imperiese...

  16. #13

    Predefinito

    Non ho fatto 3 ore per andare solo lì, sono rimasto in zona e il giorno dopo ho sciato al Mondolé anche se viste le condizioni (pensavo avesse nevicato di più) non era il massimo in entrambi i posti.
    Direi che è un poco più grande di Bielmonte, soprattutto ha un maggiore dislivello, anche se comunque siamo sulla stessa "caratura", lo skipass però costa meno qui (o meglio è troppo caro a Bielmonte),
    rispetto a Montecampione è sicuramente più piccolo e soprattutto l'impianto maggiore là è veloce (Corniolo) e l'innevamento copre molte più piste (qui quasi nessuna).
    Diciamo che necessiterebbe di una sistemata alle piste la zona degli skilift Alpet-Pianea , che insieme fanno 450 metri di dislivello, per contro la zona "Sapel-Pineta" mi è sembrata un bel campo scuola "sparso" tra le piante
    invece che il "piazzale inclinato" che si trova da altre parti, di negativo direi che non si parte dal paese, dove però c'è un breve skilift fra l'altro usato anche la sera.
    Le due zone sono collegate da una stradina, quindi sci ai piedi, solamente è piuttosto pianeggiante e con il rifugio nel punto dove si dovrebbe prendere velocità per evitare di racchettare (comunque poco).
    a quanto pare aveva aperto (tranne un paio di piste) il giorno prima che andassi io (25/01) e da fine febbraio ha già richiuso quasi tutte le piste per mancanza di neve.

    Cartina con i dislivelli, le piste indicate come coperte de innevamento non so quanto lo siano ancora (si vedevano dei tubi in disuso, m'è sembrato)




    - - - Updated - - -

    Già che ci siamo,
    giretto a Mondovì la sera, parcheggiato nella parte bassa , rione Breo, nel piazzale della omonima stazione che fu sulla linea per Bastia-Mondovì, chiusa negli anni ottanta,
    e salito in funicolare (ogni 10 miuti anche fino a mezzanotte a seconda dei giorni e del periodo e fino all'una il sabato) alla caratteristica Piazza Maggiore dove ci sono vari bar e ristoranti direi interessanti.







  17. Lo skifoso Larice ha 2 Skife:


  18. #14

    Predefinito

    A San Giacomo sono stato un paio di volte la passata stagione quando la copertura nevosa era decisamente migliore.

    Il fatto che non sia dotato di impianti "a la page" non la penalizza affatto,l`esposizione delle piste e` tale x cui in un`annata mediamente nevosa si puo` trascorrere una piu` che soddisfacente giornata sci ai piedi.

    Le piste sono tutt`altro che delle scialbe autostrade dove macinare km senz`arte ne parte (vedi il pistone servito dalla seggiovia Alpet) e per chi e` alle prime armi ci sono soluzioni e discese ad hoc sia sulla Cronista che sul Lato Colme`.

    Per gli amanti della tintarella comodamente seduti sulla sdraio basta salire in seggiov. all`Alpet e sei in pole position con tanto di panorama su quasi mezzo arco alpino.

    poca spesa e tanta resa


  19. Skife per camosci:

    pat

  20. #15

    Predefinito

    E' per "colpa" del report della scorsa stagione (quasi uniche foto che si trovano qui ) che mi era entrato in testa il posto, ho avuto un poco fretta di andarci alla prima occasione e se aspettavo la seconda trovavo più neve




Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •