Pagina 34 di 35 PrimoPrimo ... 242526272829303132333435 UltimoUltimo
Mostra risultati da 496 a 510 di 521

Discussione: Valanghe 2019

  1. #496

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Gigiogigi Vedi messaggio
    Poi una buonanima di moderatore farà pulizia o facciamo diventare questo 3D come quello della migliore auto per andare a fare il maranza?
    Ma perché? Il processo mediatico all’italiana è senz’altro meglio che leggere interventi inerenti alla discussione. O forse no

  2. Lo skifoso op1976 ha 2 Skife:


  3. #497

    Predefinito

    In più di 30 anni di sci, non mi sono mai posto il problema valanghe quando scio in pista. Mi sento un fesso e un miracolato dopo sta discussione

  4. Lo skifoso cocojambo ha 6 Skife:


  5. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  6. #498

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Gigiogigi Vedi messaggio
    Poi una buonanima di moderatore farà pulizia o facciamo diventare questo 3D come quello della migliore auto per andare a fare il maranza?
    Avevo già chiesto anch'io alcune pagine fa perché era chiaro che sarebbe finita in vacca...

  7. #499

    Predefinito

    Ma quella sulla "miglior auto per andare in montagna" non è finita in vacca...

  8. Lo skifoso pat ha 2 Skife:


  9. #500

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da skicentral Vedi messaggio
    Il problema è che in Italia tutto deve essere deresponsabilizzato a fronte di un qualsiasi corrispettivo pagato per un qualunque bene o servizio, almeno secondo il sentire comune.
    ....
    Ora che le società debbano fare il possibile per ridurre i rischi per un attività, e qui cerchiamo di essere chiari, sportiva, effettuata in un ambiente naturale per quanto adattato alle attività dell'uomo è fuori di dubbio.
    Ma la percentuale di imprevedibilità c'è sempre e sempre rimarrà. discorso diverso se l'attività viene pratica indoor, come può essere uno ski-dome.
    Le società di impianti di risalita hanno il potere di sapere se nel corso della giornata il mutare delle condizioni meteorologiche e delle temperature possa portare ad un cambio repentino del manto nevoso. Sinceramente no.
    ......
    Citazione Originariamente scritto da delta2 Vedi messaggio
    Ti e' gia' stato risposto da un altro forumista, ma per correttezza, ti rispondo anch'io...
    Prevalentemente riguardo gli obblighi per i gestori:

    https://it.wikipedia.org/wiki/Pista_sciistica

    https://www.google.it/url?sa=t&rct=j...OYSv2N5xXiU100 Parere di un Giudice (Dr.ssa Gizzi) - Nella parte inziale evidenzia l'obbligo per il gestore di garantire la sicurezza.
    https://www.pianetamaster.it/la-resp...a-dei-gestori/

    Inoltre, molto piu' semplicemente, quando non vi siano le condizioni di sicurezza i gestori dovrebbero provvedere a chiudere la pista ritenuta non sicura:

    Va da se' che, qualora non venga diversamente indicato con l'apposita segnaletica, la pista da sci puo' considerarsi sicura...
    Forse c'è un po' di confusione.
    Negli estratti che hai allegato tu, è chiaramente detto, e come tutti sanno, che il gestore ha l'obbligo di mettere in sicurezza una pista in quanto passibile di responsabilità penale in capo allo stesso nel caso di eventi anche tragici.
    Di questo credo che qui dentro nessuno abbia nulla da obiettare!!!
    In questo estratto si capisce molto chiaramente, come è altrettanto chiaramente contemplata, la possibilità che pur adottando tutte le misure di sicurezza del caso permanga sempre una possibilità di rischio insito a cui lo stesso gestore non potrebbe farci nulla.
    Il gestore della pista da sci è indubbiamente titolare di una posizione di garanzia, in forza della
    quale può essere chiamato a rispondere dei reati di omicidio o lesioni colposi, per non aver impedito
    la verificazione dell’evento lesivo - la morte o le lesioni personali di uno sciatore - che aveva
    l’obbligo giuridico di impedire, sempre che sia possibile muovergli un rimprovero a titolo di colpa.


    MA in tutto quello che hai scritto e riportato non c'è scritto in nessuna parte che LA PISTA APERTA E' CONSIDERATA SICURA PER IL SEMPLICE FATTO CHE E' APERTA.
    E' sicura nel momento in cui il gestore ha valutato che lo potesse essere, se le situazioni climatiche sono cambiate repentinamente, perché a molti forse ancora sfugge il concetto che lo sci è uno sport praticato all'aria aperta ed in un ambiente naturale adattato a poterlo svolgere, ed il gestore non sia riuscito a porre in essere le dovute cautele anche provvedendo alla chiusura della pista che fino a qualche ora prima era aperta. La posizione dello stesso gestore verrà valutata considerando anche le diverse condizioni che sono mutate.

    Poi se le piste aperte devono essere considerate sicure al 100% altrimenti non lo dovrebbero essere, che senso ha per una società che gestisce impianti di risalita fare un assicurazione civile??? Ne farebbero a meno... Oppure la sicurezza al 100% non esiste e sono i primi a saperlo ed allora si assicurano per tutelarsi? Almeno per la parte della responsabilità civile...

  10. #501
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Secondo me ci state girando inutilmente intorno.

    A parte che è già stata aperta un inchiesta (vedi il mio post precedente) il problema è molto più semplice.

    Posto che la sicurezza al 100% non è possibile garantirla (ed è inutile continuare a battere su questo tasto... siamo tutti d'accordo), anche quando fossero stati adottati tutti gli espedienti tecnici possibili ed immaginabili, un gestore deve comunque mantenere un atteggiamento prudenziale e conservativo... senza eccedere in confidenza.

    Ammettiamo (ma bisognerà indagare) che siano state prese tutte le precauzioni normalmente necessarie.
    Tuttavia se il pendio che sovrasta una pista [nonostante gli accorgimenti e le precauzioni] resta carico, anche ammesso (e non concesso) che tale pendio non abbia mai creato preoccupazioni.... un gestore, prima di tenere aperta la pista e di accettare il "rischio" che venga giù una valanga accoppando persone in pista, DUE DOMANDE se le dovrebbe sempre fare. E, se le domande restassero in piedi, dovrebbe tenere la pista chiusa.

    In primis, per una preminente questione morale; secondariamente, anche per evitare che, assieme alla valanga, gli piombino giù anche grane giudiziarie tali da togliere il sonno a lui, alla famiglia ed agli eredi per due o tre generazioni.

    Comunque, sia chiaro, non è questione di gettare la croce addosso a persone che già ce l'hanno e certamente ne stanno soffrendo.
    Siamo esseri umani, capita a chiunque di sbagliare, solo che alcuni errori sono molto più problematici di altri (ecco il perchè della mia premessa sulla necessità di meno "confidenza" e maggiore prudenza).

  11. Lo skifoso MAXINMARE ha 5 Skife:


  12. #502

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da skicentral Vedi messaggio
    MA in tutto quello che hai scritto e riportato non c'è scritto in nessuna parte che LA PISTA APERTA E' CONSIDERATA SICURA PER IL SEMPLICE FATTO CHE E' APERTA.
    E' sicura nel momento in cui il gestore ha valutato che lo potesse essere, se le situazioni climatiche sono cambiate repentinamente, perché a molti forse ancora sfugge il concetto che lo sci è uno sport praticato all'aria aperta ed in un ambiente naturale adattato a poterlo svolgere, ed il gestore non sia riuscito a porre in essere le dovute cautele anche provvedendo alla chiusura della pista che fino a qualche ora prima era aperta. La posizione dello stesso gestore verrÃ* valutata considerando anche le diverse condizioni che sono mutate.
    Oppure la sicurezza al 100% non esiste e sono i primi a saperlo ed allora si assicurano per tutelarsi? Almeno per la parte della responsabilitÃ* civile...
    Ti ha gia' risposto esaurientemente Max, ma, visto che hai citato un mio post, ti rispondo anch'io.
    Se un gestore tiene una pista aperta, vuol dire che la ritiene sicura. Senno' deve chiuderla. E' una sua precisa responsabilita', visto che oltretutto ci guadagna... (es. una Compagnia aerea (seria) fa volare un aeromobile se lo ritiene sicuro, altrimenti lo tiene a terra e lo sottopone ai controlli necessari...) non ci sono tanti discorsi da fare, e' una precisa responsabilita' dei gestori, punto e basta, con relativi onori e oneri, si chiama rischio d'impresa...
    Sto pippone della sicurezza al 100% mi ha stancato, e basta...! Abbiamo detto TUTTI, da decine di interventi, che la sicurezza assoluta non esiste, io non ho mai detto che debba essere garantita al 100%, ma che chi scia (pagando) in un comprensorio delimitato, attrezzato e protetto, debba essere tutelato. Punto...
    Ho anche specificato che un conto e' lo sciatore su pista, e altro conto e' quello in fuoripista, il quale e' consapevole del rischio che corre praticando tale attivita', mentre lo sciatore su pista, visto che pratica in strutture dotate di dispositivi di protezione, non deve correre lo stesso rischio del freerider...

  13. Lo skifoso delta2 ha 2 Skife:


  14. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner
    Data registrazione
    Da Sempre


  15. #503

  16. #504

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da pat Vedi messaggio
    Ma se il gestore è cambiato da poco ... la "buona gestione" passata non è indicativa di una altrettanto buona gestione attuale o futura.
    Hai ragione, non avevo capito che fosse cambiato gestore.
    Per quanto riguarda il monitoraggio h24, e’ ragionevole pensare che in una giornata si possano verificare le condizioni di un pendio 3 o 4 volte, ma negli intervalli le condizioni possono variare

  17. #505
    Skifosissimo Skifoso
    Attrezzatura
    Spazzauovo DH 250cm r>∞, scarponi Cement 190 very hard, il mio disastrato fisico e una scimmia prepotente

    Predefinito

    E l’evento sul Brenta?
    Nessuno ne parla?

    È morta una guida alpina in escursione, un altro ragazzo è rimasto ferito.

    Ho trovato oggi su Montagna.tv questo articolo/intervista
    https://www.montagna.tv/153181/incid...data-sfortuna/

    Premesso che, a mio modo di vedere e vivere la montagna “non turistica”, ognuno dovrebbe vivere e fare con serenità le Esperienze che vuole, che pensa siano al suo livello o anche oltre (se non ci muovesse dentro di noi la voglia esplorativa ancestrale di superare un limite, un confine, saremmo ancora attaccati agli alberi per la coda), mi vien da pensare nel solo rispetto delle persone che magari ha vicino a se ..

    C’è una cosa che stona in quell’articolo.

    La parola “sfortuna” e la frase “sapevamo che il rischio era marcato”

    A quel punto, liberi di fare l’esperienza che volete, la parola “sfortuna” è fuori luogo.
    E all’uomo quasi-comune (quello che magari mastica piccole esperienze del genere), passa un messaggio sbagliato...

    my 2 cents..

    Dispiace da morire per questo ragazzo scomparso... ma chi gli è sopravvissuto penso possa misurare meglio le parole.


    Buon 2020

  18. Lo skifoso madflyhalf ha 4 Skife:


  19. #506
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da madflyhalf Vedi messaggio
    La parola “sfortuna” e la frase “sapevamo che il rischio era marcato”

    A quel punto, liberi di fare l’esperienza che volete, la parola “sfortuna” è fuori luogo.
    E all’uomo quasi-comune (quello che magari mastica piccole esperienze del genere), passa un messaggio sbagliato...

    my 2 cents..

    Dispiace da morire per questo ragazzo scomparso... ma chi gli è sopravvissuto penso possa misurare meglio le parole.


    Buon 2020
    Fa parte dell'umana pietas ed è giusto così.
    Inutile andare ad infierire oltre su un amico che, anche avesse commesso un errore, l'ha pagato con la vita.

    Oltre al fatto che queste interviste a caldo lasciano il tempo che trovano. Sono persone, giustamente, sotto choc ed hanno bisogno di tempo per realizzare davvero cosa è accaduto.

  20. Lo skifoso MAXINMARE ha 2 Skife:


  21. #507

    Predefinito

    E' morto anche un basejumper, in Trentino- Sono sports estremi- Ci sarà un motivo ? non certo per l'impresa, forse, perchè si accetta il rischio di morire- Non è l'ultimo dei pensieri, è il primo. I grandi alipinisti dicono che il primo obiettivo è portare a casa la pelle, non arrivare in vetta.

    sinceramente , mentre scio in pista, posso accettare di farmi del male ma "portare a casa la pelle" è il pensiero più lontano, anche se so, che il rischio esiste.
    Ultima modifica di Nuvola; 01-01-2020 alle 07:12 PM.

  22. #508

    Predefinito

    La cosa che più colpisce negli ultimi eventi - fatto salvo la questione in Senales che è un caso per fortuna più unico che raro e mi auguro rimanga tale,
    è che nelle valanghe con morti di quest'anno nella maggioranza dei casi si trattava di esperti,guide o aspiranti tali,
    quindi non il classico turista che si infila ad cazzum su un pendio sperando che gli vada bene o non sapendo neanche cosa e quanto rischia.

    Ci si aspetta da tale tipo di sci alpinisti una valutazione più accurata,
    probabile che le condizioni di questo inverno siano strane/mai viste o fortemente variabili anche a causa vento.

    Ma appunto avendo visto quanti eventi ci sono stati,perlomeno anomali,
    perchè queste persone più esperte non si sono "tirate indietro" in via prudenziale quando appunto le condizioni sono molto meno prevedibili del solito?

  23. Lo skifoso Bibe ha 2 Skife:


  24. #509

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Bibe Vedi messaggio
    La cosa che più colpisce negli ultimi eventi - fatto salvo la questione in Senales che è un caso per fortuna più unico che raro e mi auguro rimanga tale,
    è che nelle valanghe con morti di quest'anno nella maggioranza dei casi si trattava di esperti,guide o aspiranti tali,
    quindi non il classico turista che si infila ad cazzum su un pendio sperando che gli vada bene o non sapendo neanche cosa e quanto rischia.

    Ci si aspetta da tale tipo di sci alpinisti una valutazione più accurata,
    probabile che le condizioni di questo inverno siano strane/mai viste o fortemente variabili anche a causa vento.

    Ma appunto avendo visto quanti eventi ci sono stati,perlomeno anomali,
    perchè queste persone più esperte non si sono "tirate indietro" in via prudenziale quando appunto le condizioni sono molto meno prevedibili del solito?
    Sono condizioni mutevoli di valle in valle,si possono fare diversi tipi di considerazioni ma purtroppo non si può prevedere tutto,è uno sport molto pericoloso e in alcune condizioni mortale.
    Poi bisogna analizzare evento per evento,ci sono uscite in cui sai di andare a fare cose che non prevedono errore,sci ripido per esempio, ed altre in cui se vuoi cogliere il momento devi osare.....altre in cui hai sfiga ed una normale gita per tutti si rivela fatale!
    Personalmente non amo il ripido anche se qualcosa ho fatto,non amo il rischio a tutti i costi infatti rinuncio spesso al campo aperto a favore di boschi conosciuti meno ripidi.....però lungi da me giudicare gli altri,anzi soffro di una strana sindrome per la quale nutro di profondo rispetto per chi cerca il limite,pur non essendo uno di loro!
    Spesso però si muore pur non cercando il limite ma facendo gite che hai fatto n volte,per cui sono consapevole della pericolosità di ciò che facciamo ed amiamo!

  25. Lo skifoso nanaccio ha 3 Skife:


  26. #510

    Predefinito

    Sono tra i più forti alpinisti e sciatori estremi. In Brenta negli ultimi anni hanno aperto linee incredibili che non ammettono errori e con pericoli oggettivi notevoli. Purtroppo questa volta è stata fatale.
    Qui alcuni video di Luca
    https://www.youtube.com/channel/UCXi...6m4ah_q8TMiCEQ

  27. Skife per yakopuz:


Pagina 34 di 35 PrimoPrimo ... 242526272829303132333435 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •