Pagina 29 di 35 PrimoPrimo ... 1920212223242526272829303132333435 UltimoUltimo
Mostra risultati da 421 a 435 di 521

Discussione: Valanghe 2019

  1. #421

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da MAXINMARE Vedi messaggio
    Neanche per idea: sono certo siano ottime persone e sono stracerto che siano affrante per l'accaduto.

    Ma si risponde di responsabilità penali anche senza dolo: questo, nel caso ne fossero ravvisati gli estremi, sarebbe un caso di scuola di omicidio colposo.


    Ti rispondo poi (senza alcuna animosità, capiscimi, solo per chiarire meglio il mio pensiero) anche su un altra questione.
    Dicevi prima che se passasse il concetto che eventi simili sono reponsabilità dei gestori nessuno più vorrebbe fare il gestore.
    Non sono certo che sia vero.

    Un gestore, come chiunque eserciti una professione, mette l'errore nel novero delle cose possibili (e quindi anche in quelle da evitare). Ma se malauguratamente sbaglia, sa bene di dover rispondere.

    Ti giro la questione: negli ultimi decenni (anche in modo un po antipatico nei confronti di chi fa fuoripista) è sempre stato proclamato worldwide il motto "sciate in pista perchè le nostre piste sono sicure" (spesso - non sempre ma spesso - col sottotitolo "lasciate perdere il fuoripista").
    Se oggi passasse il concetto che "sciare in pista è attività a rischio e pericolo degli utenti e se scende una valanga in pista sono c@zzi loro"... beh, allora si che chiuderebbero tutti i gestori degli impianti di risalita . In un nanosecondo.
    Riflettici.
    Che sciare in pista sia sicuro me lo sono perso onestamente e non l'ho mai pensato

    che se sono in pista e una valanga mi tira sotto siamo tutti caxxi miei è poco ma sicuro. al massimo saranno i miei eredi che decideranno se restare col dolore o cercare di strappare qualche € in tribunale, ma non cambieranno certo le cose

    siete degli illusi se pensate che l'aver pagato un giornaliero implichi la sicurezza al 100%

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente scritto da bottosso Vedi messaggio
    Vorresti dire che lo sci estivo sia da considerarsi pratica rischiosa come il fuoripista perchè è nel ghiacciaio?
    hai voglia se lo sci estivo è una pratica pericolosa

    se avessi mai visto a fine agosto o a settembre come è fatto un ghiacciaio, sapresti bene che un crepaccio può scoprirsi da un momento all'altro se un tetto di neve si sfonda

    non per nulla non devi mai e poi mai togliere gli sci e camminare a piedi, né allontanarti dalle piste ben segnalate

  2. #422

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da testataecassa Vedi messaggio
    Che sciare in pista sia sicuro me lo sono perso onestamente e non l'ho mai pensato

    che se sono in pista e una valanga mi tira sotto siamo tutti caxxi miei è poco ma sicuro. al massimo saranno i miei eredi che decideranno se restare col dolore o cercare di strappare qualche € in tribunale, ma non cambieranno certo le cose

    siete degli illusi se pensate che l'aver pagato un giornaliero implichi la sicurezza al 100%

    - - - Updated - - -



    hai voglia se lo sci estivo è una pratica pericolosa

    se avessi mai visto a fine agosto o a settembre come è fatto un ghiacciaio, sapresti bene che un crepaccio può scoprirsi da un momento all'altro se un tetto di neve si sfonda

    non per nulla non devi mai e poi mai togliere gli sci e camminare a piedi, né allontanarti dalle piste ben segnalate
    Quindi c'è differenza se una valganga mi investe in pista o se, sempre in pista, si apre un crepaccio e ci finisco dentro..

  3. Lo skifoso cocojambo ha 2 Skife:


  4. #1.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre

    Il forum degli sciatori

    Benvenuti nello Skiforum
    la community degli sciatori italiani sciatori e montagna


    Benvenuti nella community degli amanti degli sport invernali e della montagna. Nello skiforum si discute di:
     » sport invernali: tutti;
     » montagna estiva: escursionismo, alpinismo, mountain bike;
     » turismo: commenti su località e recensioni di hotel ed alloggi;
     » sociale: trova nuovi amici per le tue sciate.


    iscriviti sportivo R E G I S T R A T I allo skiforum


    Registrandoti avrai accesso a tutte le funzioni dello Skiforum e la navigazione sarà più veloce (non apparirà più questo messaggio di benvenuto). Per comunicazioni, commenti o altro: info@skiforum.it

        Buono skiforuming!


  5. #423

    Predefinito

    ora vediamo cosa stabilisce il giudice, ossia se effettivamente fosse un evento imprevedibile e se sia sufficiente che il pendio non sia riportato sulla cartina catastale come valanghivo per sollevare i gestori da ogni responsabilità. In caso contrario, essendo il gestore responsabile della sicurezza, non credo che ci sarebbero grossi dubbi sulla colpevolezza.
    A mio avviso sarebbe comunque un precedente deleterio per il movimento, perchè i clienti standard vogliono stare tranquilli dal punto di vista delle valanghe e non sarebbero molto contenti di sapere che la loro sicurezza dipende dalla solerzia del catasto locale... tra l'altro dallo screenshot mi pare di capire che il catasto tiene semplicemente uno storico (da quando?) delle valanghe passate e non fa valutazioni della pericolosità
    Ultima modifica di moebius; 30-12-2019 alle 08:26 AM.

  6. #424

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da bisfra65 Vedi messaggio
    Se un altro ha ragione sono sempre pronto ad ammettere che mi sono sbagliato.
    Effettivamente dal catasto valnghe non si evince un bel niente. Anche se adesso andrà aggiornato.


    La valanga 52037 scenderebbe dalla cresta di confine e non dovrebbe arrivare in pista. Il pendio interessato è questo:



    In arancione la zona dove mi è parso di capire sia arrivata in pista la valanga.


    Qui invece un dettaglio sulla zona appena più a est, a occhio mi paiono pericolosi anche questi pendii, mi sembra strano che non vengano bonificati e che la zona non sia catalogata come valanghiva dal catasto delle valanghe:


  7. #425

    Predefinito

    quella zona in Senales, è una zona delicata per le valanghe...

    - - - Updated - - -

    ieri ne è successa una a Punta Massari... attenti alle valanghe non si scherza, buongiorno

  8. #426

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Lo sci si pratica in un ambiente aperto e naturale. Questo ambiente si chiama montagna.

    Secondo me è qui che c’è la maggior differenza di vedute. C’è chi la vede come il nanccio (io la vedo in modo simile) e chi la vede come una specie di campo da tennis molto grande. Do per scontato che se la valanga è scesa, sia stato solo perché evento straordinario.
    Per me L evento è così straordinario che è come se le persone fossero state uccise da un fulmine. Per altri no, per altri L evento era evitabile a priori. 2 visioni e due pareri, entrambi giusti ed entrambi errati.
    La pista è un luogo artificiale, per realizzarla o dichiararla tale servono le stesse procedure di una qualsiasi costruzione, progetto relazione geologica, ambientale ecc...
    Ora non sarà certo una cartina del catasto valanghe, a dirci se è stato un evento eccezionale, sopratutto perché non gli interessa a nessuno questo aspetto.
    Quello che cuba è sapere se è stato fatto tutto il possibile per evitarlo.
    Esempio. Se scendono 5 metri di neve bagnata chiudi tutto, non guardi delle cartine, perché dovresti sapere che basta la neve di un tetto per ammazzati.

  9. Lo skifoso miabù ha 3 Skife:


  10. #427

    Predefinito

    A me fotte sega se il millerighe non e` perfetto o le chiappe che poggiano sul morbido sedile della 6 posti da 5,5 m/s sono riscaldati.

    Se mi apri una pista e viene invasa da una massa enorme di neve devastando i corpi di 2 bambine e` meglio che non proferisci verbo,ti trovi il principe del foro di BZ e sopratutto cambi mestiere,quelli che vanno a spalare la neve dai tetti a 15 20 mt di altezza sono sempre richiesti.

  11. Lo skifoso camosci ha 5 Skife:


  12. #7.5 ADS
    ADV SkiBot
    SkiBanner avatar promo
    Data registrazione
    Da Sempre


  13. #428

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da testataecassa Vedi messaggio
    Che sciare in pista sia sicuro me lo sono perso onestamente e non l'ho mai pensato

    che se sono in pista e una valanga mi tira sotto siamo tutti caxxi miei è poco ma sicuro. al massimo saranno i miei eredi che decideranno se restare col dolore o cercare di strappare qualche € in tribunale, ma non cambieranno certo le cose

    siete degli illusi se pensate che l'aver pagato un giornaliero implichi la sicurezza al 100%

    - - - Updated - - -



    hai voglia se lo sci estivo è una pratica pericolosa

    se avessi mai visto a fine agosto o a settembre come è fatto un ghiacciaio, sapresti bene che un crepaccio può scoprirsi da un momento all'altro se un tetto di neve si sfonda

    non per nulla non devi mai e poi mai togliere gli sci e camminare a piedi, né allontanarti dalle piste ben segnalate
    Mah, quindi tutti quelli che portano i bambini dal maestro di sci sono consapevoli che potrebbe non tornare,?
    Ma che dici.. se cade una cabina della cabinovia me ne faccio una ragione perchè sciare non è sicuro,?
    Poi nel deca/dodecalogo dello sciatore non ho letto nulla che riguardi le valanghe per cui non è compito dello sciatore controllarlo

  14. Lo skifoso bottosso ha 3 Skife:


  15. #429
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da testataecassa Vedi messaggio
    Che sciare in pista sia sicuro me lo sono perso onestamente e non l'ho mai pensato

    che se sono in pista e una valanga mi tira sotto siamo tutti caxxi miei è poco ma sicuro. al massimo saranno i miei eredi che decideranno se restare col dolore o cercare di strappare qualche € in tribunale, ma non cambieranno certo le cose

    siete degli illusi se pensate che l'aver pagato un giornaliero implichi la sicurezza al 100%
    1. Tu non l'hai pensato, ma la quasi totalità dei gestori l'ha detto. Ogni volta che cade una valanga in un posto, subito c'è un servizio sul giornale e/o al TG dove vengono intervistati i gestori, che puntualmente dicono: "state in pista che è sicuro". Cerca in rete... è pieno.

    2. Sono chiacchiere: se cade una valanga in pista, chi gestisce la pista è tenuto a risponderne (salvo provi di aver fatto l'impossibile perchè non accada). Non è un opinione, sono le leggi a dirlo.

    3. Questa cosa del simpatico celodurismo un po minchione, da duro e puro, per cui uno esce pensando che non sa se tornerà a casa perchè (pur stando attento) rischia di andare sotto una valanga, va bene per chi la sceglie, uscendo di pista. Ma, ti assicuro, non è ne condivisa, ne voluta, dal 99,9% degli utenti delle piste da sci.
    Peraltro in modo fondato perchè esistono tutti i rimedi tecnici (bonifiche, paravalanghe, ecc) per evitare che una valanga venga giù in pista (non a caso trattasi di evento più unico che raro).

    Se passasse il concetto del "se venite in montagna lo fate a vostro rischio e pericolo anche se pagate per entrare in pista... e se viene giù una valanga sulla pista "topolino" e ammazza i vs. pargoli sono c@zzi vostri", lo ripeto, chiuderebbero all'istante tutte le stazioni sciistiche. Perchè resterebbero deserte.
    Ultima modifica di MAXINMARE; 30-12-2019 alle 10:10 AM.

  16. Lo skifoso MAXINMARE ha 5 Skife:


  17. #430

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da MAXINMARE Vedi messaggio
    Peraltro in modo fondato perchè esistono tutti i rimedi tecnici (bonifiche, paravalanghe, ecc) per evitare che una valanga venga giù in pista (non a caso trattasi di evento più unico che raro).
    Sul resto posso concordare ma su questo ho un piccolo appunto.
    Esistono i rimedi tecnici per ridurre al minimo il rischio, non é possibile il rischio "zero". Non attribuiamo alla tecnica un potere onnipotente che non puó e non potrá mai avere.

    Per la vulgata popolare (e per gli avvocati) é un tema spinoso e che non si vuol mai ascoltare. Qualsiasi calcolo, qualsiasi valutazione, sono sempre affetti da un certo grado di indeterminazione. Un buon tecnico non é quello che riduce a zero (perché non é possibile) ma quello che contiene il rischio a livelli accettabili lavorando sul grado di esposizione al pericolo e sulle conseguenze.

    Tutti voi prendete gli aerei di linea. Non sono calcolati "safe life". Non sono strutturalmente verificati con "probabilitá zero rotture". Sono un compromesso tra realizzare un carro armato che nemmeno si alzerebbe in volo e una struttura piú leggera che LOCALMENTE puó rompersi ma che coi controlli e le ispezioni periodiche é mantenuta ragionevolmente sicura.

    Se da domani chiediamo ai gestori "zero rischio valanghe", e non "rischio ragionevolmente molto basso", vedremo ridursi drammaticamente le giornate di apertura delle piste.

  18. Lo skifoso Matteo Harlock ha 4 Skife:


  19. #431

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da nanaccio Vedi messaggio
    Quando dici "porto dei bimbi" cosa intendi?
    Intendo che se io porto un bimbo a divertirsi sugli sci, in un'area turistica controllata, metto in conto che si possa far male perchè cade, perchè può fare -35, perchè qualcuno lo investe... MA difficilmente metto in conto un arero che trancia i cavi di una funivia, una cabina che scarrucola (se possibile?!), una valanga su un pendio controllato...

    Ora, questi ultimi eventi sono effettivamente FATALITA', chi più chi meno, e ripeto che son d'accordo con chi come te parla della montagna di un ambiente severo toutcourt (non sai quante pippe mentali mi faccio nel portare mia moglie a passeggiare con ciaspole nei boschi IN PIANURA) MA allo stesso tempo sono probabilmente vittima dell'idea che su una pista accessibile a tutti un rischio valanga come quella accaduta debba essere ridotto al 0,00000000000000000000000000000001%.

    SE e SOLO SE questo evento fa parte di quella percentuale, resta la tristezza per la tragedia ma si è fatto quel che si poteva perchè i mezzi ci sono.


    Mia opinione (leggendo i post li condivido quasi tutti: anche quelli che dicono l'uno il contrario dell'altro).


    PS.: conosco di vista un concittadino che portava la sua bimba di pochi mesi nello zaino mentre saliva con le pelli su una vecchia pista dismessa qui dietro casa, tutti i weekend. Ovviamente in discesa il rischio di cadere e farle male c'è, ma è un rischio che PERSONALMENTE lui accettava (io non lo farei ad esempio).

  20. Skife per Fonzie:


  21. #432
    Dalle Murge ... alle Alpi Skifoso
    Attrezzatura
    Kneissl Black Star SM 183R21 - Salomon BBR 8.9 186 - Fischer RC4 110 Vacuum - Casco Ruroc RG1-DX

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Matteo Harlock Vedi messaggio
    Sul resto posso concordare ma su questo ho un piccolo appunto.
    Esistono i rimedi tecnici per ridurre al minimo il rischio, non é possibile il rischio "zero". Non attribuiamo alla tecnica un potere onnipotente che non puó e non potrá mai avere.

    Per la vulgata popolare (e per gli avvocati) é un tema spinoso e che non si vuol mai ascoltare.
    Ma non è vero.
    Tant'è che concordo (e l'ho scritto pure in qualche intervento precedente).

    Nessuna attività umana è totalmente esente da rischio.

    Il problema, casomai, è stabilire cosa accada se il rischio (pur remoto) si verifica.
    Per questo esistono le norme. E' il legislatore a stabilire - in anticipo - le responsabilità in astratto, poi ai magistrati rocca applicare le regole nel caso concreto.

    Se cade un albero mentre passeggio in città, qualcuno ne risponde.
    Se cade un masso sull'auto mentre percorro una strada provinciale che attraversa una campagna, qualcuno ne risponde.
    Se cade una valanga in una pista aperta, percorsa da grandi e piccini, qualcuno ne risponde.

  22. #433

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Matteo Harlock Vedi messaggio

    Se da domani chiediamo ai gestori "zero rischio valanghe", e non "rischio ragionevolmente molto basso", vedremo ridursi drammaticamente le giornate di apertura delle piste.
    quantificami a spanne il drammaticamente....
    ......i gestori devono garantirmi lo zero rischio valange,del generico e ragionevole rischio basso me ne faccio una pippa,se quelli che costruiscono seggiovie e similari parlassero dei loro prodotti in termini di ragionevole basso rischio ......

    si investono una barca di quattrini in impianti di neve artificiale,in impianti di risalita fantasmagorici e pretendo che si investa in strutture capaci di impedirmi di aprire piste dove una banda di ragazzini scodinzolanti dietro la loro maestra possano venire dilaniati dalla superficialita` di un gestore incapace

  23. #434

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Matteo Harlock Vedi messaggio
    Esistono i rimedi tecnici per ridurre al minimo il rischio, non é possibile il rischio "zero". Non attribuiamo alla tecnica un potere onnipotente che non puó e non potrá mai avere.
    ..................
    Qualsiasi calcolo, qualsiasi valutazione, sono sempre affetti da un certo grado di indeterminazione. Un buon tecnico non é quello che riduce a zero (perché non é possibile) ma quello che contiene il rischio a livelli accettabili lavorando sul grado di esposizione al pericolo e sulle conseguenze.
    Perfettamente d'accordo. E' più o meno quello che vedo tutti i giorni nella mia occupazione principale, la sicurezza sul lavoro.
    Anche perché esiste un elemento imponderabile e spesso inafferrabile che è il fattore umano; si può cercare di controllarlo, istruirlo, instradarlo, catechizzarlo, militarizzarlo, ..... ma rimarrà sempre una percentuale - anche infinitesima - di imprevedibilità rispetto a qualsiasi procedura, anche la più accurata.

    Per tornare all'argomento, penso che siamo proprio di fronte a un caso derivante da un errore umano. Chiamiamola superficialità, sciatteria, abitudinarietà, ma quello è.

    Per cui, NON siamo nella situazione per cui, alla fin fine, il gestore - "poveraccio" - .... vabbé ..... ma in fondo può succedere.
    Non deve succedere, c'è stato un ERRORE.

  24. #435

    Predefinito

    Citazione Originariamente scritto da Fabio Vedi messaggio
    Lo sci si pratica in un ambiente aperto e naturale. Questo ambiente si chiama montagna.

    Secondo me è qui che c’è la maggior differenza di vedute. C’è chi la vede come il nanccio (io la vedo in modo simile) e chi la vede come una specie di campo da tennis molto grande. Do per scontato che se la valanga è scesa, sia stato solo perché evento straordinario.
    Per me L evento è così straordinario che è come se le persone fossero state uccise da un fulmine. Per altri no, per altri L evento era evitabile a priori. 2 visioni e due pareri, entrambi giusti ed entrambi errati.
    Beh, dai, indipendentemente da dove sia scesa la valanga, e che questa sia scesa in un ambiente di montagna ed all'aperto, due sono i fatti inequivocabili:
    1) che abbia interessato una pista da sci che i gestori la mattina hanno aperto agli utenti e poi hanno continuato a mantenere aperta fino al verificarsi dell'evento;
    2) che purtroppo abbia coinvolto diverse persone e che tre di queste abbiano perso la vita.

    Evidentemente la responsabilita' dei gestori deve essere dimostrata, ma dovra' essere la magistratura a valutarla e nel caso poi a dimostrarla.

    Non si tratta di vedere chi ha ragione e chi ha torto: le nostre sono solo chiacchiere.

  25. Skife per Childerique:


Pagina 29 di 35 PrimoPrimo ... 1920212223242526272829303132333435 UltimoUltimo
-

Segnalibri

Segnalibri

Regole di scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •